Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come salvare video da WhatsApp

di

Rimani sempre in contatto con i tuoi familiari e amici utilizzando WhatsApp, il famoso servizio di messaggistica istantanea. In diverse conversazioni hai ricevuto dei video e, dato che sono molto interessanti per te, vorresti salvarli sul tuo dispositivo, così da poterli rivedere o condividerli in altre occasioni o su altre piattaforme.

Purtroppo, però, non hai dimestichezza con le tecnologie e, pertanto, adesso stai cercando di sapere come salvare video da WhatsApp. Le cose stanno così, dico bene? Allora sarai felice di sapere che nella guida di oggi troverai tutte le informazioni di cui hai bisogno: non solo ti parlerò di come eseguire quest’operazione su Android e su iPhone, ma su PC. Inoltre, ti spiegherò anche come salvare un video contenuto in uno Stato di WhatsApp e come includere i video nei backup del celebre servizio di messaggistica.

Bene: direi che è proprio l’ora di mettersi all’opera. Siediti bello comodo e dedicami soltanto qualche minuto del tuo tempo. Non devi fare altro che leggere con attenzione tutti i suggerimenti che ho preparato per te nei prossimi capitoli e riuscirai sicuramente nel tuo intento. Detto ciò, a me non resta che augurarti una buona lettura!

Indice

Come salvare video da WhatsApp: chat

Icona app di WhatsApp

Se vuoi salvare un video che hai ricevuto tramite WhatsApp, sappi che il celebre servizio di messaggistica di proprietà di Facebook esegue il salvataggio dei file multimediali automaticamente all’interno della galleria dello smartphone.

Può accadere, però, che questa funzionalità automatica di WhatsApp non sia abilitata: ciò dipende da come sono impostati i parametri di download dei file nell’app. Ad ogni modo, non preoccuparti: troverai tutte le informazioni che ti servono per capire come salvare i video da WhatsApp nei prossimi capitoli.

Come salvare video WhatsApp su Android

Salvare video WhatsApp su Android

Se vuoi salvare video da WhatsApp nella galleria di Android, devi innanzitutto verificare se la funzione di salvataggio automatico dei filmati ricevuti nelle chat è attivata, come da impostazione predefinita.

Devi sapere, infatti, che l’app di WhatsApp per Android scarica automaticamente i video all’interno di una cartella (o album) denominata WhatsApp Video quando tenti di riprodurli nella chat. Accedendo all’app Foto o Galleria, troverai i video di WhatsApp nell’album appena citato oppure in quello genericamente denominato Video.

Ad esempio, se vuoi sapere come salvare video da WhatsApp Huawei, non devi fare altro che seguire le stesse indicazioni che ti ho indicato nel paragrafo precedente, avendo cura di avviare l’app Galleria, per trovare i video salvati.

Se il video che hai ricevuto non viene visualizzato nell’app Foto/Galleria, puoi verificare che la funzionalità di download sia attiva nel pannello delle impostazioni di WhatsApp. Per fare ciò, avvia l’app WhatsApp e pigia sull’icona ⋮, situata in alto a destra. A questo punto, nel riquadro che ti viene mostrato, scegli la voce Impostazioni.

Adesso, tra le sezioni che visualizzi, seleziona quella denominata Chat e assicurati che sia impostata su ON la levetta a fianco della dicitura Visibilità dei media. Così facendo, tutti i video che riceverai, verranno mostrati anche nella galleria di Android.

Il download automatico dei video ricevuti via chat può non essere abilitato in base alla configurazione di rete che hai impostato sui download nell’app di WhatsApp. Infatti, in certe condizioni, come quando hai attiva la rete dati della SIM sul telefono, può essere impedito che i video vengano scaricati automaticamente (per evitare eccessivi consumi del traffico).

Per verificare le impostazioni di rete, avvia l’app di WhatsApp e fai tap sull’icona ⋮ che trovi in alto a destra. Adesso, seleziona la voce Utilizzo dati e archiviazione dal menu che si apre e individua la sezione Download automatico media. Arrivato a questo punto, fai tap sulle voci Quando utilizzi la rete mobile e Quando connesso tramite Wi-Fi, per assicurarti che le caselle a fianco dell’opzione Video siano attive.

Ti ricordo, però, che permettendo il download automatico dei video sotto rete 3G/4G/5G, potresti consumare rapidamente i Giga della tua offerta. Stessa cosa potrebbe accadere con la rete Wi-Fi, se ti connetti a un hotspot Wi-Fi generato da uno smartphone o un tablet, usando la rete dati della SIM che vi è installata.

Detto ciò, se vuoi attivare il download automatico dei video da WhatsApp anche quando sei in roaming, premi sulla voce Quando sei in roaming e metti un segno di spunta nella casella Video.

Se, invece, vuoi sapere come salvare video WhatsApp su SD, anche in questo caso l’operazione non è di difficile applicazione, ma richiederà che tu ti concentra sulle istruzioni che ti ho fornito in questa mia guida, in modo da effettuare il trasferimento dei dati dalla memoria del telefono a quella SD senza alcun errore.

