Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come ridurre le dimensioni di un video

di

Devi condividere un filmato online e ti piacerebbe ridurne il peso, in modo tale da poterne effettuare l’upload senza doverci impiegare un’intera giornata? Hai registrato un video con la fotocamera del tuo smartphone da cui vorresti rimuovere le porzioni di inquadratura superflue? Non preoccuparti: sei capitato sulla guida giusta, in un momento che non poteva essere migliore.

Con questo mio tutorial di oggi, infatti, ti spiegherò come ridurre le dimensioni di un video ricorrendo all’uso di programmi per PC e servizi online, i quali permettono di compiere la procedura in questione, andando a intervenire sulla risoluzione e su altri parametri, così da diminuire il numero di MB (o addirittura GB!) occupati dal file, oltre che sulla sua inquadratura, il tutto in maniera piuttosto semplice.

Qualora poi non dovessi avere il tuo computer a portata di mano, sarà mia premura indicarti anche tutta una serie di app per smartphone e tablet di cui puoi avvalerti per eseguire l’operazione direttamente in mobilità. Ora, però, basta chiacchierare e passiamo all’azione. Ti auguro una buona lettura e ti faccio un grandissimo in bocca al lupo per ogni cosa.

Indice

Come ridurre le dimensioni di un video gratis

Ti interessa capire quali sono i migliori programmi per ridurre le dimensioni di un video gratis? Allora metti alla prova le soluzioni di questo tipo che trovi segnalate qui di seguito. Sono certo che non ti deluderanno.

Come ridurre le dimensioni di un video con Adapter

Adapter

Il primo software per ridurre le dimensioni di un video che ti suggerisco di prendere in considerazione è Adapter. È gratis, funziona sia su Windows che su macOS, è incredibilmente semplice da usare e consente di convertire i video che gli vengono dati “in pasto” in tanti formati diversi, anche ottimizzati per dispositivi specifici, così da ridurne il peso. Permette altresì di intervenire sulle dimensioni dell’area di riproduzione e su vari altri parametri.

Per scaricare il programma sul tuo computer, visita il relativo sito Web e clicca sul pulsante Download Adapter presente nella parte in alto della pagina.

A scaricamento ultimato, se stai usando Windows, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che ti viene mostrata sullo schermo, fai clic sul pulsante . Successivamente, premi sui pulsanti OK e Next, seleziona la voce I accept the agreement e fai nuovamente clic sul bottone Next (per sei volte di seguito). Porta poi a termine il setup premendo sui pulsanti Install e Finish.

Se stai usando macOS, invece, apri il pacchetto .dmg ottenuto, trascina l’icona del programma nella cartella Applicazioni del computer, facci clic destro sopra e scegli la voce Apri dal menu che compare. Premi quindi sul bottone Apri presente nella finestra che si è aperta su schermo, così da avviare Adapter andando ad aggirare le limitazioni imposte da Apple nei confronti degli sviluppatori non certificati (operazione che va eseguita solo al primo avvio).

Ti faccio notare che, durante la procedura d’installazione del programma potrebbe esserti proposto di scaricare e installare anche FFMPEG (è indispensabile per il buon funzionamento del programma) e VLC (un famoso player multimediale di cui ti parlerò anche in maniera dettagliata nel passo successivo). Accetta senza problemi.

Ora che, a prescindere dal sistema operativo impiegato, visualizzi la finestra principale di Adapter, trascinaci sopra il filmato relativamente al quale ti interessa andare ad agire. In alternativa, selezionalo “manualmente”, cliccando sul pulsante Browse.

In seguito, espandi il menu a tendina Video situato in basso e scegli da quest’ultimo il formato di output di tuo interesse, oppure il dispositivo su cui vuoi riprodurre il video una volta completata la conversione. Dopo aver fatto ciò, sotto il titolo del filmato, nella parte centrale della finestra di Adapter, troverai indicato di quanto verrà ridotto il peso del file.

Per procedere con la conversione, premi sul pulsante Convert che si trova in basso. Per impostazione predefinita, i video convertiti saranno salvati nella medesima posizione dei file d’origine.

