Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come sincronizzare due cartelle

di

Da qualche tempo, sei solito lavorare da più computer diversi e, ogni volta, ti si pone lo stesso problema: i file di cui hai bisogno sono archiviati in una cartella stabilita di un singolo computer e, puntualmente, devi salvarne una copia su una chiavetta USB e “aggiornare” gli originali, in un secondo momento. Lo so, è una pratica piuttosto scomoda e macchinosa, la quale potrebbe anche avere conseguenze sgradite: tanto per farti un esempio, potresti dimenticare di sostituire i vecchi file con quelli nuovi, e rendertene conto quando è ormai troppo tardi!

Se è questo il tuo problema, ti farà piacere sapere che la soluzione è molto più semplice di quella che sembra: basta condividere o sincronizzare tra loro le cartelle dei vari computer, cosicché i file presenti al loro interno siano accessibili da qualsiasi postazione e sempre aggiornati all’ultima modifica disponibile. Nel corso di questa guida ti spiegherò, per l’appunto, come sincronizzare due cartelle con diverse tecniche, variabili a seconda delle tue specifiche esigenze.

Dunque, senza attendere oltre, mettiti bello comodo e leggi con attenzione tutto quanto ho da spiegarti sull’argomento: sono sicuro che, al termine della lettura di questa guida, sarai perfettamente in grado di raggiungere l’obiettivo che ti eri prefissato. Detto ciò, non mi resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e buon lavoro!

Indice

Come sincronizzare due cartelle sullo stesso PC

Per sincronizzare due cartelle sullo stesso PC, o meglio, per aprire una cartella da posizioni diverse, puoi seguire almeno due strade differenti: servirti dei link simbolici, se le cartelle risiedono in posizioni differenti ma appartengono allo stesso utente; oppure usare la cartella Pubblica/Condivisa di Windows e macOS, per sincronizzare cartelle appartenenti a utenti diversi.

Windows

Come sincronizzare due cartelle sullo stesso PC

Utilizzi Windows e hai bisogno di accedere rapidamente al contenuto di una precisa cartella da più percorsi (per esempio dal Desktop e dalla cartella Documenti), ma non sai come fare? Devi spostare la cartella dei dati relativi a uno specifico programma in un altro percorso, ma temi che il software smetta di funzionare, a seguito della modifica? In questo caso, anziché creare due cartelle diverse e tenerle sincronizzate, puoi sfruttare il meccanismo dei link simbolici, o meglio delle giunzioni di directory.

Mi spiego meglio: se, per esempio, hai deciso di spostare la cartella dei dati di un programma in una posizione diversa da quella originale, puoi creare una seconda cartella fittizia, che ne replica il contenuto (e le modifiche), dove il software in questione “si aspetta” di trovarla: agli occhi del sistema operativo, che non si accorgerà di nulla, starai agendo sempre sulla stessa directory originale. In realtà, i file verranno scritti direttamente nella nuova posizione.

Per creare una giunzione di directory in Windows, procedi in questo modo: per prima cosa, apri il menu Start di Windows, fai clic sulla cartella Sistema Windows, individua l’icona del Prompt dei comandi, fai clic destro sulla stessa e seleziona le voci Altro > Esegui come amministratore dal menu che compare, in modo da aprire una finestra del Prompt con privilegi elevati (indispensabili per poter creare link simbolici). Successivamente, premi sul pulsante per autorizzare l’esecuzione del programma.

Giunto nella finestra del Prompt, impartisci il comando mklink /J “X:\Percorso\Cartella\Destinazione” “X:\Percorso\Cartella\Origine” e dai Invio. Per intenderci, se devi “clonare” la cartella D:\Pippo nella cartella C:\Pluto, il comando da digitare è mklink /J “C:\Pluto” “D:\Pippo”.

Se trovi la procedura da linea di comando fin troppo macchinosa, può venirti in aiuto l’utility gratuita Link Shell Extension, la quale consente di creare link simbolici e giunzioni direttamente dal menu contestuale di Windows.

