Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Amazon Prime Day 2018
Scopri le migliori offerte dell'Amazon Prime Day 2018. Vedi le offerte Amazon

Come usare Google Maps come navigatore

di

La tua auto non ha un navigatore satellitare installato di serie e, almeno per il momento, l’idea di acquistare un dispositivo di questo tipo non ti attrae. Stavi dunque pensando di affidarti a Google Maps per usare il tuo smartphone a mo’ di navigatore. Purtroppo, però, la tua scarsa dimestichezza con i mezzi tecnologici non ti permette di sfruttare appieno questo servizio. Beh, non vedo dove sia il problema: ci sono qui io a darti una mano!

Se mi dedichi qualche minuto del tuo tempo libero, posso spiegarti come usare Google Maps come navigatore e ottenere così indicazioni stradali a prescindere dal mezzo di trasporto che utilizzi: che tu voglia trovare un percorso da affrontare in auto o voglia ricevere le indicazioni per raggiungere un posto a piedi, la celebre app di Google è proprio quello di cui hai bisogno. Google Maps, infatti, permette di impostare un punto di partenza e un punto di arrivo e indica il percorso più veloce per raggiungerlo, stimandone i tempi di percorrenza in base a fattori come il traffico e la presenza di pedaggi.

Inoltre, con Google Maps è possibile scaricare le mappe sul proprio dispositivo e ottenere indicazioni stradali anche in modalità offline. È esattamente quello che stavi cercando, vero? Lo immaginavo, allora mettiti comodo, leggi con attenzione i prossimi paragrafi e metti in pratica le indicazioni che sto per darti. Ti assicuro che riuscirai velocemente a capire come utilizzare Google Maps per tutti i tuoi spostamenti.

Indice

Come scaricare Google Maps

Come scaricare Google Maps

Per poter utilizzare Google Maps come navigatore è necessario scaricare e installare l’applicazione ufficiale del servizio sul proprio dispositivo AndroidiOS.

Se utilizzi uno smartphone (o un tablet) Android, dovresti trovare l’app di Google Maps già installata di serie sul tuo dispositivo. Se così non fosse o l’hai eliminata per errore, avvia il Play Store facendo tap sulla sua icona (il simbolo ▶︎ colorato) e digita “Google Maps” nel motore di ricerca presente in alto, dopodiché premi sul pulsante Cerca e, nei risultati della ricerca, fai tap sull’icona di Google Maps (dovrebbe essere il primo risultato). Adesso, pigia sui pulsanti Accetto e Installa per avviare il download e il gioco è fatto.

Se hai un iPhone o un iPad, avvia l’App Store (la “A” bianca su sfondo azzurro), premi sulla voce Cerca presente in basso, digita “Google Maps” e avvia la ricerca pigiando sulla voce Cerca. Dopo aver individuato Google Maps nei risultati di ricerca, fai tap sulla sua icona e premi sui pulsante Ottieni e Installa. Potrebbe esserti chiesto di verificare la tua identità tramite password, Touch ID o Face ID. A procedura completata, pigia sul bottone Apri per avviare l’applicazione.

Se qualche passaggio non ti è chiaro, puoi avere indicazioni più dettagliate su come scaricare Google Maps leggendo la mia guida al riguardo. Sappi, inoltre, che puoi utilizzare Google Maps senza un account Google, ma per accedere a tutte le sue funzionalità, come la possibilità di scaricare le mappe, devi effettuare l’accesso. Se non hai ancora un tuo account, dunque, leggi la mia guida su come creare account Google e usa il profilo creato per autenticarti nell’app.

Come avviare la navigazione

Dopo aver scaricato Google Maps sul tuo dispositivo puoi usarlo per visualizzare le mappe, ottenere indicazioni su punti di ristoro nelle tue vicinanze o di un luogo specifico, cercare servizi e locali, controllare i dati del traffico e molto altro ancora. Inoltre, puoi utilizzare Google Maps come navigatore e ottenere indicazioni stradali per raggiungere la tua destinazione. Come fare? Te lo spiego subito.

