Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come unire i file

di

Nella tua vita da utente PC, avrai sicuramente avuto numerose volte la necessità di unire più file tra loro: video, PDF, brani musicali ecc. Insomma, sono tantissimi i tipi di file che si possono unire, ma purtroppo non sempre si riesce a trovare la soluzione giusta per raggiungere il proprio scopo. Ed è qui entro in gioco io!

Con l’articolo di oggi, infatti, voglio indicarti, in maniera semplice ma non per questo poco dettagliata, come unire i file, tipologia per tipologia, usando programmi, app e servizi online alla portata di tutti, anche di chi, un po’ come te, non si reputa un grande esperto in fatto di informatica e nuove tecnologie.

Se la cosa ti interessa – e considerando il fatto che ora sei qui e stai leggendo queste righe, direi proprio di sì! – posizionati quindi bello comodo, prenditi qualche minuto di tempo libero solo per te e inizia immediatamente a concentrarti sulla lettura di quanto riportato di seguito. Se hai bisogno di unificare due o più file, troverai tutte le risposte che cerchi!

Indice

Come unire i file PDF

Iniziamo questa guida su come unire i file partendo dai documenti in formato PDF. Se hai necessità di unificare due o più file appartenenti alla suddetta tipologia, prosegui pure nella lettura. Troverai spiegato come procedere su Windows, macOS, Android e iOS.

PDFill Free PDF Tools (Windows)

PDFill Free PDF Tools

Se hai bisogno di unire due o più PDF su Windows, ti consiglio di utilizzare il programma gratuito PDFill Free PDF Tools, il quale comprende una serie di tool che consentono di editare i PDF unendoli, dividendoli, ruotandoli, convertendoli ecc.

Per scaricarlo sul tuo PC, recati sul sito Internet del software e fai clic sul collegamento Download posto a sinistra, dopodiché premi sul pulsante Download now presente sotto la scritta GET FREE Basic Version nella nuova pagina aperta e sull’ulteriore pulsante Download Now che ti viene mostrato.

Una volta completata la procedura di download, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che compare su schermo, clicca sui pulsanti e Next. Spunta quindi la casella I accept the terms in the License Agreement, premi sul bottone Next per tre volte di fila, poi su quello Install e, per concludere, fai clic sul pulsante Finish. Se ti viene chiesto di installare GhostScript e .Net Framework, accetta: si tratta di due componenti gratuiti necessari per il funzionamento del programma. Durante la procedura di setup assicurati inoltre di deselezionare gli eventuali altri software aggiuntivi (e aggiungerei superflui, in questo caso!) che ti vengono proposti.

A questo punto, avvia il software facendo doppio clic sul relativo collegamento che è stato aggiunto sul desktop, clicca sul bottone Merge PDF Files nella finestra principale del programma e trascinaci sopra i PDF che vuoi unire. Serviti poi dei pulsanti Move up e Move down per disporre i documenti nell’ordine che preferisci e clicca sul bottone Save as per generare il documento di output, indicando il nome che vuoi assegnargli e la posizione in cui vuoi salvarlo.

Per approfondimenti, puoi fare riferimento al mio tutorial su come unire i PDF gratis.

Anteprima (macOS)

Unire i PDF con Anteprima su Mac

Se stai usando un Mac, per unire i file PDF puoi usare Anteprima, l’applicazione inclusa "di serie" in macOS tramite la quale è possibile visualizzare e modificare immagini e file PDF.

Per servirtene per lo scopo oggetto di questo tutorial, apri il primo documento in formato PDF su cui desideri intervenire, seleziona il menu Vista collocato nella parte in alto a sinistra della barra dei menu e seleziona la la voce Miniatura da quest’ultimo, in modo da abilitare la visualizzazione della barra delle miniature sul lato sinistro della finestra di Anteprima.

A questo punto, trascina tutti i documenti che ti interessa unire tra loro nella barra laterale appena aperta in Anteprima e sposta sopra o sotto la miniatura di ogni documento aggiunto, in modo tale da posizionare i file nell’ordine che preferisci.

In seguito, clicca sul menu File collocato in alto a sinistra, seleziona la voce Stampa da quest’ultimo e, nella finestra che a questo punto vedi comparire su schermo, scegli l’opzione Salva come PDF dal menu a tendina PDF collocato in basso a sinistra.

