Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come aprire un PDF con iPad

di

L’iPad è uno strumento perfetto per leggere documenti in formato PDF: sia che si voglia fare ciò utilizzando le app incluse “di serie” sul dispositivo, che adoperandone altre, prodotte da terze parti. In entrambi i casi, leggere PDF su iPad è davvero semplicissimo: bisogna soltanto scegliere la soluzione che è più adatta alle proprie esigenze.

Se stai leggendo questa guida, però, mi sembra evidente che tu non abbia ancora capito bene come aprire un PDF con iPad, vero? Se le cose stanno effettivamente così, non hai alcun motivo di preoccuparti, perché sarò ben felice di chiarirti qualsiasi dubbio tu abbia al riguardo. Nei prossimi paragrafi, infatti, ti illustrerò come procedere nell’apertura di PDF sul tuo tablet utilizzando sia alcuni strumenti inclusi di default in iOS che alcune applicazioni di terze parti.

Allora, se pronto per iniziare? Sì? Benissimo! Coraggio: mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo che ti occorre per concentrarti sulla lettura dei prossimi paragrafi e, cosa ancora più importante, attua le “dritte” che ti darò. Se lo farai, non avrai il benché minimo problema nel leggere file PDF sul tuo amatissimo iPad. A me non resta altro da fare che augurarti buona lettura e, soprattutto, buon divertimento!

Indice

Applicazioni predefinite per aprire PDF con iPad

Come ti dicevo nelle battute iniziali di questo tutorial, ci sono vari strumenti inclusi “di serie” in iOS che permettono di aprire PDF con iPad con una semplicità disarmante, senza scaricare soluzioni aggiuntive dall’App Store: lascia che te ne parli in dettaglio.

Safari

Il modo più semplice per aprire file PDF su iPad è quello di ricorrere a Safari, il browser sviluppato da Apple, con il quale è possibile non solo visualizzare PDF, ma anche salvarli in locale per aprirli con altre applicazioni (come ti mostrerò a breve).

Il funzionamento di Safari in relazione all’apertura dei file PDF è estremamente semplice. Una volta che hai individuato un file PDF presente su un sito, non devi far altro che pigiare su uno dei pulsanti disponibili (es. Scarica, Download, Apri o semplicemente PDF, in base alla dicitura che trovi sul sito che lo contiene) e questo si aprirà automaticamente all’interno del browser.

Una volta visualizzato il file PDF su Safari, potrai poi aprirlo anche con altre applicazioni — sia soluzioni “di serie” che ti terze parti — pigiando semplicemente sul pulsante Condividi (l’icona del quadrato con la freccia rivolta verso l’alto) e poi facendo tap su una delle voci che vedi nel menu contestuale: Copia su Libri, Salva su File, etc. Semplice, vero?

Una funzione interessante di Safari riguarda la possibilità di trasformare le pagine Web in file PDF consultabili offline (e, all’occorrenza, stampabili). Per utilizzare la funzione in questione, disponibile esclusivamente sui dispositivi aggiornati ad iOS 11 e versioni successive, bisogna pigiare sul pulsante Condividi e poi fare tap sulla voce Crea PDF dal menu che si apre.

File

Se il tuo iPad è aggiornato ad iOS 11 o versioni successive, puoi aprire file PDF utilizzando File, l’applicazione sviluppata da Apple per la gestione e l’organizzazione dei file presenti sul proprio dispositivo (e sui servizi di cloud storage supportati), un vero e proprio file manager per iOS. Se per una qualche ragione hai disinstallato l’app in questione dal tuo device, puoi installarla dall’App Store.

Il funzionamento di File è piuttosto semplice: basta aprire la cartella che contiene il PDF e poi selezionare l’cona del documento da visualizzare. Se, invece, apri un PDF in Safari, per esportarlo in File, devi pigiare sul pulsante Condividi presente sul browser e poi sulla voce Salva su File (come ti ho già indicato nel paragrafo precedente). O, ancora, se un file PDF ti viene inviato tramite AirDrop, puoi accettare di aprirlo con File pigiando sull’apposita voce che compare nel menu AirDrop Apri con… e poi scegliendo la posizione esatta in cui salvarlo (es. iCloud Drive).

Un’operazione simile può essere effettuate anche se un utente condivide con te un PDF via email o mediante qualsiasi altra app (es. un servizio di cloud storage come Google Drive, un’app di messaggistica come Telegram, etc.). Una volta aperto e visualizzato il PDF, devi individuare il pulsante Condividi, fare tap su di esso e poi pigiare sulla voce Salva su File. Ti ricordo che, grazie all’integrazione con iCloud, i PDF salvati su File sono accessibili da tutti i dispositivi collegati al medesimo ID Apple utilizzato sull’iPad.

