Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Salvatore Aranzulla Day
Evento di formazione SEO con Salvatore Aranzulla. Scopri il programma

Come sincronizzare due cartelle

di

A scuola ti hanno assegnato una ricerca scolastica che dovrai svolgere insieme ad un tuo amico, ma purtroppo, proprio il giorno in cui lui doveva venire a casa tu per studiare, è stato colpito da un febbrone da cavallo che lo ha costretto a stare a casa tutto il giorno.

Per fortuna però non ti sei fatto prendere dal panico ed hai subito pensato che la cosa migliore da fare fosse quella di inviargli frequenti messaggi di posta elettronica per scambiare con lui tutte le informazioni raccolte relativamente alla ricerca. Dopo qualche minuto passato a scaricare ed inviare documenti da studiare, ti sei reso conto che mandare ogni volta una nuova email con i documenti era davvero stancante e, soprattutto, faceva perdere un mucchio di tempo prezioso. Ti serviva soluzione alternativa.

Beh, se le cose stanno così, in effetti c’è una soluzione ed è quella di sincronizzare due cartelle fra due computer collegati su Internet. Come dici? L’argomento è di tuo interesse ma non hai idea di come procedere? Allora dovresti assolutamente leggere questo mio tutorial: sono sicuro che con questo metodo riuscirai a studiare assieme al tuo amico e che entrambi prenderete un bel voto. Scommettiamo? Ti auguro una buona lettura.

Indice:

Come sincronizzare due cartelle con Gruppo Home

Se hai due computer collegati ad una rete domestica, puoi fare in modo di sincronizzare una cartella sul tuo PC, in modo che gli stessi file appaiano anche nell’altro computer. Non serve avere una connessione a Internet attiva; ti basta soltanto che i due PC si trovino nella stessa rete, a prescindere dalla loro connessione a questa (LAN o Wi-Fi).

La funzionalità di cui ti voglio parlare è relativa al Gruppo Home di Windows. Questa funzionalità integrata nei sistemi operativi Windows permette infatti di creare delle cartelle condivise in modo tale che il contenuto di queste risulti disponibile e a disposizione anche in altri PC della stessa rete domestica. Il requisito fondamentale è che il PC che condivide la cartella sia acceso, altrimenti sarà impossibile accedere alla cartella condivisa.

Puoi attivare questa funzionalità con un procedimento davvero semplice, che ti spiegherò nelle righe successive. Se però vuoi essere sicuro che i PC siano effettivamente collegati alla tua rete, puoi consultare questo mio altro articolo dove ti spiego come collegare due PC tra loro.

Parlando nel dettaglio della procedura per attivare questa funzionalità di Windows, ti consiglio innanzitutto di raggiungere il Pannello di controllo di Windows. Mentre nelle vecchie versione di Windows tale pannello era raggiungibile semplicemente facendo clic sul pulsante Start, nelle nuove versioni dovrai raggiungerlo attraverso una ricerca.

A tal proposito, fai clic sul pulsante Cerca (icona con il simbolo di una lente d’ingrandimento) che trovi nella Barra delle Applicazioni di Windows. Digita quindi il termine pannello di controllo e fai clic sul primo risultato di ricerca. Nella finestra appena aperta fai clic sulla voce Rete e Internet. E poi sulla voce Gruppo Home.

Ti verrà quindi aperta una nuova schermata dove dovrai fare clic sul pulsante Crea un gruppo Home, seguendo la procedura a schermo che ti verrà indicata. Applica quindi un segno di spunta sugli elementi che vuoi condividere in rete e fai poi clic sul pulsante Avanti.

Adesso dovrai copiare la password che ti viene mostrata a schermo. Questa password è importante per autorizzare gli altri PC della tua rete ad accedere allo stesso gruppo. Chiudi poi la finestra, facendo clic sul pulsante Fine.

Sugli altri PC della tua rete dovrai effettuare la stessa procedura indicata sopra. Una volta però aver raggiunto il pannello del Gruppo Home, dovrai fare clic sul pulsante Partecipa ora. Dovrai quindi seguire la procedura a schermo che ti richiederà l’inserimento della password che hai prima copiato.

Così facendo i tuoi PC saranno connessi in rete e potrai accedere alle cartelle condivise tramite il pannello di sinistra presente all’interno di una qualsiasi cartella di Esplora risorse. Le cartelle le troverai alla voce Gruppo Home.

Se vuoi condividere un singolo file o una cartella diversa da quelle predefinite, puoi fare clic con il tasto destro su di essi e scegliere l’opzione Condividi con. Dovrai poi selezionare la voce Gruppo home (visualizzazione) oppure Gruppo home (visualizzazione e modifica).

Come sincronizzare due cartelle con i servizi cloud

I servizi di cloud permettono di sincronizzare le cartelle online del tuo spazio di archiviazione online con quello locale del tuo PC in modo completamente automatico. Non puoi però installare software in queste cartelle online, né tantomeno trasferire tutto il contenuto del tuo PC, sempre che tu non acquisti maggiori spazio di archiviazione online rispetto a quello che ti viene offerto gratuitamente.

