Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come spostare WhatsApp su scheda SD

di

Hai installato moltissime applicazioni sul tuo smartphone e, come facilmente intuibile, ora la sua memoria è quasi piena. Vorresti, dunque, liberare un po’ di spazio trasferendo WhatsApp sulla scheda SD ma, visto che sei un po’ inesperto nell’utilizzo dello smartphone, non sai come fare. Beh, non preoccuparti: se le cose stanno effettivamente in questo modo, sappi che sei capitato nel posto giusto al momento giusto.

In questo mio tutorial, infatti, ti spiegherò passo dopo passo come spostare WhatsApp su scheda SD, in modo che tu possa riuscire nel tuo obiettivo in maniera facile e veloce. Ti basterà seguire le indicazioni che troverai nel corso delle prossime righe e, indipendentemente dal modello di smartphone in tuo possesso (a patto che si tratti di un dispositivo Android), raggiungerai il tuo scopo, promesso.

Come dici? Non vedi l’ora di iniziare? Posso immaginarlo! D’accordo, mettiamoci subito all’opera. Prenditi qualche minuto di tempo libero, mettiti seduto bello comodo, prendi in mano il tuo dispositivo e presta la massima attenzione alle procedure che ti illustrerò nel corso dei prossimi paragrafi. Vedrai che, in pochissimo tempo, riuscirai a trasferire l’app di WhatsApp sulla scheda SD e a liberare la memoria del tuo smartphone. Buona lettura e buon divertimento!

Indice

Spostare WhatsApp su scheda SD su Android

Se possiedi uno smartphone Android, sarai felice di sapere che puoi spostare WhatsApp su una scheda SD in maniera molto semplice, attraverso una procedura che richiede di agire tramite il menu delle Impostazioni di Android (che si può attuare anche per il trasferimento di app “sorelle” di WhatsApp, come WhatsApp Business).

Per riuscire in questo intento, devi come prima cosa assicurarti che la scheda SD inserita nel telefono sia stata inizializzata come memoria interna, anziché come memoria portatile. Ciò è di fondamentale importanza perché soltanto con quest’opzione è possibile installarvi delle applicazioni. Nel caso in cui la scheda sia stata impostata come memoria portatile, invece, è possibile trasferirvi soltanto file e contenuti multimediali (a meno che non si effettui la procedura di root, come ti indicherò nel prossimo capitolo del tutorial).

Questa possibilità di selezione della tipologia di memoria solitamente viene richiesta dopo aver inserito la scheda SD nell’apposito alloggiamento dello smartphone (a partire dalle versioni del sistema operativo Android 6.0 e successive), in quanto ti viene mostrata una notifica che riguarda la possibilità di inizializzare la scheda SD.

Per procedere, fai tap sul pulsante Configura che puoi vedere nel centro notifiche di Android (è quella sezione visibile facendo uno swipe dall’alto verso il basso, in prossimità del margine superiore del display, e poi pigia sulla opzione Utilizza come memoria interna, nella schermata che ti viene mostrata.

Se la scheda SD è stata configurata come memoria portatile e vuoi modificarla in memoria interna, devi eseguire la configurazione della scheda SD dalle impostazioni di Android. Recati, quindi, nel menu Impostazioni, premendo sull’icona con il simbolo di un ingranaggio situata nella home screen, fai tap sulla voce Archiviazione e USB e poi premi su Scheda SD.

Adesso, premi sull’icona con il simbolo [⋮] situata in alto a destra, pigia sulla dicitura Impostazioni, che trovi nel menu contestuale, e fai tap sulla voce Formatta come memoria interna. Premi poi sulla voce Cancella e formatta, per terminare l’operazione, in modo da impostare la scheda SD come memoria interna.

Spostare WhatsApp su scheda SD senza root

Una volta configurata la scheda SD come memoria interna, puoi trasferire l’applicazione di WhatsApp all’interno della stessa. Solitamente, questa possibilità ti viene data proprio durante la fase di configurazione della microSD. Se ciò accade, accetta la possibilità di spostare tutte le app e i contenuti multimediali all’interno della stessa, pigiando prima sul pulsante Sposta ora e poi su Avanti e Sposta.

In alternativa, se non vuoi spostare tutte le app, puoi farlo per la sola applicazione di WhatsApp, utilizzando lo strumento predefinito di Android che è situato nel pannello delle Impostazioni.

Per eseguire questa procedura, avvia l’app Impostazioni pigiando sull’icona con il simbolo di un ingranaggio situata in home screen, fai tap sulla voce App, individua l’applicazione di WhatsApp da spostare sulla scheda SD, facendo tap su di essa (WhatsApp o WhatsApp Business), e infine premi sulla voce Memoria.

Adesso, pigia sul pulsante Cambia e, nella schermata successiva che visualizzi, seleziona la voce Scheda SD, per completare l’operazione. È stato semplice, vero?

