Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
eBay Black Week
Migliaia di prodotti in promozione su eBay. Scopri le offerte migliori

Come trasferire foto dal cellulare al PC tramite Bluetooth

di

Dopo la vacanza tanto desiderata, sei tornato a casa e ti sei deciso a liberare la memoria del tuo smartphone da tutte le fotografie scattate durante il lungo viaggio. Purtroppo, nonostante una ricerca a dir poco spasmodica, non sei riuscito a trovare il cavetto USB che utilizzi per collegare il cellulare al PC, metodo che sfrutti abitualmente per spostare le foto da una parte all’altra. Non disperare: non tutto è perduto! Puoi ancora affidarti al Bluetooth e, in caso di bisogno, usare questa tecnologia di connessione wireless per spostare i file dalla memoria del telefono al disco del computer in modo relativamente veloce.

Come dici? La cosa ti interessa, ci avevi già pensato ma non sai bene come procedere in tal senso? Perfetto, allora non potevi capitare in posto migliore! In questa guida, infatti, ti spiegherò in maniera dettagliata come trasferire foto dal cellulare al PC tramite Bluetooth sfruttando delle procedure di facile applicazione. Sarà mia cura indicarti sia i passaggi necessari per accendere il Bluetooth sul computer, sia quelli necessari per abbinare quest’ultimo al telefono ed effettuare il trasferimento.

Prima di andare avanti, però, vorrei farti presente un aspetto abbastanza importante: la velocità di trasferimento tramite Bluetooth è sicuramente inferiore rispetto a quella che è possibile ottenere sfruttando un cavo USB, pertanto potresti impiegare qualche minuto in più per portare a termine l’obiettivo che ti sei prefissato. Tutto chiaro? Bene, allora procediamo!

Indice

Come trasferire foto dal cellulare a un PC Windows tramite Bluetooth

Come trasferire foto dal cellulare al PC tramite Bluetooth

In questa parte della guida, mi appresto a mostrarti come preparare un computer con sistema operativo Windows a ricevere file dallo smartphone di tuo interesse. Se disponi di un notebook, è molto probabile che la connettività Bluetooth sia già integrata in esso; al contrario, se stai usando un computer fisso e non hai nessun modulo di questo tipo installato, puoi facilmente porre rimedio al problema acquistando un piccolo adattatore USB in grado di fornire connettività Bluetooth laddove questa non dovesse essere disponibile in modo nativo.

Puoi procurarti uno di questi adattatori per pochi euro, nei negozi di articoli informatici oppure online: di seguito te ne indico alcuni.

Adattatore Bluetooth, iAmotus USB Bluetooth Stick 4.0 + EDR Mini Dongl...
Vedi offerta su Amazon
Asus USB-BT400 Nano Bluetooth Stick (utilizza controller PS4 e Xbox On...
Vedi offerta su Amazon
Trust Adattatore USB Bluetooth 4.0
Vedi offerta su Amazon

Configurare il Bluetooth su Windows 10

Una volta predisposto “fisicamente” il computer alla connettività Bluetooth, puoi passare alla configurazione del sistema operativo. Se utilizzi Windows 10, puoi seguire due procedure differenti per abilitare il computer a ricevere nuove connessioni: nel concreto, puoi operare agendo tramite le impostazioni di sistema oppure tramite il centro notifiche.

Impostazioni

Per configurare il Bluetooth su Windows 10 tramite le Impostazioni, apri il menu Start (cliccando sul pulsante a forma di bandierina collocato nell’angolo inferiore sinistro dello schermo) e pigia sul pulsante , collocato subito sopra il pulsante di spegnimento/riavvio.

A questo punto, clicca sull’icona Dispositivi residente nella nuova finestra che compare a schermo, seleziona la voce Bluetooth e altri dispositivi presente nella parte sinistra della stessa e, quindi, attiva la levetta relativa al Bluetooth (qualora questa non lo fosse già): se tutto è andato per il verso giusto, dopo qualche istante, dovresti visualizzare la dicitura Attivato in corrispondenza della stessa.

Se sul telefono in tuo possesso è già attivo il Bluetooth, puoi effettuare immediatamente l’associazione con il computer predisponendo quest’ultimo alla ricezione dei file: per procedere, è sufficiente cliccare sulla voce Aggiungi dispositivo Bluetooth o di altro tipo presente nel pannello delle impostazioni Bluetooth, quindi selezionare l’opzione Bluetooth dalla schermata successiva.

Se tutto è andato per il meglio, il nome del tuo smartphone dovrebbe comparire nell’elenco dei dispositivi rilevati nelle vicinanze: per finalizzare l’abbinamento, clicca sullo stesso e attendi che la connessione venga stabilita; se necessario, autorizza il collegamento anche sul telefono, fornendo il PIN visualizzato sullo schermo del PC.

Qualora non avessi ancora abilitato il Bluetooth sul cellulare, puoi abbinare i due dispositivi seguendo le istruzioni che andrò a fornirti più avanti in questa guida.

