Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come registrare lo schermo del PC con OBS

di

Hai necessità di registrare lo schermo del tuo computer con un programma completo e al tempo stesso facile da utilizzare, magari perché vorresti usarlo per creare una videolezione o un video creativo da condividere con chi vuoi. Dopo alcune ricerche sul Web, sei dunque venuto a conoscenza di un interessante programma chiamato Open Broadcaster Software, così consigliato e largamente utilizzato che sembrerebbe proprio quello che fa al caso tuo.

Ben fatto! In effetti si tratta davvero di un ottimo programma, tra l’altro gratuito, open source e compatibile con tutti i sistemi operativi più diffusi in ambito computer. Adesso che hai trovato lo strumento che fa al caso tuo, hai però bisogno di capire come registrare lo schermo del PC con OBS, poiché non hai nemmeno la minima idea da dove iniziare per usare il programma nel modo giusto.

Ho indovinato? Tranquillo! Non hai nulla di cui preoccuparti, dato che ti trovi qui. Ci penserò infatti io a guidarti nell’uso di OBS, a partire dal download e dall’installazione del software fino alla configurazione delle fonti video/audio da acquisire e all’avvio della registrazione. Trovi spiegato tutto qui sotto. Buona lettura e buona registrazione!

Indice

Requisiti e compatibilità di OBS

Requisiti minimi e compatibilità di OBS

Grazie a OBS, software gratuito e open source creato per la registrazione e la trasmissione di contenuti multimediali in streaming, è possibile creare video creativi e illustrativi scegliendo tra un grande numero di fonti, utilizzabili anche contemporaneamente, restando comodamente seduti davanti al proprio computer.

Se ti stai chiedendo quali sono i requisiti hardware e software per usarlo, posso tranquillamente dirti che questo programma fortunatamente non è affatto esigente, perché compatibile con sistemi operativi Windows (da Windows Vista SP2 in poi), macOS (macOS 10.13 o superiore) e Linux.

Open Broadcaster Software (nome completo del software) è gratuito e richiede solamente 400 MB minimo di spazio libero su disco e un processore grafico compatibile con DirectX 10.1 (per sistemi Windows).

Chiaramente, anche il processore gioca un’importanza fondamentale: più aumenta il numero di fonti da acquisire e la risoluzione delle stesse, più potenza di calcolo ti servirà se non vuoi rilevare fastidiosi rallentamenti.

Nonostante i requisiti dell’hardware interno al PC siano abbastanza bassi, è anche vero che in base al tipo di fonte da includere nelle registrazioni potrebbe tornare utile munirsi di una buona webcam, videocamera e/o fotocamera, oltre che delle buone cuffie e microfono.

Se hai già tutti i dispositivi che ti servono ti consiglio di provarli con OBS, tuttavia se ritieni di dover fare un salto di qualità e acquistarne di migliori, allora posso consigliarti io stesso alcune webcam, videocamere e fotocamere.

Ad esempio, puoi trovare consigli in questa guida all’acquisto sulle migliori webcam disponibili, oppure se pensi che un buon paio di cuffie con microfono faccia proprio al caso tuo, puoi trovare qui i miei consigli in merito. Ti segnalo anche la mia guida all’acquisto di videocamere e quella invece relativa alle migliori fotocamere.

Inoltre, prima di procedere ti segnalo che se la tua intenzione è di creare molte registrazioni e salvarle nel computer, avrai bisogno di abbondante spazio, motivo per cui mi sento di consigliarti anche un buon hard disk esterno da usare come “magazzino” di contenuti, facilmente accessibile e trasportabile rispetto quelli interni.

Per concludere, qualora avessi la necessità di effettuare delle trasmissioni live delle tue registrazioni, assicurati di avere una buona connessione Internet, diciamo di almeno 2 Mega in upload.

Come registrare lo schermo del PC con OBS Studio

L’uso di OBS è di per sé molto semplice, sebbene le fasi di configurazione iniziale richiedano un po’ di attenzione in più. Stai tranquillo però, niente di allarmante, anche perché ho deciso di descriverti nel dettaglio tutti i passaggi più importanti e gli accorgimenti che ritengo più utili per un corretto uso del programma. Mettiamo, dunque, al bando le ciance adesso e vediamo come scaricare e installare OBS su Windows e macOS!

Download e installazione di OBS

Installazione OBS

Per scaricare OBS sul tuo PC, non devi far altro che collegarti al sito ufficiale di OBS e cliccare sul pulsante relativo al sistema operativo in uso sul tuo computer, ad esempio Windows o macOS.