Come sincronizzare due cartelle sullo stesso PC

Per ottenerla, collegati a questo sito Web, clicca sulla voce Download e poi sul link più adatto al tuo sistema operativo, in base alla sua architettura (64 bit oppure 32 bit). A download ultimato, apri il file ottenuto e clicca sui pulsanti , OK, Install, Sì e Close, per riavviare Explorer e ultimare l’installazione del programma.

A questo punto, individua la cartella originale (quella da “clonare”, per intenderci), fai clic destro sulla stessa e scegli la voce Usa come origine del collegamento, dal menu contestuale visualizzato. Infine, apri la posizione del computer nella quale creare la giunzione, fai clic destro su un punto vuoto della cartella e seleziona le voci Crea come > Giunzione dal menu contestuale proposto.

Qualora avessi selezionato la cartella errata, puoi ritornare sui tuoi passi e annullare la scelta facendo clic su un punto vuoto di qualsiasi cartella (desktop incluso) e selezionando la voce Abbandona creazione collegamento dal menu che compare.

Come sincronizzare due cartelle

Se, invece, hai bisogno di sincronizzare due cartelle da condividere tra utenti diversi, ti consiglio di sfruttare la cartella Pubblica di Windows: si tratta di una directory speciale del sistema operativo, nella quale possono essere inseriti file e cartelle da condividere e sincronizzare tra i vari utenti del computer.

La cartella Pubblica di Windows non è immediatamente visibile, ma può essere raggiunta facilmente, aprendo l’Esplora File (l’icona della cartella gialla che si trova nella barra delle applicazioni di Windows) e inserendo l’indirizzo C:\Utenti\Pubblica nella barra di navigazione presente in alto.

Per renderla facilmente accessibile, puoi crearne un collegamento sul desktop (o in qualsiasi altro percorso tu desideri): fai clic destro in un punto vuoto dello schermo, seleziona le voci Nuovo > Collegamento dal menu che compare, immetti il percorso C:\Users\Public nella casella di testo visibile al centro della finestra successiva e clicca sul pulsante Avanti. Infine, scegli il nome da assegnare al collegamento e premi sul bottone Fine, per concludere. Ripeti la stessa procedura per tutti gli account presenti sul computer, se necessario.

macOS

Come sincronizzare due cartelle

Il criterio di funzionamento della condivisione su computer singolo, su Mac, è pressoché uguale a quello visto per Windows: per accedere alla stessa cartella da due diverse posizioni, puoi usare i link simbolici; per far sì che tutti gli utenti del Mac possano accedere a una data cartella, puoi sfruttare la directory Condivisa di macOS.

Per creare un link simbolico a una data cartella sul Mac, apri il Terminale richiamandolo dalla cartella Utility del Launchpad e impartisci il comando ln -s “/cartella/originale” “/cartella/di/destinazione”. Per esempio, se vuoi creare un link simbolico sul desktop alla cartella Downloads, dovrai digitare il comando ln -s “~/Downloads” “~/Desktop”.

Per accedere alla cartella Condivisa del Mac, quella in cui copiare i file (o le altre cartelle) da condividere con tutti gli utenti del computer, clicca sul menu Vai > Vai alla cartella collocato nella barra dei menu di macOS, digita il percorso /Utenti nell’apposita barra di navigazione, premi sul pulsante Vai e fai doppio clic sulla directory Condivisa, per visionarne il contenuto.

Per comodità, ti consiglio di creare un alias per questa cartella direttamente sulla Scrivania di macOS, in modo da potervi accedere rapidamente: fai clic destro sull’icona di Condivisa, scegli la voce Crea alias dal menu contestuale proposto, inserisci la password del Mac (se necessario) e dai Invio. Infine, sposta l’alias appena creato sulla Scrivania e il gioco è fatto.

Nota: per impostazione predefinita, tutti gli utenti del Mac possono visionare i file presenti nella cartella Condivisa, ma solo i rispettivi proprietari possono modificarli, oppure eliminarli.

