Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Amazon Prime Day
Migliaia di prodotti in promozione su Amazon. Scopri le offerte migliori

App per aggiungere musica ai video

di

Durante la tua ultima gita fuori porta hai realizzato un mucchio di video con lo smartphone per poterti ricordare dei bei momenti trascorsi. Una volta giunto a casa, hai poi pensato che aggiungendovi un motivo musicale di sottofondo (e magari anche qualche filtro carino!) guardare i tuoi filmati sarebbe stato decisamente più piacevole. Così hai fatto qualche ricerca in Rete per scoprire quali applicazioni utilizzare per riuscirci e sei finito qui, su questo mio articolo dedicato all’argomento.

Come dici? Le cose stanno esattamente in questo modo e vorresti allora capire se posso aiutarti a individuare le migliori app per aggiungere musica ai video? Ma certo che sì, non temere! Con la guida di oggi non solo ti indicherò quelle che, a parer mio, rappresentano le soluzioni più interessanti della categoria, ma te ne illustrerò anche il funzionamento, per metterti in condizione di servirtene senza intoppi. Contento?

Coraggio allora: leggi quanto trovi di seguito, scegli l’app che sembra fare maggiormente al caso tuo e usala seguendo i miei suggerimenti. Vedrai che, alla fine, potrai dirti ben felice e soddisfatto dei risultati ottenuti. Buona lettura e, soprattutto, buon divertimento!

Indice

App per aggiungere musica ai video gratis

Se vuoi scoprire quali sono le migliori app per aggiungere musica ai video gratis, prosegui pure nella lettura: qui sotto ne trovi segnalate diverse, sia per Android, sia per iOS/iPadOS.

Adobe Premiere Rush (Android/iOS/iPadOS)

Adobe Premiere Rush

La prima tra le app per aggiungere musica ai video che voglio suggerirti è Adobe Premiere Rush. È la controparte mobile del noto Adobe Premiere Pro per computer (te ne ho parlato nella mia guida sui programmi per montaggio video). Permette di creare e modificare video, aggiungendovi musiche di sottofondo, oltre che scritte, effetti di transizione ecc. Il risultato finale restituito è decisamente professionale.

L’app in questione funziona sia su Android che su iOS/iPadOS ed è gratis, ma permette di effettuare esportazioni a una risoluzione massima di 1080p: per aggirare questa limitazione e fruire di altre funzioni aggiuntive, bisogna sottoscrivere un abbonamento a pagamento (con costi a partire da 5,49 euro/mese).

Detto ciò, per scaricare e installare Adobe Premier Rush sul tuo dispositivo, procedi nel seguente modo: se stai usando Android, visita la relativa sezione del Play Store e premi sul bottone Installa (se stai usando un device su cui non c’è il Play Store, puoi scaricare l’app da store alternativi); se, invece, stai usando un dispositivo iOS/iPadOS, accedi alla relativa sezione dell’App Store, premi sul bottone Ottieni, quindi su quello Installa e autorizza il download tramite Face ID, Touch ID o password dell’ID Apple.

In seguito, avvia l’app, selezionando la relativa icona aggiunta alla home screen del dispositivo, dopodiché effettua l’accesso con l’ID Adobe, premendo sul pulsante corrispondente e fornendo i dati richiesti. In alternativa, se non possiedi ancora un account, registrati al momento premendo compilando l’apposito modulo o effettuando il login con un account Google, Apple o Facebook.

Ad accesso avvenuto, segui il breve tutorial introduttivo proposto, dopodiché concedi i permessi eventualmente richiesti, indica la posizione da cui prelevare il tuo video (se non compare automaticamente la schermata apposita, richiamala tu premendo sul bottone Crea nuovo progetto), seleziona il relativo file, digita il nome che vuoi assegnare al progetto nel campo Nome progetto, premi sul pulsante con la ruota d’ingranaggio adiacente — per regolare il formato di visualizzazione — e fai tap sul bottone Crea.

Ora che visualizzi l’editor dell’app, fai tap sul pulsante Audio che trovi nella barra degli strumenti in basso, quindi sul pulsante Aggiungi audio, seleziona la musica offerta dall’app che intendi aggiungere al filmato e fai tap sul pulsante Aggiungi. Puoi anche aggiungere dei contenuti audio già in tuo possesso, facendo tap sul bottone (+) collocato in basso a sinistra, selezionando la voce I vostri media dal menu che si apre e poi quella Audio.

Successivamente, seleziona il file audio aggiunto sulla timeline e serviti dei nuovi comandi che vedi comparire nell’editor per apportare ulteriori modifiche utili: tagliare il file, regolare il volume ecc. Puoi anche spostare la traccia in un punto diverso, premendoci sopra e continuando a tenere premuto sino alla posizione desiderata.

