Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come trasferire foto da Xiaomi a PC

di

Da quando hai acquistato il tuo smartphone Xiaomi, hai scattato, ricevuto e salvato molte foto, che hai avuto cura di mantenere finora; tuttavia, ti sei accorto che occupano molto dello spazio di archiviazione disponibile. Oppure, vorresti assicurarti di poter accedere alle immagini salvate sul tuo smartphone in qualunque momento anche dal PC, o magari vorresti archiviarne delle copie per organizzarle meglio, o per prevenire lo sfortunato caso in cui le foto originali vadano perse. Insomma, qualunque sia la tua motivazione, vorresti trasferire le foto dal cellulare a un PC.

Se le cose stanno proprio così, non preoccuparti: sei nel posto giusto. In questo tutorial sarà infatti mio compito spiegarti come trasferire foto da Xiaomi a PC, sia su sistema operativo Windows che su macOS, indicandoti i principali strumenti che puoi usare per questo scopo, sia tramite cavo che con connessione wireless; per ognuno di essi, ti fornirò anche informazioni dettagliate su come utilizzarli per effettuare correttamente il trasferimento.

Dunque, non perdiamo altro tempo prezioso: mettiti comodo e prenditi pochi minuti di tempo da dedicare alla lettura di questa guida, scoprire le opzioni che hai a disposizione e valutare quale sia la più adatta a te. Sono sicuro che, una volta individuato il metodo più consono alle tue necessità, riuscirai a trasferire le tue foto in men che non si dica. Ti auguro una buona lettura e buona fortuna!

Indice

Come trasferire foto da Xiaomi a PC

Se sei un utente Windows, le possibilità sono molte: sia il sistema operativo che lo smartphone Xiaomi sono forniti di strumenti preinstallati che consentono non solo di archiviare le proprie foto, ma anche di effettuare il trasferimento da un dispositivo all’altro, oltre ai servizi di terze parti progettati appositamente per questo scopo. Nei prossimi paragrafi ti elencherò innanzitutto quelle utilizzabili connettendo i device tramite cavo USB, per poi passare a quelle wireless. Sei pronto? Cominciamo!

Esplora File

Esplora file

Il primo strumento che voglio consigliarti è già presente nel sistema operativo Windows e richiede semplicemente la connessione dei due dispositivi tramite cavo USB: si tratta di Esplora File, il programma di gestione dei file su PC. Le versioni più recenti di Windows includono anche i driver richiesti per il riconoscimento dei device Android e non necessitano quindi di download aggiuntivi. La procedura per utilizzare Esplora File è la stessa su Windows 11 e Windows 10 (a in realtà anche su edizioni più datate, con qualche piccola variazione in termini di interfaccia utente).

Inizia collegando lo smartphone Xiaomi al computer tramite un cavo USB. Riceverai così una notifica sul telefono: scorri il dito sullo schermo dall’alto verso il basso per aprire la schermata della notifiche, premi su quella relativa alle Opzioni USB e fai tap sulla voce Trasferimento File. Attendi dunque che il PC riconosca lo smartphone.

Fatto ciò, spostati sul computer e clicca sull’icona della cartella gialla nella barra delle applicazioni di Windows per aprire Esplora File. Nel menu a sinistra, individua il nome dello smartphone Xiaomi e fai clic per visualizzare le cartelle in esso contenute; poi, seleziona l’icona Memoria condivisa interna o Memoria esterna, a seconda di dove si trovano le foto che vuoi trasferire e successivamente la cartella in cui le hai salvate. Generalmente, si trovano nella cartella DCIM, ma il percorso può essere diverso a seconda della posizione delle tue immagini.

Una volta individuati i file, puoi trasferirli semplicemente con un copia e incolla (o taglia e incolla, a seconda delle tue necessità) per trasferirli nella cartella del PC in cui vuoi salvarle; in alternativa, puoi semplicemente selezionare e trascinare le anteprime sulla cartella di destinazione.

Nel caso in cui il tuo sistema operativo non riconosca lo smartphone Xiaomi e necessiti dell’installazione di driver, non preoccuparti: fai pure riferimento alle indicazioni che ho fornito nelle mie guide su come collegare Xiaomi al PC e come collegare Android al PC.