Per prima cosa, avvia l’app di Google Maps presente nella home screen del tuo dispositivo (l’icona di una “G” bianca con un indicatore rosso accanto), premi sul pulsante Vai e imposta il tuo itinerario (puoi farlo anche attraverso i comandi vocali, pigiando sull’icona di un microfono). Nel campo Scegli punto di partenza, invece, inserisci l’indirizzo o il luogo di partenza scegliendo una delle opzioni disponibili.

  • La tua posizione: è il punto di partenza standard che è impostato in automatico se hai consentito a Google Maps di accedere alla tua posizione. Per raggiungere la tua destinazione, otterrai indicazioni partendo dall’indirizzo nel quale ti trovi.
  • Scegli punto di partenza: se la tua intenzione è ottenere indicazioni da un luogo diverso rispetto alla tua posizione, premi sulla voce La tua posizione, digita (o detta) un indirizzo di partenza nel campo Scegli punto di partenza e premi sul pulsante Vai.
  • Scegli sulla mappa: puoi impostare una destinazione scegliendola direttamente dalla mappa. Cerca il punto esatto che vuoi raggiungere, posizionaci sopra il segnaposto rosso di Google Maps e fai tap sulla voce OK per confermare.

Allo stesso modo, inserisci il luogo da raggiungere nel campo Scegli destinazione, dopodiché fai tap su una delle icone presenti: un’auto per ottenere indicazioni stradali se intendi viaggiare in automobile; un’autobus se vuoi indicazioni su come muoverti tramite mezzi pubblici; l’icona dell’omino se hai intenzione di affrontare il tragitto a piedi; l’icona dell’omino con il braccio alzato per il tragitto in taxi e l’icona della bicicletta se intendi spostarti tramite la tua bicicletta.

In automatico Google Maps fornisce il percorso più rapido per raggiungere la destinazione (mostrandone i tempi stimati di percorrenza) e, se disponibili, mostra i percorsi alternativi in grigio sulla mappa. Pigia quindi sulle voci Durata simile o [numero] minuti in più per guardare le altre soluzioni proposte: per ciascuna puoi premere sulla voce Dettagli e visualizzare tutte le indicazioni stradali o sull’opzione Vedi per vedere in anteprima il percorso sulla mappa.

Se nel tuo percorso vuoi evitare di pagare pedaggi, prendere navi e viaggiare in autostrada, puoi impostare alcuni filtri per ottenere un percorso personalizzato. Pigia quindi sull’icona dei tre puntini orizzontali presente in alto a destra, fai tap sulla voce Opzioni percorso e sposta la levetta da OFF a ON accanto alle voci di tuo interesse tra Evita autostrade, Evita pedaggi ed Evita traghetti.

Inoltre, pigiando sull’icona dei tre puntini orizzontali e selezionando la voce Imposta promemoria per la partenza dal menu che compare puoi impostare un orario e una data di partenza o di arrivo e, in automatico, Google Maps ti ricorderà di partire. Facciamo un esempio pratico: se devi accogliere un parente alla stazione alle 11.30, puoi impostare come orario di arrivo alla stazione le 11.30 e in automatico Google Maps ti indicherà quando partire sulla stima del tempo necessario per percorrere il tragitto impostato.

In conclusione, devi sapere che tra le funzionalità interessanti di Google Maps c’è anche la possibilità di aggiungere una o più tappe al proprio tragitto: se prima di raggiungere la tua destinazione finale devi effettuare delle soste, puoi impostare un tragitto multiplo tramite la funzione Aggiungi tappa: per impostarla, fai tap sull’icona dei tre puntini orizzontali, pigia sulla voce Aggiungi tappa per due volte consecutive e inserisci un indirizzo da raggiungere digitandolo nel campo Aggiungi tappa.

In alternativa, scegli un luogo tramite la funzione Scegli sulla mappa o seleziona uno dei servizi disponibili tra Stazioni di servizio, Ristorante, Caffetterie, Fast food, Alimentari e Bancomat e fai tap su uno dei luoghi presenti nell’elenco mostrato a schermo.

