Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

App per planning settimanale

di

Sei un appassionato di gestione del tempo e produttività? Beh, non sei il solo: negli ultimi anni questi temi attirano sempre più persone, interessate ad avere uno stile di vita all'insegna della pianificazione e dell'ottimizzazione delle proprie risorse, non solo economiche ma soprattutto in termini di tempo.

Grazie alla tecnologia, gestire le proprie giornate, le proprie settimane e più in generale i propri impegni è diventato un po' più semplice. Ci sono, però, tante app per planning settimanale, mensile e giornaliero a disposizione sugli store dei nostri device — alcune di queste consentono perfino di tracciare attivamente il modo in cui si impiega il proprio tempo — e scegliere non è sempre semplice.

Se, dunque vuoi una mano a “districarti” in questa “giungla” e vuoi qualche consiglio in merito, sai già cosa fare: continuare a leggere questo tutorial. Prenditi il tempo che ti serve e prova le app di pianificazione settimanale elencate qui sotto. Vedi, dunque, quale di queste fa di più al caso tuo e avvalitene seguendo passo-passo le mie indicazioni. Non mi resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e buon lavoro!

Indice

App planning settimanale gratis

Se sei d'accordo, non perdiamo altro tempo e vediamo sùbito quali sono alcune delle migliori app per planning settimanale gratis disponibili su Android e iOS/iPadOS. Ti anticipo che quasi tutte le soluzioni che ti proporrò, pur essendo di base gratuite, includono alcune funzioni avanzate a pagamento. Ciò detto, procediamo.

ATracker (Android/iOS/iPadOS)

Atracker

La prima soluzione che ti invito a provare si chiama ATracker. Come facilmente intuibile dal suo nome, si tratta di un'app per tracciare i tempi durante giorni, settimane e mesi, che può tornare estremamente utile per capire dove finisce il proprio tempo e, quindi, come programmare meglio le proprie settimane.

È disponibile gratuitamente per Android (compresi store alternativi) e per iOS/iPadOS, ma per tracciare un numero illimitato di compiti (nella versione free c'è il limite di 5) e accedere a tutte le altre funzioni avanzate, bisogna acquistare la versione a pagamento (4,99 euro) oppure sottoscrivere l'abbonamento (parte da 2,99 euro/mese).

Dopo aver scaricato e avviato ATracker sul tuo dispositivo, premi di volta in volta sulla voce Il prossimo/Continua per visionare il tutorial che ti illustra le caratteristiche dell'applicativo o, eventualmente, salta questo passaggio premendo sulla dicitura apposita. Per creare un nuovo compito, premi sul pulsante (+) e compila tutti i campi di testo proposti, indicando il nome del compito, l'icona con cui contrassegnarlo, il colore, etc. Dopodiché attiva (se vuoi) l'allarme stabilendo dopo quanti minuti/ore deve avvertirti e, quindi, premi sulla voce Aggiungi (in alto a destra).

Ora, non devi fare altro che avviare un'attività da svolgere, pigiando su di essa e, quando devi stoppare un compito, premi sempre sul suo nome o, in alternativa, fai tap sul nome di un altro compito.

Una volta che avrai monitorato le tue attività per un certo periodo di tempo, magari dopo qualche settimana, potrai vederne l'andamento utilizzando un apposito calendario, uno storico e due tipologie di grafici. Per vedere il dettaglio di un intero giorno, premi sul bottone Calendario (in basso): c'è l'intera giornata suddivisa in ore e, pigiando su un orario specifico, puoi aggiungere un'attività che magari hai scoperto di non aver segnato, indicandone l'orario di inizio e di fine.

Pigiando sul bottone Storico (in basso), puoi vedere un riepilogo delle tue attività svolte ogni giorno con, a fianco, la quantità di tempo utilizzata per ciascuna di esse. Premendo sul bottone Rapporto (in basso), puoi accedere alla sezione contenente il grafico a torta e l'istogramma (visibili premendo sulle rispettive icone), così da andare da vedere visivamente come hai impiegato il tempo e, quindi, quali sono le modifiche che devi eventualmente fare al tuo programma settimanale. Davvero utile, non trovi?

Doodle (Android/iOS/iPadOS)

Doodle

Un'altra app per pianificare la propria settimana che ti consiglio di provare è Doodle. Serve principalmente a organizzare appuntamenti con altre persone, cosa che la rende perfetta se si vuole pianificare nello specifico riunioni di lavoro, appuntamenti con clienti/fornitori e, perché no, anche incontri con i propri amici.

È disponibile gratuitamente per Android (anche su store alternativi) e per iOS/iPadOS, ma sottoscrivendo l'abbonamento (a partire da 6,95 euro/mese) è possibile eliminare la pubblicità, sincronizzare gli incontri sui calendari, aggiungere scadenze e promemoria, collegare Doodle ad applicazioni di terze parti, come Zoom e Teams, e molto altro ancora.