Foto di Windows

Foto di Windows

Sui sistemi operativi Windows 10 e Windows 11 puoi trasferire le tue foto in modo ancora semplice grazie all’applicazione Foto, già preinstallata nel PC insieme al sistema stesso. Nel caso in cui fosse stata rimossa, puoi scaricarla nuovamente (e gratuitamente) dal Microsoft Store. Anche in questo caso sarà necessario collegare lo smartphone al PC tramite cavo USB e impostare la connessione in modalità Trasferimento di foto (PTP), secondo le modalità che ti ho indicato nel capitolo precedente.

Sul PC, fai clic sul menu Start di Windows (l’icona della bandierina situata nella barra delle applicazioni) e individua l’icona Foto: aprila premendo. In alternativa, su Windows 10 puoi digitare “foto” nell’apposito campo di ricerca di Cortana; su Windows 11, invece, puoi cliccare sull’icona della lente di ingrandimento nella barra delle applicazioni e digitare “foto” per individuarla.

Come dici? Si è avviata un’operazione diversa? Niente paura: ciò significa che Foto non è stato impostato come il visualizzatore di immagini predefinito del sistema. Per risolvere il problema, ti invito alla lettura della mia guida su come cambiare i programmi predefiniti.

Se stai operando su Windows 11, una volta aperta la schermata di Foto, fai clic sul pulsante Importa (l’icona con una foto e una freccia in giù) e poi sulla voce Da un dispositivo connesso. Attendi il completamento della ricerca dei file e, a procedura compiuta, ti sarà mostrata una schermata in cui potrai modificare la cartella di destinazione: clicca sulla voce Cambia destinazione e poi sulla cartella in cui vorresti salvare le foto.

Superato questo passaggio, puoi selezionare manualmente le foto cliccando sulla corrispettiva anteprima, oppure fare clic sul menu a tendina alla voce Seleziona e scegliere una delle opzioni di selezione disponibili tra Tutti gli elementi, Elementi dall’ultima importazione, o Nessuno. Una volta scelte le immagini, fai clic sul pulsante Importazione e attendi che la procedura sia completata.

Se invece utilizzi Windows 10, fai clic sul tasto Importa e poi sulla voce Da un dispositivo USB per avviare l’analisi dello smartphone Xiaomi connesso. Una volta completata, clicca sul pulsante Continua e poi sulla voce Modifica la posizione di importazione per scegliere la cartella in cui salvare le foto. Seleziona le foto che desideri; infine, clicca sul pulsante Importa.

Troverai, infine, tutti i file importati nella cartella del PC da te selezionata.

Xiaomi Cloud

Xiaomi Cloud

Un altro utile strumento che voglio consigliarti è già disponibile sul tuo smartphone, senza bisogno di ulteriori installazioni. I device di marca Xiaomi hanno accesso al servizio Xiaomi Cloud, offerto gratuitamente sugli smartphone e gli altri device del produttore, che consente di accedere ai file salvati sul dispositivo da qualunque browser, semplicemente accedendo al tuo Mi Account.

Affinché il servizio funzioni, è necessario che il Mi Account sia stato configurato correttamente sullo smartphone. Se non l’hai già fatto o vuoi assicurartene, apri il menu delle Impostazioni del telefono (premendo sull’icona dell’ingranaggio situata nella schermata Home o nel drawer delle app) e fai tap sulla voce Mi Account. Qui troverai la voce Xiaomi Cloud: premi dunque sull’opzione Accedi usando Mi Account e inserisci il numero di telefono o l’email e la password, per poi pigiare sul pulsante Accedi. Se non ne hai uno, premi invece sulla voce Crea un account usando l’indirizzo e-mail e segui le istruzioni sullo schermo per la registrazione.

Una volta effettuato l’accesso, premi sulla voce Mi Cloud e, nella schermata successiva, sul pulsante Sincronizzazione. Controlla anche che la sincronizzazione della Galleria in particolare sia attivata: individua l’icona corrispondente nella lista delle app nella schermata e, se risulta disattivata, premi su di essa e poi sulla levetta accanto alla voce Esegui il backup automaticamente per spostarla da OFF a ON.

Quando il Mi Account e il backup delle foto saranno correttamente configurati, sarai pronto per trasferirle sul tuo PC. Per iniziare, collegati dal PC alla pagina principale del servizio Xiaomi Cloud e clicca sul pulsante Accedi con il tuo Mi Account: nella nuova schermata, digita il numero di telefono, o l’e-mail, o il codice identificativo del tuo Mi Account e la password negli appositi campi di inserimento e poi premi sul tasto Accedi.

