Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Salvatore Aranzulla Day
Evento di formazione SEO con Salvatore Aranzulla. Scopri il programma

Come trasferire file da tablet a chiavetta USB

di

Da quando l’hai acquistato, il tuo tablet è diventato un fido alleato per quanto riguarda il lavoro, permettendoti di svolgere la maggior parte delle operazioni di cui hai bisogno in qualsiasi momento della giornata e da qualsiasi posto. Ultimamente, però, hai notato che la sua memoria interna inizia a soffrire, questo a causa del gran numero di file che hai salvato nel corso del tempo: pertanto, hai iniziato a chiederti come liberare un po’ di spazio e ti sei domandato se è possibile copiare dei file dalla memoria del device a una chiavetta USB.

Ebbene, sono felice di annunciarti che la risposta al tuo quesito è affermativa: è possibile trasferire file da tablet a chiavetta USB sfruttando una serie di metodi non soltanto rapidi da applicare, ma anche molto semplici da utilizzare. Non ti preoccupare: qualunque sia il sistema operativo presente sul tuo tablet, AndroidiOSWindows 10, adesso ti spiegherò come fare e riuscirai a portare a raggiungere il tuo scopo senza alcun problema.

Dunque cosa aspetti a metterti in azione? Prendi un po’ di tempo libero per te, mettiti bello comodo e leggi tutte le istruzioni che ho da fornirti per trasferire i file importanti dalla memoria del tuo tablet alla chiavetta USB: sono sicuro che, dopo un’attenta lettura, sarai perfettamente in grado di scegliere il metodo che più si adatta alle tue esigenze e di applicarlo al meglio. Detto ciò, non mi resta che augurarti buona lettura e buon lavoro!

Indice

Trasferire file da tablet Android a chiavetta USB

Per quanto riguarda i tablet Android, hai ben due modi di procedere e di trasferire i file su una chiavetta USB: il primo, sicuramente più rapido, consiste nel collegare fisicamente la chiavetta al tablet e accedervi come se fosse una comune memoria esterna. Qualora il tuo dispositivo non fosse dotato di porte USB, avrai bisogno di acquistare un piccolo adattatore, chiamato USB OTG, che permette il collegamento della chiavetta anche in assenza della porta comune: Puoi acquistare questi dispositivi per pochi soldi dai più noti store online, Amazon incluso.

Di seguito te ne propongo alcuni modelli, ma ti raccomando di fare attenzione al modello che più si addice al tuo tablet, in base al tipo di connettore di cui è dotato: in particolare, alcuni tablet hanno a disposizione il “classico” micro-USB di tipo B, altri (in genere più recenti) dispongono invece di USB di tipo C. Per distinguerli, ricorda che quest’ultimo può essere inserito in ambo i versi.

Ugreen 10396 - Cavo USB A Micro-USB B Femmina Maschio, 2.0, 480 Mbit/s...
Amazon.it: 6,99 €Vedi offerta su Amazon
Aukru USB Tipo C a USB 3.0 Host OTG cavo adattatore Per Apple MacBook ...
Amazon.it: 4,99 €Vedi offerta su Amazon
KiWiBiRD Adattatore OTG ad alta velocità Micro USB (maschio) a USB 2....
Amazon.it: 8,99 € 6,99 €Vedi offerta su Amazon

In alternativa, puoi anche acquistare delle chiavette USB OTG, che da un lato presentano un connettore micro-USB per il collegamento ai tablet e agli smartphone Android e dall’altro hanno un classico connettore USB di tipo A, da usare per il collegamento con il computer.

UGREEN Memoria USB OTG per Android, USB Drive 2 in 1 Micro USB e USB 2...
Amazon.it: 13,99 €Vedi offerta su Amazon
Sandisk Ultra Dual USB Drive 3.0 32 GB, Velocità di lettura fino a 15...
Amazon.it: 19,99 € 15,72 €Vedi offerta su Amazon
MAXINDA 8GB/16GB/32GB/64GB OTG Telefono Mobile /Tablet PC Trasformazio...
Amazon.it: 15,28 €Vedi offerta su Amazon

Se non hai intenzione di usare l’USB OTG, invece, puoi avvalerti del tuo computer, collegando contemporaneamente a esso sia il tablet (tramite il suo cavo USB) che la chiavetta, ed effettuando un trasferimento diretto con il classico taglia e incolla. Leggi le istruzioni che sto per darti e valuta attentamente il metodo più adatto a te.

