Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come creare cartella condivisa

di

Ti ritrovi spesso a dover lavorare in un team composto da diverse persone, per cui hai spesso la necessità di inviare lo stesso file a più persone. Questo passaggio, però, ti fa perdere davvero tanto tempo prezioso, per cui ti stai chiedendo come creare cartella condivisa in modo tale da poter condividere velocemente tutti i file che desideri senza doverli inviare a ogni singola persona. Beh, sei capitato nel posto giusto! Di seguito, infatti, ti mostrerò come creare una cartella condivisa sui vari servizi di cloud storage, e non solo. Pronto? Allora cominciamo sùbito.

Indice

Come creare cartella condivisa su Drive

Come creare cartella condivisa su Drive

Utilizzi spesso Google Drive come servizio di cloud storage e vorresti adoperarlo anche per condividere una cartella con il tuo team di lavoro, in modo da sfruttare come si deve i 15 GB di archiviazione che hai a tua disposizione. No problem.

Per creare una cartella condivisa su Drive puoi agire direttamente dalla pagina Web del servizio accessibile da qualsiasi browser Web su computer o dalla sua app mobile per Android e iOS/iPadOS.

Per procedere da browser, apri la pagina Web di Google Drive, fai clic sulla voce Il mio Drive e dal menu che compare – se vuoi creare una nuova cartella -, seleziona la voce Nuova cartella. Ora decidi il nome da assegnare alla cartella (potrai anche modificarlo in futuro) e fai clic sul pulsante Crea per confermare l’operazione. Ora clicca sulla cartella da condividere, per aprirla, e premi sul nome della cartella visualizzato in alto. Dal menu che compare a schermo, fai clic sulla voce Condividi e decidi come condividere la cartella in questione.

Per condividere una cartella su Google Drive puoi decidere di aggiungere manualmente persone e gruppi presenti nei tuoi contatti (puoi regolare i permessi di accesso e modifica ai file tramite il menu a tendina che compare sulla destra, scegliendo ad esempio se assegnare a un utente il ruolo di Editor, Visualizzatore o Commentatore) oppure tramite link: con quest’ultima opzione non dovrai far altro che copiare il link e inviarlo a tutte le persone che dovranno avere accesso alla cartella condivisa.

Se invece utilizzi il client di Google Drive per Windows o macOS, queste operazioni non sono possibili, ma dovrai prima agire dal browser Web per condividere la cartella di tuo interesse. Successivamente, potrai accedere alla cartella anche tramite client per PC e inserire o modificare tutti i file presenti al suo interno.

Se, invece, utilizzi l’app mobile di Google Drive, non devi far altro che aprirla e premere sul pulsante + posto in basso a destra, se vuoi creare una nuova cartella. Successivamente, premi sui tre puntini posti di fianco al nome della cartella da condividere e dal menu che compare scegli la voce Condividi. Bene: ora non ti resta che aggiungere manualmente persone o gruppi che avranno accesso alla cartella o copiare il link di accesso da inviare a coloro i quali avranno accesso alla cartella.

Per maggiori informazioni puoi dare un’occhiata al mio tutorial su come condividere file con Google Drive.

Come creare cartella condivisa su OneDrive

Come creare cartella condivisa su OneDrive

Il tuo servizio di cloud storage preferito è OneDrive di Microsoft, per cui vorresti capire come creare cartella condivisa su OneDrive per utilizzarla con il tuo team di lavoro o semplicemente con amici o familiari.

OneDrive è utilizzabile direttamente dalla pagina Web del servizio, tramite client per Windows e macOS e tramite app mobile per Android e iOS/iPadOS).

Per procedere da Web, apri la pagina principale di OneDrive ed effettua l’accesso con il tuo account Microsoft. Una volta entrato nel tuo spazio cloud, se vuoi creare una nuova cartella, fai clic sulla voce Nuovo posta in alto a sinistra e seleziona la voce Cartella dal menu che compare a schermo: inserisci il nome della cartella (potrai sempre modificarlo in futuro) e completa l’operazione facendo clic sul pulsante Crea.

Ora seleziona la cartella da condividere, premi sul pulsante Condividi posto in alto e decidi il metodo che preferisci per la condivisione. Puoi decidere di inserire manualmente le persone che avranno accesso alla cartella immettendo i loro nomi (qualora fossero salvati nella tua rubrica di OneDrive) o direttamente i loro indirizzi di posta elettronica. Per regolare i permessi relativi a visualizzazione e modifica dei file condivisi, premi sulla voce apposita presente sopra il campo di inserimento in cui digitare i nomi dei destinatari (es. Chiunque abbia il collegamento può modificare).

