Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come vedere chi è connesso al WiFi

di

Di recente, hai notato dei rallentamenti notevoli sulla velocità di download della tua connessione Wi-Fi. Non che la rete wireless sia molto stabile, a differenza di quella via Ethernet, ma un simile comportamento è abbastanza anomalo. Ti sta balenando il pensiero che probabilmente qualcuno si sia intrufolato nella tua rete e che ti sta sottraendo la banda. Non sei però molto ferrato con la tecnologia e stai cercando un modo per vedere se le cose stanno proprio come pensi. Non devi preoccuparti per questo, perché ci sono qui io a darti una mano. Come? Te lo spiego a breve.

Nella guida di oggi, infatti, ti illustrerò come vedere chi è connesso al WiFi sia dal tuo router/modem, che tramite dei software di terze parti che possono essere utili allo scopo. Mi raccomando: prima di procedere, identifica i dispositivi “autorizzati” a collegarsi alla rete, così da escludere eventuali allarmismi in caso dovessi imbatterti in nomi un po’ strani (cosa che succede, per esempio, quando ci si ritrova al cospetto di device per la domotica prodotti da brand non conosciutissimi). Se poi dovessi scoprire che la situazione è proprio quella che temevi, dovrai correre ai ripari, tramite alcuni consigli che ti fornirò.

Bene! Data la premessa e la delicatezza della situazione, direi che non bisogna perdere nemmeno un istante! Siediti bello comodo e dedicami qualche minuto del tuo tempo, in modo da consultare i consigli che ti fornirò in questa mia guida e metterli in pratica. Sono sicuro che alla fine riuscirai a risolvere questo inconveniente, scoprendo se qualcuno si è effettivamente intrufolato nella tua rete Wi-Fi. A me non resta che augurarti una buona lettura e farti un grosso in bocca al lupo per tutto!

Indice

Come vedere chi è connesso al Wi-Fi dal router

Come vedere chi è connesso al WiFi

Il metodo più affidabile per vedere chi è connesso al Wi-Fi consiste nell’accedere all’area di gestione del router (operazione fattibile mediante qualsiasi browser e da qualsiasi dispositivi collegato alla rete Wi-Fi da esaminare) e di visualizzare la schermata relativa agli apparecchi collegati.

Per compiere quest’operazione, devi innanzitutto procurarti l’indirizzo IP del router, che va poi inserito nella barra di navigazione del browser: generalmente esso corrisponde a 192.168.1.1, 192.168.0.1 oppure 192.168.1.254 ma, se questi indirizzi ti rimandano a una pagina d’errore, prova a recuperare manualmente l’informazione, mettendo in pratica una delle procedure che ti elenco di seguito.

  • Windows: apri il Prompt dei comandi oppure una finestra di PowerShell/Terminale Windows e impartisci, al suo interno, il comando ipconfig, seguito dalla pressione del tasto Invio. L’IP del router è specificato in corrispondenza della dicitura Gateway predefinito.
  • macOS: apri il Terminale (si trova nel menu Vai > Utility del computer) e impartisci il comando netstat -nr | grep default. L’IP del router è specificato accanto alla parola Default.
  • Android: apri il menu Impostazioni > Rete e Internet (oppure Wi-Fi, Connessioni o simili), fai tap sul nome della rete alla quale sei collegato e poi sul pulsante Avanzate/Dettagli, per ottenere l’IP del router.
  • iPhone/iPad: apri il menu Impostazioni > Wi-Fi, sfiora il pulsante (i) corrispondente al nome della rete wireless alla quale sei connesso e prendi nota dell’indirizzo specificato accanto alla voce Router.

Una volta individuato l’IP corretto, digitalo nella barra degli indirizzi del browser, dai Invio e, quando vedi la schermata d’accesso al pannello di gestione del dispositivo, inserisci il nome utente e la password predefiniti (a meno che tu non li abbia cambiati in precedenza) negli appositi campi. Solitamente, le credenziali di primo accesso corrispondono ad admin/admin oppure admin/password ma, se così non fosse, prova a dare un’occhiata all’etichetta presente sul retro oppure sotto al modem. In caso di problemi, dà uno sguardo alla mia guida su come entrare nel router, nella quale trovi tutto spiegato nei dettagli.