Come sincronizzare due cartelle su PC diversi

Per sincronizzare due cartelle su PC diversi, hai più strade da poter percorrere: se i computer sono connessi allo stesso router (tramite Ethernet o Wi-Fi, è indifferente), è possibile condividere una cartella in rete, in modo tale da renderla accessibile a tutti i dispositivi connessi, sfruttando i meccanismi integrati di Windows e macOS. Se, invece, i computer non risiedono sulla stessa rete, bisogna servirsi di un apposito software di sincronizzazione, oppure di un servizio cloud.

Windows

Come sincronizzare due cartelle su PC diversi

Per attivare la condivisione di file e cartelle in rete su Windows, clicca sul simbolo della connessione che trovi nei pressi dell’orologio, premi sul link Configura rete e Internet visibile in fondo al pannello che va ad aprirsi e poi sul pulsante Centro connessioni di rete e condivisione, residente nella finestra successiva.

Ora, clicca sulla voce Modifica impostazioni di condivisione avanzate, residente nella parte sinistra della nuova finestra del Pannello di controllo, premi sul simbolo della freccia verso il basso corrispondente alla sezione Privato e apponi il segno di spunta accanto alle voci Attiva individuazione rete, Attiva la configurazione automatica dei dispositivi connessi alla rete e Attiva condivisione file e stampanti.

Fatto ciò, espandi anche la sezione Tutte le reti e apponi il segno di spunta accanto alle voci Usa la crittografia a 128 bit per proteggere le connessioni di condivisione file e Disattiva condivisione protetta da password. Per finire, clicca sul pulsante Salva modifiche, collocato in basso.

Adesso, se sei collegato a una rete Wi-Fi, accertati che quest’ultima sia impostata come rete privata: fai clic sul simbolo della connessione residente nei pressi dell’orologio, seleziona la voce Proprietà sottostante il nome della rete wireless alla quale sei collegato e verifica che, accanto alla voce Privato, sia presente un segno di spunta, altrimenti apponilo tu.

Affinché il tutto proceda senza intoppi, ripeti i medesimi step su tutti i computer dai quali intendi accedere alla cartella condivisa.

Ultimata la configurazione della rete, posizionati davanti al computer che contiene la cartella da condividere, fai clic destro su quest’ultima e seleziona la voce Proprietà dal menu che compare.

Come sincronizzare due cartelle

Ora, recati nella scheda Condivisione, fai clic sul pulsante Condividi… per richiamare la finestra dedicata all’assegnazione degli accessi, premi la freccetta verso il basso collocata accanto alla casella di testo superiore e seleziona la voce Everyone dalla lista proposta.

Successivamente, clicca sul pulsante Aggiungi e imposta, se lo desideri, i permessi di accesso ai file presenti nella cartella: per impostazione predefinita, gli altri utenti della rete potranno soltanto visualizzare gli elementi, ma non modificarli, né eliminarli. Per cambiare questo comportamento, clicca sulla voce Lettura situata accanto alla dicitura Everyone e imposta il relativo menu a tendina sulla voce Lettura/scrittura. Per finire, clicca sui pulsanti Condividi e Chiudi, per condividere la cartella.

Adesso, per visualizzare il contenuto della cartella condivisa sugli altri computer della rete, apri una finestra di Esplora File, clicca sulla voce Rete e fai doppio clic sul nome del PC che contiene la cartella di cui ti interessa visualizzare i file. Se lo desideri, puoi creare un collegamento alla cartella sul desktop, per potervi accedere in maniera ancora più rapida.

macOS

Come sincronizzare due cartelle

Anche Mac integra un meccanismo dedicato alla condivisione delle cartelle tramite rete locale; tuttavia, in questo caso, si rivelerà necessario inserire una password di sicurezza per accedere al contenuto delle stesse.

Per condividere una cartella, recati davanti al Mac che la contiene, apri le Preferenze di sistema (cliccando sul simbolo dell’ingranaggio che risiede sul Dock) e fai clic sull’icona Condivisione, residente nella schermata successiva.

Ora, apponi il segno di spunta accanto alla voce Condivisione file, visibile sulla barra laterale di sinistra, clicca sul pulsante [+] sottostante il riquadro Cartelle condivise, scegli la cartella da condividere e premi sul pulsante Aggiungi.