Una volta che avrai aperto un PDF in File, potrai anche modificarlo aggiungendo annotazioni, evidenziazioni e quant’altro, semplicemente pigiando sull’icona della matita situata in alto e poi scegliendo lo strumento che ti serve dal menu che compare in basso. Dopodiché potrai salvare le modifiche fatte pigiando sulla voce Fine, situata in alto a sinistra.

Libri

Un’altra app predefinita di iOS che è perfetta per leggere PDF è Libri (conosciuta con il nome di iBooks fino ad iOS 11 e macOS High Sierra), l’e-reader predefinito di tutti i dispositivi “made in Cupertino”. Così come ti ho mostrato nei paragrafi dedicati a SafariFile, aprire un PDF in Libri è piuttosto semplice: dopo aver aperto un file in questione su Safari (o dopo averlo importato da una qualsiasi altra app), basta pigiare sul pulsante Condividi e scegliere Copia su Libri (o, in alcuni casi, Apri in Libri).

Dopo aver aperto il documento PDF in Libri, puoi leggere il file liberamente e usare tutte le funzioni incluse nell’app per modificarlo: pigia, quindi, sull’icona della freccia rivolta verso l’alto (in alto a sinistra) per inviare il file tramite la posta elettronica e/o per stamparlo, fai tap sull’icona della lente di ingrandimento per cercare parole all’interno del documento, pigia sull’icona del segnalibro per apporre un segnalibro nel documento oppure fai tap sul simbolo della matita. Più facile di così?

Dal momento che anche Libri si integra alla perfezione con iCloud (non poteva essere altrimenti!), aprendo un file PDF con quest’app, lo ritroverai sincronizzato automaticamente su tutti i dispositivi associati al tuo ID Apple, senza che tu muova un dito!

App per aprire PDF con iPad

Se gli strumenti inclusi “di serie” in iPad non ti hanno soddisfatto, sappi che puoi aprire e leggere documenti PDF ricorrendo a delle ottime app di terze parti.

PDFelement Pro

PDFelement

PDFelement Pro è una delle migliori app per leggere e modificare PDF su iPad (nonché su iPhone). Include funzioni per scorrere il contenuto dei documenti sia in verticale che in orizzontale, eseguire ricerche all’interno dei PDF e regolarne il livello di zoom; permette inoltre di ruotare, cancellare e aggiungere pagine; aggiungere evidenziazioni, note, firme, timbri, modificare il testo già presente nei PDF (a patto che si tratti di PDF nativi e non digitalizzati come immagini) e creare nuovi PDF partendo da modelli predefiniti o scansioni fatte direttamente con la fotocamera del proprio device. Supporta tutte le versioni più recenti di iOS/iPadOS e consente anche l’utilizzo della Apple Pencil.

Insomma: c’è proprio tutto quello che si potrebbe volere da un editor PDF, con il vantaggio di averlo sempre con sé sul tablet (o sullo smartphone). PDFelement Pro si può scaricare gratis, ma per accedere a tutte le sue funzioni e salvare i documenti senza filigrana occorre sottoscrivere un abbonamento a partire da 5,49 euro/mese, oppure acquistare una licenza a vita con pagamento una tantum.

Puoi ottenere PDFelement Pro da App Store collegandoti a questo link dal tuo iPad (o iPhone), premendo sul pulsante Ottieni/Installa e verificando la tua identità tramite Face ID, Touch ID o password dell’ID Apple. Fatto ciò, avvia l’app tramite l’apposita icona aggiunta alla Home screen e apri il PDF che vuoi leggere e/o modificare: per fare ciò, premi sul pulsante (+) collocato in basso a destra e scegli un’opzione tra File (per selezionare un documento presente sul dispositivo o su uno degli account cloud configurati su quest’ultimo), Fotografie (per importare un contenuto dalla Galleria di iPad/iPhone) oppure Computer (per importare un documento da un computer connesso alla stessa rete Wi-Fi dell’iPad/iPhone).

Una volta importato il documento, puoi immediatamente visualizzarlo, scorrerne i contenuti e regolarne il livello di zoom come faresti con qualsiasi documento o pagina Web. Per attivare lo scorrimento orizzontale o la vista a due pagine premi sull’icona del libro collocata in alto a destra; per eseguire delle ricerche nel documento, invece, premi sull’icona della lente d’ingrandimento presente nella barra laterale di destra.