Spostare WhatsApp su scheda SD con root

Nel caso in cui sul tuo smartphone o tablet Android non riuscissi a eseguire la procedura precedentemente indicata, è possibile che questa sia stata inibita dal sistema operativo oppure che la scheda SD sia stata configurata come memoria portatile per l’archiviazione dei soli file multimediali.

In questo caso, non preoccuparti. Per riuscire nell’intento di spostare WhatsApp su una scheda SD, puoi eseguire quest’operazione in un modo alternativo, utilizzando un’applicazione di terze parti che forza lo spostamento delle app su scheda SD, bypassando le restrizioni standard del sistema. Quest’operazione richiede però i permessi di root e ti consiglio di eseguirla tramite l’applicazione App2SD.

L’applicazione App2SD è, infatti, una tra le migliori di cui puoi avvalerti per riuscire in questo intento; è scaricabile gratuitamente dal Play Store e permette di spostare le app sulla scheda SD, utilizzando la tecnica dei link simbolici.

In pratica, la scheda SD viene suddivisa in due partizioni, una formattata con il file system FAT e l’altra con il file system EXT2/EXT3/EXT4. Dopodiché i file dell’app vengono spostati sulla seconda partizione creata, mentre nelle cartelle di origine (cioè sulla memoria interna dello smartphone) vengono lasciati solo dei link simbolici.

In poche parole, quest’applicazione “inganna” il sistema operativo che, in questo modo, continua a credere che l’app sia installata sulla memoria principale mentre, in realtà, è stata spostata sulla scheda SD. Inoltre, App2SD offre anche alcune funzionalità aggiuntive, come per esempio la possibilità di disinstallare le app di sistema o di nasconderle.

Ora che hai compreso al meglio il funzionamento di quest’applicazione, possiamo passare all’azione. Avvia App2SD, precedentemente scaricata tramite il link che ti ho fornito (ti basta premere prima sul pulsante Installa e poi su Accetto), facendo tap sulla sua icona nella home screen e, come prima cosa, acconsenti alle richieste che vedi a schermo, in modo da permettere all’app il suo corretto funzionamento.

Fatto ciò, scorri la schermata che visualizzi e premi sulle voci Settings > Language per selezionare la lingua Italiano. Dopodiché, nella schermata iniziale dell’applicazione, scegli la voce Utilità di partizione o Utilità di partizione (Adottabile) e fai tap su OK.

Tra le due modalità, scegli la prima (Utilità di partizione) e, nella successiva schermata di configurazione, sposta la levetta verso destra in modo da indicare la dimensione della partizione. In corrispondenza della prima partizione, scegli il file system fat32 mentre, sulla seconda, scegli ext4. Adesso, premi sul pulsante situato in basso a destra e poi fai tap nuovamente su nell’avviso che vedi a schermo.

Attendi che la procedura venga portata a termine e che, successivamente, il dispositivo si riavvi automaticamente.

Se, scegliendo la prima opzione, ti è stato mostrato un messaggio di avviso che ti segnala che questa funzionalità non può essere utilizzata sulla scheda SD installata sul dispositivo, significa che devi ripiegare sulla seconda: Utilità di partizione (Adottabile). In questo caso, fai tap su OK e poi imposta i valori che corrispondono alla dimensione di ciascuna partizione, utilizzando il campo MB.

A questo punto, in corrispondenza del campo Filesystem per la seconda partizione, scegli la voce ext4 al posto di default, poi premi su e poi successivamente di nuovo su, per avviare la creazione della partizione. Al termine di questa procedura il dispositivo verrà riavviato.

Una volta creata la partizione, avvia App2SD e poi premi sulla voce Collega app alla scheda SD. Premi quindi sul pulsante OK per selezionare la partizione e poi attendi che venga portato al termine il caricamento dei dati. Fai poi tap sulla dicitura OK per confermare il completamento della procedura.

Nella schermata successiva, pigia sull’icona di WhatsApp e poi fai tap sul pulsante Collega. Adesso, attiva la casella denominata Seleziona tutto e pigia sul pulsante OK. Attendi il termine della procedura in modo da essere così riuscito, dopo qualche instante, a trasferire l’app di WhatsApp sulla scheda SD.

Spostare WhatsApp su scheda SD su iPhone

Se possiedi un iPhone o un iPad, saprai sicuramente che i dispositivi Apple non supportano le schede SD, in quanto non è presente l’apposito alloggiamento. L’unica soluzione per avere una scheda SD su un iPhone o un iPad è l’utilizzo di accessori di terze parti, come quelli che vedi qui di seguito, i quali si collegano alla porta Lightning.

Lettore di Schede Lightning SD Adattatore Telecamera per iPhone iPad, ...
Amazon.it: 26,99 € 12,99 €Vedi offerta su Amazon

Questi accessori sono fruibili con delle app complementari installabili tramite l’App Store ma permettono soltanto di trasferire i file tra la memoria interna e quella della scheda SD.

Purtroppo, quindi, non possono essere utilizzati per spostare app sulla scheda SD, come ad esempio WhatsApp, in quanto non permettono di trasferire le applicazioni ma soltanto i file, come quelli multimediali.