Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come vedere cosa fa una persona su Facebook

di

Temi che il tuo partner ti tradisca? Vorresti monitorare la sua attività social e, nella fattispecie, i suoi “movimenti” su Facebook ma non sai come fare? Devo ammettere che sono contrario a questo tipo di soluzioni, la privacy delle persone per me è sacra e, soprattutto nei rapporti diretti con le altre persone, si dovrebbe cercare il dialogo anziché ricorrere a “mezzucci” come lo spionaggio tecnologico. In ogni caso, devo dire che, ahimè, sono in tantissimi a chiedermi questa cosa e quindi mi vedo “costretto” a occuparmene. Nella guida di oggi, infatti, ti andrò indicare alcuni strumenti che permettono di vedere cosa fa una persona su Facebook.

Faccio subito una precisazione: non è mia intenzione incentivare alcun tipo di attività di spionaggio a danno di altre persone, in quanto le informazioni presenti in questo articolo sono state redatte a puro scopo illustrativo e non mi assumo alcuna responsabilità circa l’uso che ne farai. Tra le opzioni utilizzabili per vedere cosa fa una persona su Facebook vi sono le app per il parental control e la creazione di un account secondario: nelle prossime righe ti spiegherò come usare ambedue le soluzioni.

Allora, ti va di approfondire l’argomento? Sì? Ottimo! Mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo necessario per concentrarti sulla lettura dei prossimi paragrafi e, cosa ancora più importante, attua le “dritte” che ti darò. Sono sicuro che, grazie alle mie indicazioni, riuscirai a sapere cosa fanno i tuoi familiari e i tuoi amici quando si collegano a Facebook. Ti auguro buona lettura e ti faccio un grosso in bocca al lupo per le tue “indagini”!

Indice

App per vedere cosa fa una persona su Facebook

Qustodio Facebook

Desideri monitorare l’attività del tuo partner (o di tuo figlio) su Facebook in maniera precisa (e invasiva)? Il modo migliore per farlo è quello di rivolgerti ad alcune app per vedere cosa fa una persona su Facebook, come quelle per il parental control, le quali dispongono di funzioni utili per evitare che i propri figli si mettano nei guai navigando su Internet e accedendo ai social network, in questo caso Facebook.

Tra le app per il parental control più famose vi è Qustodio, disponibile sia per i dispositivi Android che iOS. Permette di monitorare praticamente tutto ciò che l’utente fa sul suo dispositivo: dalle app utilizzate agli SMS inviati, passando per l’attività social. È possibile installare Qustodio e utilizzarla gratuitamente per monitorare un utente per soli tre giorni: al termine della prova gratuita è necessario sottoscrivere l’abbonamento Premium che parte da 42,95 euro all’anno per continuare a utilizzare la funzione dell’app relativa al monitoraggio social.

Dopo aver installato e avviato Qustodio sul tuo device, devi creare l’account che permette di adoperare il servizio. Nella schermata principale di Qustodio, fai tap sul pulsante Crea un account Qustodio/Sono nuovo su Qustodio e scrivi nei campi di testo Il tuo nome, La tua email, La tua password tutte le informazioni richieste. Dopodiché fai tap sul pulsante Successivo/Avanti per proseguire.
Nella nuova schermata che si apre, fai tap sulla voce Dispositivo bambino e, nella schermata che si apre, indica il nome del dispositivo (es. Telefono di…), fai tap sul pulsante Avanti e fornisci le informazioni richieste digitandole nei campi Nome del figlio, Data di nascita e Sesso. Terminata anche questa operazione, fai tap sul pulsante Avanti e seleziona l’avatar che vuoi usare per rappresentare il dispositivo del figlio.

Ora, concedi all’app tutti i permessi necessari per funzionare correttamente: su Android, fai tap sul pulsante Attiva ora, pigia sulla voce Qustodio situata in fondo alla schermata, sposta su ON la levetta dell’interruttore posta in corrispondenza del nome dell’app e rispondi OK all’avviso che ti viene mostrato. Adesso, fai di nuovo tap sul pulsante Attiva ora e premi sul pulsante Attiva.

Usi un dispositivo iOS? In questo caso,  fai tap sul pulsante Concedi permessi, pigia due volte consecutive sul bottone OK, fai tap sul pulsante Installa profilo iOS nella nuova schermata che si apre e pigia sulla voce Consenti. Nella schermata Installa profilo, premi dunque sulla voce Installa e inserisci il codice di sblocco del device. Una volta fatto anche questo, fai tap sul pulsante Installa, seleziona la voce Autorizza per autorizzare la gestione remota del device da parte di Qustodio e pigia sulla voce Fine per ultimare la procedura.

Qustodio Facebook

Ora non ti resta altro che collegarti al pannello Web di Qustodio per le famiglie, fornire le tue credenziali d’accesso nei campi Nome utente e Password e cliccare sul tasto Accedi per eseguire il login. Ad accesso effettuato, nella schermata principale di Qustodio, puoi verificare l’attività social dell’utente controllato. Cliccando sulla sezione Attività social, invece, è possibile verificare persino le ultime azioni fatte sul social network (sotto la dicitura Timeline).

