Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come vedere chi è connesso al WiFi

di

Di recente, hai notato dei rallentamenti notevoli sulla velocità di download della tua connessione Wi-Fi. Non che la rete wireless sia molto stabile, a differenza di quella via Ethernet, ma un simile comportamento è abbastanza anomalo. Ti sta balenando il pensiero che probabilmente qualcuno si sia intrufolato nella tua rete e che ti sta sottraendo la banda. Non sei però molto ferrato con la tecnologia e stai cercando un modo per vedere se le cose stanno proprio come pensi. Non devi preoccuparti per questo, perché ci sono qui io a darti una mano. Come? Te lo spiego a breve.

Nella guida di oggi, infatti, ti illustrerò come vedere chi è connesso al WiFi sia dal tuo router/modem, che tramite dei software di terze parti che possono essere utili allo scopo. Come prima cosa dovrai conoscere i nomi host o gli indirizzi MAC di tutti i dispositivi in tuo possesso ma, anche in questo caso, ti darò una mano. Se poi dovessi scoprire che la situazione è proprio come temevi, dovrai correre ai ripari, tramite alcuni consigli che ti fornirò.

Bene! Data la premessa e la delicatezza della situazione, direi che non bisogna perdere nemmeno un istante! Siediti bello comodo e dedicami qualche minuto del tuo tempo, in modo da consultare i consigli che ti fornirò in questa mia guida e metterli in pratica. Sono sicuro che alla fine riuscirai a risolvere questo inconveniente, scoprendo se qualcuno si è effettivamente intrufolato nella tua rete Wi-Fi. A me non resta che augurarti una buona lettura e farti un grosso in bocca al lupo per tutto!

Indice

Scoprire l’identità del dispositivo

Il primo passo che devi compiere è verificare l’identità di ogni dispositivo collegato alla rete domestica. Per fare ciò, devi individuare il loro nome host e/o il loro indirizzo MAC. Qualora non lo sapessi, il nome host (o hostname) è il nome identificativo di un dispositivo all’interno di una rete, mentre l’indirizzo MAC è un codice di 12 cifre che serve a identificare, in maniera univoca, ogni scheda di rete (quindi la scheda di rete presente in computer, smartphone, tablet e altri dispositivi dotati di connettività alla rete).

Quando accederai alla schermata di visualizzazione dei dispositivi collegati alla tua rete (procedura di cui ti parlerò nel prossimo capitolo), ti verranno mostrati i loro nomi host o, in alcuni casi, soltanto gli indirizzi MAC di questi ultimi. Non è difficile reperire queste informazioni e, nei prossimi paragrafi, mi premurerò di spiegarti come eseguire quest’operazione sui dispositivi Windows, macOS, Android e iOS in tuo possesso.

Ti ricordo, però, che per alcuni dispositivi, come televisori, console di gioco o TV box, giusto per farti qualche esempio, la verifica del nome host o dell’indirizzo MAC è possibile anche accedendo al loro pannello di configurazione, nella sezione relativa alle impostazioni di rete. Indicarti una procedura specifica non mi è possibile, considerando la diversità di questi apparecchi tra di essi. Fai, però, riferimento a quanto ti ho appena indicato, per poter raggiungere il tuo scopo.

Windows

Trovare il nome host o l’indirizzo MAC di un PC con sistema operativo Windows è molto semplice: se utilizzi Windows 10, premi la combinazione di tasti Windows + i sulla tastiera, in modo da aprire il pannello delle Impostazioni. In alternativa, premi il pulsante Start e fai clic sull’icona con l’ingranaggio che compare di lato.

Fatto ciò, premi sulla dicitura Sistema e seleziona la voce Informazioni su dalla barra laterale di sinistra. Troverai il nome del dispositivo nella sezione Specifiche dispositivo, a fianco della dicitura Nome dispositivo.

Invece, a prescindere dalla versione di Windows installata sul PC, puoi verificare nome host e indirizzo MAC in un batter d’occhio, attraverso il Prompt dei comandi. Per fare ciò, su Windows 10 fai clic sull’icona con la lente d’ingrandimento che trovi in basso a sinistra, sulla barra delle applicazioni; su Windows 7 premi il pulsante Start per accedere alla casella di ricerca.

Digita quindi il termine cmd e fai clic sul corrispondente risultato di ricerca. Non appena visualizzerai una schermata di colore nero, digita i termini ipconfig /all per accedere alle informazioni relative alle interfacce di rete installate sul PC.

