Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come sfruttare al meglio iPhone

di

Le potenzialità di un dispositivo come iPhone sono tantissime, al punto che molte persone non sanno come sfruttarle appieno. Il rischio, insomma, è quello di acquistare uno smartphone top di gamma e di usarlo per pochissime operazioni che potrebbe svolgere qualsiasi telefono di fascia medio-bassa.

E allora come si può sfruttare al meglio l’iPhone? Esiste una ricetta magica per “spremere” al massimo tutte le capacità dello smartphone di casa Apple e non “sprecare” i soldi spesi per acquistarlo? Naturalmente no ma, se segui i tanti piccoli accorgimenti che sto per darti, vedrai che imparerai tante cose interessanti e sfrutterai decisamente di più il tuo “melafonino”.

Se sei interessato a saperne di più, mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo che ti occorre per concentrarti sulla lettura delle prossime righe e cerca di attuare le “dritte” che ti darò. Sono convinto che, seguendo in maniera scrupolosa e attenta i miei consigli, riuscirai a utilizzare al meglio le potenzialità offerte dall’iPhone in tuo possesso. Ti auguro buona lettura e, soprattutto, buon divertimento!

Indice

Sincronizzare i file con iCloud

Uno dei modi migliori per sfruttare al meglio l’iPhone, è quello di sincronizzare i file con iCloud, il servizio cloud di Apple che permette di archiviare tutti i dati presenti nei propri dispositivi — contatti, foto, musica, video, etc. — online sincronizzandoli in maniera automatica su tutti i device associati al proprio ID Apple.

Alla prima accensione del proprio iPhone, durante il processo di configurazione iniziale, l’utente può attivare iCloud associando il servizio al proprio account Apple. Se hai saltato quest’operazione e ora vuoi eseguirla per beneficiare di tutte le potenzialità della “nuvola” di Apple, puoi rimediare subito.

Avvia, dunque, l’app Impostazioni (l’icona grigia raffigurante gli ingranaggi che si trova nella schermata Home), fai tap sul tuo nome, pigia sulla voce iCloud e assicurati che le levette degli interruttori posti accanto alle voci Posta, Contatti, Calendari, Note, Safari, etc. siano spostate su ON.

Qualora avessi saltato l’attivazione di iCloud durante la configurazione del tuo iPhone o se noti che alcuni elementi tra quelli elencati non sono abilitati per la sincronizzazione, effettua l’accesso con il tuo ID Apple (se richiesto), sposta su ON le levette relative ai dati che hai intenzione di sincronizzare su iCloud e il gioco è fatto.

Per quanto riguarda le foto scattate con l’iPhone, invece, ti ricordo che puoi sincronizzarle optando per due soluzioni differenti: lo Streaming di Foto, che permette di conservare fino a un massimo di 1.000 immagini per volta per un periodo di 30 giorni, così da non consumare lo spazio di archiviazione di iCloud, e la Libreria foto di iCloud, con cui, invece, è possibile sincronizzare foto e video senza limiti consumando però lo spazio di archiviazione disponibile (cosa che porta necessariamente a sottoscrivere uno dei piani a pagamento del servizio, visto che Apple offre gratuitamente soltanto 5GB). Se desideri avere qualche dettaglio in più circa le soluzioni in questione, consulta la guida in cui spiego come archiviare foto su iCloud, dove ho provveduto a fornirti delucidazioni in merito.

Grazie a iCloud, è possibile anche creare delle copie di backup di tutto ciò che è salvato sul proprio iPhone. Ovviamente, anche in questo caso è consigliato sottoscrivere uno dei piani a pagamento di iCloud, considerando che i backup sono piuttosto “pesanti”. Per attivare la funzione di backup tramite iCloud, devi recarti in Impostazioni > [tuo nome] > iCloud > Backup iCloud, spostare su ON l’interruttore posto accanto alla voce Backup iCloud e poi pigiare sulla voce Esegui backup adesso. Una volta attivata la funzione in questione, il backup su iCloud verrà eseguito in modo automatico ogni volta che l’iPhone sarò connesso a una rete wireless mentre è in carica. Comodo, vero?