In alternativa, puoi fare clic sul pulsante Copia collegamento e successivamente sul pulsante Copia per poter copiare il link di invito che successivamente dovrai inoltrare a tutte le persone che avranno accesso alla cartella.

Se invece utilizzi il client di OneDrive per PC non potrai creare direttamente una cartella condivisa, ma dovrai prima agire dal browser Web per creare la cartella condivisa. Successivamente potrai accedere alla cartella anche tramite client PC e inserire o modificare tutti i file presenti al suo interno.

Come dici? Preferisci fare tutto dal tuo smartphone? Nessun problema, non devi far altro che aprire l’app mobile di OneDrive sul tuo smartphone ed effettuare l’accesso qualora tu non lo abbia già fatto. Successivamente, se vuoi creare una nuova cartella, fai tap sul pulsante + posto in alto a destra e, dal menu che compare a schermo, tocca l’opzione Crea cartella. Rinomina poi la cartella come preferisci e conferma l’operazione facendo tap sul pulsante OK.

In seguito, per condividere una cartella non devi far altro che premere sui tre puntini posti di fianco al suo nome e toccare la voce Condividi dal menu che compare. Bene: ora non ti resta che aggiungere manualmente persone o gruppi che avranno accesso alla cartella facendo tap su Invita persone o, in alternativa, copiare il link di accesso facendo tap sulla voce Copia collegamento: una volta copiato dovrai inviare il link a tutti coloro che desideri abbiano accesso alla cartella.

Come creare cartella condivisa su Dropbox

Come creare cartella condivisa su Dropbox

Ormai da tantissimo tempo utilizzi Dropbox come servizio di cloud storage e vorresti utilizzarlo anche per condividere file e cartelle con il tuo team di lavoro, o semplicemente con amici e familiari.

Devi sapere che puoi riuscirci facilmente utilizzando il sito Web di Dropbox, il client per Windows, macOS e Linux e l’app mobile per Android e iOS/iPadOS.

Per procedere da Web, collegati al sito di Dropbox ed effettua l’accesso tramite email e password, qualora tu non lo abbia ancora fatto. Una volta entrato nel tuo spazio cloud, fai clic sulla voce Crea posta in alto e seleziona la voce Cartella condivisa dal menu che compare a schermo: ora devi decidere se vuoi creare e condividere una nuova cartella o condividere una cartella esistente.

Se decidi di creare una nuova cartella, inserisci il nome della cartella nello spazio apposito in alto, mentre nello spazio in basso inserisci il nome o l’email degli utenti che potranno accedere a questa cartella. Infine, decidi se gli altri utenti potranno modificare tale cartella o se potranno solo visualizzarla. Una volta completati questi passaggi, fai clic sul pulsante Condividi, tramite il quale verrà creata la cartella e sarà subito condivisa con gli utenti da te selezionati.

Come dici? Vuoi aggiungere altre persone alla cartella condivisa? Nessun problema, non devi far altro che premere sulla cartella che vuoi condividere e successivamente fare clic sul pulsante Condividi posto in alto a destra: dal menu che compare puoi decidere di aggiungere un indirizzo email manualmente o creare un link di invito da inviare a chi desideri. Facile, no?

Dal client per computer puoi condividere una cartella presente nella cartella di Dropbox facendo clic destro sulla stessa, selezionando l’opzione di condivisione e digitando l’indirizzo email, il nome o il gruppo dei destinatari. Dopodiché dovrai impostare i permessi.

Se, invece, sei un tipo che preferisce fare tutto direttamente dal proprio smartphone o tablet, apri l’app di Dropbox, effettua l’accesso (qualora tu non lo abbia già fatto) e, dalla schermata principale, fai tap sulla voce File posta in basso. Successivamente, se vuoi creare una nuova cartella, premi sul pulsante + posto in basso a destra e vai su Crea una nuova cartella. Rinomina dunque la cartella come preferisci e conferma l’operazione, facendo tap sul pulsante Crea.