La prima informazione che visualizzerai è il nome del PC, a fianco della dicitura Nome host; scorrendo la schermata, individua la scheda di rete e annota il codice che visualizzi a fianco della voce Indirizzo fisico, che altro non è che l’indirizzo MAC che stai cercando.

macOS

Sui computer con macOS, puoi ottenere l’indirizzo MAC e il nome host direttamente dalle impostazioni del sistema operativo. Per fare ciò, fai clic sull’icona con la mela morsicata, che trovi in alto a sinistra, nella barra dei menu. Adesso, nel menu che viene visualizzato sullo schermo, scegli la voce Preferenze di sistema e si aprirà il pannello delle impostazioni.

Nella schermata che ti viene mostrata, premi sulla voce Rete e seleziona, dalla barra laterale di sinistra, la tipologia di rete alla quale è connesso il computer (es. Wi-Fi o Ethernet). Premi quindi sul pulsante Avanzate (in basso a destra) e, nella finestra che si apre, seleziona la scheda Hardware. Prendi quindi nota del codice che visualizzi a fianco della dicitura Indirizzo MAC.

Per reperire, invece, il nome host, sempre nelle Preferenze di sistema di macOS, fai clic sulla voce Condivisione e, nella schermata che ti viene mostrata, prendi nota del nome del PC, che trovi a fianco alla dicitura Nome computer.

Android

Sugli smartphone e tablet Android, per visualizzare il nome host, accedi alle Impostazioni del sistema operativo, facendo tap sull’icona con l’ingranaggio che trovi in home screen. Scorri la schermata che si apre e seleziona le voci Sistema > Info telefono da quest’ultima: troverai il nome host a fianco della dicitura Nome dispositivo.

Per individuare, invece, l’indirizzo MAC, sempre nel pannello delle Impostazioni, fai tap sulle voci Wireless e reti > Wi-Fi e, nella nuova schermata che si apre, premi sull’icona Configura, collocata in basso. Prendi quindi nota del codice che trovi in prossimità della dicitura Indirizzo MAC.

iOS

Sui dispostivi Apple, come iPhone, iPad e iPod Touch, trovi il nome host e l’indirizzo MAC in un’unica sezione delle Impostazioni di iOS.

Apri quindi l’app Impostazioni (quella con l’icona di un ingranaggio che trovi in home screen) e seleziona le voci Generali > Info. Nella schermata che ti viene mostrata, individua le voci Nome, per leggere il nome host, e Indirizzo Wi-Fi, per prendere nota dell’indirizzo MAC.

Vedere chi è connesso al Wi-Fi dal router

Il metodo più affidabile per vedere chi è connesso al Wi-Fi è quello di accedere direttamente nell’apposita sezione sui dispositivi collegati, che trovi nel pannello del router/modem.

La procedura da eseguire è molto semplice: apri il browser e digita, nel campo di testo della barra degli indirizzi, l’IP del router/modem. Questo solitamente è indicato nella scatola della confezione o nella parte posteriore dell’apparecchio, ma generalmente può essere 192.168.0.1 oppure 192.168.1.1. Ad esempio, su quelli Fastweb, l’indirizzo è 192.168.1.254. Se non dovessi riuscire a trovarlo, ti consiglio di agire dalle impostazioni del computer; a tal proposito, ti consiglio di leggere la mia guida dedicata a questo argomento.

Dopo averlo digitato, premi il pulsante Invio della tastiera, per visualizzare la schermata di accesso del router/modem. Se è stata impostata una password di accesso al pannello Impostazioni, digita il nome utente e la password ad esso associata. Se non hai mai configurato un account, i dati potresti trovarli sulla confezione o sul manuale utente. Solitamente possono essere le combinazioni dei termini admin e admin o admin e password. Anche in questo caso, se dovessi avere difficoltà, ti consiglio di leggere questa mia guida dove ti spiego come individuare la password del modem.

Da questo punto in poi, la procedura che ti indicherò sarà generica, perché ogni pannello del router è differente. Quello che ti consiglio è di accedere alla scheda Dispositivi, Dispositivi collegati o a qualsiasi altra dicitura che possa ricondurre a questa sezione. Nel caso in cui non dovessi trovarla, fai riferimento al manuale d’istruzioni o alle informazioni che trovi nella sezione Supporto nel sito Web del produttore del router/modem.

