Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come organizzare iOS

di

Adori il tuo iPhone e non lo cambieresti con nessun altro telefono ma, complice la fretta di tutti i giorni, ti sei reso conto che la sua schermata Home è diventata estremamente disordinata e che le applicazioni, ahimè, sfruttano permessi e autorizzazioni che non ricordi di aver concesso volontariamente. Avevi inizialmente pensato di percorrere la strada del ripristino ma, dopo un’attenta riflessione, hai deciso di voler imparare prima a tenerlo ben organizzato, in modo che condizioni del genere non si verifichino più in futuro.

Ebbene, se è questa la tua intenzione, sappi che ti trovi proprio nel posto giusto da cui iniziare! Nelle righe successive del presente tutorial, infatti, ho tutta l’intenzione di spiegarti come organizzare iOS in quelli che sono i suoi aspetti principali: la disposizione delle app e dei widget, gli album fotografici, le notifiche e i permessi per le applicazioni. I passaggi che andrò a proporti sono di semplice applicazione ma, nonostante ciò, garantiscono risultati più che soddisfacenti.

Dunque, senza attendere un secondo in più, mettiti bello comodo e leggi con attenzione tutto quanto ho da spiegarti sull’argomento: sono sicuro che, dopo aver messo in pratica tutti i miei consigli, riuscirai a ottenere un grado di organizzazione davvero degno di nota. Detto ciò, non mi resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e buon divertimento!

Indice

Come organizzare app iOS

Organizzare le icone delle applicazioni installate su iOS e spostarle da un punto all’altro della schermata Home è facilissimo: effettua un tap prolungato sull’icona da spostare, attendi che compaia il menu rapido associato alla stessa (oppure che l’icona inizi a “vibrare”) e, senza sollevare il dito dallo schermo, trascinala nella posizione che più preferisci e poi rilasciala. Inoltre, se preferisci, puoi racchiudere le icone delle app in comode cartelle, renderle disponibili nella sola Libreria app oppure modificarne l’icona: di seguito ti spiego come si fa.

Creare cartelle in Home Screen

Come organizzare app iOS

Se la tua schermata Home è piena zeppa di icone e impieghi sempre più tempo a “beccare” quella relativa alle app di cui hai bisogno, puoi organizzarle in comode cartelle: per esempio, potresti creare una cartella per ciascuna categoria di app (ad es. “Social” oppure “Finanze”) e lasciare in Home soltanto quelle di cui necessiti più spesso.

Per riuscirci, effettua un tap prolungato sull’icona della prima app da raggruppare, finché non compare il suo menu rapido (o, se impieghi un’edizione non recente di iOS, finché la stessa non inizia a “ballare”) e trascinala su quella che vuoi includere nella medesima cartella. Se vuoi aggiungere altre app, trascina semplicemente le relative icone all’interno del riquadro creato (maggiori info qui).

Per modificare il nome di una cartella, effettua un tap prolungato sulla sua anteprima e tocca la voce Rinomina, dal menu rapido che compare; per cancellarla, sfiora invece la voce Elimina, tenendo ben presente che le icone appartenenti alla cartella resteranno disponibili nella Libreria app (te ne parlerò tra pochissimo).

Usare la Libreria app

Usare la Libreria app

Introdotta a partire da iOS 14, la Libreria app è una particolare zona di iOS, residente alla fine di tutte le pagine della schermata Home (per raggiungerla, devi effettuare più swipe verso sinistra), nel quale vengono aggiunte e organizzate automaticamente, per categoria, le app installate sul dispositivo. Tra le altre cose, la Libreria app è in grado di mostrare per prime le applicazioni ritenute più utili per l’utente.

Per impostazione predefinita, quando viene scaricata una nuova app, iOS aggiunge la sua icona sia alla Libreria app che alla schermata Home; tuttavia, se vuoi tenere più ordinata quest’ultima, puoi far sì che le nuove icone vadano soltanto nella Libreria app: per riuscirci, fai tap sul simbolo dell’ingranaggio residente nella schermata Home di iOS, in modo da aprire le Impostazioni del sistema operativo, sfiora la voce Schermata Home e scegli l’opzione Solo libreria app. Sempre dallo stesso menu, puoi indicare se attivare o meno il badge delle notifiche relative alle app, all’interno della sezione in oggetto.

In ogni caso, puoi sempre copiare un’icona residente nella Libreria app all’interno della schermata Home: tutto ciò che devi fare è recarti nella prima sezione menzionata, effettuare un tap prolungato sull’icona di tuo interesse e trascinarla nella pagina (e nella posizione) della schermata Home che preferisci. Tutto qui!