Da questo punto in poi, la procedura che ti indicherò sarà generica, perché ogni pannello del router è differente. Quello che ti consiglio è di accedere alla scheda Dispositivi, Dispositivi collegati o a qualsiasi altra dicitura che possa ricondurre a questa sezione. Nel caso in cui non dovessi trovarla, fai riferimento al manuale d’istruzioni o alle informazioni che trovi nella sezione Supporto nel sito Web del produttore del router/modem.

Se hai trovato la sezione relativa ai dispositivi collegati, controlla ogni singola voce, alla ricerca di eventuali apparecchi avente nome “sospetto”. Tieni sempre presente che il router/modem non registra in questa sezione i dispositivi che hanno provato a fare il collegamento con la rete, ma quelli che si sono connessi con successo.

Alcuni router permettono di modificare le informazioni per ogni dispositivo che visualizzi, in modo da rinominarli o mettere dei tag per riconoscerli di volta in volta a colpo d’occhio. Nel caso in cui però dovessi visualizzarne uno sconosciuto che è connesso alla rete Wi-Fi, devi eseguire alcune operazioni che ti permettono di espellere quel dispositivo dalla rete e di proteggerla, delle quali ti ho parlato nel capitolo conclusivo di questa guida.

A titolo di esempio, lascia che ti spieghi come accedere alla sezione dedicata ai dispositivi connessi alla rete Wi-Fi su alcuni modelli di router comunemente diffusi, per lo più distribuiti dai fornitori di servizi Internet operanti sul suolo nazionale.

Come vedere chi è connesso al WiFi: Vodafone

Come vedere chi è connesso al WiFi: Vodafone

Per esempio, se sei cliente Vodafone e hai a disposizione una delle moderne Vodafone Station (Power Station, Station Revolution oppure Wi-Fi 6 Station), effettua l’accesso al modem e clicca sulla voce Panoramica, se necessario, per visualizzare la panoramica di tutti i device connessi alla rete/router (Wi-Fi, LAN, USB e telefoni).

Per accedere all’elenco dettagliato dei dispositivi collegati alla rete senza fili, clicca sulla voce Più dispositivi sottostante il “ramo” Wi-Fi ed esamina la tabella che ti viene proposta. Se vuoi accedere alle opzioni di blocco e/o visualizzare dettagli ancor più approfonditi, prima di entrare nella sezione relativa ai dispositivi wireless collegati, imposta il menu a tendina visibile in alto a destra sulla voce Modalità esperto.

Come vedere chi è connesso al WiFi: TIM

Come vedere chi è connesso al WiFi: TIM

Il numero dei dispositivi collegati alla rete wireless generata dal modem TIM HUB è visibile fin da subito, nella home page dell’area gestionale del dispositivo, precisamente in corrispondenza del riquadro Dispositivi connessi. Se poi ti interessa visualizzare la lista completa degli apparecchi che risultano attualmente connessi o che lo sono stati in passato, fai clic sul simbolo degli ingranaggi visibile all’interno del summenzionato box ed esamina le varie tabelle che vedi sullo schermo. Per aggiornare la lista, clicca sul bottone Aggiorna collocato in alto a destra.

Ti segnalo, infine, che il modem TIM HUB dispone anche di una pratica funzionalità che consente di visualizzare i dettagli relativi a uno specifico device attualmente connesso alla rete Wi-Fi: per accedervi, clicca sul simbolo degli ingranaggi corrispondente alla sezione Wireless (si trova nella home page), apri la sezione Controllo client e seleziona il nome del device da monitorare tramite il menu a tendina Selezionare un componente, per visualizzarne i dettagli (nome host, indirizzo MAC e caratteristiche fisiche della rete). Per approfondimenti, consulta la mia guida all’uso del modem TIM HUB.

Come vedere chi è connesso al mio WiFi: Linkem

Come vedere chi è connesso al mio WiFi: Linkem

Passiamo ora al router fornito da Linkem: per poter accedere alla lista degli apparecchi connessi, dopo aver effettuato il login all’area di amministrazione del router, clicca prima sul menu Network visibile di lato e, in seguito, sulla voce Lista dispositivi disponibili.