A download completato, se utilizzi Windows, apri il file .exe che hai appena ottenuto e clicca prima sul pulsante e poi su Next, quindi metti una spunta sulla voce I Agree e concludi il setup, facendo clic sui pulsanti Next, Install e Finish.

Se, invece, utilizzi un Mac, apri il file .pkg ottenuto e clicca prima sul pulsante Continua per due volte consecutive e poi su Installa. Digita quindi la password di amministrazione del Mac e concludi il setup, cliccando sui pulsanti Installa software e poi Chiudi e Sposta (per cestinare il pacchetto d’installazione).

Come impostare OBS per registrare

Configurare OBS per la registrazione

Una volta installato il programma, è il momento di vedere come impostare OBS per registrare. Al primo avvio del software, verrai accolto dal suggerimento di procedere con la Configurazione guidata automatica dello stesso: si tratta di una funzione molto utile per impostare gli elementi e le funzioni di base di OBS, come la registrazione o lo streaming.

Questa procedura di configurazione inizia dopo aver cliccato sul tasto OK (per accettare i termini di utilizzo del programma). Quindi, accetta anche la procedura di Configurazione guidata automatica con un clic sul tasto . Dato che il tuo scopo è quello di registrare lo schermo del PC, scegli di ottimizzare OBS per la registrazione con un clic sulla preferenza Ottimizza solo per le registrazioni, non faccio dirette e conferma cliccando sul tasto Avanti.

Il passaggio successivo richiede di selezionare la Risoluzione di base, ma il mio consiglio è quello di lasciare la scelta su Usa quella attuale [risoluzione del tuo schermo], quindi scegli gli FPS lasciando 60 o 30 (i 60 sono da preferire ma dipende tutto dalla capacità dell’hardware del tuo computer, quindi se hai dubbi lascia pure 30).

Fatte queste scelte, puoi cliccare sul pulsante Avanti e concludere la procedura di configurazione di OBS, con un clic sul pulsante Applica le impostazioni.

Configurazione avanzata di OBS per registrare

Dopo questa prima configurazione di base, è il momento di accedere alle impostazioni più avanzate. Puoi entrare nell’apposito menu facendo clic sul tasto Impostazioni posto nel box in basso, chiamato Controlli. Da questa nuova finestra puoi navigare tra le impostazioni scorrendo il menu a sinistra. La prima modifica da apportare è quella relativa alla scelta dell’output dal menu Registrazioni.

Per far ciò, clicca sull’icona Uscita e digita o copia e incolla il Percorso di registrazione. In parole povere si tratta della cartella in cui OBS salva ogni registrazione, quindi scegli pure la destinazione che ti viene più comoda da gestire e consultare.

Sempre dallo stesso menu puoi trovare le impostazioni riguardanti la Qualità della registrazione, il Formato di registrazione (es. MP4 o MKV) e la Codifica video. Dopo aver espresso le tue preferenze, ricorda di cliccare sul pulsante Applica, in basso, e su OK, per uscire dal menu apportando le modifiche al programma.

Come registrare lo schermo con OBS

Procedere al download e l'installazione di OBS per registrare lo schermo del PC

È arrivato ora il momento di “mettere le mani in pasta”, ovvero impostare le fonti video e audio da includere nelle registrazioni.

Per l’aggiunta delle fonti si procede sempre cliccando sul pulsante [+] dal menu Fonti, in basso. Tra le diverse fonti disponibili, quelle relative alla registrazione dello schermo sono Cattura la finestra e Cattura schermo, mentre per registrare anche l’audio, le più importanti sono Cattura l’audio in entrata e Cattura l’audio in uscita.

Altra fonte interessante è quella di cattura delle immagini e video da videocamera/fotocamera o webcam, identificabile con la voce Dispositivo di cattura video.

Inizio spiegandoti la procedura per la cattura dello schermo. Questa funzione considera tutto quello che visualizzi su schermo una fonte video da registrare. Inseriscila nella tua scena, cliccando sul pulsante [+] nel menu delle Fonti, e scegli l’opzione Cattura schermo.

Puoi scegliere di impostare un nome per questa fonte e cliccare il tasto OK per andare avanti. Dopodiché puoi impostare alcune preferenze, come Cattura il cursore del mouse. Ricorda di fare sempre clic sul tasto OK quando hai terminato e vuoi confermare le impostazioni.