Se prima di avviare la conversione vuoi intervenire personalmente sui parametri del filmato, puoi riuscirci cliccando sul pulsante con la ruota d’ingranaggio situato in basso a destra e intervenendo sulle varie opzioni presenti nel menu che vedi comparire, sempre a destra. Tramite quest’ultimo, infatti, puoi regolare il bitrate, la risoluzione, la velocità di riproduzione, puoi scegliere la codifica usata per l’audio ecc.

Per ridurre le dimensioni di un video andando a intervenire sull’area di riproduzione dello stesso, invece, individua la sezione Resolution nel menu laterale e seleziona una delle opzioni predefinite dal menu a tendina Preset. In alternativa, imposta tu dei valori personalizzati, spuntando l’opzione Custom e servendoti poi dei campi adiacenti.

Come ridurre le dimensioni di un video con VLC

VLC

VLC è un player multimediale tramite cui è possibile riprodurre praticamente qualsiasi formato video e audio senza dover ricorrere all’uso di codec esterni. Ho scelto di parlartene in questo mio tutorial in quanto consente anche di effettuare semplici operazioni di conversione, compressione e di editing, di conseguenza si rivela utile anche per ridurre le dimensioni di un video. Da notare, poi, che è gratis, di natura open source è compatibile con Windows, macOS e Linux.

Per effettuarne il download sul tuo computer, visita il relativo sito Web e premi sul pulsante Scarica VLC. A scaricamento completato, se stai usando Windows, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che compare sul desktop, clicca sui pulsanti e OK. In seguito, premi sui bottoni Avanti (per tre volte consecutive) e Installa, dopodiché porta a termine il setup, facendo clic sul pulsante Fine.

Se stai usando macOS, invece, apri invece il pacchetto .dmg ottenuto e trascina l’icona del programma nella cartella Applicazioni del Mac. In seguito, facci clic destro sopra, seleziona la voce Apri dal menu contestuale e premi sul pulsante Apri nella finestra che ti viene mostrata sulla scrivania, in modo tale da avviare il software andando ad aggirare le limitazioni imposte da Apple verso le applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati (operazione che va eseguita solo al primo avvio).

Una volta visualizzata la finestra di VLC, se stai usando Windows, fai clic sul menu Media > Converti / Salva posto in alto a sinistra, premi sul pulsante Aggiungi, seleziona il filmato relativamente al quale vuoi intervenire e clicca sul bottone Converti /Salva.

In seguito, scegli il profilo di conversione che preferisci dal menu a tendina Profilo, apporta eventuali ulteriori personalizzazioni alle caratteristiche del file finale premendo sul pulsante con la chiave inglese, indica la posizione in cui salvare il file di output premendo sul bottone Sfoglia e avvia la procedura, facendo clic sul pulsante Avvia.

Se stai usando macOS, fai invece clic sul menu VLC > Converti / Trasmetti che si trova in alto a sinistra, clicca sul bottone Apri media e seleziona il file video di cui vuoi ridurre le dimensioni.

Scegli quindi il profilo di conversione che preferisci dal menu a tendina Scegli il profilo, premi sul pulsante Personalizza per apportare eventuali personalizzazioni alle caratteristiche del file finale e avvia l’elaborazione del video, premendo sul pulsante Salva come file, quindi su quello Sfoglia (per indicare la posizione di output) e, infine, su Salva.

Se, invece, quello che ti interessa fare è andare ad agire sull’area di riproduzione del filmato, riducendola, i passaggi che devi compiere sono i seguenti: apri il video di tuo interesse trascinandolo nella finestra del programma, dopodiché clicca sul menu Video > Proporzioni che si trova in alto e scegli l’opzione che preferisci dall’ulteriore menu che si apre.

Eventualmente, puoi anche tagliare i bordi del video, in modo tale da “spalmare” l’immagine su tutta la superficie dello schermo. Per riuscirci, seleziona dal menu Video di cui sopra l’opzione Ritaglia e scegli una delle opzioni disponibili dall’ulteriore menu che compare.

Altri programmi per ridurre le dimensioni di un video

HandBrake

Nessuno dei programmi per ridurre le dimensioni di un video che ti ho già suggerito ti ha convinto in maniera particolare e ti piacerebbe quindi che ti consigliassi qualche valida alternativa? Nessun problema. Qui sotto, infatti, trovi un elenco di ulteriori software utili allo scopo che puoi valutare di impiegare subito.

