Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Amazon Black Friday 2017
Scopri le migliori offerte della settimana dell'Amazon Black Friday 2017. Vedi le offerte Amazon

Applicazione per registrare lo schermo

di

Vorresti registrare lo schermo del tuo smartphone o del tuo computer ma non sai come riuscirci? Beh, se vuoi posso consigliarti io qualche applicazione per registrare lo schermo direttamente dal telefono, dal tablet o dal computer. Ce ne sono diverse fra cui puoi scegliere, quasi tutte gratuite e molto semplici da utilizzare.

Fossi in te, non perderei altro tempo e passerei subito all’azione. Qui sotto ti aspettano un bel po’ di applicazioni che potrebbero aiutarti a registrare lo schermo dei tuoi device e a condividere le registrazioni online con il pubblico (o semplicemente con i tuoi amici).

Che tu voglia registrare una sessione di gameplay, il funzionamento di un’applicazione, la home screen del tuo smartphone o il desktop del tuo computer, troverai sicuramente la soluzione che fa per te. Individua il software (o la “app”) che credi faccia maggiormente al caso tuo, fra quelli che trovi elencati di seguito, e scopri come si usa grazie alle indicazioni che sto per darti. Resterai stupito da quanto è semplice e dalla qualità dei risultati che riuscirai ad ottenere!

Vai subito a ▶︎ Applicazione per registrare lo schermo su Android | Applicazione per registrare lo schermo su iPhone/iPad | Applicazione per registrare lo schermo del computer

Applicazione per registrare lo schermo su Android

Cominciamo con alcune applicazioni per registrare lo schermo studiate per Android. Sono compatibili con tutte le versioni più recenti del sistema operativo del robottino verde e spesso non richiedono nemmeno il root per funzionare. Per ulteriori dettagli continua a leggere, nei paragrafi successivi trovi tutte le spiegazioni di cui hai bisogno.

Mobizen Screen Recorder

La prima applicazione per registrare lo schermo che mi sento di consigliarti è Mobizen Screen Recorder, la quale è nota soprattutto nell’ambito della registrazione dei gameplay ma in realtà può essere usata in qualsiasi ambito. È gratis, permette di registrare video con una risoluzione massima di 1080p, non presenta limiti di tempo e include un pratico editor per personalizzare le registrazioni effettuate. Consente anche di riprendersi con la fotocamera frontale del proprio smartphone e di includere la propria faccia nelle registrazioni. L’unico neo dell’applicazione – se proprio vogliamo considerarlo così – è che i filmati generati vengono marchiati con un logo in basso a destra. Allora, sei pronto a scoprire come funziona questo Mobizen Screen Recorder? Ti assicuro che è semplicissimo.

Dopo aver scaricato Mobizen sul tuo smartphone, avvia l’applicazione e pigia prima sul pulsante Benvenuto e poi su quello Avvia adesso per avviare la cattura dello schermo. Attendi dunque che venga portata a termine la procedura di configurazione iniziale della app (ci vorranno appena pochi secondi) e comincia a registrare lo schermo del tuo smartphone (o tablet) con Mobizen.

Applicazione per registrare lo schermo

A questo punto, per avviare una registrazione dello schermo del tuo device con Mobizen, pigia sul pulsante arancione con la “m” stampata al centro che è comparso sul lato destro dello schermo, seleziona l’icona della videocamera dal menu che si apre e pigia sul bottone Avvia adesso.

Adesso puoi utilizzare qualsiasi app e questa verrà catturata nel video di Mobizen. Al termine della registrazione, per salvare il filmato che hai appena realizzato, pigia nuovamente sul pulsante arancione con la “m” stampata al centro, seleziona il pulsante di stop dal menu che si apre e rispondi Vicino all’avviso che compare sullo schermo.

Applicazione per registrare lo schermo

Il video verrà archiviato nella galleria di Android come qualsiasi altro video registrato con la fotocamera dello smartphone (o del tablet). Per modificarlo in Mobizen, pigia sul pulsante arancione con il logo della app, seleziona l’icona con i quattro quadratini dal menu che compare ed effettua uno swipe da destra verso sinistra.

A questo punto, individua il video che desideri modificare, e pigia sull’icona della matita collocata sotto la sua miniatura. Si aprirà così l’editor di Mobizen attraverso il quale potrai montare e modificare il tuo video con intro, crediti finali e altri effetti.

Applicazione per registrare lo schermo

Per chiudere Mobizen al termine del suo utilizzo, tieni il dito premuto sul pulsante arancione della app e trascinalo sulla “x” che compare in fondo allo schermo. Se invece vuoi modificare le impostazioni della app, pigia sul pulsante arancione, seleziona l’icona con i quattro quadratini dal menu che compare ed effettua due swipe da destra verso sinistra (in modo da selezionare l’icona dell’ingranaggio). Per attivare la visualizzazione della fotocamera frontale devi impostare su On l’opzione Camma frontale.