Nella schermata principale del programma viene visualizzato tutto quello che stai facendo al PC, in ogni sua parte. Questo box che accoglie la ripresa del tuo schermo è modificabile usando il rettangolo di selezione: allargalo, stringilo o spostalo in base alle tue preferenze di regia.

Cattura schermo o cattura finestra sono fonti per registrare lo schermo del PC con OBS

Come ti dicevo, per registrare lo schermo del PC con OBS puoi scegliere anche la fonte Cattura la finestra, il cui scopo è registrare esclusivamente la finestra di un programma che hai già avviato. Per aggiungere questa fonte, la procedura iniziale è la stessa: dal box Fonti, fai clic sul tasto [+] e scegli Cattura la finestra.

Dopo aver assegnato il nome alla fonte (opzionale), clicca sul tasto OK, quindi scegli dal primo menu a tendina quale programma vuoi che venga registrato e conferma l’aggiunta di questa fonte, cliccando il pulsante OK.

Dopo aver aggiunto le fonti video, per aggiungere una o più fonti audio, procedi sempre cliccando il tasto [+] dal box Fonti e scegli Cattura l’audio in entrata, oppure Cattura l’audio in uscita.

La differenza tra le due fonti sta nel fatto che la prima registra da dispositivi di input come microfoni, quindi torna utile se vuoi aggiungere la tua voce alle registrazioni, mentre la seconda registra tutto quello che viene riprodotto dal tuo PC (ad esempio l’audio di un programma). Chiaramente, nulla ti vieta di aggiungere entrambe le fonti. Su Mac, per catturare l’audio del computer potresti dover ricorrere a software di supporto esterni come ti ho spiegato nel mio tutorial su come registrare lo schermo del Mac con audio interno.

Qualsiasi sia la tua scelta sulla fonte audio, ti viene chiesto di assegnare un nome opzionale e di cliccare sul tasto OK. Da questa nuova finestra puoi scegliere il Dispositivo audio e regolare il volume usando il mixer più sotto. Clicca pure sul tasto OK per concludere la configurazione e aggiungere la fonte audio alla tua registrazione.

Ti ricordo che per rendere le tue registrazioni più personali puoi anche aggiungere come fonte video le riprese della tua webcam. Per inserire la webcam nella ripresa di OBS, devi ancora una volta cliccare sul tasto con il simbolo [+], quindi selezionare la voce Dispositivo di cattura video, assegnare a questa un nome (opzionale) e cliccare sul bottone OK.

Da questa nuova schermata, seleziona dal menu a tendina il Dispositivo, ovvero il nome della tua webcam collegata al PC. Puoi capire facilmente se la camera è configurata correttamente perché OBS riproduce immediatamente un’anteprima di ciò che riprende.

Concludi la configurazione cliccando sul tasto OK e aggiusta secondo la tua preferenza il riquadro dell’acquisizione della webcam, posizionandolo dove lo ritieni più opportuno.

Se sei arrivato a questo punto e hai impostato tutte le fonti che ti servono, non ti rimane altro che avviare la registrazione. È possibile iniziare a registrare dalla sezione Controlli posta nella parte basso a destra di OBS. Quando vuoi iniziare a registrare, clicca sul pulsante Avvia la registrazione e dal momento in cui il tasto è premuto, OBS registra tutte le fonti impostate precedentemente.

Gestire più fonti in OBS per creare belle registrazioni dello schermo

Nel caso in cui, durante una registrazione, volessi nascondere o mostrare una fonte, puoi cliccare sul pulsante che raffigura un occhio situato accanto a ogni fonte nell’apposito menu.

Ricorda che per interrompere la registrazione è sufficiente cliccare sul bottone Interrompi la registrazione. In questo modo, il file video verrà processato e acquisito dal programma per poi essere salvato direttamente nella directory precedentemente impostata. Per vedere la registrazione, copiarla o eliminarla ti basterà recarti nella cartella apposita.

Il potenziale di OBS è davvero enorme, senza contare la possibilità di configurarlo per creare dirette in streaming, è possibile anche utilizzarlo per creare riprese creative con la webcam, per registrare gameplay di gioco, o ancora, per creare collage di video e immagini. Interessante, non credi?

Se anche tu vedi tanto potenziale in OBS e vorresti approfondire l’argomento, allora ti invito a leggere la mia guida completa su come funziona Open Broadcaster Software.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.