Fatto ciò, clicca sull’icona della cartella appena aggiunta, poi sul simbolo delle due frecce corrispondente alla voce Tutti — Nessun accesso e scegli se condividere la cartella in sola lettura o in lettura e scrittura, in base alle tue necessità. Per finire, clicca sul pulsante Opzioni…, assicurati che la voce Condividi file e cartelle mediante SMB sia selezionata, quindi apponi il segno di spunta accanto al tuo nome, imposta una password per l’accesso ai file tramite la rete e clicca sul pulsante Fine.

Per visualizzare i file condivisi in rete da altri Mac, apri il Finder, fai doppio clic sull’icona relativa al computer che li contiene (si trova nel riquadro Condivisi) e, se necessario, premi sul pulsante Connetti come… situato in alto a destra, per inserire le credenziali d’accesso.

Resilio Sync

Come sincronizzare due cartelle su PC diversi

Se i computer sui quali sincronizzare una data cartella non sono connessi alla stessa rete, e, pertanto, non è possibile usare la sincronizzazione di rete di Windows e macOS, puoi ripiegare su una delle tante soluzioni di terze parti dedicate allo scopo, come Resilio Sync.

Nel dettaglio, Resilio Sync è una soluzione compatibile con Windows, macOS e Linux, la quale consente di sincronizzare una cartella su più computer, mediante un sistema di link e/o chiavi, nel giro di un paio di clic. La versione base di Resilio Sync, denominata Home, è disponibile anche in forma gratuita e può essere usata esclusivamente per fini non commerciali; per lo sblocco di funzioni aggiuntive e/o per poter usare il software anche in ambito aziendale, è necessario acquistare una licenza d’uso, con prezzi a partire da 59,99$.

Ad ogni modo, per ottenere il software, collegati alla sua home page e clicca sul pulsante Free Download, in modo da avviare lo scaricamento del programma d’installazione. A download ultimato, apri il file eseguibile e, se utilizzi Windows, clicca sui pulsanti Avanti e , apponi il segno di spunta accanto a tutte le caselle presenti nella finestra successiva e fai clic sul pulsante Inizia, per avviare il programma.

Se, invece, il tuo è un Mac, utilizza la finestra che si apre su schermo per trascinare l’icona di Resilio Sync nella cartella Applicazioni di macOS, fai doppio clic sull’icona appena copiata e premi sui pulsanti Apri e OK per due volte consecutive, in modo da fornire le autorizzazioni necessarie al funzionamento del programma.

Come sincronizzare due cartelle su PC diversi

Qualora l’interfaccia fosse in lingua inglese, clicca sul pulsante Settings (quello a forma d’ingranaggio) collocato in alto a destra, imposta il menu a tendina Language su Italiano e applica la modifica riavviando il programma: fai clic destro sull’icona di Resilio situata nella barra dei menu del Mac, quella a forma di frecce circolari, seleziona la voce Chiudi dal menu che compare e apri nuovamente il software mediante l’icona residente nel Launchpad oppure nella cartella Applicazioni del Mac.

A partire da questo momento, le procedure per Windows e Mac si equivalgono. Per sincronizzare una data cartella, clicca sul pulsante [+] situato in alto a sinistra, seleziona la voce Cartella standard dal menu che compare e serviti del pannello proposto per selezionare la cartella da condividere.

Dopo aver scelto la directory, verrà visualizzato un pannello di condivisione, mediante il quale potrai definire le impostazioni di visualizzazione degli elementi nei computer condivisi (solo lettura oppure lettura e scrittura) e le opzioni di sicurezza; se è tua intenzione condividere la cartella su un dispositivo di tua proprietà, ti consiglio di eliminare il segno di spunta dalla casella I nuovi peer che invito devono essere approvati da me, in modo da disattivare la richiesta di autorizzazione durante le fasi successivi.

Una volta applicate le regolazioni necessarie, clicca sul pulsante Email, per condividere il link tramite posta elettronica, oppure Copia, per copiarlo negli appunti.