Nota: per sfruttare la registrazione dello schermo sui terminali equipaggiati con Android 4.4 o precedenti, occorre installare una piccola applicazione gratuita sul PC ed eseguire la registrazione collegando lo smartphone (o il tablet) al PC. Trovi spiegato tutto sul sito ufficiale di Mobizen.

AZ Screen Recorder

Un’altra app per registrare lo schermo su Android che merita sicuramente attenzione è AZ Screen Recorder, la quale è completamente gratuita, non presenta watermark o limiti di tempo e supporta anche la risoluzione QHD.

Per avviare una registrazione con AZ Screen Recorder, avvia la app sul tuo smartphone (o sul tuo tablet) e attendi qualche secondo affinché compaia una piccola videocamera sul lato sinistro dello schermo. Pigia dunque sull’icona della videocamera, seleziona la videocamera più piccola dal menu che si apre e autorizza l’avvio della registrazione dello schermo pigiando sul pulsante Avvia adesso.

Applicazione per registrare lo schermo

Adesso, avvia tutte le app e i giochi che desideri filmare e procedi con la realizzazione della tua registrazione. Quando hai terminato la tua sessione di lavoro o gameplay, salva il filmato richiamando il menu delle notifiche di Android e pigiando sul pulsante stop presente in esso.

Comparirà un riquadro con la miniatura del video appena realizzato. Pigia dunque sul tasto back del tuo dispositivo per chiudere AZ Screen Recorder e salvare il filmato nella galleria di Android oppure fai “tap” sull’icona della condivisione per condividere il video su Internet o in una delle app installate sullo smartphone.

Applicazione per registrare lo schermo

Se vuoi modificare il video, puoi richiamare l’editor di AZ Screen Recorder pigiando sull’icona della bacchetta magica e utilizzando gli strumenti di modifica che vengono messi a tua disposizione. Se vuoi modificare un video realizzati con AZ Screen Recorder dopo aver chiuso il menu della app, avvia AZ Screen Recorder dalla home screen di Android, individua il filmato da modificare e pigia sull’icona della bacchetta magica collocata accanto alla sua miniatura.

Tieni presente che per sbloccare determinate funzioni dell’editor dovrai scaricare una app aggiuntiva dal Play Store. Per modificare le impostazioni della app, invece, devi avviare quest’ultima e devi selezionare l’icona dell’ingranaggio che si trova nella sua schermata principale (in alto a sinistra).

Google Play Games

Forse non tutti lo sanno, ma Google Play Giochi, la app ufficiale di Google per i giochi, include una pratica funzione di registrazione dello schermo che permette di registrare il gameplay di tutti i titoli supportati.

Per sfruttare la funzione di registrazione di Google Play Giochi, non devi far altro che avviare la app, accedere con il tuo account di gioco e selezionare un gioco. Pigia quindi sul cerchio rosso presente nella schermata che si apre in modo da far comparire le funzioni di registrazione, scegli la risoluzione in cui salvare il video e pigia sul pulsante Avvia.

Applicazione per registrare lo schermo

Per finire, attendi che il gioco venga caricato e, quando vuoi avviare la registrazione della tua sessione di gameplay, pigia sul pulsante REC presente sullo schermo (presumibilmente nell’angolo in basso a sinistra). Se esci dal gioco puoi registrare anche quello che accade nelle altre app o nella home screen di Android.

Applicazione per registrare lo schermo su iPhone/iPad

Se stai cercando un’applicazione per registrare lo schermo di iPhone o iPad, mi spiace informarti che non ne esistono. Non sull’App Store almeno.

Apple, purtroppo, vieta agli sviluppatori di pubblicare applicazioni per registrare lo schermo di iPhone e iPad. Le varie ed eventuali app che promettono di registrare lo schermo che vedi attualmente su App Store sono fake o si limitano a registrare ciò che accade al loro interno (se includono un browser, per esempio, possono far registrare le pagine Web ma non quello che accade nella home screen di iOS o in altre app).

Questo però non vuol dire che registrare quel che succede sul display degli iDevice non sia possibile, anzi. Per riuscire “nell’impresa” basta ricorrere all’uso dell’apposita applicazione, o meglio funzione resa disponibile da Apple stessa a partire da iOS 11. In alternativa, se sul dispositivo in uso è stato eseguito il jailbreak è sufficiente installare un tweak tramite Cydia (l’app store alternativo disponibile solo sui dispositivi jailbroken) preposto proprio allo scopo in questione. Lo schermo di iPhone e iPad può essere registrato anche attraverso il computer. Certo, non è una pratica esattamente comoda ma se le altre soluzioni non sono alla portata può essere senz’altro un’ottima alternativa. Per saperne di più continua a leggere, trovi tutte le info di cui hai bisogno proprio qui di seguito.