Se hai trovato la sezione relativa ai dispositivi collegati, controlla ogni singola voce, confrontando i nomi host e gli indirizzi MAC con quelli che hai preso nota. Il router/modem non registra in questa sezione i dispositivi che hanno provato a fare il collegamento con la rete, ma quelli che si sono connessi con successo.

Alcuni router permettono di modificare le informazioni per ogni dispositivo che visualizzi, in modo da rinominarli o mettere dei tag per riconoscerli di volta in volta a colpo d’occhio. Nel caso in cui però dovessi visualizzarne uno sconosciuto che è connesso alla rete Wi-Fi, devi eseguire alcune operazioni che ti permettono di espellere quel dispositivo dalla rete e di proteggerla. A tal proposito, ti consiglio di leggere i suggerimenti che ti ho indicato nel prossimo capitolo.

Programmi per vedere chi è connesso al Wi-Fi

Se non hai la possibilità di accedere in alcun modo al pannello del router/modem, puoi provare a utilizzare dei software per eseguire l’analisi della rete Wi-Fi e individuare i dispositivi collegati. Nei prossimi paragrafi, ti indicherò alcune soluzione che possono fare al caso tuo.

Fing (Android/iOS)

La prima soluzione che voglio presentarti è Fing, un’app gratuita disponibile sia sul Play Store di Android, che sull’App Store di iOS, che permette di effettuare l’analisi dei dispositivi collegati alla rete locale, identificandone l’IP e il nome host.

Se sei interessato a quest’applicazione, raggiungi i link che ti ho fornito ed esegui il download e l’installazione sul dispositivo in tuo possesso: se utilizzi Android, fai tap sul pulsante Installa e, successivamente, su Apri. Se utilizzi iOS, invece, premi sul pulsante Ottieni, sblocca il download e l’installazione tramite Face ID, il Touch ID o la password di iCloud, e premi su Apri.

Dopo aver avviato l’app, nella sua schermata principale, partirà immediatamente la scansione della rete wireless a cui sei collegato. Nel giro di qualche istante, ti verranno mostrati tutti i dispositivi collegati, con l’indicazione del nome host, dell’IP locale e dell’indirizzo MAC. È stato facile, vero?

Altre soluzioni utili

Se hai bisogno di altre possibili soluzioni per vedere chi è connesso al Wi-Fi, nelle prossime righe te ne indicherò alcune che possono essere utili al tuo scopo.

  • Angry IP Scanner (Windows/macOS/Linux) – è un software gratuito e open source che non richiede alcuna installazione. Per farlo funzionare però, è richiesta la presenza di Java sul PC. Se non l’hai installato, puoi consultare questa mia guida. Il programma è semplice da utilizzare: basta indicare il range dell’IP locale e premere sul pulsante per eseguire la scansione della rete.
  • Free IP Scanner (Windows) – è uno strumento che non richiede alcuna installazione. Basta avviarlo e premere sul pulsante Start scanning per eseguire la scansione della rete e individuare i dispositivi ad essa collegati.
  • Advanced IP Scanner (Windows) – come le soluzioni menzionate in precedenza, è un software che si può eseguire senza alcuna installazione. Nella schermata principale, premi il pulsante Scansiona e potrai individuare tutti i dispositivi collegati alla tua rete.

Proteggersi in caso d’intrusione

Utilizzare password sicure per il cloud

Se hai riscontrato un’intrusione nella rete Wi-Fi, devi prendere le giuste misure di sicurezza per proteggerla nuovamente.

La prima cosa da fare è cambiare la password della rete Wi-Fi. quest’operazione è possibile eseguirla direttamente dalle impostazioni del router/modem. A tal proposito, ti consiglio di leggere la mia guida su come cambiare la password del Wi-Fi.

Oltre a questa soluzione, puoi pensare anche di attivare un’opzione, denominata Controllo accessi, che ha lo scopo di controllare ogni singolo accesso alla rete Wi-Fi, bloccandolo preventivamente. Non è disponibile su tutti i router/modem e, in alcuni di questi, potrebbe essere anche indicata con una dicitura differente. Solitamente si trova nella sezione dedicata alla rete wireless.

Una volta attivata, l’utente deve accedere al pannello del router per consentire ogni singolo accesso. In questo modo, anche conoscendo la password del Wi-Fi, nessun utente potrà accedere alla rete senza consenso del proprietario.