Personalizzare le icone

Come organizzare app iOS

Per quanto riguarda la personalizzazione delle icone, devi sapere che, nonostante non sia possibile installare pacchetti di icone personalizzati, puoi usare qualche trucchetto per riuscire a cambiarle comunque.

In primo luogo, alcuni sviluppatori consentono di effettuare questa modifica proprio dalle impostazioni delle proprie app: per esempio, se utilizzi Telegram, puoi modificarne l’icona sfiorando il pulsante delle Impostazioni collocata in basso a destra e, dopo aver raggiunto la sezione Aspetto, scegliendo l’icona da usare in Home screen, dal riquadro Icona app.

Se l’app per la quale desideri modificare l’icona non prevede questo tipo di possibilità, puoi creare un collegamento personalizzato alla stessa mediante l’app Comandi di iOS, che rappresenta lo strumento ufficiale di Apple mirato all’automatizzazione di comandi e script (un po’ come Automator su Mac).

Personalmente, però, ti consiglio di percorrere questa strada soltanto se hai iOS 14.3 o successivi: sulle edizioni precedenti del sistema operativo, il trucco in oggetto rallenta l’apertura delle app, poiché il collegamento creato mostra prima la schermata dell’app Comandi e poi l’app in questione (ciò non succede su iOS 14.3 e sulle versioni successive del sistema operativo).

Chiarito questo aspetto, lascia che ti indichi come procedere: per iniziare, avvia l’app Comandi richiamandola dalla schermata Home oppure dalla Libreria app di iOS (se non ce l’hai più, puoi scaricarla nuovamente da App Store), fai tap sull’icona [+] situata in alto a destra, premi il pulsante Aggiungi azione e utilizza la barra situata in alto (che contiene la dicitura Cerca app e azioni) per cercare le parole apri app.

Alla comparsa dei risultati, fai tap sulla voce Apri l’app corrispondente al riquadro Azione, tocca la voce Scegli e seleziona l’applicazione per la quale cambiare l’icona, dalla lista visualizzata in seguito. A questo punto, fai tap sul pulsante (…) che risiede in alto a destra, sfiora la voce Aggiungi a Home e, per procedere con la personalizzazione del collegamento, tocca il simbolo del comando (ossia l’icona dei rombi sovrapposti) situato subito sotto la dicitura Nome schermata Home e icona.

A questo punto, scegli la posizione che contiene l’icona da usare: puoi partire da un file già esistente in memoria/su iCloud oppure da una foto acquisita tramite la fotocamera. Una volta individuata l’immagine di tuo interesse, fai tap prima sulla sua anteprima e poi sulla voce Scegli, per applicarla e ritornare alla schermata precedente. In ultimo, sfiora la dicitura Nuovo comando [x], assegna un nome al collegamento che stai per creare (che dovrebbe essere quello dell’app da personalizzare) e tocca il pulsante Aggiungi per creare il collegamento personalizzato e aggiungerlo alla schermata Home.

Adesso puoi procedere con l’eliminazione dell’icona “originale” dell’app dalla schermata Home, effettuando un tap prolungato sulla stessa e sfiorando le voci Rimuovi app e Sposta nella libreria app. Se impieghi un’edizione di iOS precedente alla 14, quest’ultimo spazio non è disponibile e, di conseguenza, non puoi eliminare le icone originali delle app dalla schermata Home: tuttavia, se intendi allontanarle dalla vista, puoi sempre trasferirle in una cartella dedicata in Home.

Ripristinare la Home Screen

Come organizzare iOS

Hai pasticciato un po’ troppo con le cartelle della schermata Home e, adesso, vorresti riportare quest’ultima al suo stato iniziale? La cosa è del tutto fattibile! Tramite una funzione integrata di iOS, infatti, è possibile ripristinare il layout della schermata Home alle sue impostazioni iniziali: a seguito di questa operazione, tutte le cartelle create vengono rimosse e le app scaricate vengono ordinate alfabeticamente e disposte dopo quelle preinstallate su iPhone.

Per agire in tal senso, apri le Impostazioni di iOS, facendo tap sul simbolo dell’ingranaggio collocato nella schermata Home oppure nella Libreria app, raggiungi le sezioni Generali e Ripristina e fai tap sull’opzione Ripristina layout schermata Home. Infine, sfiora il bottone Ripristina schermata Home per riportare la summenzionata area al suo stato iniziale.