Registrazione schermo

Come ti dicevo, a partire da iOS 11 Apple ha reso disponibile una nuova ed interessantissima funzione per i suoi dispositivi grazie alla quale è possibile registrare tutto ciò che accade sullo schermo di iPhone e iPad senza bisogno di ricorrere ad alcuna app di terze parti. La funzione in questione si chiama Registrazione schermo ed è accessibile direttamente dal Centro di Controllo.

Quindi, per servirtene tutto ciò che devi fare altro non è che richiamare il control center effettuando uno swipe dal basso verso l’alto e pigiare sul pulsante con il simbolo REC (quello con il cerchio con il pallino al centro).

Se non riesci a visualizzare il pulsante per abilitare la funzione mediante cui registrare lo schermo non temere, non è il tuo iPhone o iPad ad avere dei problemi ma molto più semplicemente non hai ancora provveduto ad abilitare la feature dalle impostazioni. Per fare ciò, pigia sull’icona di Impostazioni (quella con l’ingranaggio) nella home screen di iOS, tappa sulla voce Centro di Controllo e successivamente su Personalizza controlli dopodiché pigia sul pulsante + (simbolo più) che trovi in corrispondenza della voce Registrazione schermo. Fatto!

Dopo aver pigiato sul pulsante per avviare la registrazione dello schermo partirà un breve conto alla rovescia e successivamente la registrazione di quel che accade sul display del tuo dispositivo verrà avviata. Nella parte superiore dello schermo vedrai inoltre comparire una barra di colore rosso indicante, appunto, che la registrazione dello schermo è in corso.

Come filmare lo schermo del cellulare

E per stoppare la registrazione? Facilissimo: pigia sulla summenzionata barra rossa e poi tappa su Interrompi. Oltre che così come ti ho appena indicato, la registrazione dello schermo viene interrotta anche quando il dispositivo viene bloccato o va in stand-by.

Successivamente potrai visualizzare tutte le registrazioni effettuare recandoti nell’app Foto di iPhone o iPad ed accedendo poi all’album Video (che puoi eventualmente aprire subito anche pigiando sull’apposita notifica che vedi comparire nella parte in alto dello schermo a registrazione ultimata).

AntRec

AntRec è invece uno dei migliori tweak per registrare lo schermo di iPhone e iPad sui sistemi jailbroken. Lo puoi trovare facilmente in Cydia tramite la scheda Cerca di quest’ultimo.

Una volta portata a termine l’installazione di AntRec, avvia la app selezionando la sua icona comparsa in home screen e seleziona l’orientamento in cui vuoi effettuare la tua registrazione: portrait, left o right.

Digita quindi il nome che vuoi assegnare alla registrazione e pigia sull’icona dell’ingranaggio per regolare il resto delle preferenze relative alla tua registrazione (risoluzione, attivazione della fotocamera frontale ecc). Ad operazione completata, pigia sul pulsante START e seleziona la voce Recording dal menu che compare per avviare la tua registrazione.

Applicazione per registrare lo schermo

Al termine della tua sessione di dimostrazione, lavoro o gameplay, per salvare la registrazione, avvia AntRec e pigia sul pulsante Stop presente al centro dello schermo.

Successivamente, potrai rivedere tutte le registrazioni effettuate in AntRec avviando la app e pigiando sull’icona del foglio collocata in alto a destra. Selezionando un video, inoltre, potrai scegliere se guardarlo, salvarlo nel rullino di iOS o condividerlo.

Registrare lo schermo di iPhone e iPad tramite PC

Se possiedi un iDevice con su installato una versione di iOS precedente alla 11 e se non hai effettuato il jailbreak del tuo device, puoi registrare lo schermo di iPhone e iPad collegando questi ultimi al computer.

Se hai un Mac, puoi sfruttare la funzione Nuova registrazione filmato di QuickTime Player e impostare l’iPhone o l’iPad come sorgente del video in modo da creare un video di tutto quello che succede sullo schermo del device.

Applicazione per registrare lo schermo

Se invece hai un PC Windows, puoi installare l’applicazione Reflector che trasforma il PC in un ricevitore AirPlay e quindi permette di visualizzare (e registrare) quello che accade sullo schermo dei dispositivi iOS. Costa 14,99$ ma è disponibile in una versione di prova gratuita della durata di 7 giorni.

Se vuoi maggiori informazioni sul funzionamento di QuickTime Player e Reflector, consulta il mio tutorial su come registrare lo schermo dell’iPhone: lì trovi spiegato come usarle in maniera estremamente dettagliata.