Se desideri ulteriori delucidazioni su come sincronizzare iCloud e su come funziona iCloud, non devi fare altro che consultare più nel dettaglio le guide che ti ho linkato. Sono sicuro che anche questi approfondimenti ti saranno utili.

Aggiornare il sistema operativo e le app

Un altro accorgimento fondamentale per sfruttare tutte le potenzialità del tuo iPhone è mantenerne il software costantemente aggiornato. E con “software” intendo sia il sistema operativo che anima il telefono (iOS), sia le applicazioni che hai installato su di esso. Vediamo quindi come aggiornare iOS e le app installate su iPhone.

Per verificare la presenza di nuovi aggiornamenti di iOS disponibili per il modello di iPhone in tuo possesso, apri l’app Impostazioni di iOS, recati nel menu Generali > Aggiornamento Software e, se è disponibile una nuova versione del software, pigia sul pulsante Installa ora per eseguire l’aggiornamento.

Se il tuo dispositivo è aggiornato ad iOS 12 o versioni successive, puoi anche decidere di abilitare gli aggiornamenti automatici del sistema operativo. Per riuscirci, dopo esserti recato nella schermata Generali > Aggiornamento Software dall’app Impostazioni, pigia sulla voce Aggiornamenti automatici e sposta su ON l’interruttore presente nella schermata. Così facendo, verranno installati automaticamente gli aggiornamenti software durante la notte, purché l’iPhone sia in carica e collegato a una rete Wi-Fi.

Per aggiornare le app, invece, devi aprire l’App Store, pigiare sulla scheda Aggiornamenti che si trova in basso a destra e poi pigiare sul pulsante Aggiorna posto in corrispondenza delle app da aggiornare (se disponibili). Per impostare l’aggiornamento automatico delle app, vai in Impostazioni > iTunes Store e App Store e sposta su ON la levetta relativa agli aggiornamenti (se necessario).

Se desideri maggiori informazioni su come aggiornare iPhone, su come aggiornare iOS e su come aggiornare applicazioni, consulta pure gli approfondimenti che ti ho linkato.

Ottimizzare i consumi della batteria

Desideri ottimizzare i consumi della batteria, perché vuoi aumentare il più possibile l’autonomia del tuo iPhone? In tal caso, per riuscirci basta prestare attenzione ad alcuni accorgimenti di natura pratica, come disattivare le connessioni non utilizzate (Wi-Fi, Bluetooth, Dati cellulare, etc.) e ridurre la luminosità dello schermo tramite gli appositi comandi presenti nel Centro di controllo (che può essere richiamato con uno swipe dal basso verso l’alto su iPhone 8/8 Plus e precedenti o con uno swipe dall’angolo in alto a destra su iPhone X e successivi).

Un altro accorgimento utile per ottimizzare i consumi della batteria è disattivare la localizzazione e l’aggiornamento delle app in background. Per riuscirci, recati in Impostazioni > Privacy > Localizzazione, fai tap sull’icona dell’app sulla quale vuoi modificare le impostazioni della privacy relative alla localizzazione e pigia sulla voce Mai o Mentre usi l’app (in base alle opzioni disponibili e alle tue preferenze).

Se vuoi disattivare anche l’aggiornamento delle app in background, recati nuovamente in Impostazioni > Generali > Aggiorna app in background e sposta su OFF la levetta dell’interruttore situata vicino al nome dell’app che non vuoi aggiornare in background oppure pigia sulla voce Aggiorna app in background posta in alto e seleziona la voce No per annullare l’aggiornamento per tutte le app installate sul tuo dispositivo.

Se vuoi qualche altra “dritta” su come aumentare la durata della batteria su iPhone, consulta la guida che ho dedicato all’argomento.

Ottimizzare lo spazio di archiviazione

Desideri ottimizzare lo spazio a disposizione su iPhone, perché il “melafonino” in tuo possesso ha un taglio di memoria esiguo? In tal caso, puoi disinstallare le app che non usi più, magari facendoti aiutare dall’apposita funzione introdotta in iOS 11, la quale elimina in modo automatico le app inutilizzate. Per attivare la funzione in questione, recati in Impostazioni > Generali > Spazio libero iPhone e fai tap sulla dicitura Abilita che che trovi accanto a Rimuovi app che non usi e il gioco è fatto.