Per concludere, indica la posizione in cui vuoi salvare il documento finale, digita nel campo collocato accanto alla voce Salva col nome il nome che vuoi assegnargli e poi premi sul pulsante Salva.

Per approfondire l’argomento, ti invito a consultare la mia guida specifica su come unire i PDF su Mac.

Smallpdf (Online)

Unire i PDF con Smallpdf

Per unire i tuoi file PDF puoi anche affidarti a un comodo servizio online come Smallpdf: si tratta di una soluzione Web che offre vari strumenti utili per intervenire sui PDF, tra cui uno per unire i documenti in tale formato. Da notare che il servizio rispetta la privacy degli utenti, cancellando automaticamente i file che vengono caricati sui suoi server a poche ore dall’upload, e che è gratuito. Permette però di elaborare fino a un massimo di due file all’ora: per aggirare tale limitazione, bisogna passare alla versione Premium del servizio, che costa 5 euro/mese

Per usare Smallpdf, recati sulla sua pagina principale e trascinaci sopra i PDF che vuoi unire tra loro, oppure clicca sul collegamento Scegli file e selezionali manualmente. Se i file si trovano su Dropbox o Google Drive, puoi anche caricali direttamente da lì facendo clic sui relativi bottoni, collocati in basso a destra.

Ad upload avvenuto, scegli se ordinare i file sfruttando la Modalità pagina (quindi ordinando le singole pagine che compongono i documenti) oppure la Modalità file (vale a dire ordinando i file nel loro insieme) selezionando una delle apposite opzioni che si trovano nel menu in alto, dopodiché ordina i PDF nel riquadro sottostante e fai clic sul pulsante Unire PDF.

A procedura ultimata, clicca sul collegamento Scarica il File per scaricare il PDF unificato sul tuo PC, in alternativa invialo via email oppure salvalo su Dropbox o Google Drive cliccando sui bottoni appositi situati in basso a destra.

PDF Merge (Android/iOS)

PDF Merge

Vuoi unire i tuoi file PDF agendo da smartphone o tablet? Allora usa l’app PDF Merge: si tratta, infatti, di un’applicazione gratuita per Android e iOS che consente di unire più file PDF tra loro prelevandoli da vari servizi di cloud storage e/o app. L’unica cosa da tenere presente è che per ottenere il file PDF unificato bisogna attendere almeno 60 minuti. Per aggirare tale limitazione, occorre effettuare acquisti in-app al costo di 4,99 euro su Android e di 10,99 euro su iOS.

Per servirtene, scarica e installa l’app dalla relativa sezione del Play Store (su Android) o di App Store (su iOS), avviala selezionando la sua icona in home screen e, una volta visualizzata la sua schermata principale, fai tap sul bottone rosso con i due fogli che si trova in alto.

In seguito, seleziona il servizio o l’app da cui intendi prelevare i file PDF da unire premendo sulla relativa icona, seleziona i file su cui vuoi andare a intervenire e premi sulla dicitura Add, collocata in alto a sinistra.

A questo punto, riordina i documenti in base a quelle che sono le tue preferenze ed esigenze selezionando il pulsante con le tre linee in orizzontale collocato sulla destra e spostandoli (continuando a tenere premuto), dopodiché premi sulla voce Merge che si trova in alto a sinistra, fai tap sulla voce Wait e aspetta che la procedura per unire i file venga portata a termine.

A processo completato, riceverai una notifica, ti verrà mostrata l’anteprima del documento finale e potrai salvare quest’ultimo sul tuo dispositivo o su altri servizi premendo sulla voce Share collocata in basso a sinistra.

Come unire i file Word

Hai bisogno di unire dei file Word? Allora prosegui nella lettura: qui sotto trovi spiegato come riuscirci sia su Windows che su macOS.

Microsoft Word (Windows/macOS)

Microsoft Word

Se hai scaricato e installato il pacchetto Office sul tuo computer, puoi unire i file Word sfruttando, appunto, Microsoft Word, il noto programma per la videoscrittura reso disponibile dall’azienda di Redmond, il quale è compatibile sia con Windows che con macOS.

Tutto quello che devi fare per servirtene, è avviare Word sul tuo computer, aprire il primo documento su cui desideri andare ad agire e arrivare al suo punto finale.

Successivamente, se vuoi, puoi aggiungere un’interruzione di pagina, in modo da inserire il testo del secondo file partendo da una pagina bianca. Per riuscirci, ti basta selezionare la scheda Inserisci, cliccare sul pulsante Pagine collocato in alto a sinistra e scegliere l’opzione Interruzione pagina dal riquadro che si apre.