A modifiche ultimate, esporta il video di output premendo sull’icona della condivisione (quella con il quadrato e la freccia) situata in alto a destra, espandendo il menu Impostazioni di qualità e selezionando la qualità finale e facendo tap sul pulsante Esporta. A procedura ultimata, il filmato verrà salvato automaticamente nella galleria del dispositivo. Per approfondimenti, consulta il mio post su come scaricare Adobe Premiere gratis.

PowerDirector (Android/iOS/iPadOS)

PowerDirector

Un’altra app per aggiungere musica ai video che voglio consigliarti di provare è PowerDirector. Si tratta di un editor video che permette non solo di aggiungere musiche ed effetti sonori ai filmati che gli vengono dati “in pasto”, ma anche di usare le numerose funzioni disponibili per rendere perfetto il proprio video. Funziona sia su Android che su iOS/iPadOS e di base è gratis, ma propone acquisti in-app (al costo base di 5,49 euro) per sottoscrivere l’abbonamento necessario a rimuovere il watermark applicato ai filmati e a sbloccare altre funzioni extra.

Per usare PowerDirector sul tuo dispositivo, provvedi in primo luogo a scaricare e installare l’applicazione su Android o iOS/iPadOS. In seguito, avvia l’app selezionando la relativa icona che è stata aggiunta alla home screen, premi sul pulsante Accetta e continua, concedi all’app i permessi eventualmente richiesti e segui il breve tutorial introduttivo che ti viene proposto.

Successivamente, premi sul pulsante Nuovo progetto, digita il nome che intendi assegnare al progetto nel campo apposito e indica il formato di visualizzazione del video.

Ora che visualizzi l’editor dell’app, seleziona l’opzione Video dal menu laterale di sinistra, indica la posizione da cui prelevare il filmato su cui vuoi andare ad agire, seleziona il file di tuo interesse e premi sul pulsante (+) che compare in sua corrispondenza, per aggiungerlo alla timeline.

A questo punto, premi sul pulsante Musica che trovi sempre nella barra laterale di sinistra e seleziona il file audio che intendi aggiungere al filmato, dopodiché fai tap sul relativo pulsante (+).

Se poi vuoi collocare in una posizione diversa sulla timeline il file audio, premi sulla relativa traccia e continuando a tenere premuto spostala nel punto che preferisci, mentre per apportare modifiche alla lunghezza, al volume ecc., fai tap sull’icona della matita che vedi comparire a sinistra e serviti delle funzioni apposite nella parte in basso del display.

Quando avrai terminato, esporta il video con musica facendo tap sull’icona della condivisone (quella con il quadrato e la freccia) che si trova in alto a destra e decidi se salvare il tutto nella galleria del dispositivo, indicando anche il formato, il bitrate ecc., oppure se condividere il filmato sui social network o sugli altri servizi supportati. Per approfondimenti, puoi consultare la mia guida specifica su come usare PowerDirector.

iMovie (iOS/iPadOS)

iMovie

Utilizzi un iPhone oppure un iPad e le app per aggiungere musica ai video che ti ho già segnalato non ti hanno convinto in modo particolare? Allora non posso far altro, se non consigliarti di provare iMovie. Si tratta della variante per iPhone e iPad dell’omonimo software per l’editing video di casa Apple disponibile su macOS (te ne ho parlato nella mia rassegna sui programmi per editing video Mac).

Si può scaricare a costo zero, è molto semplice da utilizzare e include pure una funzione apposita che permette di creare dei “trailer”, vale a dire delle presentazioni con video (ma anche foto) e musiche di sottofondo usando dei comodi temi già pronti all’uso. Insomma, provala subito e vedrai che non te ne pentirai.

Per servirti di iMovie, provvedi innanzitutto a scaricare e installare l’applicazione dalla relativa sezione dell’App Store, se necessario. Successivamente, avviala selezionando la sua icona aggiunta in home screen.

Una volta visualizzata la schermata principale di iMovie, fai tap sul pulsante Crea progetto e seleziona l’opzione Filmato se è tua intenzione realizzare un video andando a scegliere il filmato e le musica da usare nel montaggio in maniera libera oppure scegli l’opzione Trailer per usare uno di modelli disponibili “di serie” (le cui musiche, però, non sono modificabili).

Se hai scelto la prima opzione, concedi all’app i permessi eventualmente richiesti, seleziona dalla galleria di iOS/iPadOS il video a cui vuoi aggiungere la musica, premi sull’icona con il segno di spunta che compare nel menu visibile dopo aver selezionato il file e fai tap sulla voce Crea filmato presente in basso.