Ora, fai clic sul pulsante Galleria per visualizzare tutte le foto salvate tramite backup. Passa il cursore su una delle immagini per far comparire il simbolo di un cerchio vuoto, nell’angolo sinistro: clicca su di esso per apporre il segno di spunta e selezionare la foto. Così facendo comparirà un nuovo menu nella parte alta della schermata. Fai clic sulla prima icona (il simbolo ☰ con il segno di spunta) per selezionare tutti i file caricati, se lo desideri, oppure continua ad apporre i segni di spunta sulle singole immagini che vuoi scaricare sul PC.

Una volta selezionate le foto che ti interessano, fai clic sull’icona di download (la freccia che punta verso il basso) situata nello stesso menu in alta. Ogni immagine così scaricata sarà automaticamente salvata nella cartella Download del tuo PC.

Snapdrop

Snapdrop

Snapdrop è un altra valida soluzione per trasferire ogni tipo di file tra due dispositivi: nel caso in cui non lo conoscessi, si tratta di un servizio Web gratuito e molto semplice da usare, con il quale è possibile condividere file tra due device connessi a una stessa rete Wi-Fi. Non richiede alcuna installazione né registrazione: l’unica condizione d’uso è che, appunto, sia il telefono che il PC siano collegati correttamente alla medesima rete Wi-Fi, in modo che possano “trovarsi” a vicenda. Proprio questa particolarità — cioè il trasferimento dei dati su rete locale e non sul cloud — comporta la sicurezza del servizio dal punto di vista della privacy e anche la velocità del trasferimento.

Snapdrop è utilizzabile tramite browser sia su smartphone che su PC: per iniziare, dunque, assicurati che entrambi i dispositivi siano connessi alla stessa rete Wi–Fi, per poi collegarti alla pagina principale del servizio sia dal cellulare Xiaomi che dal PC. Ora, attendi semplicemente che i nomi dei due device compaiano su entrambi gli schermi.

Avvenuto ciò, sullo smartphone Xiaomi, premi sul nominativo casuale assegnato al PC, per aprire il gestore dei file. Naviga le cartelle del dispositivo fino a individuare la foto da trasferire e premi sulla relativa anteprima per inviarla. Sul PC, invece, dovrai solo cliccare sul pulsante Save per accettare e ricevere il file, che sarà così automaticamente scaricato e salvato nella cartella Download. Davvero semplice, no?

Bluetooth

Bluetooth

Una soluzione wireless per il trasferimento delle foto è il Bluetooth, grazie al quale il PC può ricevere file dallo smartphone Xiaomi. La maggior parte dei computer portatili è già predisposta alla connettività Bluetooth; se vuoi spostare le foto su un PC fisso che non ha questa funzione già integrata, puoi utilizzare un adattatore USB e rimediare facilmente al problema. Tali adattatori sono acquistabili nei negozi di articoli elettronici e informatici o online per pochi euro.

TP-Link Adattatore Bluetooth USB 2.0 Dongle Bluetooth 5.0 UB500, Trasf...
Vedi offerta su Amazon
ASUS USB-BT400 Mini Dongle Bluetooth 4.0 USB 2.0
Vedi offerta su Amazon

Per avviare questa procedura, attiva per prima cosa il Bluetooth sullo smartphone Xiaomi: puoi farlo semplicemente facendo scorrere il dito sullo schermo dall’alto verso il basso per richiamare la schermata delle notifiche e premendo sull’icona Bluetooth tra quelle che compaiono in alto. In alternativa, puoi avviare il menu Impostazioni premendo sull’icona dell’ingranaggio, poi sulla voce Bluetooth e infine sull’apposita levetta per spostarla su ON. Maggiori informazioni qui.

Fatto ciò, sarà necessario attivare il Bluetooth anche sul PC. Se utilizzi Windows 11, apri il menu Start dalla barra delle applicazioni e poi vai sulla voce Impostazioni. Nella nuova schermata che si apre, fai clic sull’icona ☰, in alto a sinistra, per accedere a un nuovo menu, dove troverai la voce Bluetooth e altri dispositivi: fai clic e, accanto alla voce Bluetooth, potrai verificare che la funzionalità sia attivata. Se non lo è, fai clic sulla corrispettiva levetta per modificare l’impostazione da Disattivato ad Attivato.