Come organizzare widget iOS

Parlando di widget, se il tuo intento è quello di organizzare iOS 14, sarai ben felice di sapere che essi possono ora essere inclusi anche nella schermata Home del sistema operativo, oltre che nella vista Oggi (quella accessibile effettuando uno swipe da sinistra verso destra, partendo dalla prima pagina della Home screen, e presente anche nelle versioni precedenti del sistema operativo), e personalizzati a seconda delle proprie necessità e preferenze.

Aggiungere nuovi widget

Come organizzare widget iOS

Per aggiungere un nuovo widget alla schermata Home di iOS, effettua un tap prolungato su un punto vuoto di quest’ultima, premi sul simbolo [+] che compare in alto a destra e, servendoti del pannello visualizzato successivamente, individua e fai tap sull’anteprima del widget che preferisci. In seguito, scegli il formato che preferisci usare tra quelli proposti e sfiora il pulsante Aggiungi widget, per inserirlo nella schermata Home.

Se non gradisci la posizione assegnata al nuovo elemento, fai tap sullo stesso e, continuando a tenere premuto lo schermo, trascinalo dove più preferisci e tocca il pulsante Fine. Se vuoi impilare più widget in un solo riquadro e avere la possibilità di scorrerli (devono avere la stessa dimensione), trascinali semplicemente l’uno sull’altro.

Esistono dei widget che prevedono la possibilità di applicare delle impostazioni personalizzate (il widget Meteo, giusto per citartene uno, consente di impostare una posizione diversa da quella in cui ci si trova): per riuscirci, individua l’elemento di tuo interesse, effettua un tap prolungato su di esso e sfiora la voce Modifica widget dal menu rapido che si apre. Lo stesso menu consente, inoltre, di eliminare un widget dalla schermata Home.

Come organizzare widget iOS

Qualora volessi, invece, agire sulla visuale Oggi, richiama innanzitutto l’area in questione effettuando uno swipe verso destra partendo dalla prima pagina della schermata Home (oppure dall’area di notifica di iOS) e scorri in basso la schermata successiva fino a individuare il pulsante Modifica.

Ora, fai tap sul bottone in questione e attendi che i widget già presenti inizino a “vibrare”: per aggiungere un nuovo elemento, fai tap sul pulsante [+], situato in alto; per eliminare un widget, tocca invece il pulsante (-), collocato in corrispondenza della sua anteprima.

Creare widget personalizzati

Come organizzare widget iOS

Qualora i widget predefiniti di iOS non dovessero essere per te soddisfacenti, puoi crearne di personalizzati impiegando un’app di terze parti, come Widgetsmith, la quale consente di realizzare widget personalizzati e compatibili sia con la schermata Home che con la visuale Oggi di iOS. Di base, Widgetsmith è un’app gratuita, ma è disponibile una versione Pro (con prezzi a partire da 1,99€/mese) in grado di espanderne ulteriormente le funzionalità.

Per scaricarla, avvia l’App Store e utilizza l’apposita scheda per cercare l’applicazione (oppure segui il link che ti ho fornito poc’anzi, per agire più rapidamente); giunto alla sezione dedicata, sfiora il pulsante Ottieni e, se previsto, completa l’autenticazione mediante Face ID, Touch ID o password dell’ID Apple, per avviare il download e l’installazione dell’app.

Ultimata questa fase, avvia Widgetsmith e indica il formato del widget che vuoi creare, selezionandolo tra quelli disponibili: Small Widget, per uno di piccole dimensioni; Medium Widget, per uno di medie dimensioni; o Large Widget, per uno di grandi dimensioni.

Dopo aver selezionato l’opzione per te più congeniale, fai tap sul nome del widget appena creato (ad es. Small#1), scegli l’opzione Default widget e indica la categoria di contenuti che intendi inserire. Fatto ciò, indica il modello di stile da applicare, oppure sfiora la voce Customize Theme, in modo da personalizzare l’aspetto grafico. Quando hai finito, fai nuovamente tap sul nome del widget (collocato in alto a sinistra) e poi sul pulsante Save, per salvarlo nel dispositivo.

Per inserire il widget appena creato nella schermata Home oppure nella vista Oggi di iOS, attieniti alle indicazioni che ti ho fornito nella sezione precedente, avendo cura di selezionare prima la voce Widgetsmith e poi la dimensione del widget che hai realizzato.

Qualora avessi creato più elementi della stessa dimensione, puoi selezionare quello da rendere visibile: fai tap sul widget appena aggiunto, poi sulla voce Modifica widget annessa al menu visualizzato e apponi il segno di spunta accanto al nome esatto del widget da mostrare. Maggiori info qui.