Se tutto è filato liscio, dovresti visualizzare alcune tabelle relative alle reti Wi-Fi attive (a 2.4 GHz e a 5 GHz), contenenti il nome, l’indirizzo MAC e l’indirizzo IP dei vari device collegati. Sempre tramite la medesima pagina, è possibile altresì visualizzare l’elenco degli apparecchi connessi tramite cavo.

Come scoprire chi è connesso al WiFi: Fastweb

Come vedere chi è connesso al WiFi

Se sei cliente Fastweb, dopo aver effettuato l’accesso al modem FASTGate, devi semplicemente cliccare sul menu Dispositivi situato in alto e poi sulla voce Dispositivi online/Online, per visualizzare subito l’elenco dei device collegati tramite Wi-Fi, oppure tramite cavo; la sezione Altri dispositivi, invece, contiene l’elenco di tutti i device che si sono collegati al router in passato ma che, attualmente, risultano offline.

Qualora avessi invece a disposizione l’Internet Box NeXXt, avvia l’app MyFastweb da qualsiasi smartphone o tablet collegato alla rete wireless generata dal router, effettua l’accesso con le tue credenziali (se necessario) e premi sul pulsante ☰, visibile in alto a sinistra, per richiamare il menu principale dell’applicazione.

A questo punto, seleziona le voci Impostazioni di rete > Generale e individua la sezione Rete Wi-Fi, per ottenere la lista dei device connessi attualmente alla rete senza fili. Per approfondimenti, dà un’occhiata alla mia guida dedicata all’installazione e all’uso dei modem targati Fastweb.

Come scoprire chi è connesso al WiFi: FRITZ!Box

Come scoprire chi è connesso al WiFi: FRITZ!Box

Se possiedi un router della famiglia FRITZ!Box, sia esso fornito da un operatore telefonico oppure acquistato in autonomia, puoi visualizzare la lista dei device connessi alla rete locale in modo semplicissimo: ad accesso effettuato, clicca prima sulla voce Rete locale, situata a sinistra, e poi sul sotto-menu Rete.

Dopo alcuni secondi, dovresti essere in grado di vedere la lista delle connessioni attive e di quelle non usate (cioè i device che sono stati collegati in passato e che, attualmente, non lo sono). Qualora dovessi imbatterti in qualche dispositivo potenzialmente sgradito e non autorizzato a trovarsi d0v’è, clicca sul simbolo della matita corrispondente al suo nome e poi sulla voce Bloccare situata all’interno del riquadro Caratteristiche dell’accesso, in corrispondenza della dicitura Accesso a Internet.

App per vedere chi è connesso al Wi-Fi

App per vedere chi è connesso al Wi-Fi

Se, per qualche motivo, non hai modo di accedere direttamente al router e stai cercando un’applicazione che ti consenta di analizzare la rete per ottenere la lista degli apparecchi collegati, puoi prendere in considerazione Fing, un semplice (ma utile) scanner disponibile gratuitamente per Android (sia sul Play Store che sui market alternativi destinati a smartphone e tablet sprovvisti di servizi Google) che per iOS e iPadOS.

Per ottenere Fing, cerca il nome dell’app usando la funzione integrata nel market di riferimento del tuo dispositivo e, dopo averla individuata, premi sul pulsante Installa/Ottieni posto in sua corrispondenza; se necessario, verifica la tua identità autenticandoti tramite riconoscimento del volto, impronta digitale o password dell’account configurato sul dispositivo.

A installazione completata, apri Fing e, per accedere rapidamente alla sua schermata principale fornendo il minimo delle autorizzazioni necessarie, tocca i pulsanti Avanti, Accetta & Continua, Continua senza localizzazione, Ci penserò e Più tardi. Successivamente, premi sul pulsante Scopri dispositivi, esprimi nuovamente la tua intenzione di voler continuare senza permessi e pazienta ancora qualche istante, affinché l’analisi della rete wireless venga portata a termine.

Se, tra i risultati proposti, dovessi imbatterti in qualche nome sospetto e/o non identificato, corri subito ai ripari attenendoti alle indicazioni che trovi nel capitolo conclusivo di questo tutorial.

Software per vedere chi è connesso al WiFi

Software per vedere chi è connesso al WiFi

Qualora preferissi intervenire dal computer, puoi servirti di appositi programmi per analizzare la rete Wi-Fi in uso e visualizzare una serie di informazioni (indirizzo IP, indirizzo fisico, nome della scheda wireless in uso e nome host, se disponibile) in merito agli altri device connessi allo stesso router.