  • HandBrake (Windows/macOS/Linux) – si tratta di un rinomato software gratuito per Windows, macOS e Linux. È di natura open source ed è utilissimo per l’ottimizzazione e per la conversione dei DVD e di tutti i principali formati di file video. Consente anche di agire sulle dimensioni dell’area di riproduzione dei filmati e di regolare in maniera approfondita vari altri parametri.
  • Video to Video Converter (Windows) – convertitore a costo zero per Windows capace di lavorare con tutti i principali formati di file video, sia in entrata che in uscita. È estremamente semplice da usare, non richiede installazioni per poter funzionare e mette a disposizione degli utenti una vasta gamma di profili pronti all’uso che consentono di generare filmati ottimizzati per smartphone, tablet e altri dispositivi.
  • iMovie (macOS) – è una tra le migliori soluzioni per ridurre le dimensioni di un video con Mac. Si tratta, infatti, di un’applicazione gratuita sviluppata direttamente da Apple e specifica per i suoi dispositivi, la quale consente di creare, editare, convertire e comprimere video, in maniera semplice ma restituendo risultati professionali.

Come ridurre le dimensioni di un video online

Non vuoi o non puoi scaricare nuovi programmi sul tuo computer? In tal caso, valuta di ridurre le dimensioni di un video online rivolgendoti a dei servizi Web. Per saperne di più, prosegui pure nella lettura.

Media.io

Media.io

Media.io è un compressore gratuito, di semplice impiego e anche sufficientemente rapido, il quale consente di ridurre il peso dei video che gli vengono dati in pasto, in maniera semplicissima. Funziona da qualsiasi browser e sistema operativo e non richiede registrazioni. Da notare, poi, che protegge la privacy degli utenti, cancellando dai suoi server i video caricati nel giro di 24 ore.

Per servirtene, recati sulla relativa home page, clicca sul pulsante (+) e seleziona il filmato di tuo interesse. In alternativa, trascina il filmato direttamente nella finestra del browser.

Successivamente, definisci la risoluzione del file di output, le dimensioni e il formato di quest’ultimo, usando i menu a tendina Risoluzione, Dimensioni Output e Formati Output, dopodiché clicca sui pulsanti Comprimere e I Agree e attendi che la procedura venga avviata.

A compressione ultimata, fai clic sul pulsante Scaricare, per procedere con il download del file di output. In alternativa, puoi scegliere di salvare il video compresso su Dropbox, premendo sul pulsante con la freccia adiacente e selezionando l’opzione apposita dal menu che si apre.

Come ridurre le dimensioni di un video su Android

Non hai il computer a portata di mano e vorresti allora sapere se esistono delle app tramite cui riuscire a ridurre le dimensioni di un video su Android? Ma certo che sì! Trovi le migliori della categoria indicate proprio qui di seguito.

Video Compress

Video Compress

Video Compress è un’app specifica per dispositivi Android grazie alla quale è possibile di ridurre le dimensioni dei file video, avendo l’opportunità di impostare personalmente il livello della qualità finale. Dispone di un’interfaccia utente semplice e intuitiva e consente anche di andare ad agire su altre tipologie di file. È gratis, ma mediante acquisti in-app (al costo di 2,90 euro) si possono sbloccare funzioni aggiuntive.

Per scaricare l’app sul tuo dispositivo, visita la relativa sezione del Play Store e fai tap sul pulsante Installa. In seguito, avvia l’app, premendo sul bottone Apri comparso sul display oppure selezionando la relativa icona che è stata aggiunta alla schermata home o al drawer delle app.

A questo punto, seleziona il filmato relativamente al quale desideri intervenire, dopodiché fai tap sul pulsante Comprimi Video, decidi di quanto desideri effettuare la compressione, selezionando l’opzione che preferisci dall’elenco proposto nelle schede l’alta qualità e Bassa qualità, e attendi che la procedura venga avviata e portata a termine.

Se lo ritieni opportuno, puoi spuntare anche le caselle per rimuovere l’audio e usare la scala di grigi e puoi regolare personalmente i parametri di compressione, selezionando la scheda usanza posta in alto e spostando le barre di regolazione relative alla risoluzione video e al bitrate.