In seguito, recati nella scheda Inserisci, fai clic sul pulsante Oggetto collocato in alto a destra, seleziona l’opzione Testo da file dal riquadro che compare e scegli il documento da aggiungere a quello attualmente visualizzato. Ripeti, dunque, i passaggi che ti ho appena indicato per ciascun file che vuoi aggiungere e, a modifiche ultimate, salva il documento unificato selezionando il menu File situato in alto a sinistra, cliccando sull’opzione Salva con nome e indicando il nome che vuoi assegnare al documento finale e la posizione in cui salvarlo.

Per ulteriori approfondimenti, consulta il mio tutorial specifico su come unire i documenti Word.

DocSoSo (Online)

DocSoSo

Se non hai installato il pacchetto Office sul tuo computer, puoi unire due o più file Word usando il servizio Web DocSoSo, che è gratuito e facilissimo da usare. Da notare, poi, che i file caricati sul servizio vengono cancellati automaticamente dai server del servizio entro 24 ore dall’upload.

Per servirtene, recati sulla sua home page, clicca sul pulsante Select files e seleziona i file Word da unire. In seguito, fai clic sul pulsante Merge Word, aspetta che venga generato il documento finale e clicca sulla voce Download File, che compare in basso, per scaricare il file di output sul tuo PC. Tutto qui!

Come unire i file MP3

Devi unire tra loro due o più file MP3? Sì può fare anche questo. Per riuscirci, usa le soluzioni per Windows, macOS, Linux, Android e iOS che provvederò a segnalarti nei seguenti passi.

fre:ac (Windows/macOS/Linux)

fre:ac

Se hai bisogno di unire dei file MP3 andando ad agire da PC, puoi sfruttare il programma fre:ac, un convertitore audio open source che supporta tutti i più diffusi formato di file audio e che consente anche di compiere questo genere d’operazione. È gratis e funziona su Windows, macOS e Linux.

Per scaricarlo, recati sul suo sito Internet ufficiale e, se stai usando Windows, clicca sul collegamento freac-xx.exe, mentre se stai usando un Mac clicca sul collegamento freac-xx-alpha-xx-macosx.dmg.

A download completato, se stai usando Windows, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che compare sul desktop, fai clic prima sul bottone e poi su quelli Avanti, , Avanti (per quattro volte consecutive) e Fine.

Se, invece, stai usando macOS, apri il pacchetto .dmg ottenuto, trascina l’icona di fre:ac nella cartella Applicazioni, fai clic destro su di essa, seleziona la voce Apri dal menu contestuale e poi premi sul bottone Apri nella finestra visualizzata su schermo, in modo tale da avviare il software andando però ad aggirare le limitazioni imposte da Apple verso le applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati (operazione che va effettuata solo al primo avvio).

Una volta avviato fre:ac, trascina i file MP3 da unire nella finestra del programma e disponili nell’ordine che preferisci. Successivamente, spunta la voce Codifica in un file singolo che si trova in basso a destra, clicca sulla freccia collocata accanto al pulsante Play in alto a destra e seleziona l’opzione LAME MP3 Encoder dal menu che compare.

Nell’ulteriore finestra visualizzata, digita il nome che vuoi assegnare al file finale, indica la posizione in cui salvarlo e clicca sul pulsante Salva per finalizzare la procedura.

Per ulteriori informazioni, puoi fare riferimento alla mia guida specifica su come unire brani MP3.

Fonditore Audio (Online)

Fonditore Audio

Se non vuoi o non puoi affidarti a un programma per PC per unire i tuoi file in formato MP3, ti consiglio di rivolgerti al servizio online Fonditore Audio. È gratis, facile da usare e funziona con qualsiasi browser.

Per usarlo, visita la relativa home page e trascina, nel riquadro al centro, i file MP3 che vuoi unire. In alternativa, fai clic sul bottone Aggiungi tracce posto in alto a sinistra per selezionare i brani manualmente.

In seguito, specifica (se vuoi) il punto di inizio e quello di fine del brano da generare usando i menu appositi (in basso), verifica che in corrispondenza del menu Formato risulti selezionata l’opzione mp3 (altrimenti provvedi a selezionarla) e premi sul bottone Fondi.