Dopo averla scaricata, avvia l'app di Doodle e, dopo aver consultato le schede che ne illustrano il funzionamento, premi sul pulsante Inizia e accedi con Facebook, con Google oppure registrati con l'email, avendo cura di premere sull'opzione di registrazione che più preferisci e di seguire poi le indicazioni che compaiono a schermo per portare a termine quest'operazione.

Dopodiché crea un sondaggio premendo sul bottone (+) (in basso a destra) e segui le indicazioni su schermo per procedere, con la consapevolezza che puoi crearne di due tipi. Un tipo di sondaggio è quello che ti serve per organizzare un evento offrendo ai partecipanti di scegliere tra alcuni giorni disponibili.

Per fare ciò, premi sul bottone Trova una data, indica nella nuova schermata apertasi il titolo del sondaggio, le date tra cui scegliere, il luogo dell'appuntamento, etc. Dopodiché premi sul pulsante Crea (in alto a destra) e invita i partecipanti tramite i sistemi supportati (es. WhatsApp, Messenger, SMS, Email o, volendo, copiando il link dell'evento).

L'altra possibilità, invece, consiste nel creare un sondaggio dove i partecipanti possono scegliere tra più opzioni. Per procedere in tal senso, fai tap sul “solito” pulsante (+) (in basso a destra), fai tap sul pulsante Fai una scelta e, dopo aver indicato il titolo del sondaggio, aggiungi varie opzioni di scelta, scegli il luogo dell'evento, aggiungi delle note e personalizza le impostazioni. Infine, premi sul bottone Crea, collocato in alto a destra, e invita i partecipanti che desideri far partecipare all'evento.

Per vedere il riepilogo dei sondaggi creati, poi, premi sul pulsante (≡) (in alto a sinistra), pigia sul bottone Sondaggi e pianifica le attività della settimana in base a quelle che sono state le risposte dei partecipanti. Più semplice di così?!

Todoist (Android/iOS/iPadOS)

ATracker

Un'altra app che ti consiglio di provare per la tua pianificazione settimanale è Todoist. Considerata una delle migliori soluzioni per fare delle to-do list (ovvero liste di cose da fare), può tornarti sicuramente utile nel raggiungere il tuo scopo, ovvero programmare le cose da fare durante la settimana, sfruttando le sue funzioni di invio di avvisi, monitoraggio dei progressi fatti e così via.

L'app è disponibile gratuitamente per Android (compresi store alternativi) e per iOS/iPadOS. Inoltre è disponibile come software per Windows 10/11, macOS e Linux e anche come plugin per Gmail e Outlook, nonché per i browser basati su Chromium e Firefox. È compatibile perfino con Alexa! Nella versione gratuita è possibile gestire fino a 5 progetti e gestire altrettanti collaboratori: per abbattere questi limiti bisogna sottoscrivere l'abbonamento, che parte da 4 euro/mese.

Dopo aver scaricato Todoist, accedi tramite il tuo account Facebook, Google o Apple oppure, se preferisci, registrati via email. A registrazione completata, fai tap sul pulsante (+) situato in basso e aggiungi una nuova attività, avendo cura di indicare anche il tuo obiettivo. Se lo desideri, puoi anche indicare un giorno preciso della settimana per assegnare in modo automatico la tua attività al giorno prestabilito mediante l'uso del linguaggio naturale: scrivendo “Lunedì riunione editoriale”, ad esempio, verrà inserito come impegno per lunedì.

Una volta che avrai redatto la tua to-do-list, premi sul pulsante (≡) (in basso a sinistra), seleziona la voce In arrivo, contenente tutte le attività che non hai ancora svolto; seleziona la voce Oggi, per vedere le attività da svolgere nella giornata odierna e premi sulla voce Prossime, per vedere le cose da fare nei prossimi giorni della settimana. Una volta completata un'attività, premi sul simbolo del cerchio posto in corrispondenza della stessa, così da spuntarla. Hai visto com'è semplice utilizzare Todoist?

Altre app per planning settimanale

TimeTune

Concludo l'articolo elencandoti altre app per planning settimanale. Le trovi elencate qui sotto.

  • TimeTune (Android) — app orientata per la produttività e migliorare così la propria routine settimanale, oltre quella giornaliera. Offre ampi margini di personalizzazione completa per ciascun task e, comprando la sua versione completa (costa 9,99 euro), è possibile usufruire di tutte le sue funzionalità.
  • Microsoft To Do (Android/iOS) — quest'app è sviluppata da Microsoft ed è stata realizzata per creare e gestire delle to-do list personalizzabili in tutto e per tutto, sincronizzando le proprie liste tra Outlook e To Do.
  • Things (iOS/iPadOS) — chi ha un dispositivo Apple non può non prendere in considerazione l'idea di acquistare questa soluzione mediante cui è possibile organizzare le attività quotidiane e settimanali, fare progetti e raggiungere i propri obiettivi. La versione per iPhone costa 9,99 euro; quella per iPad, invece, costa 19,99 euro. Costosa, ma difficile trovare app con una cura dei dettagli di egual livello (inoltre supporta la possibilità di impostare la data entro cui terminare un'attività: funzione che manca a tante app di to-do list).
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.