Come organizzare foto iOS

Come organizzare foto iOS

Ormai la galleria fotografica del tuo iPhone è piena zeppa di immagini e trovare una foto precisa è diventata un’impresa? Per tentare di migliorare la situazione, puoi organizzare foto iOS in comodi Album contenenti immagini appartenenti a una determinata categoria (ad es. quelle relative a un preciso viaggio, a un evento in particolare, a una persona, e così via).

Per creare un nuovo album, apri l’app Foto di iOS, fai tap sulla scheda Album situata in basso, poi sul pulsante [+], collocato in alto a sinistra e, in seguito, sulla voce Nuovo album, situata nel menu che compare; in seguito, indica un nome da assegnare al nuovo album, fai tap sul pulsante Salva e apponi il segno di spunta accanto alle miniature delle foto da aggiungere all’album. Fatta la tua selezione, tocca il pulsante Fine situato in alto a destra e il gioco è fatto. Per visualizzare gli album disponibili, fai tap sull’omonima scheda dell’app Foto; per aggiungere nuove immagini a un album, aprilo e tocca il pulsante [+], collocato al termine della lista delle foto già presenti.

Se, invece, il tuo intento è quello di non consumare tutto lo spazio disponibile sulla memoria dell’iPhone, senza però rinunciare a tutte le tue foto, puoi servirti della Libreria foto di iCloud, il servizio di Apple che consente di archiviare sul cloud tutte le foto e i video (album inclusi) presenti nell’app Foto di iOS e sincronizzarli automaticamente sui dispositivi associati allo stesso ID Apple.

Uno dei vantaggi di questo approccio è quello di poter usufruire dell’ottimizzazione automatica dello spazio: questa funzionalità consente di archiviare sul telefono le versioni ottimizzate (e quindi più piccole, in termini di spazio occupato) delle immagini presenti, richiamando le versioni originali soltanto all’occorrenza.

Sebbene la libreria foto di iCloud sia gratuita, essa erode lo spazio di archiviazione disponibile su iCloud Drive, rendendo praticamente impossibile restare nei 5 GB gratuiti offerti dal piano base. Per questo motivo, se intendi seguire tale approccio, ti consiglio di valutare l’acquisto di un piano a pagamento per il servizio (con prezzi a partire da 0,99€/mese per 50 GB): se non sai come fare, ti rimando alla lettura della mia guida su come acquistare spazio su iCloud.

Per attivare la libreria foto di iCloud, apri le Impostazioni di iOS, fai tap sul tuo nome, poi sulle voci iCloud e Foto: sposta dunque su ON la levetta relativa alla voce Foto di iCloud e, se vuoi usufruire della funzionalità di ottimizzazione automatica di cui ti ho parlato prima, fai tap sulla voce Ottimizza spazio iPhone, per apporvi il segno di spunta.

Se ti interessa saperne di più sul funzionamento di iCloud Foto e sulle modalità di archiviazione e organizzazione delle immagini presenti in iOS, ti consiglio un’attenta lettura dei tutorial specifici che ho dedicato all’argomento.

Come organizzare notifiche iOS

Come organizzare notifiche iOS

Quando si installa una nuova applicazione, iOS richiede quasi sempre l’autorizzazione per l’invio delle notifiche relative alla stessa. Tuttavia, è possibile comunque organizzare le notifiche di iOS anche in un secondo momento, scegliendo sia le app autorizzate a inviarle, sia la tipologia di notifica inviata.

Per riuscirci, apri le Impostazioni di iOS, facendo tap sull’icona dell’ingranaggio situata nella schermata Home oppure nella Libreria app, fai tap sulla voce Notifiche e utilizza l’opzione Mostra anteprime per indicare se vuoi che le anteprime delle notifiche vengano visualizzate sempre, solo quando il dispositivo è sbloccato oppure mai.

Fatta la tua scelta, ritorna al menu precedente e fai tap sul nome dell’app per la quale intendi nascondere, visualizzare o modificare il tipo di notifica inviata: per far sì che l’app non invii più notifiche, sposta su OFF la levetta posta in corrispondenza della voce Consenti notifiche.

Se, invece, vuoi modificare la modalità con cui le notifiche vengono mostrate, intervieni sulle restanti opzioni presenti nel menu: utilizza il riquadro sottostante la dicitura Avvisi per definire l’area o le aree in cui le notifiche devono comparire (Blocco schermo, Centro notifiche o Banner) e, se necessario, personalizza lo stile del banner visualizzato (temporaneo, che scompare dopo qualche secondo, o permanente).