Ora che hai aggiunto il video all’interno dell’editor dell’app, per aggiungere un sottofondo musicale premi sul pulsante (+), in alto a sinistra, seleziona la voce Audio, indica se vuoi aggiungere una colonna sonora, della musica personalizzata oppure degli effetti sonori e scegli il file di tuo interesse.

Dopo aver compiuto i passaggi di cui sopra, l’audio verrà aggiunto direttamente sulla timeline di iMovie. Se vuoi, puoi spostarlo in un punto diverso rispetto al filmato, premendo sulla relativa traccia e trascinandola, oppure puoi apportarvi eventuali modifiche, facendoci tap sopra e servendoti degli strumenti che vedi comparire in basso per tagliare e regolare il livello dell’audio.

In alternativa, puoi impostare un tema e usare la relativa colonna sonora, facendo tap sul pulsante a forma di ruota d’ingranaggio collocato in basso a destra, scegliendo il tema che preferisci dalla schermata successiva e portando su ON l’interruttore accanto all’opzione Colonna sonora tema.

Se, invece, avevi deciso di creare un trailer, scegli il tema che più ti piace tra i vari in elenco, fai tap sulla voce Crea posta in alto a destra e compla la sezione Struttura con le informazioni richieste. Passa poi alla scheda Storyboard, fai tap sulle anteprime delle scene che compongono il trailer e seleziona un video (ma volendo anche una foto) da visualizzare in quel frangente. Ripeti l’operazione con tutte le scene del trailer.

A modifiche ultimate, salva il tuo video con musica nel rullino di iOS/iPadOS, facendo tap sulla voce Fine che si trova in alto a sinistra, selezionando l’icona della condivisione (quella con il quadrato e la freccia) presente in fondo alla schermata che si apre e scegliendo l’opzione Salva video dal menu che ti viene mostrato. Puoi anche esportare il video in altre app o condividerlo su altri servizi, selezionando le voci apposite sempre annesse al menu della condivisone. Per approfondimenti, leggi la mia guida su come usare iMovie.

Altre app per aggiungere musica ai video

KineMaster

Nessuna delle app per aggiungere musica ai video che ti ho già segnalato ti ha convinto in modo particolare e, dunque, ti piacerebbe che ti segnalassi altre soluzioni utili allo scopo? Detto, fatto! Le trovi nell’elenco qui sotto. Individua quella che ritieni possa fare di più al caso tuo e scaricala subito.

  • KineMaster (Android/iOS/iPadOS) — è un apprezzato editor video per dispositivi Android e iOS/iPadOS, il quale integra tantissime funzioni avanzate, compresa la possibilità di aggiungere un sottofondo musicale ai filmati, che lo rendono completo e versatile. È gratis, ma offre acquisti in-app (a partire da 2,29 euro) per rimuovere il watermark applicato ai video e per accedere ad altre funzioni extra.
  • VideoShow (Android/iOS/iPadOS) — ottima app per Android e iOS/iPadOS, la quale consente di aggiungere musica ai video già esistenti e di crearne di nuovi utilizzando composizioni di foto, offrendo inoltre la possibilità di utilizzare tantissimi strumenti e impostazioni a hoc. È anche abbastanza intuitiva. È gratis, ma propone acquisti in-app (con prezzi a partire da 1,09 euro) per rimuovere il watermark che viene applicato ai video e per sbloccare altre funzioni extra.
  • FilmoraGo (Android/iOS/iPadOS) — app per l’editing video che offre tanti effetti unici da aggiungere ai filmati e che integra diversi strumenti di montaggio picture in picture, sovrapposizioni, voci fuori campo e tanto altro ancora. Insomma, è decisamente molto valida. Funziona su Android, iPhone e iPad ed è gratis, ma propone acquisti in-app (con prezzi a partire da 1,09 euro) per rimuovere il logo che viene applicato sui video e sbloccare funzioni aggiuntive.
  • Clips (iOS/iPadOS) — applicazione di casa Apple specifica per iPhone e iPad che risulta essere molto semplice da usare e che è stata pensata per realizzare brevi composizioni video, anche con musica, ovviamente. È completamente gratuita.

App per aggiungere musica ai video Instagram

Instagram

Vorresti pubblicare dei video su Instagram, sotto forma di post oppure nelle storie e vorresti sapere come aggiungere della musica di sottofondo anche in tal caso? Se le cose stanno così, ti informo che puoi riuscirci adoperando preventivamente le medesime soluzioni di cui ti ho già parlato nelle righe precedenti, le quali, infatti, si prestano benissimo anche come app per aggiungere musica ai video Instagram.

In alternativa, puoi valutare di usare le funzioni predefinite offerte dallo stesso social network per aggiungere video con musica, come ti ho spiegato in dettaglio nella mia guida su come fare video su Instagram con musica.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.