Come salvare video WhatsApp su iPhone

Se possiedi un iPhone, salvare i video da WhatsApp è un’operazione semplicissima: tutto quello che devi fare è verificare che sia già abilitata una specifica funzionalità nell’app in questione. In linea generale, per impostazione predefinita, WhatsApp salva automaticamente i video nella galleria fotografica di iOS.

A tal proposito, ciò che devi fare è avviare l’app di WhatsApp e selezionare la voce Impostazioni situata nell’area in basso. Fatto ciò, pigia sulla voce Chat e assicurati che sia impostata su ON la levetta a fianco della dicitura Salva nel Rullino foto.

In alternativa, puoi eseguire il salvataggio di un video tenendo premuto il dito sulla sua miniatura nella conversazione e facendo tap sulla voce Salva, nel riquadro che ti viene mostrato. Adesso, ciò che devi fare è avviare l’app Foto di iOS, selezionare la scheda Album (in basso) e aprire l’album WhatsApp, per accedere ai contenuti multimediali salvati da quest’app di messaggistica.

Se il salvataggio automatico non dovesse correttamente funzionare, probabilmente il problema è da ricondurre alle impostazioni di rete di WhatsApp, relative ai download dei file multimediali. Se i video non sono abilitati su rete dati e/o su Wi-Fi, questi non verranno scaricati automaticamente.

Per verificare questa configurazione, avvia l’app di WhatsApp e premi sulla voce Impostazioni, in basso. A questo punto, seleziona la voce Utilizzo dati e archivio e premi sull’opzione Video. Infine, non devi fare altro che scegliere le opzioni a schermo, nel caso in cui tu voglia eseguire il salvataggio automatico su rete dati e/o su quella Wi-Fi.

Come salvare video WhatsApp su PC

Salvare video WhatsApp da PC

Se la tua intenzione è salvare video da WhatsApp Web oppure dal client desktop della celebre applicazione di messaggistica istantanea, la procedura che devi affrontare non è per nulla difficile. Le indicazioni da seguire, inoltre, sono uguali indipendentemente dal sistema usato per accedere a WhatsApp da PC.

Per prima cosa, avvia dunque il client di WhatsApp per Windows o macOS oppure accedi a WhatsApp Web. Se è la prima volta che ti connetti, ti verrà mostrato un codice QR che dovrai scansionare con l’app di WhatsApp sul tuo telefono. Se non sai come fare, puoi trovare tutti i dettagli nella mia guida su come trovare il codice QR di WhatsApp.

Arrivato a questo punto, nella schermata principale di WhatsApp, apri la conversazione dove hai ricevuto il video, fai clic sulla sua miniatura, per avviarne la riproduzione, e fai clic sull’icona di download (l’icona della freccia verso il basso) che trovi in alto a destra nella nuova schermata proposta. È stato facile, dico bene?

Come salvare video da WhatsApp: stato

Smartphone

Se vuoi sapere come salvare i video dallo Stato di WhatsApp, devo avvisarti che non esiste alcuna funzionalità nativa di questo servizio che consenta di procedere in tal senso.

Nel caso, però, volessi comunque salvare uno Stato di WhatsApp, puoi esportarne il video eseguendo la registrazione dello schermo. Sebbene su iPhone questa funzionalità sia integrata nel Centro di Controllo di iOS, su Android purtroppo non è sempre così.

Alcuni smartphone Android, infatti, sono muniti di una funzionalità integrata, al pari degli iPhone, che consentono la registrazione video dello schermo. Per altri, invece, su cui non è disponibile tale strumento, è indispensabile l’installazione di app di terze parti.

In linea generale, posso consigliarti la lettura del mio tutorial su come registrare lo schermo del telefono, nel quale ti ho spiegato nel dettaglio come eseguire questa procedura sia su Android (con funzione predefinita e app di terze parti) che su iPhone.

Come salvare video da WhatsApp: backup

Salvare video nel backup di WhatsApp

Se il tuo interesse è quello di salvare un video nel backup periodico di WhatsApp, sarai felice di sapere che le operazioni da effettuare sono semplici, se hai già la funzionalità di backup attiva nell’app.

Nel caso in cui non fosse così, la prima cosa che devi fare è assicurarti di avere un account Google collegato a WhatsApp su Android o un account iCloud collegato a WhatsApp su iPhone. Se non lo hai ancora fatto, ti consiglio la lettura delle mie guide su come associare un telefono Android a Google e come creare un ID Apple.

Fatto ciò, devi abilitare la funzionalità di backup su WhatsApp, agendo dalle impostazioni dell’app e attivando tale funzionalità: per riuscirci, raggiungi la voce Backup delle chat nella sezione Chat delle impostazioni di WhatsApp. Se dovessi avere qualche dubbio, ti consiglio di leggere la mia guida su come fare backup WhatsApp.

Infine, devi includere i video nel backup periodico di WhatsApp. Come? Dal pannello delle Impostazioni di WhatsApp, seleziona le voci Chat > Backup delle chat e assicurati che sia attiva l’opzione Includi video.

Per evitare costi extra nel traffico dati della tua SIM dovuti al peso dei video, ti consiglio di effettuare il backup soltanto quando sei connesso a una rete Wi-Fi. A tal proposito, attiva l’apposita voce nelle impostazioni del backup di WhatsApp su Android oppure segui le istruzioni che ti vengono mostrate su iPhone.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.