Un altro accorgimento ancora potrebbe essere quello di salvare foto, video e altri file dell’iPhone in iCloud, come ti ho già indicato nel capitolo iniziale di questa guida. Se vuoi avere maggiori informazioni su come liberare memoria su iPhone, leggi pure l’approfondimento che ti ho linkato.

Personalizzare il Centro di controllo

Personalizzare il Centro di controllo di iOS è un’altra operazione che ti invito a fare se vuoi sfruttare al meglio l’iPhone. Il Centro di controllo, infatti, integra  alcune scorciatoie e controlli che è possibile richiamare con uno swipe dal basso verso l’alto (su iPhone 8/8 Plus e precedenti) o con uno swipe dall’angolo in alto a destra (su iPhone X e successivi). Tieni conto, però, che la possibilità di personalizzare il Centro di controllo di iOS è riservata ai dispositivi aggiornati ad iOS 11 o versioni successive.

Per procedere, recati in Impostazioni > Centro di Controllo > Personalizza controlli e pigia sui simboli (–) e (+) per scegliere quali toogle rimuovere o aggiungere e usa il pulsante ≡≡ posto accanto a ciascun controllo per posizionarlo dove più preferisci. Le modifiche saranno subito effettive.

Usare il 3D Touch (se disponibile)

Alcuni modelli di iPhone — nello specifico iPhone 6S/6S Plus, iPhone 7/7Plus, iPhone 8/8Plus, iPhone X, iPhone XS/XS Max — sono dotati di display sensibili alla pressione esercitata dall’utente: la tecnologia su cui si basa ciò è chiamata 3D Touch. Grazie ad essa, esercitando una pressione maggiore sullo schermo, è possibile attivare delle azioni e delle scorciatoie che possono velocizzare notevolmente alcune operazioni.

Per farti alcuni esempi, grazie al 3D Touch è possibile attivare i widget delle varie app direttamente dalla schermata Home premendo più forte sulle icone di queste ultime, visualizzare in anteprima una pagina Web effettuando una pressione maggiore sul suo link, scorrere il cursore all’interno di un documento di testo esercitando una pressione maggiore su un punto qualsiasi della tastiera e molto altro ancora.

Per accertarti che sul tuo iPhone sia attivata la funzione 3D Touch (a patto che la supporti), recati in Impostazioni > Generali > Accessibilità > 3D Touch e sposta su ON l’interruttore situato vicino alla dicitura 3D Touch (se necessario). Volendo, puoi anche modificare la sensibilità del tocco impostandola su Lieve, Intermedio o Decisa, servendoti dell’apposita barra di regolazione.

Usare la tastiera a una sola mano

Hai difficoltà a digitare sulla tastiera dell’iPhone utilizzando una sola mano? In tal caso, puoi utilizzare una funzione introdotta con iOS 11 che permette di usare la tastiera a una sola mano ottimizzando lo spazio a disposizione sullo schermo.

Per abilitarla, richiama la tastiera facendo tap su un campo di testo (es. la barra degli indirizzi di Safari o la barra di digitazione di un’app di messaggistica), effettua una pressione prolungata sull’icona dell’emoji sorridente situata in basso a sinistra e premi sull’icona della tastiera con la freccia ◀︎ oppure sull’icona della tastiera con la freccia ► (in base alla mano che usi).

Come puoi notare, le dimensioni della tastiera vengono ridotte permettendo di digitare con maggiore agilità sulla stessa. Per ritornare alla visualizzazione a “schermo pieno” della tastiera, fai tap sul simbolo della freccia posto sull’estremità di sinistra o di destra dello schermo e il gioco è fatto.

Fotocamera

Sicuramente anche tu, come milioni di altre persone, utilizzerai il tuo cellulare per scattare foto e registrare video. Su iPhone ci sono varie modalità di scatto e registrazione disponibili (in base al dispositivo in proprio possesso e alle caratteristica della fotocamera presente su quest’ultimo).

Per scegliere una modalità di scatto/registrazione, basta avviare l’app Fotocamera e scorrere le varie opzioni disponibili in basso (es. Slo-mo, per registrare video in slow motion; Video, per registrare un video standard; Foto, per scattare una foto, etc.). Nelle opzioni in alto, invece, è possibile abilitare/disabilitare il flash pigiando sull’icona del fulmine, abilitare la funzione HDR, quella relativa alle Live Photos (sui dispositivi che supportano questa tipologia di foto in movimento), il timer e i filtri. I modelli più avanzati offrono anche la possibilità di effettuare foto in modalità ritratto, con sfondo sfocato.