Su Windows 10, la stessa operazione è effettuabile aprendo il menu Start e poi le Impostazioni, cliccando sull’icona dell’ingranaggio: dopodiché, clicca sulla voce Dispositivi nella nuova finestra e poi sull’opzione Bluetooth e altri dispositivi per attivare la levetta relativa alla voce Bluetooth.

Ora puoi accoppiare lo smartphone al PC: per farlo, clicca sul pulsante + in corrispondenza della voce Aggiungi dispositivo, poi sull’opzione Bluetooth e attendi che la ricerca di dispositivi vicini sia ultimata. Comparirà una lista di tutti i device disponibili: fai clic sul nome dello smartphone e ti sarà mostrato un codice PIN da verificare. Controlla dunque le notifiche sullo smartphone e premi su quella relativa al Bluetooth: se il PIN è lo stesso sul PC, premi sul pulsante Accoppia e poi clicca sul tasto Connetti sul computer.

Attendi dunque che i due dispositivi si colleghino: riceverai una notifica sul PC quando la procedura sarà completata, ed entrambi i device saranno pronti per il trasferimento.

Spostati sullo smartphone e avvia l’app che utilizzi solitamente per visualizzare le immagini salvate (come Google Foto o la Galleria) premendo sull’icona nella schermata Home. Fai dunque un tap prolungato su una qualunque delle immagini che vorresti trasferire e poi su tutte le altre foto per apporre il segno di spunta su ognuna di esse.

Quando avrai selezionato tutti i file che ti interessano, premi sul pulsante Condivisione (che può riportare la voce stessa oppure tre punti uniti da una linea) e oppure sulla voce Condividi/Invia, seleziona l’opzione Bluetooth tra quelle che ti vengono mostrate (potresti dover scorrere il menu verso sinistra per individuarla) e poi premi sul nome del PC per iniziare il trasferimento.

Se l’invio è andato a buon fine, visualizzerai un messaggio di notifica sul computer relativo al trasferimento avviato. Se richiesto, conferma l’accettazione del file cliccando sull’apposito pulsante e, una volta ricevuto il file, sarà salvato nella cartella da te indicata.

Se hai bisogno di ulteriori indicazioni, consulta pure la mia guida su come accendere il Bluetooth nel PC, o questo tutorial che ho dedicato a come trasferire foto dal cellulare al PC tramite Bluetooth.

Altre soluzioni utili

Google Foto

Le soluzioni che ti ho fornito fin qui non ti soddisfano, oppure vorresti conoscerne di più prima di scegliere quale usare? Nessun problema: ci sono ancora altri strumenti utili su cui puoi fare affidamento, tra cui i maggiori servizi di cloud, che ti elenco qui di seguito.

  • Google Foto – si tratta di un servizio offerto da Google che consente agli utenti di usufruire di una libreria e uno spazio personale (fino a 15GB gratis, condivisi con gli altri file su Google Drive) per salvare foto e video su qualunque dispositivo, collegato all’account Google e facilmente accessibile anche da PC accedendo alla pagina principale del servizio. Affinché funzioni correttamente, è necessario che l’account sia configurato correttamente sullo smartphone Xiaomi. Per tutte le informazioni necessarie, leggi pure le guide che ho dedicato a come funziona Google Foto e a come scaricare foto da Google Foto.
  • OneDrive – anche il servizio di cloud di Microsoft, incluso “di serie” in Windows, è un valido strumento per salvare le foto archiviate sullo smartphone sull’account Microsoft tramite l’apposita app per Android e accedervi da qualunque dispositivo, incluso il PC, tramite browser a questo indirizzo, oppure con l’applicazione per PC. Il servizio offre fino a 5GB di spazio gratuitamente, espandibile fino a 100GB al costo di 2 euro/mese. Maggiori informazioni qui.
  • Dropbox – un altro valido strumento è Dropbox, che offre 2GB di spazio gratis per un utente singolo con il piano Basic e la sincronizzazione dei file caricati su un massimo di 3 dispositivi, con la possibilità di espansione con la sottoscrizione di uno dei diversi piani a pagamento. Una volta creato un account Dropbox e configurato un piano, puoi salvare le foto presenti sul tuo smartphone Xiaomi tramite l’app per Android e, successivamente, accedervi e scaricarle su PC tramite il sito Web ufficiale oppure l’applicazione per Windows. Trovi ulteriori informazioni nelle mie guide su come utilizzare Dropbox e come caricare file su Dropbox.