Centro notifiche

In alternativa, puoi attivare il Bluetooth in modo ancor più rapido agendo dal centro notifiche di Windows 10. Per procedere, richiama quest’ultimo cliccando sull’icona a forma di fumetto collocata accanto all’orologio di sistema (in basso a destra) e pigia sul pulsante Bluetooth collocato in basso: dopo qualche istante, questo dovrebbe “illuminarsi”.

Qualora il pulsante non dovesse essere immediatamente visibile, premi sulla voce Espandi per visualizzarlo e ripeti la procedura che ti ho illustrato qualche secondo fa. Se il tuo telefono è già predisposto ad accettare connessioni Bluetooth, puoi procedere con l’abbinamento così come ti ho mostrato poco fa: per raggiungere il pannello delle Impostazioni Bluetooth, è sufficiente fare clic destro sull’icona Bluetooth annessa al pannello di notifica e selezionare la voce Vai alle impostazioni dal menu proposto.

Per ulteriori indicazioni sulla procedura di attivazione del Bluetooth su Windows 10, o se stai incontrando difficoltà con i passaggi descritti poc’anzi, ti consiglio di leggere la mia guida su come attivare Bluetooth su Windows 10, nella quale ho trattato l’argomento con dovizia di dettagli.

Configurare il Bluetooth su Windows 8.1 e precedenti

Disponi di una versione di Windows meno recente? In questo caso i passaggi da seguire sono leggermente diversi: per prima cosa, controlla la presenza di un tasto o di un interruttore Bluetooth sulla tastiera del computer (in particolar modo se stai servendoti di un portatile) e, in caso positivo, pigialo o attivalo per abilitare la connessione.

In alternativa, puoi verificare l’attivazione del modulo apposito recandoti in Gestione Dispositivi, la sezione di Windows che permette di controllare l’hardware collegato al PC: per prima cosa, fai clic destro sull’icona Computer/Questo PC collocata sul desktop, seleziona la voce Proprietà dal menu proposto e, per accedere all’apposito pannello, clicca sul pulsante Gestione Dispositivi presente nella nuova finestra.

A questo punto, controlla che tra le periferiche elencate sia presente una voce simile a Dispositivo Bluetooth o Radio Bluetooth, fai doppio clic su quest’ultima e accertati che, nella finestra di controllo, compaia la dicitura Il dispositivo funziona correttamente.

Una volta effettuato questo piccolo controllo, se hai già preventivamente attivato il Bluetooth sul telefono, puoi procedere all’abbinamento tra i due dispositivi: dal computer, apri il menu Start, digita le parole pannello di controllo nel campo di ricerca e clicca sul primo risultato restituito per accedere all’omonima sezione di Windows.

Fatto ciò, clicca sulla voce Hardware e suoni (se non fosse visibile, clicca sulla voce Visualizza per collocata in alto e scegli l’opzione Categoria), premi sul bottone Aggiungi un dispositivo e attendi che il telefono venga correttamente rilevato. Quando ciò avviene, clicca sul suo nome, premi sul pulsante Avanti e segui le istruzioni mostrate a schermo per procedere con la procedura di pairing.

Configurare il Bluetooth su macOS

Come dici? Non possiedi un computer Windows ma un Mac? Allora con molta probabilità il Bluetooth è già integrato, pertanto non devi utilizzare nessun tipo di adattatore USB per aggiungere questo tipo di connettività.

Dunque, per configurare il Bluetooth su macOS, fai clic sull’icona Preferenze di sistema presente sulla barra Dock (contrassegnata dal simbolo a forma di ingranaggio) oppure digita le parole preferenze di sistema nel campo di ricerca di Spotlight (l’icona a forma di lente d’ingrandimento collocata nell’angolo in alto a destra dello schermo) e seleziona il primo risultato restituito.

Giunto nell’apposito pannello, premi sul pulsante Bluetooth e, nella nuova finestra, pigia sul pulsante Attiva Bluetooth presente sul lato sinistro della finestra per abilitare la connettività. Come prova dell’avvenuta attivazione, dovresti veder comparire la dicitura Bluetooth: attivo.

Per comodità, ti consiglio inoltre di apporre il segno di spunta accanto alla voce Mostra Bluetooth nella barra dei menu, così da aggiungere il pulsante con la classica “B” stilizzata nel pannello superiore di macOS e gestire direttamente da lì i vari aspetti relativi al Bluetooth.

Predisporre Mac alla ricezione di file tramite Bluetooth

Per predisporre il Mac alla ricezione di file tramite Bluetooth, non devi far altro che abbinare lo smartphone al sistema operativo. Per farlo, attiva il Bluetooth sul telefono da cui intendi prelevare le foto, dopodiché torna al computer, clicca sull’icona Bluetooth collocata nel pannello superiore di macOS e premi sulla voce Sfoglia file sul dispositivo… presente nel menu proposto.

A questo punto, attendi qualche istante affinché il nome del tuo smartphone compaia nella lista dei dispositivi rilevati, clicca sul suo nome e premi sul pulsante Abbina che compare in sua corrispondenza: per finalizzare il collegamento tra i due dispositivi, devi semplicemente seguire le istruzioni fornite a schermo (e, se necessario, autorizzare la connessione sul telefono immettendo il PIN proposto).