Per personalizzare le impostazioni predefinite della fotocamera e scegliere quelle che più preferisci utilizzare, recati in Impostazioni > Fotocamera e sposta su ON gli interruttori relativi alle opzioni Griglia e Scansiona codici QR; mentre per modificare l’impostazione relativa alla registrazione dei video, pigia sulla voce Registra video o Registra slow motion e scegli l’opzione che più preferisci (es.  1080p HD a 60fps, 4K a 30 fps, etc.).

Se, invece, vuoi qualche consiglio di carattere più tecnico su come fare belle foto con il cellulare (e, quindi, anche con l’iPhone), consulta la guida che ti ho linkato.

Siri e Comandi

Parliamo ora delle funzioni relative a Siri, l’assistente vocale di Apple, che con l’avvento di iOS 12 è stato “potenziato” e ora permette di creare delle azioni rapide tramite alla nuova app Comandi (se non l’hai ancora scaricata sul tuo device, cercala su App Store).

Per verificare quali azioni rapide ti vengono suggerite da Siri (in base alla tua attività recente), recati in Impostazioni > Siri e Cerca e pigia sul pulsante (+) situata accanto al comando rapido suggerito oppure fai tap sulla voce Tutti i comandi rapidi per vedere tutti i comandi rapidi proposti da Siri ti suggerisce di aggiungere all’app Comandi. Dopodiché registra il comando vocale con il quale attivare l’azione scelta (es. Mostrami il meteo per [nome tua città]).

Volendo, è possibile creare dei comandi rapidi anche partendo da zero. Per riuscirci, avvia l’app Comandi, pigia sul bottone (+) posto in alto a destra, scegli una delle azioni proposte (es. Ottieni le foto più recenti, Seleziona foto, Registra audio, etc.) fra quelle proposte in basso oppure cercane una tramite l’apposito modulo di ricerca. Dopo aver selezionato un’azione, pigia sui pulsanti e sui menu che vedi a schermo in base all’opzione che hai scelto e includi le variabili con le quali completare un’azione rapida.

Quando avrai finito di creare il comando rapido, pigia sul bottone ▶︎ per testare l’azione e, se funziona correttamente, pigia sulla voce Fine situata in alto a destra per aggiungerlo alla Libreria dell’app Comandi. Se non hai ancora molta dimestichezza con la creazione di nuovi comandi rapidi, puoi scaricarne alcuni già pronti all’uso dalla Galleria situata all’interno dell’app stessa.

Dopo aver creato o aggiunto un comando rapido, potrai avviarlo facendo tap sul widget che lo rappresenta oppure potrai richiamarlo tramite Siri. A proposito di Siri, se vuoi avere maggiori informazioni su come funziona e su come lanciarlo, leggi le guide che ti ho linkato perché senz’altro ti saranno utili.

Salute e Home

L’iPhone può essere utilizzato anche per monitorare i dati riguardanti la propria salute, soprattutto se abbinato a dispositivi esterni, come l’Apple Watch, smartband, ecc. Tutti i dati che riguardano il proprio stato fisico provenienti dai dispositivi sopraccitati e/o da app per il controllo dei propri parametri (es. le app per contare i passi, le app per il fitness, etc.), vengono salvati all’interno dell’app Salute.

Per abilitare la “comunicazione” fra i dati raccolti da queste app e l’applicazione Salute e monitorare quali informazioni vengono raccolte, recati in Impostazioni > Privacy Salute > [nome app] e sposta su ON gli interruttori relativi ai parametri che ti interessa tenere sincronizzate. Se vuoi avere maggiori informazioni su come collegare Apple Watch all’iPhone

Grazie all’app Home, invece, l’iPhone può essere utilizzato per controllare prodotti di domotica (es. lampadine “smart”, elettrodomestici, etc.) in maniera facile e veloce. Per monitorare la raccolta di dati provenienti dai dispositivi collegati all’app Home, recati in Impostazioni > HomeKit.