Applicazione per registrare lo schermo del computer

Per concludere, ecco qualche applicazione per registrare lo schermo del computer in maniera completamente gratuita. Che tu abbia un PC Windows, un Mac o un computer equipaggiato con Linux, troverai sicuramente quello di cui hai bisogno.

OBS Studio (Windows/Mac/Linux)

OBS Studio è un eccellente software per la registrazione dello schermo e la creazione di trasmissioni in streaming. È multi-piattaforma, open source e sufficientemente semplice da usare (anche se non proprio amichevolissimo a primo acchito). Io ti consiglio di utilizzarlo soprattutto se hai un PC Windows o se utilizzi Linux, su Mac ci sono altre soluzioni che risultano un po’ più immediate da usare, ma puoi usarlo senza problemi anche su Mac. La procedura da seguire è pressoché identica a quella che stiamo per vedere insieme sui sistemi Windows.

Per scaricare OBS Studio sul tuo PC, collegati al sito Internet del programma e clicca prima sul pulsante Download OBS Studio e poi sulla voce Windows 7+ che compare in basso (per questa guida io mi concentrerò sulla versione Windows del programma).

A download completato, apri il pacchetto d’installazione di OBS Studio (OBS-Studio-xx-Full-Installer.exe) e clicca prima su e poi su Next, I Agree, ancora Next, Install e Finish per concludere il setup.

Applicazione per registrare lo schermo

Se dopo aver cliccato la prima volta su Next ti viene chiesto di installare alcuni componenti di Visual C++ Redistributable Package per Visual Studio 2013, accetta. Si aprirà il sito Internet di Microsoft dal quale scaricare i componenti necessari al funzionamento di OBS Studio (ciccando sul pulsante Scarica e selezionando i file vcredist_x64.exe e vcredist_x86.exe che vengono elencati nella schermata successiva). Dopo aver scaricato e installato tutti i componenti in questione, riavvia l’installazione di OBS Studio, che a questo punto andrà a buon fine.

Adesso, avvia OBS Studio, clicca sul pulsante (+) che si trova sotto il riquadro Origini, seleziona la voce Cattura schermo dal menu che si apre e clicca sul pulsante OK per due volte consecutive.

Applicazione per registrare lo schermo

Se vuoi aggiungere anche la ripresa dalla webcam, clicca nuovamente sul pulsante (+) che si trova sotto il riquadro Origini, seleziona la voce Dispositivo di cattura video, clicca su OK, seleziona il nome della webcam del PC dal menu che si apre e clicca nuovamente su OK per confermare. Potrai trascinare il riquadro con l’inquadratura della webcam in qualsiasi punto dello schermo (basta usare il mouse nella finestra di anteprima di OBS Studio).

Per finire, regola le impostazioni audio usando le barre di regolazione presenti nel riquadro Mixer e avvia la registrazione ciccando sul pulsante Avvia registrazione.

Applicazione per registrare lo schermo

Quando hai ultimato la registrazione, per salvare il risultato finale, clicca semplicemente sul pulsante Ferma registrazione di OBS Studio. Per scegliere il formato del file e la cartella in cui salvarlo, clicca sul pulsante Impostazioni e recati nella scheda Output della finestra che si apre.

QuickTime Player (Mac)

Se utilizzi un Mac, come già detto, puoi ricorrere a una soluzione ancora più comoda e intuitiva di OBS Studio… anche perché si trova già installata in macOS! Come avrai sicuramente capito, mi riferisco a QuickTime Player che tra le sue tante funzioni include anche quella per registrare lo schermo del computer.

Per registrare lo schermo del tuo Mac con QuickTime Player, avvia quest’ultimo, fai clic destro sulla sua icona che compare nella barra Dock e seleziona la voce Nuova registrazione schermo dal menu che compare.

Nella finestra che si apre, fai clic sulla freccia collocata accanto al pulsante Rec e seleziona il dispositivo da cui intendi catturare l’audio (scegli microfono interno per usare il microfono del computer). Dopodiché pigia sul pulsante Rec, seleziona l’area di schermo che vuoi registrare oppure clicca al centro del desktop per registrare tutto lo schermo e il gioco è fatto.

Applicazione per registrare lo schermo

Quando hai terminato la tua sessione di lavoro o gioco, clicca sul pulsante stop presente nella barra dei menu di macOS (in alto a destra), seleziona la voce File > Esporta dal menu di QuickTime Player e scegli la risoluzione in cui intendi esportare il video.

Se vuoi, nel video puoi anche includere la ripresa della webcam del Mac. Il “trucchetto” sta nel richiamare la funzione Nuova registrazione filmato dal menu del clic destro di QuickTime, impostare la Facetime Camera HD come sorgente del video e impostare il riquadro con la ripresa della webcam sempre in primo piano durante la registrazione del desktop. Non è una soluzione molto elegante, ma funziona!