USB OTG

Se hai optato per il trasferimento sulla chiavetta tramite porta USB (o adattatore USB OTG), la prima cosa che devi fare è scaricare sul tablet un file manager che possa semplificare l’operazione: ti consiglio di rivolgerti a File Manager+, un’app per Android molto semplice da usare, gratuita e senza annunci pubblicitari, e che fa egregiamente il suo dovere.

Una volta scaricata e installata l’app File Manager+, collega la chiavetta o, in alternativa, l’adattatore OTG con collegata la chiavetta su cui copiare i file, alla porta USB del tuo tablet e, dopo qualche secondo, Android ti mostrerà una notifica che avvisa dell’inserimento di un nuovo dispositivo USB: apponi quindi il segno di spunta sulla casella Usa sempre questo dispositivo USB e sfiora successivamente il pulsante Annulla.

Fatto ciò, avvia File Manager+ pigiando sulla sua icona collocata nella lista app del tuo tablet, sfiora il pulsante Consenti per accordarle i permessi di accesso alla memoria, fai tap sull’icona Main Storage (o SD card, se i file da trasferire sono contenuti sulla microSD interna) e poi sulla cartella che contiene i file da trasferire all’interno della chiavetta USB. In alternativa, puoi fare tap sulle icone relative alle raccolte (ad es. Documents per i file di tipo “documento”, Images per le immagini, e così via) per accedere rapidamente ai tipi di file che ti interessa spostare.

Una volta raggiunta la posizione desiderata, esegui un tap prolungato sul file che vuoi trasferire e, se ne hai bisogno, seleziona anche gli altri file pigiando sulle relative icone: completata l’operazione, premi sul pulsante Move posto nella parte inferiore della schermata.

Arrivato a questo punto, fai tap sull’icona a forma di casa collocata in alto a sinistra, poi sull’icona USB Storage per entrare nella chiavetta USB: se è la prima volta che lo fai, pigia sul pulsante OK per concordare i permessi di accesso all’app, dopodiché recati nella cartella in cui intendi trasferire i file e sfiora il pulsante Paste collocato in basso. Dopo qualche secondo, vedrai comparire i file nella cartella scelta.

Se lo desideri, File Manager+ ti permette anche di creare nuove cartelle sulla tua chiavetta USB: pigia sul pulsante  collocato in alto a destra, fai tap sulle voci New Folder dal menu proposto, immetti il nome da assegnare alla nuova cartella e pigia infine sul pulsante OK. Ammettilo: è stato più facile di quanto pensassi, vero?

Da computer

Se non disponi di un adattatore o una chiavetta OTG, ma hai a portata di mano un computer e il cavetto USB del tuo tablet, puoi tranquillamente trasferire i file dal tuo dispositivo alla pen drive effettuando un “semplice” taglia-e-incolla. Come? Te lo spiego subito!

Se hai a disposizione un computer Windows, collega a esso sia la chiavetta USB che il tablet Android. Fatto ciò, accedi all’area di notifica di quest’ultimo, pigia sul banner Opzioni USB e apponi il segno di spunta sulla casella Trasferimenti di file nella schermata proposta. Fatta questa operazione, accertati che la voce Debug USB (collocata in Impostazioni > Opzioni di sviluppo) sia disattivata: in caso contrario, togli il segno di spunta dalla relativa casella. Come dici? Non trovi il succitato menu? Non temere: ciò vuol dire che le opzioni per sviluppatori non sono mai state attivate e, di conseguenza, che quella voce non può essere abilitata.

Configurato il tablet ed effettuate le opportune verifiche, accedi al tuo PC e apri Esplora File (l’icona a forma di cartella gialla collocata nella barra di sistema), fai clic sulla voce Computer/Questo PC presente nella barra a sinistra della finestra che ti viene proposta, fai doppio clic sull’icona relativa al tuo tablet e, ancora, sull’icona Memoria Interna (o su Scheda SD, per accedere ai file salvati sulla microSD installata nel tablet).

A questo punto, recati nella cartella contenente i file da trasferire, tagliali (anche più file per volta), clicca sull’icona relativa alla chiavetta USB presente nel riquadro a sinistra di Esplora File e incolla il tutto senza esitazione, usando il menu contestuale del programma (richiamabile tramite clic destro su un punto vuoto della cartella) o la combinazione di tasti CTRL+V. In caso di problemi di collegamento tra il tablet e il computer, ti consiglio di leggere con attenzione il mio tutorial su come collegare Android al PC.