Per ulteriori informazioni sull’argomento, ti consiglio di leggere la guida che ho dedicato a come trasferire foto da Android a PC.

Come trasferire foto da Xiaomi a Mac

Forse il computer su cui vorresti trasferire le foto è un Mac; anche in tal caso, puoi collegarlo al tuo smartphone Xiaomi utilizzando un cavo USB grazie ad alcune applicazioni dedicate, oppure intraprendendo delle semplici procedure per accedere ai file tramite Bluetooth e servizi di cloud.

Android File Transfer

Android File Transfer

Android File Transfer è un programma dedicato proprio al trasferimento di file dai dispositivi Android a Mac (che non supporta i device Android tramite il file manager predefinito Finder): richiede solamente l’installazione del software in questione che, una volta configurato, consentirà di accedere alle cartelle e ai file dello smartphone collegato tramite cavo USB.

Per utilizzare Android File Transfer, collegati innanzitutto al sito Web ufficiale del servizio sul Mac: clicca sul pulsante Download Now e attendi che il file .dmg sia scaricato. Dopodiché, aprilo premendo e trascina l’icona Trasferimento File Android nella cartella Applicazioni. Avvia dunque il programma cliccando sulla stessa icona e poi sui tasti Apri e Inizia.

Ad installazione completata, Android File Transfer dovrebbe avviarsi automaticamente ogni qualvolta che un dispositivo Android sarà collegato al Mac: se ciò non avviene, puoi aprirlo manualmente cliccando sulla sua icona nel Launchpad o nella cartella Applicazioni.

Ora, collega lo smartphone Xiaomi al Mac con un cavo USB e, sullo schermo del telefono, premi sulla notifica relativa al collegamento USB: tocca dunque l’opzione Trasferimento di file per visualizzare tutti i file salvati nella memoria dello smartphone in questione.

Tutto ciò che devi fare è individuare le foto che desideri trasferire sul Mac nella schermata di Android File Transfer, tenere premuto il cursore sulla relativa anteprima e trascinarla nella cartella di destinazione che desideri, o sulla Scrivania: saranno così salvate sul computer. Facile, no?

Acquisizione Immagine

Acquisizione Immagine

Anche Acquisizione Immagine può esserti d’aiuto: questo strumento incluso in macOS è finalizzato proprio all’importazione di foto e video da altri dispositivi, inclusi gli smartphone Android. Per utilizzarlo con il tuo Xiaomi, collegalo innanzitutto al Mac con un cavo USB: dopodiché, premi sulla notifica delle opzioni USB e poi sulla voce Trasferimento di foto (PTP).

Passa dunque al Mac, apri il Launchpad dal Dock delle applicazioni, premi sulla cartella Altro e clicca sull’icona di Acquisizione Immagine. Una volta aperta l’applicazione, puoi avviare il trasferimento delle foto semplicemente trascinandole da Acquisizione Immagine alla cartella di destinazione.

In alternativa, puoi seguire l’acquisizione guidata, semplicemente cliccando sulle immagini che ti interessano (o selezionandone più di una contemporaneamente con il tasto cmd) e poi sulla voce Importa in per aprire un menu a tendina in cui scegliere la cartella in cui salvarla. Fatto ciò, premi sul pulsante Importa (o Importa tutto, se vuoi trasferire l’intera galleria delle immagini sul Mac) e attendere che l’operazione sia ultimata.

Altre soluzioni utili

Dropbox

Gli strumenti che ti ho indicato finora richiedono il collegamento dello smartphone al Mac tramite cavo USB. Se sei alla ricerca di una soluzione che non richieda questa procedura, non temere: le opzioni non mancano.

Le soluzioni wireless di cui ti ho parlato nel capitolo dedicato a Windows, come Snapdrop e i servizi di cloud storage, incluso Xiaomi Cloud, possono essere utilizzate anche su macOS seguendo le stesse indicazioni che ti ho fornito precedentemente.

Lo stesso vale per il Bluetooth, benché la procedura per l’attivazione e il trasferimento dei file su macOS siano diverse. A questo proposito, ti invito alla lettura di questa guida in cui ho trattato l’argomento con tutti i dettagli necessari.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.