Inviare foto dal cellulare al PC tramite Bluetooth

Dopo aver correttamente predisposto il computer seguendo i passaggi visti in precedenza, è finalmente giunto il momento di capire nel concreto come trasferire foto dal cellulare al PC tramite Bluetooth: di seguito ti spiegherò per filo e per segno come effettuare l’abbinamento tra i dispositivi partendo dal telefono (qualora tu non lo abbia già fatto in precedenza) e come effettuare lo spostamento vero e proprio.

Android

Se disponi di un terminale Android, devi innanzitutto attivare la connettività Bluetooth: per farlo, tocca l’icona Impostazioni collocata nel drawer del dispositivi, pigia sulla voce Bluetooth o Dispositivi Collegati (su Android 8.0 e successivi) e sposta su ON la levetta corrispondente alla voce Bluetooth.

A questo punto, se non hai ancora effettuato l’abbinamento tra telefono e computer, accedi alle impostazioni del Bluetooth su quest’ultimo, così da renderlo rilevabile, in seguito torna al telefono e premi sulla voce Associa nuovo dispositivo (se ti trovi su Android 8.0 o successivi, devi prima toccare la voce Bluetooth), attendi che il computer compaia nella lista dei Dispositivi disponibili e fai tap sul suo nome per avviare la procedura di abbinamento e segui le istruzioni mostrate a schermo per finalizzarla.

In genere, devi accertarti che su entrambi i dispositivi compaia lo stesso PIN e confermare la volontà di effettuare l’associazione premendo sul pulsante OK/Sì visualizzato sullo schermo del computer. Qualora dovessi riscontrare difficoltà con questa procedura, puoi effettuare l’abbinamento “partendo” dal computer, servendoti delle istruzioni che ti ho fornito in precedenza sia per Windows che per macOS.

Una volta finalizzata la procedura di pairing, sei finalmente pronto a inviare le foto dal telefono al computer: quasi tutti gli smartphone Android utilizzano l’app Google Foto per la visualizzazione delle immagini salvate sul telefono. Per iniziare, avvia quindi quest’ultima facendo tap sulla sua icona (una girandola colorata) collocata nel drawer del dispositivo. Qualora Google Foto non dovesse essere presente, puoi scaricarla gratuitamente dal Google Play Store, o servirti dell’app Galleria (o Immagini) già integrata nel sistema operativo.

Ad ogni modo, avvia il gestore immagini che hai deciso di utilizzare, apri l’album contenente le foto che intendi trasferire e, per effettuare una selezione multipla, effettua un tap prolungato su una delle immagini di tuo interesse e apponi il segno di spunta a tutti i file che intendi spostare. Quando hai finito, pigia sul pulsante di condivisione (solitamente contrassegnato da tre punti uniti da una linea, che formano una specie di triangolo aperto) oppure sulla voce Condividi, seleziona la voce Bluetooth e tocca sul nome del computer abbinato in precedenza per avviare il trasferimento.

Se tutto è andato per il verso giusto, dovresti visualizzare sul computer un messaggio che ti avvisa del trasferimento in arrivo: se necessario, conferma l’autorizzazione a procedere cliccando sull’apposito bottone. A trasferimento completato, i file verranno salvati nella cartella Documenti\Cartella Scambio Bluetooth, se ti trovi su Windows, o nella cartella Download, se ti trovi su Mac.

iOS

Se possiedi un iPhone le cose si fanno leggermente più complicate: per una limitazione di iOS, non puoi effettuare trasferimenti di file attraverso il Bluetooth su nessun altro tipo di dispositivo. Tu, però, non disperare, le alternative per inviare le foto al PC non mancano di certo!

Il metodo più semplice per trasferire foto dall’iPhone al computer è sicuramente iCloud, ossia il servizio di archiviazione offerto da Apple: esso, infatti, permette di salvare automaticamente le foto scattate con l’iPhone, con la possibilità di accedervi da Windows o da Mac tramite l’apposito programma. Per approfondire questo discorso, ti rimando alla lettura della mia su guida come scaricare foto da iCloud.

Se intendi spostare le foto dall’iPhone a un Mac, puoi facilmente servirti di AirDrop, la tecnologia di condivisone sviluppata da Apple che sfrutta la connessione diretta del Wi-Fi per trasferire qualsiasi tipo di file tra dispositivi Apple: all’atto pratico, devi semplicemente abilitare AirDrop sul Mac recandoti nel menu Vai > AirDrop del Finder ed effettuare l’invio delle foto sfruttando il menu di condivisione di iOS. Se non sai come fare, puoi consultare liberamente la mia guida su come funziona AirDrop e imparare a usare questo servizio in men che non si dica.

In ultimo, puoi trasferire le foto utilizzando le funzionalità di backup offerte da iTunes, oppure tramite uno dei tanti servizi di trasferimento file (come ad esempio Send Anywhere) pensati anche per iPhone: se intendi seguire questa strada, ti consiglio di leggere il mio tutorial su  come trasferire dati da iPhone a PC, in cui ho avuto modo di segnalarti numerosi metodi validi per effettuare lo spostamento dei file dal “melafonino” al computer.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.