Se invece hai a disposizione un Mac, ti consiglio di far riferimento al programma Android File Transfer, che permette di accedere con facilità alla memoria interna dei terminali Android (sia smartphone che tablet) per il trasferimento dei file. Per prima cosa, collegati quindi al sito Internet del programma, clicca sul pulsante Download Now e, una volta completato il processo di download, avvia il file scaricato e trascina l’icona Trasferimento file Android nella cartella Applicazioni del tuo Mac.

Fatto ciò, fai clic destro sull’icona appena creata, clicca sulla voce Apri collocata nel menu proposto e poi ancora sul pulsante Apri (è necessario farlo soltanto la prima volta). A questo punto, pigia sul pulsante Inizia, attendi qualche istante affinché vengano visualizzate le cartelle del tuo tablet Android, recati nella cartella che contiene i file da trasferire, selezionali e trascinali nella cartella del tuo PC in cui intendi spostarli.

Android File Transfer

Se i file del tablet sono residenti sulla microSD, ricorda di selezionare le cartelle StorageinternalSD (o, ancora, sdcard0) nella schermata principale di Android File Transfer. Più facile a farsi che a dirsi.

Trasferire file da iPad a chiavetta USB

La memoria del tuo iPad è quasi satura e non vedi l’ora di “alleggerirla” trasferendo qualche file sulla chiavetta USB? Ti dico fin da subito che si può fare, e in modo anche abbastanza semplice. Anche in questo caso, i metodi di cui puoi avvalerti sono due: il primo prevede l’utilizzo del computer, l’altro prevede invece l’acquisto di una speciale memoria esterna adatta ai dispositivi Apple, molto simile a una chiavetta USB. Di seguito vado a fornirti tutte le istruzioni necessarie in entrambi i casi.

Da computer

Se disponi di un PC Windows, devi innanzitutto installare iTunes per assicurare il riconoscimento corretto dell’iPad da parte di Windows. Dunque, se non hai già provveduto all’installazione del programma, procedi come segue: collegati al sito Internet di Apple, fai clic sul pulsante Download e, completato lo scaricamento del file sul tuo computer (ad es. iTunes64setup.exe), avvialo.

All’interno della nuova finestra proposta, clicca sul pulsante Avanti, elimina il segno di spunta dalla casella Utilizza iTunes come player predefinito per i file audio se non intendi sfruttarlo come riproduttore predefinito, pigia sui pulsanti Installa, due volte Fine. A questo punto, pigia sul pulsante Accetto se intendi condividere con Apple i dati della tua libreria, o su No, grazie altrimenti. Se hai problemi con questa procedura, non esitare a consultare la mia guida su come installare iTunes.

A questo punto, non ti resta che aprire iTunes, collegare il tuo iPad al computer tramite il cavo USB/Lightning, sfiorare il pulsante Autorizza che compare sullo schermo del tablet e, infine, inserire su iTunes il codice di sicurezza impostato sull’iPad. A questo punto, se non intendi completare la sincronizzazione, puoi chiudere tranquillamente iTunes.

Completata l’operazione di configurazione, non ti resta che procedere in modo del tutto analogo a quanto visto nella parte Windows relativa ai tablet Android: collega anche la chiavetta USB, avvia Esplora File, seleziona l’icona Computer/Questo PC dalla parte sinistra della finestra, fai doppio clic sull’icona dell’iPad, recati nella cartella che contiene i file da trasferire e, infine, taglialiincollali nella tua chiavetta USB, la cui icona è collocata nella medesima barra laterale.

Per quanto riguarda invece il Mac, il metodo più semplice di trasferire file è sfruttando il Bluetooth e la funzionalità AirDrop, già integrata sia in macOS che in iOS. Prima di tutto, pigia sulla voce Vai collocata nella barra dei menu del Mac, in alto, e seleziona la voce AirDrop dal menu proposto. Se necessario, attiva il Bluetooth e/o il Wi-Fi utilizzando l’apposito pulsante proposto, dopodiché clicca sull’impostazione Consenti di trovarmi a per attivare la condivisione dei file con persone non presenti nell’app Contatti.