Se sei quindi interessato a sincronizzare due cartelle (una online e una locale), puoi continuare a leggere questa mia guida, dove ti spiegherò come effettuare questa sincronizzazione con alcuni importanti servizi di cloud storage.

OneDrive (Windows/macOS)

OneDrive è un servizio cloud di Microsoft per l’archiviazione e il backup di file e cartelle. Tale servizio è raggiungibile attraverso la pagina Web ufficiale dedicata, ma puoi anche scaricare un’applicazione gratuita apposita per poter sincronizzare i tuoi file e le cartelle direttamente da PC.

Di default, con Windows 10, questo servizio è già installato sul tuo sistema operativo, ma in ogni caso, puoi provare a scaricarlo tramite questo link. Sui PC con sistema operativo macOS, puoi scaricare invece l’app direttamente dal Mac App Store di Apple.

Per utilizzare OneDrive, è necessario che tu possieda un account Microsoft. Se non ne possiedi uno, puoi registrarlo tramite il sito Web Microsoft. La procedura di registrazione è davvero semplice, ma se reputi che ti serva dell’aiuto, puoi raggiungere la mia guida su come creare un account Microsoft.

Se hai deciso di effettuare il download, perché il servizio non è più presente nel tuo sistema operativo Windows 10, avvia l’installazione dell’applicativo e, dopo che l’avrai avviato, accedi con le credenziali del tuo account Microsoft. Ti verrà chiesto anche se vuoi mantenere il percorso di default per la sincronizzazione in locale oppure se cambiarlo. In quest’ultimo caso, seleziona la voce Cambia posizione.

Fai clic poi su Avanti e seleziona poi tutti gli elementi da sincronizzare, scegliendo se selezionarli tutti oppure soltanto le singole cartelle o file. Dopo che avrai scelto, fai clic sul pulsante Avanti. Potrai comunque aggiornare la tua scelta in qualsiasi momento.

Adesso puoi visualizzare il contenuto del tuo OneDrive facendo clic sul pulsante Apri la mia cartella OneDrive oppure aprendo una qualsiasi cartella Esplora risorse di Windows e selezionare, dalla barra laterale di sinistra, la voce OneDrive.

Se volessi cambiare le tue preferenze di sincronizzazione, fai clic con il tasto destro del tuo mouse sull’icona a forma di nuvola che trovi nell’area notifiche di Windows. Seleziona poi la voce Impostazioni e, dalla tab Account, fai clic sul pulsante Scegli cartelle. Aggiungi o rimuovi gli elementi da sincronizzare e fai clic sul pulsante Ok.

Backup e sincronizzazione di Google Drive (Windows/macOS)

Backup e sincronizzazione di Google Drive, così come puoi intuirlo dal nome stesso, è uno strumento gratuito messo a disposizione da Google per sincronizzare online tutti i file e le cartelle presenti sul tuo PC con il servizio Google Drive, e viceversa.

Il requisito per poter utilizzare questo servizio è quello di possedere un account Google. Puoi crearne uno gratuitamente, raggiungendo questa pagina Web e consultando, nell’eventualità, anche questa mia guida su come creare un account Google, nel caso in cui tu dovessi riscontrare qualche problema.

Per scaricare Backup e sincronizzazione, raggiungi questa pagina Web e fai clic sul pulsante Scarica che trovi in corrispondenza del box Backup e Sincronizzazione.

Fai quindi clic sul pulsante Accetta e scarica per iniziare il download. Verrà automaticamente scaricata la versione per il tuo sistema operativo Windows oppure macOS. In questa guida, ti mostrerò l’installazione e l’uso di questo strumento su computer con sistema operativo Windows.

Fai quindi clic sul file appena scaricato e fai clic sul pulsante , nella finestra di Controllo dell’account utente di Windows. Non appena il download e l’installazione dei processi necessari saranno completati, fai clic sul pulsante Chiudi e poi su Inizia.

Digita quindi le tue credenziali di accesso relative al tuo account Google nei campi che trovi a schermo. Dopo aver effettuato l’accesso, fai clic sul pulsante Ok e seleziona dall’interfaccia appena visualizzata le cartelle da sincronizzare, tra il tuo PC e il cloud Google Drive. Dopo aver provveduto a selezionare le cartelle, fai clic sul pulsante Avanti.

Nella schermata successiva, invece, dovrai selezionare quali cartelle presenti sul tuo cloud vuoi rendere disponibili localmente sul tuo PC. Puoi scegliere se sincronizzarle tutte o soltanto quelle da te selezionate. Fai clic sul pulsante Avvia per confermare la tua scelta.

Se volessi cambiare le cartelle da sincronizzare, fai clic con il tasto destro sull’icona di Google Drive nell’area di notifica di Windows e fai poi clic sull’icona con il simbolo dei tre puntini. Scegli poi la voce Preferenze per accedere alla selezione delle cartelle da sincronizzare.

Per accedere ai contenuti, ti basta semplicemente aprire una qualsiasi cartelle di Esplora risorse e selezionare la voce Google Drive che trovi nella barra laterale di sinistra. Tutti i file che trascinerai all’interno di questa cartella, verranno automaticamente sincronizzati direttamente in cloud.