Come sincronizzare due cartelle su PC diversi

Per sincronizzare la cartella condivisa tramite link su un secondo computer, installa Resilio Sync su quest’ultimo e apri la finestra principale del programma. Ora, clicca sul pulsante [+] visibile in alto a sinistra, scegli la voce Inserisci una chiave o un link e, dopo aver digitato il link creato in precedenza nell’apposita casella di testo, clicca sul pulsante Avanti e indica la cartella del computer nella quale “riversare” i file sincronizzati.

Al bisogno, puoi interrompere provvisoriamente o definitivamente la sincronizzazione della cartella oppure visualizzare la lista dei dispositivi su cui essa è condivisa cliccando sul simbolo della cartella, situato nella parte superiore della schermata di Resilio Sync, e facendo clic destro sul nome della directory condivisa di tuo interesse.

Cloud

Come sincronizzare due cartelle

Infine, se hai bisogno di sincronizzare due cartelle su più computer contemporaneamente, senza alcun vincolo dettato dalla tipologia della connessione o dalla natura del programma usato, puoi affidarti a una delle tante soluzioni cloud disponibili in Rete.

Ciascuna di esse, infatti, mette a disposizione uno o più programmi per Windows, macOS e Linux, che consentono di sincronizzare le cartelle cloud e di vederle replicate su un numero infinito di computer; inoltre, in questo modo, potrai visualizzare i file anche in assenza di software apposito, mediante qualsiasi browser. Di seguito ti elenco alcune soluzioni di questo tipo.

  • OneDrive: è il servizio cloud messo a disposizione da Microsoft e perfettamente integrato in Windows 10. Oltre che nell’ultima edizione del sistema operativo prodotto dal big di Redmond, le cartelle di OneDrive possono essere sincronizzate anche su computer dotati di edizioni di Windows precedenti e sui Mac, previo download dell’apposito software. OneDrive offre gratuitamente 5 GB di spazio di archiviazione, che è possibile incrementare a 100 GB al prezzo di 2€/mese; inoltre, attivando un abbonamento a Office 365, si ottiene 1 TB di spazio di archiviazione aggiuntivo. Maggiori info qui.
  • Google Drive: si tratta della piattaforma cloud promossa e gestita dal big di Mountain View, le cui cartelle possono essere sincronizzate su Windows, macOS e Linux, tramite apposito programma. Di base, Google Drive offre 15 GB di spazio gratuito, che possono essere ampliati a 100 GB, 200 GB oppure 2 TB iscrivendosi al servizio Google One (con prezzi a partire da 1,99€/mese oppure 19,99€/anno). Per maggiori informazioni, consulta la mia guida dedicata all’argomento.
  • Dropbox: è uno dei più longevi servizi cloud, le cui cartelle possono essere sincronizzate su Windows, macOS e Linux (ma anche piattaforme per smartphone e tablet) mediante un software dedicato. Dropbox mette a disposizione gratuitamente 2 GB di spazio cloud, che si può ampliare a 2 TB sottoscrivendo un abbonamento mensile al prezzo di 9,99€/mese (fatturazione annuale) oppure 11,99€/mese (fatturazione mensile). Maggiori info qui.
  • iCloud: si tratta della piattaforma di cloud storaging messa a disposizione da Apple, perfettamente integrata sui Mac e su tutti gli altri device della “mela morsicata”. Oltre che sui computer a marchio Apple, le cartelle di iCloud possono essere sincronizzate anche su Windows, mediante un apposito programma. Di base, iCloud offre gratuitamente 5 GB di spazio di archiviazione, che può essere incrementato acquistando pacchetti aggiuntivi, con prezzi a partire da 0,99€/mese per 50 GB. Per maggiori informazioni, consulta pure il mio tutorial dedicato al funzionamento di iCloud.

Per saperne di più, ti rimando alla lettura dei miei tutorial dedicati ai migliori servizi cloud e ai programmi per sincronizzare cartelle, nei quali ho esposto l’argomento con dovizia di particolari.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.