A processo ultimato, potrai scaricare il brano unificato cliccando sul bottone Download. In alternativa, potrai salvarlo su Dropbox oppure su Google Drive selezionando i relativi collegamenti dal menu visibile previo clic sul pulsante con la freccia.

MP3 Audio Merger and Joiner (Android)

MP3 Audio Merger and Joiner

Hai bisogno di unire dei file MP3 agendo da Android e non sai come riuscirci? Allora rivolgiti all’applicazione MP3 Audio Merger and Joiner. Come intuibile dal nome, si tratta di una soluzione che permette di unire e dividere i file musicali da smartphone e tablet. È facilissima da usare ed è gratis.

Per servirtene, scarica e installa l’app dalla relativa sezione del Play Store, avviala premendo sulla sua icona aggiunta alla schermata home e, una volta visualizzata la sua schermata principale, seleziona i brani da unire, effettuando un tap prolungato sul primo di essi.

Seleziona poi gli altri mp3 da unire, fai tap sul pulsante con il segno di spunta che si trova in alto a destra, disponi i brani nell’ordine che preferisci e premi sul pulsante Merge collocato in basso.

Per concludere, metti il segno di spunta accanto alla voce mp3, premi sul pulsante Continue, digita il nome che vuoi assegnare al file finale, indica la cartella di destinazione dello stesso e premi sul pulsante Done per finalizzare la procedura.

Hokusai Audio Editor (iOS)

Hokusai Audio Editor

Se quello che stai usando è un dispositivo iOS, invece, puoi unire i file MP3 usando l’app Hokusai Audio Editor, che supporta tutti i principali formati di file musicali ed è abbastanza intuitiva. È gratis, ma offre acquisti in-app (al costo di 10,99 euro) tramite cui è possibile sbloccare funzioni extra (che però in questo caso non sono utili). Da notare, però, che il file finale sarà informato M4A e non MP3.

Per usare l’app, scaricala e installala dalla relativa sezione di App Store, avviala, facendo tap sulla sua icona situata in home screen e, una volta visualizzata la sua schermata principale, premi sul pulsante [+] collocato in alto a destra.

A questo punto, fai tap sull’icona Import e seleziona il primo file MP3 da unire. Sposta poi l’indicatore alla fine del grafico del brano, premi nuovamente sul bottone Import e seleziona la seconda traccia da unire.

Ripeti i passaggi che ti ho appena indicato con tutti i brani che vuoi unire e, a procedura ultimata, fai tap prima sull’icona del foglio con la chiave inglese che si trova in alto a destra e poi sulla voce Share audio, annessa al menu che si apre. Per concludere, indica l’app in cui esportare il file finale.

Come unire i file video

Se, invece, hai bisogno di unire tra loro due o più file video (in qualsiasi formato essi siano) le indicazioni alle quali devi attenerti sono quelle che trovi qui di seguito, valide per Windows, macOS, Linux, Android e iOS.

Avidemux (Windows/macOS/Linux)

Avidemux

Se stai usando Windows o macOS, puoi unire file video aventi il medesimo formato e le stesse caratteristiche tecniche usando Avidemux. Nel caso in cui non ne avessi mai sentito parlare, si tratta di un editor video gratuito e open source che supporta tutti i più comuni formati di file video e che, tra le tante operazioni che consente di effettuare, è anche in grado di adempiere unire i filmati (a patto che questi abbiano la stessa risoluzione e le medesime caratteristiche tecniche).

Per effettuarne il download su Windows, visita il suo sito Internet e clicca sulla voce win32 x.x.x Final Install (64 bits), FossHub (se utilizzi un Windows a 64 bit) o su quella win32 x.x.x Final Install (32 bits), FossHub (se utilizzi Windows a 32 bit). In seguito, fai clic sulla voce Avidemux 64-bit Windows Installer oppure su quella Avidemux 32-bit Windows Installer, a seconda della versione di Windows in uso, per far partire il download del programma.

Se invece stai usando un Mac, per scaricare Avidemux devi cliccare prima sulla voce x.x.x Mojave QT5 (dmg), FossHub e poi su quella Avidemux macOS – DMG, nella nuova pagina visualizzata.

A download ultimato, se stai usando Windows, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che compare sullo schermo, clicca sui pulsanti , Next, I Agree, Next (per tre volte consecutive), Install e Finish.