Dopo aver aggiunto una tappa al tuo percorso, puoi modificare l’itinerario spostando la sequenza dei luoghi da raggiungere: premi sulla tappa da spostare e scorri verso l’altro o verso il basso per cambiarne l’ordine. Pigia quindi sulla voce Aggiungi tappa se vuoi impostare un’ulteriore sosta, altrimenti fai tap sull’opzione Fine per salvare le modifiche.

Impostato il tuo tragitto e conclusa la personalizzazione dell’itinerario, sei pronto per metterti in marcia. Premi dunque sul pulsante Inizia per avviare la navigazione e otterrai le indicazioni stradali di cui hai bisogno. Nella parte alta della schermata potrai visualizzare la via che stai percorrendo, mentre poco più sotto potrai vedere le indicazioni successive. In basso, invece, potrai visualizzare il tempo di percorrenza stimato, l’orario di arrivo e i chilometri mancanti per raggiungere la destinazione.

Durante la navigazione, puoi premere sull’icona della lente di ingrandimento se necessiti di Stazioni di servizio, Ristoranti, Negozi di alimentari, Bar o se intendi effettuare una nuova ricerca. Pigiando invece sull’icona del volume puoi disattivare o attivare le indicazioni vocali, mentre facendo tap sul pulsante rosso Chiudi in basso puoi interrompere la navigazione.

Come ottenere indicazioni stradali vocali

Come accennato poc’anzi, durante la navigazione con Google Maps puoi ottenere indicazioni vocali, utili sopratutto se sei alla guida. Se hai avviato la navigazione ma non sei riuscito a ottenere comandi vocali, significa che devi attivare la funzione.

Avvia quindi Google Maps, premi sul pulsante ≡ e fai tap sulla voce Impostazioni. Dopodiché pigia sull’opzione Navigazione presente sotto la voce Come spostarsi. Adesso, nella sezione Suono e voce fai tap su una delle opzioni disponibili tra Audio spento, Solo avvisi e Audio attivo, mentre sotto la voce Volume indicazioni imposta il volume dell’audio scegliendo tra le opzioni Basso, Normale e Alto.

Come usare Google Maps offline

Tra le funzionalità più interessanti di Google Maps, va sicuramente menzionata la possibilità di ottenere indicazioni stradali anche quando non è disponibile una connessione Internet. Infatti, è possibile scaricare le mappe e utilizzare Google Maps come navigatore in modalità offline.

Prima di metterti in viaggio, assicurati di avere una connessione Internet a disposizione e avvia l’app di Google Maps, dopodiché fai tap sul pulsante  e pigia sulla voce Mappe offline. In questa sezione, puoi scaricare la mappa della tua zona o delle mappe personalizzate e poi utilizzare per ottenere indicazioni stradali anche quando viene a mancare la connessione Internet.

Per scaricare la mappa della tua zona, pigia sulla voce Area locale e fai tap sul pulsante Scaricare per avviare il download. Se invece vuoi scaricare altre mappe, premi sull’opzione Mappe personalizzate, scorri lo schermo, aumenta o diminuisci il livello di zoom della mappa per delineare l’area di tuo interesse e pigia sul pulsante Scarica per avviarne il download.

Completato lo scaricamento della mappa, questa sarà visibile nella sezione Mappe offline di Google Maps, accessibile dal menu laterale dell’applicazione. Dopo aver selezionato una mappa di tuo interesse dalla sezione offline di Maps, fai tap sull’icona della matita per modificarne il nome oppure pigia sui pulsanti Aggiorna ed Elimina per effettuare l’aggiornamento o cancellarla.

Infine, pigiando sull’icona della rotella di ingranaggio presente in alto a destra puoi accedere alle Impostazioni delle mappe offline, dove regolare le opzioni relative alle mappe visualizzate quando non è disponibile una connessione Internet. Apponi quindi il segno di spunta accanto a una voce tra Automaticamente e Manualmente per impostare l’aggiornamento delle mappe offline, mentre sotto la voce Quando scaricare le mappe offline indica la connessione da utilizzare per il download scegliendo tra  Solo Wi-Fi o Su rete Wi-Fi e mobile.

Se qualche passaggio non ti è chiaro, puoi approfondire l’argomento leggendo la mia guida su come scaricare mappe da Google Maps.