Ti segnalo che, sempre tramite il menu di destra, puoi visualizzare una panoramica completa delle pagine che compongono il documento (l’icona dei quattro quadrati), visualizzare le loro miniature a fianco del PDF stesso (l’icona del foglio), aggiungere e visualizzare segnalibri (l’icona del segnalibro) e aggiungere e visualizzare note (l’icona del fumetto).

Attivando la panoramica delle pagine (l’icona dei quattro quadrati) e premendo sull’icona della matita collocata in alto a destra puoi anche cambiare l’ordine delle pagine, ruotarle, estrarle, eliminarle e crearne di nuove: ti basta selezionare con una spunta quelle sulle quali agire e usare i pulsanti che trovi in basso.

Il resto dei tool per la modifica dei PDF li trovi nella toolbar collocata in alto. Premendo sull’icona della penna puoi accedere a strumenti quali evidenziatore, testo barrato, sottolineatura, matita, gomma, testo libero, casella di testo, didascalie, note, forme e timbri: per usarli, ti basta selezionarli dalla barra che compare in alto e poi interagire sulla porzione di documento di tuo interesse.

Premendo, invece, sull’icona [T] — presente sempre nella barra blu, in alto — puoi modificare il testo esistente nel PDF. Premendo sull’icona della foto puoi aggiungere, come facilmente intuibile, foto e immagini al documento.

Quando sei soddisfatto del risultato ottenuto, puoi salvare il PDF modificato (andando a sovrascrivere quello esistente) premendo sull’icona del floppy disk situata in alto a sinistra. In alternativa, puoi premere sull’icona collocata in alto a destra e salvare una copia del documento, stamparlo, impostare una password, caricarlo online, inviarlo via e-mail o condividerlo in altri modi.

Nel caso in cui volessi, invece, creare un nuovo documento PDF partendo da zero, ti segnalo che puoi farlo premendo sul pulsante (+) presente nella schermata principale di PDFelement Pro e selezionando una voce tra Crea PDF (per creare un documento vuoto o partendo da un modello predefinito) e Telecamera (per scansionare un documento con la fotocamera del dispositivo in uso) dal menu che si apre.

È tutto molto intuitivo (anche perché la app è completamente in italiano). Ad ogni modo, se vuoi saperne di più, ti invito a consultare il sito ufficiale di PDFelement Pro.

Altre app interessanti

PDF

  • Adobe Acrobat Reader — è uno dei più famosi e apprezzati lettori di file PDF per iPad (e non solo). Permette di aprire facilmente documenti PDF e modificarli aggiungendovi annotazioni, evidenziazioni, appunti scritti a mano libera e tanto altro ancora. Offre anche alcune funzioni extra, come quelle che permettono di creare, convertire e combinare PDF, ma sono accessibili soltanto sottoscrivendo l’abbonamento alla sua versione Premium, che parte da 9,99 euro/mese. Per maggiori informazioni sul suo funzionamento, leggi la guida dedicata alle app per leggere PDF.
  • PDF Expert by Readdle — chi possiede un device a marchio Apple, non può non prendere in considerazione questo lettore di file PDF, che è uno dei più completi fra quelli disponibili in questo momento. Non solo permette di leggere file in formato PDF (oltre che in formato ZIP, DOC, etc.), ma anche di sincronizzarli sui principali servizi di cloud storage. Anche PDF Expert offre alcune funzioni extra, come quella che permette di modificare il testo dei PDF, ma per usufruirne bisogna effettuare un acquisto in-app a partire da 10,99 euro. Per maggiori informazioni sul suo funzionamento, leggi la guida dedicata alle app per leggere PDF.
  • Documents by Readdle — quest’app, sviluppata anch’essa da Readdle, è un ottimo file manager di terze parti per iOS che permette di aprire e gestire file di qualsiasi genere, PDF inclusi, in modo facile, veloce e, soprattutto, gratuito.
  • Xodo PDF — si tratta di un lettore di file PDF gratuito che permette di inserire annotazioni, sottolineature, disegni a mano libera e quant’altro e che supporta la sincronizzazione dei documenti con i principali servizi di cloud storage presenti sulla piazza.
  • Foxit PDF — è un altro ottimo lettore di file PDF che offre le feature di base inerenti la lettura e la modifica dei documenti, nonché alcune funzioni avanzate, come quelle che permettono di firmare digitalmente i PDF, creare PDF vuoti, unire più PDF in un nuovo file e molto altro ancora. Le funzioni avanzate, naturalmente, sono disponibili a pagamento effettuando acquisti in-app a partire da 0,89 euro. Per maggiori informazioni sul suo funzionamento, leggi la guida dedicata alle app per leggere PDF.

Articolo realizzato in collaborazione con Wondershare.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.