Se, invece, utilizzi macOS, apri il pacchetto .dmg ottenuto, trascina l’icona di Avidemux nella cartella Applicazioni e avvia il programma facendoci clic destro sopra, selezionando la voce Apri dal menu che si apre e premendo sul bottone Apri nella finestra che ti viene proposta, in modo tale da avviare l’applicazione andando però ad aggirare le limitazioni di Apple verso le applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati (operazione che va eseguita solo al primo avvio).

In seguito, avvia Avidemux, clicca sull’icona della cartella posta in alto a sinistra e seleziona il primo video da unire. Dopodiché clicca sul menu File collocato in alto a sinistra, scegli la voce Aggiungi e seleziona i file da aggiungere a quello aperto poc’anzi.

Assicurati poi che nei menu a tendina Output video e Output audio ci sia selezionata l’opzione Copy, indica il formato del video di origine (che sarà usato anche per il video di output) dal menu Contenitore output, clicca sul menu File collocato in alto a sinistra e, per concludere, seleziona la voce Salva e indica la posizione e il nome che vuoi assegnare al file di output.

Per ulteriori informazioni, ti rimando alla lettura della mia guida su come unire file video.

VEdit (Android)

VEdit

Se stai usando uno smartphone o un tablet Android, puoi unire i tuoi file usando l’app VEdit: si tratta di un editor video gratuito che permette di tagliare e unire i video in maniera incredibilmente semplice e veloce.

Per servirtene, scarica l’app dalla relativa sezione del Play Store, avviala selezionando la sua icona dalla schermata home, premi sul pulsante Video Merge ed effettua un tap prolungato sul primo video da unire. Successivamente, fai un tap singolo sugli altri filmati da aggiungere in coda, premi sul segno di spunta collocato in alto a destra e premi, infine, sul pulsante Merge.

Nel riquadro che si apre, indica dimensioni, qualità e framerate del video di output, premi sul pulsante Continue, dopodiché specifica il nome da assegnare al filmato, la posizione in cui salvarlo e premi su Done, per completare la procedura.

iMovie (iOS)

iMovie

Se stai usando un iPhone oppure un iPad, puoi unire i tuoi file video usando iMovie, l’app di casa Apple per creare ed editare filmati. È gratuita ed è preinstallata su tutti i dispositivi iOS di recente produzione. Qualora rimossa, può comunque essere scaricata da App Store.

Per servirtene per il tuo scopo, avviala, pigiando sulla sua icona presente in home screen, dopodiché seleziona la scheda Progetti che si trova in alto, premi sul bottone [+] e scegli di creare un nuovo filmato. In seguito, seleziona i video da unificare, metti la spunta sulla casella che compare al centro dello schermo e fai tap sul bottone Crea filmato che si trova in basso.

Adesso, decidi se mantenere l’ordine dei video attuale o se modificarlo (facendo un tap prolungato sulle miniature dei video da spostare e trascinandoli nel punto desiderato della timeline). Successivamente, se vuoi rimuovere gli effetti di transizione impostati automaticamente da iMovie tra un video e l’altro, seleziona questi ultimi e attiva il pulsante Nessuna che compare in basso.

Indica, dunque, se tagliare alcune scene usando la funzione Dividi di iMovie e fai tap sul pulsante Fine collocato in alto a sinistra. Per concludere, premi sull’icona della condivisione (quella con il quadrato con la freccia) e scegli la posizione in cui salvare il filmato di output.

Unire altri tipi di file

Ragazza che usa il PC

Nelle righe precedenti abbiamo visto come fare per unire i formati di file più diffusi. Tuttavia, potrebbe farti comodo sapere che è possibile intervenire anche su altre tipologie di file.

Ad esempio, se hai bisogno di unire degli archivi in formato RAR, andando a unificare le varie parti di un archivio multi-volume, puoi scoprire in che modo riuscirci leggendo la mia guida su come unire i file RAR. Se, invece, hai necessità di unire dei file ISO, per capire in che modo procedere puoi consultare il mio tutorial incentrato proprio sull’argomento.

Hai bisogno di unire dei file JPG o altri tipi di immagini? Allora per scoprire come procedere leggi le mie guide su come unire JPG e come unire due foto. Per qualsiasi altro tipo di file, poi, puoi fare riferimento alla mia rassegna di programmi per unire file, mediante la quale ho provveduto a indicarti dei software ad hoc utili per intervenire su diversi formati di file.