A questo punto spostati sull’iPad, richiama il Centro di Controllo, pigia sull’icona AirDrop per attivare la funzionalità, dopodiché seleziona la voce Solo contatti. Fatto ciò, seleziona il file che desideri trasferire, pigia sul pulsante Condividi (il quadrato con la freccia verso l’alto) e seleziona dal menu la voce relativa al tuo Mac. Spostati ancora su quest’ultimo e conferma la volontà di accettare il trasferimento pigiando sul relativo tasto: il file viene così trasferito nella cartella Download del Mac, puoi eliminarlo tranquillamente dalla memoria del tuo iPad.

Fatto ciò, non ti resta che collegare la chiavetta USB al tuo Mac e spostare i file, tramite il Finder, dalla cartella Download del Mac alla chiavetta stessa. Se hai problemi con l’utilizzo di questa modalità di trasferimento, ti consiglio di consultare la mia guida su come funziona AirDrop.

Chiavette Lightning o hub portatili

Come ti ho già accennato poco fa, è possibile trasferire file da tablet a chiavetta USB in modo “diretto” anche quando si parla di iPad, tuttavia non è possibile procedere con le comuni chiavette USB che utilizzi di solito. In altre parole, per effettuare questa operazione, necessiti di una chiavetta dotata di connettore Lightning (dunque creata apposta per i dispositivi Apple) o di un file hub portatile, cioè un dispositivo di archiviazione Wi-Fi adatto allo scopo. Di seguito ti segnalo alcune delle migliori soluzioni disponibili su Amazon.

FileHub RAVPower Router Wifi Portatile, Ripetitore Wifi, Lettore per S...
Amazon.it: 39,99 €Vedi offerta su Amazon
Sandisk iXpand USB 3.0 Unità Flash da Backup da 32 GB per iPhone e iP...
Amazon.it: 59,99 € 41,32 €Vedi offerta su Amazon
Flash Drive iPhone RAVPower USB Flash Drive iPhone da 64 GB con Connet...
Amazon.it: 41,99 €Vedi offerta su Amazon
HooToo Flash Drive iPhone 64GB [MFi Certificato] Chiavetta iPhone USB ...
Amazon.it: 49,99 €Vedi offerta su Amazon

Una volta ottenuto il dispositivo più adatto alle tue esigenze, non devi far altro che installare la sua app dedicata (solitamente disponibile sull’App Store) nel tuo iPad e seguire le istruzioni fornite per completare il trasferimento dei file.

Poiché Apple non ha una procedura “standard” per il trasferimento dei file su tali dispositivi (vista l’incompatibilità nativa dell’iPad con le memorie esterne), non posso fornirti istruzioni più precise in merito: in linea di massima, devi usare il gestore dell’app specifica relativa al dispositivo di memoria a tua disposizione per selezionare i file residenti sul tuo iPad e confermare la volontà di trasferirli seguendo la procedura suggerita a schermo.

Trasferire file da tablet Windows 10 a chiavetta USB

Trasferire file da tablet a chiavetta USB su Windows 10

Hai a disposizione un tablet Windows 10 e ti stai chiedendo come trasferire i file su una chiavetta USB? Nulla di più semplice! Per prima cosa, verifica la presenza a bordo di porte USB regolari e, in caso vi fossero, collega immediatamente la chiavetta su cui trasferire i file. In caso contrario, ti consiglio di acquistare l’adattatore microUSB-USB più adatto al tuo tablet, esattamente come ti ho suggerito nella sezione relativa ai tablet Android.

Una volta collegata la chiavetta USB (eventualmente insieme all’adattatore), devi effettuare la medesima procedura che useresti per il computer, con qualche piccola “modifica” per renderla più agevole alla selezione tramite touchscreen: avvia una finestra di Esplora File pigiando sull’icona a forma di cartella gialla collocata nella barra in fondo allo schermo, dopodiché pigia sulla voce Visualizza collocata in alto, apponi il segno di spunta su Caselle di controllo elementi e seleziona la voce Home.

A questo punto, recati nella cartella che contiene il file da spostare, fai tap sulle caselle corrispondenti ai file che ti interessano, poi sul pulsante Sposta In… collocato nella barra in alto, seleziona la voce Seleziona percorso… dal menu proposto, seleziona la chiavetta USB all’interno della nuova finestra e pigia sul pulsante OK.

Come dici? Non riesci a vedere l’icona Esplora File nella barra di Windows? Non preoccuparti, puoi farla comparire in modo molto semplice: fai tap prolungato su un punto vuoto della barra nera collocata in fondo allo schermo e seleziona la voce Mostra le icone delle app dal nuovo menu proposto: in men che non si dica, l’icona comparirà sulla barra!