In tutti i casi, i file di output generati dall’applicazione verranno salvati nella cartella Video Compress creata sulla memoria del dispositivo.

Altre app

Panda Video Compressor

Cerchi altre app tramite cui poter ridurre il peso dei tuoi video da Android? In tal caso, ti consiglio di valutare le soluzioni presenti nell’elenco qui di seguito.

  • Panda Video Compressor – app per la conversione e la compressione dei filmati specifica per Android che non va a intaccare a qualità originaria dei file. È gratuita, ma propone acquisti in-app (a partire da 59 cent.) per rimuovere la pubblicità e sbloccare altre funzioni extra.
  • Video Dieter 2 – altra soluzione utile per ridurre le dimensioni dei filmati archiviati su smartphone e tablet Android, in maniera semplice e veloce, senza dover sacrificare la qualità del file originale. È gratis.
  • Video Compressor – applicazione che consente di comprimere, convertire e tagliare i filmati selezionati. Il suo funzionamento è piuttosto intuitivo e non richiede competenze tecniche particolari. È gratis.

Come ridurre le dimensioni di un video su iPhone e iPad

Adesso voglio suggerirti quelle che ritengo essere le migliori soluzioni per ridurre le dimensioni di un video su iPhone e iPad. Le trovi segnalate qui di seguito.

iMovie

iMovie iOS

iMovie è un’app per iOS/iPadOS (oltre che per macOS, come segnalato nel passo presente a inizio guida), grazie alla quale è possibile creare, editare, convertire e comprimere filmati, sfruttando il touch-screen. È gratis ed è anche abbastanza semplice da usare.

Per effettuarne il download sul tuo dispositivo, visita la relativa sezione dell’App Store, premi sul bottone Ottieni, poi su quello Installa e autorizza il download tramite Face ID, Touch ID o password dell’ID Apple. Successivamente, avvia l’app, premendo sul pulsante Apri comparso sullo schermo oppure selezionando la relativa icona che è stata appena aggiunta in home screen.

Ora che visualizzi la schermata principale di iMovie, fai tap sul pulsante Crea progetto, scegli l’opzione Filmato, seleziona il video relativamente al quale ti interessa andare ad agire, fai tap sul segno di spunta annesso al menu che si apre e sulla voce Crea filmato posta in basso.

Una volta importato il filmato, premi sulla voce Fine in alto a sinistra, dopodiché fai tap sull’icona della condivisione (quella con il quadrato e la freccia) che si trova in basso, seleziona la voce Salva video dal menu che compare e scegli la dimensione per l’esportazione dall’ulteriore menu, dopodiché attendi che la procedura venga avviata e portata a termine.

Se prima di procedere con l’esportazione vuoi ridurre le dimensioni del video andando ad agire sull’area di riproduzione, utilizza il pinch to zoom sull’anteprima del filmato visibile nella parte in alto dell’editor di iMovie e modificala così come ritieni più opportuno.

Altre app

Compressore video -ridurre

Se cerchi ulteriori app per riuscire a ridurre le dimensioni dei tuoi video su iOS/iPadOS, sarai sicuramente ben lieto di sapere che ce ne sono a bizzeffe. Quelle che, a parer mio, rappresentano le migliori della categoria le trovi elencate qui di seguito.

  • Compressore video -ridurre – applicazione grazie alla quale si possono comprimere i file video scegliendo tra i vari preset disponibili oppure andando a modificare personalmente risoluzione e bitrate. È facile da usare ed è gratis.
  • Video Compressione – altra applicazione utile per comprimere video su iPhone e iPad in modo semplice e veloce. Consente di scegliere tra vari preset e di intervenire personalmente su risoluzione e bitrate. L’interfaccia è abbastanza spartana, ma altamente intuitiva. È gratis, ma propone acquisti in-app (al costo di 3,49 euro) per rimuovere la pubblicità e sbloccare altre feature extra.
  • Video Compressor – app che consente di riducendo le dimensioni del file video di oltre il 70%. Da notare che supporta la compressione video dalla risoluzione Full HD a 720p, VGA e bassa risoluzione. È a pagamento (costa 2,29 euro).
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.