Qustodio Facebook

Ti segnalo, però, che per monitorare in modo avanzato Facebook, l’utente che stai controllando deve aver effettuato l’accesso al social network su un computer sul quale è installato il client ufficiale di Qustodio, (disponibile sia per Windows che per macOS). Maggiori info qui.

Dal momento che alcuni utenti usano impropriamente le app per il parental control per monitorare l’attività di altri utenti (e non semplicemente quella dei propri figli), ti invito a non cadere in questo errore perché fare una cosa del genere costituirebbe una grave violazione della privacy e potrebbe rappresentare un reato perseguibile penalmente. Non mi assumo alcuna responsabilità circa il potenziale uso improprio che potresti fare di questo genere di applicativi. Intesi?

Creare un secondo profilo Facebook

Vuoi semplicemente “spiare” un altro profilo Facebook vedendo le foto e i post che sono visibili esclusivamente a coloro che sono nella lista di amici della persona in questione? Se non vuoi esporti chiedendogli l’amicizia sul celebre social network utilizzando il tuo account principale, puoi creare un secondo account Facebook e utilizzarlo a tale scopo.

Prima di fare ciò, però, sappi che su Facebook è vietato creare account falsi. Fare ciò, infatti, rappresenta una violazione delle condizioni d’uso del servizio, cosa che potrebbe porta alla chiusura del tuo account. Intesi?

Da smartphone e tablet

Per creare un secondo account Facebook da smartphone e tablet, avvia l’app ufficiale del social network sul tuo device Android o iOS e, se necessario, effettua il logout dal tuo account “principale” facendo tap sul pulsante (≡) e poi selezionando la voce Esci.

Successivamente, pigia sulla voce Iscriviti a Facebook collocata in basso, fai tap sul pulsante Continua/Inizia, fornisci il tuo nome e cognome scrivendolo negli appositi campi di testo (dato che vuoi usare l’account per scopi di test, usa un nome finto) e premi sul pulsante Continua. Nelle schermate successive, poi, specifica la data di nascita da usare, fai tap di nuovo su Continua, indica se sei uomo o donna, premi sul pulsante Usa il tuo indirizzo e-mail e specifica un’email con cui creare l’account.

A tale scopo, ti consiglio di usare un indirizzo di posta temporanea, magari con 10 Minute Mail che funziona bene con Facebook. Per ottenere un’email temporanea compatibile con Facebook basta collegarti su questa pagina.

Per finire, indica la password con cui intendi proteggere l’account “secondario” che hai creato, pigia sul pulsante Continua e poi fai tap sulla voce Iscriviti. Una volta che avrai effettuato il primo accesso all’account appena creato, ricordati di confermare l’indirizzo e-mail che hai indicato, fornendo nell’apposito campo  il codice che ti è stato inviato. Ora non ti resta che chiedere l’amicizia su Facebook alla persona di tuo interesse e sperare che l’accetti, affinché tu possa monitorare la sua attività.

Se vuoi ulteriori delucidazioni su come creare un secondo account Facebook leggi pure il post che ti ho linkato: lì troverai maggiori informazioni su come procedere.

Da computer

come mandare messaggi anonimi su messenger

Qualora tu preferisca agire da computer, puoi procedere alla creazione di un secondo profilo Facebook seguendo più o meno le indicazioni che ti ho fornito poc’anzi. Per prima cosa, scollegati dal tuo account Facebook “principale” (qualora tu non l’abbia già fatto). Per riuscirci, recati sulla pagina iniziale del social network, fai clic sul simbolo (▾) posto in alto a destra e seleziona la voce Esci nel menu che si apre.

Nel modulo d’iscrizione di Facebook che a questo punto dovrebbe essere comparso, fornisci negli appositi campi di testo il nome e cognome che intendi usare, il numero di cellulare o indirizzo e-mail (ti consiglio di usare un’email temporanea) e la password dell’account.

Per quanto riguarda l’email temporanea, ti suggerisco di adoperare 10 Minute Mail che è compatibile con Facebook (a differenza di altri servizi simili). Per servirtene, basta che ti colleghi su questa pagina.

Una volta che avrai indicato l’email, poi, serviti dei menu relativi all’inserimento della data di nascita e al genere che intendi specificare tra uomo e donna. Non appena sei pronto per farlo, clicca sul pulsante Crea account, in modo tale da creare l’account ed effettuare il primo accesso allo stesso. Ricordati, poi, di confermare l’indirizzo email che hai indicato in fase di registrazione, scrivendo nell’apposito campo di testo il codice che ti è stato inviato dal social network. Fatto anche ciò, chiedi l’amicizia su Facebook alla persona di tuo interesse: se l’accetterà, potrai riuscire ad avere maggiori informazioni sul suo conto.

Se qualche passaggio non ti è chiaro, ti suggerisco di approfondire l’argomento consultando la mia guida su come creare un secondo account Facebook.