Su Windows, una delle migliori soluzioni di questo tipo è certamente Wireless Network Watcher, un programmino gratuito e che non necessita di installazione alcuna, il quale consente di ottenere il risultato sperato nel giro di pochi secondi. Per ottenerlo, collegati al sito Web che ti ho segnalato poc’anzi, clicca sulla voce Download Wireless Network Watcher (in Zip file) situata in fondo alla pagina e, a download ultimato, estrai l’archivio .zip ottenuto in una cartella a piacere.

Successivamente, recati in quest’ultima cartella, avvia il file WNetWatcher.exe, che trovi al suo interno e, se necessario, clicca sul pulsante per fornire le autorizzazioni necessarie: nel giro di una manciata di secondi, l’analisi della rete dovrebbe essere portata a termine e il programma dovrebbe mostrare, nella tabella centrale, l’elenco dei dispositivi collegati al router. In particolare, presta attenzione alla sezione Network Adapter Company della tabella, valida indicazione circa l’identità dei vari dispositivi.

Software per vedere chi è connesso al WiFi

Su Mac, invece, puoi rivolgerti a un’applicazione denominata LanScan, disponibile sul Mac App Store in due versioni: una gratuita, che consente di visualizzare tutti i dispositivi della rete, limitando però la scoperta del nome host soltanto ai primi 4 della lista; e una a pagamento, che costa 6,99€ ed elimina quest’ultima limitazione.

Per ottenere LanScan, visita il link che ti ho fornito poc’anzi, premi sul bottone Apri in Mac App Store (se necessario) e clicca sui bottoni Ottieni e Installa, per avviare il download dell’applicazione. Se necessario, autorizza l’operazione usando il Touch ID oppure inserendo la password dell’ID Apple configurato sul device.

Una volta scaricata l’applicazione, aprila e clicca sul pulsante Start LanScan, per avviare l’analisi della rete, che dovrebbe essere terminata entro al massimo un minuto; a scansione completata, dà uno sguardo alle colonne Hostname e Vendor, per avere un’idea degli apparecchi connessi al WiFi.

A prescindere dal sistema d’analisi utilizzato, se noti qualche nome sospetto e non appartenente ad alcun dispositivo conosciuto, non esitare a correre ai ripari, onde evitare sorprese sgradite.

Come proteggersi

Utilizzare password sicure per il cloud

Se hai riscontrato un’intrusione nella rete Wi-Fi, devi prendere le giuste misure di sicurezza per proteggerla nuovamente: infatti, la connessione non autorizzata alla propria rete wireless potrebbe comportare non soltanto l’uso improprio del collegamento a Internet, ma anche la possibilità di visualizzare file, cartelle e di usare stampanti e altri dispositivi condivisi in rete.

Per arginare il problema, scegli due password sicure da utilizzare a protezione dei punti potenzialmente vulnerabili della rete casalinga: quella per limitare l’accesso al pannello amministrativo del router e quella per proteggere la rete Wi-Fi. A tal proposito, potrebbero tornarti utili i miei tutorial su come cambiare la password al router e come cambiare la password del Wi-Fi, nei quali trovi spiegati, nel dettaglio, tutti gli step da compiere per riuscire nell’impresa.

Oltre a questa soluzione, puoi pensare anche di attivare un’opzione, denominata Controllo accessi, che ha lo scopo di controllare ogni singolo accesso alla rete Wi-Fi, bloccandolo preventivamente. Non è disponibile su tutti i router/modem e, in alcuni di questi, potrebbe essere anche indicata con una dicitura differente. Solitamente si trova nella sezione dedicata alla rete wireless.

Una volta attivata, l’utente deve accedere al pannello del router per consentire ogni singolo accesso, oppure può autorizzare una serie di device fornendone manualmente i rispettivi MAC Address. Lo so, è una soluzione un po’ macchinosa e adatta principalmente a reti alle quali sono soliti accedere sempre gli stessi device, ma rappresenta la più efficace in termini di sicurezza: anche conoscendo la password del Wi-Fi, nessun utente può accedere alla rete senza il consenso del proprietario.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.