Per condividere una cartella, tocca quindi sui tre puntini posti di fianco al suo nome e, dal menu che compare, tocca la voce Condividi. Ora non ti resta che aggiungere persone o gruppi che avranno accesso alla cartella, selezionandoli dalla tua rubrica contatti o inserendo manualmente i loro indirizzi email. In alternativa, fai tap sulla voce Crea un link e successivamente sulla voce Copia link: una volta copiato, dovrai semplicemente inviare il link a tutti gli utenti che avranno accesso alla cartella condivisa.

Per maggiori informazioni puoi dare un’occhiata al mio tutorial su come condividere file su Dropbox.

Come creare cartella condivisa su Teams

Come creare cartella condivisa su Teams

Utilizzi Microsoft Teams con il tuo team di lavoro e per questo motivo vorresti cercare di svolgere tutte le operazioni all’interno di questo servizio, senza quindi la necessità di utilizzare servizi esterni di cloud storage.

No problem: su Microsoft Teams è possibile creare una vera e propria cartella condivisa all’interno del canale di un team. I file presenti al suo interno possono essere visualizzati e modificati da tutti i membri del team di lavoro (la funzione è disponibile solo per gli account professionali e istituzionali, ad esempio appartenenti a scuola; il servizio invece è accessibile anche a utenti privati comuni).

Devi sapere che puoi utilizzare Microsoft Teams per condividere file sia tramite il sito Web, sia tramite client per Windows e macOS, che tramite l’app mobile per Android e iOS/iPadOS. Il funzionamento del servizio è pressoché identico su tutte le piattaforme.

Per procedere da Web, la prima cosa da fare è quella di aprire la pagina Web di Teams ed effettuare l’accesso tramite email e password. In seguito, dalla schermata principale, fai clic prima sulla voce Teams dal menu laterale e successivamente sulla voce Partecipa o crea team e Crea un nuovo team. Nel tipo di team che si andrà a creare scegli la voce Personale e successivamente immetti un nome per il team e una descrizione, quest’ultima facoltativa: per completare l’operazione fai clic sul pulsante Avanti.

Una volta creato un team potrai notare che entrando al suo interno è presente un canale (successivamente potrai creane anche di nuovi) nel quale è possibile caricare dei file, da condividere con gli altri membri del team di lavoro. Per poter accedere a tutti i file presenti all’interno della chat ti basterà cliccare sulla voce File posta in alto e da qui accederai a un elenco con tutti i file presenti, disposti in ordine cronologico dal più recente al meno recente. I file presenti in questa sezione possono essere visualizzati e modificati da tutti i membri del team, direttamente online, senza la necessità di utilizzare applicazioni aggiuntive.

Il funzionamento di Teams è pressoché identico sia che lo utilizzi tramite sito Web che tramite client per Windows e Mac, per cui le indicazioni da seguire sono praticamente le medesime.

Se, invece, preferisci usare l’app per smartphone e tablet, non devi far altro che aprirla ed effettuare l’accesso con il tuo account. Successivamente, dalla pagina iniziale, fai tap sulla voce Teams posta nella barra in basso e nella schermata dedicata ai Team premi sul pulsante con i tre puntini posto in alto: dal menu che compare fai tap su Crea nuovo team e inserisci tutti i dati richiesti come ti ho illustrato in precedenza.

Il funzionamento dei canali e la creazione della cartella condivisa è pressoché identico alla versione Web di Teams o del client per PC che ti ho illustrato in precedenza.

Come creare cartella condivisa su Windows 10

Come creare cartella condivisa su Windows 10

Hai diversi PC con Windows presenti all’interno del tuo ufficio o anche in casa e per questo vorresti capire come creare cartella condivisa su Windows 10, in modo da poter gestire facilmente i file presenti al suo interno da qualsiasi PC collegato.

Bene, prima di procedere, però, è doveroso accertarti che i PC con cui vuoi condividere questa cartella siano collegati tra loro. Se non sai come fare ti consiglio di dare un’occhiata al mio tutorial su come collegare due PC in una piccola rete domestica.

Una volta appurato che i PC siano collegati tra loro, puoi procedere alla creazione di una cartella condivisa: per farlo dai un’occhiata al mio tutorial su come condividere una cartella in rete con Windows 10 dove ti illustro tutta la procedura necessaria nel dettaglio.

Come dici? Hai già aggiornato a Windows 11 e non sei sicuro che le indicazioni siano valide anche per il nuovo sistema operativo? Niente paura, anche se hai aggiornato a Windows 11 la procedura da seguire è esattamente la medesima.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.