Tramite i menu a tendina Suoni e Badge puoi scegliere se riprodurre o meno un suono alla ricezione della notifica e se visualizzarne il relativo badge informativo; le voci Mostra anteprime e Raggruppamento automatico servono, infine, a definire se (e quando) visualizzare l’anteprima del contenuto della notifica e se raggruppare gli avvisi provenienti dalla stessa app.

iOS, inoltre, include una comoda modalità, denominata Non disturbare, la quale consente di disattivare l’audio delle chiamate, degli avvisi e delle notifiche mentre il dispositivo è bloccato, oppure in modo programmato.

Per configurare questo tipo di comportamento, recati nel menu Impostazioni > Non disturbare di iOS: per abilitare la modalità Non disturbare, attiva la levetta omonima che si trova in cima allo schermo e indica se disattivare tutte le suonerie Sempre, oppure soltanto mentre iPhone è bloccato, selezionando una delle voci situate poco più in basso.

Invece, abilitando la levetta corrispondente alla voce Programmato, puoi specificare l’ora di inizio e fine dello stato Non disturbare (che verrà applicato tutti i giorni); in aggiunta, puoi scegliere di oscurare completamente il blocco schermo e, di conseguenza, gli avvisi di notifica che compaiono sullo stesso, intervenendo sull’opzione Attenua blocco schermo.

Nota: quando la funzione Non disturbare è attiva, vedrai comparire l’icona di una luna crescente nella barra di stato del “melafonino”.

Come organizzare permessi iOS

Come organizzare permessi iOS

Sei solito controllare attentamente tutti i permessi forniti alle app ma, complice un po’ di fretta, ultimamente finisci per pigiare sul pulsante Consenti a ogni richiesta, senza neppure accorgerti di cosa stai effettivamente autorizzando? Non preoccuparti, se è tua intenzione ricominciare a organizzare i permessi su iOS puoi facilmente far fronte alla cosa, intervenendo tramite l’apposita sezione delle Impostazioni del sistema operativo.

Dunque, apri queste ultime facendo tap sul simbolo a forma d’ingranaggio collocato in Home screen oppure nella Libreria app e fai tap sul nome dell’app di tuo interesse, in modo da accedere alla schermata relativa a permessi e notifiche. Infine, individua il riquadro Consenti a [nome app] di accedere a e intervieni sugli interruttori proposti per consentire o negare determinate autorizzazioni, in base alle tue esigenze.

Per esempio, spostando su ON oppure OFF la levetta relativa al Microfono, puoi abilitare o disabilitare l’accesso a quest’ultimo da parte dell’app; facendo tap sulla voce Posizione, invece, puoi indicare se consentire l’accesso al GPS solo quando l’app è aperta, sempre, oppure negarlo del tutto.

Se, invece, vuoi intervenire sui permessi delle singole applicazioni in maniera più precisa, raggiungi la sezione Impostazioni > Privacy e fai tap sull’elemento che vuoi modificare (ad es. Localizzazione, Contatti, Fotocamera, Microfono e così via), per concedere o revocare alle app il permesso di usarlo.

Infine, se lo ritieni opportuno, puoi riportare tutte le impostazioni relative alla posizione ai valori di fabbrica: a seguito del ripristino, le app non potranno più usare la tua posizione, finché non concederai loro nuovamente il permesso. Per agire in tal senso, raggiungi il menu Impostazioni > Generali > Ripristina di iOS e fai tap sull’opzione Ripristina posizione e privacy.

Per saperne di più in merito alla gestione delle autorizzazioni per le app installate su iOS, ti rimando alla lettura della mia guida specifica sull’argomento.

Altri consigli utili

Altri consigli utili

Scommetto che hai seguito in modo minuzioso i consigli che ti ho fornito nei capitoli precedenti di questa guida e che, nonostante tu sia ben soddisfatto del risultato ottenuto, vorresti migliorare ulteriormente l’esperienza d’uso del tuo “melafonino”?

In tal caso, credo proprio di poterti consigliare qualche altra guida che potrebbe fare al caso tuo: nel mio tutorial su come organizzare il telefono in modo Tumblr, per esempio, ti ho spiegato come ordinare le applicazioni seguendo lo stile della nota piattaforma di microblogging; nella mia guida su come sfruttare al meglio l’iPhone, invece, ti ho fornito alcune “dritte” per ottenere il massimo dalle più importanti funzionalità incluse nel telefono; infine, nel mio approfondimento su come personalizzare iOS ti ho spiegato come rendere ancor più originale il telefono, applicandovi modifiche grafiche e sonore.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.