Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come controllare un cellulare a distanza gratis

di

Tra le numerose richieste che ricevo, vi sono frequenti domande su come sia possibile controllare a distanza un cellulare in maniera del tutto gratuita. Al fine di rispondere a questo quesito, devi sapere che esistono applicazioni che, se installate sul dispositivo mobile della persona da controllare, sono in grado di monitorare gli spostamenti di una persona. Questi strumenti possono rivelarsi utili anche in caso di furto del proprio cellulare. Esistono inoltre applicazioni pensate come strumento di parental control che sono in grado di svolgere un controllo approfondito di un cellulare.

L’argomento è di tuo interesse e vorresti saperne di più? Ti consiglio allora di prenderti qualche minuto di tempo libero da dedicare alla lettura di questa mia guida, nella quale ti mostrerò nel dettaglio come controllare un cellulare a distanza gratis. Tieni quindi sotto mano il tuo smartphone Android o il tuo iPhone e prova a installare le applicazioni che ti consiglio in questo tutorial. Come al solito, prima di iniziare, ti auguro una buona lettura.

Nota bene: Prima di entrare nel vivo di questo argomento bisogna precisare che controllare un cellulare a distanza è da considerare genericamente come un’attività illecita, oltre che un’operazione moralmente discutibile. Visto che non è mia intenzione incoraggiare tali scopi, in questa guida affronterò l’argomento parlandoti di strumenti in grado di svolgere l’obiettivo richiesto in maniera legale. Non mi assumo però alcuna responsabilità in caso di un uso scorretto degli strumenti da me indicati.

Indice

Come controllare un cellulare a distanza gratis: Android

Come controllare un cellulare a distanza gratis su Android

Vorresti tenere sempre sotto controllo il tuo cellulare, in modo tale da poterlo controllare anche a distanza in caso di furto, o semplicemente vorresti controllare gli spostamenti di tuo figlio, in modo tale da sapere sempre dove si trova. Purtroppo, però, non sei molto tecnologico, per cui fare queste operazioni per te è davvero complicato.

Per questo motivo vorresti capire come controllare un cellulare a distanza gratis, non è vero? Nessun problema, di seguito ti illustrerò alcune soluzioni che potrebbero fare al caso tuo, sia per per poter controllare sempre il tuo dispositivo, sia per tenere sott’occhio il tuo bambino. Che ne dici, iniziamo?

Trova il mio dispositivo

Trova il mio dispositivo

La prima soluzione di cui voglio parlarti è la funzione Trova il mio dispositivo, che è una soluzione nativa di Android, ma che purtroppo non è sempre installata “di serie” all’interno dei dispositivi. Si tratta di un servizio molto importante, poiché una volta configurato ti permetterà di poter controllare anche da remoto tutti i dispositivi collegati al tuo account Google.

Si tratta di uno strumento fondamentale, quando, ad esempio, hai la necessità di formattare da remoto uno smartphone che magari ti è stato rubato, o magari vuoi vedere dove lo hai dimenticato.

La prima cosa da fare è verificare che il dispositivo da comandare a distanza sia associato a un account Google, connesso a Internet e abbia i servizi di localizzazione attivi: trovi tutte le indicazioni del caso nei tutorial che ti ho appena linkato.

Devi poi scaricare l’applicazione di Trova il mio dispositivo sul tuo smartphone, o su qualunque smartphone che vuoi poter controllare a distanza, tramite il Play Store.

Una volta scaricata l’app, aprila e nella schermata principale fai tap sul pulsante Continua come [nome account], inserisci la password del tuo account Google e tocca su Accedi: consenti l’accesso alla posizione, fattore importante per poter utilizzare il servizio. Perfetto, ora il servizio sarà attivo sullo smartphone e potrai controllarlo anche a distanza.

Come dici? Vuoi sapere come fare? Nessun problema, ti basterà collegarti al sito Web di Trova il mio Dispositivo e, se necessario, effettuare l’accesso al tuo account Google (deve essere lo stesso account configurato sullo smartphone che vuoi controllare). Se possiedi un altro smartphone, potrai eseguire l’accesso anche tramite l’app.

Una volta entrato nella pagina principale del servizio, fai clic sull’icona relativa allo smartphone che vuoi controllare e immediatamente verrà caricata la sua posizione attuale, nel caso sia ancora online o l’ultima posiziona conosciuta nel caso sia spento o offline.

Una volta visualizzato il device, potrai decidere cosa fare, ad esempio bloccarlo, formattarlo o semplicemente fargli riprodurre un suono se semplicemente si trova nelle tue immediate vicinanze e vuoi cercare di individuarlo. Per maggiori informazioni, dai un’occhiata al mio tutorial sull’argomento.

Soluzioni di parental control

Soluzioni di parental control su Android

Tuo figlio inizia a crescere, infatti ti ha chiesto il suo primo smartphone e vuole iniziare a uscire da solo con i suoi amici. Per te sembra sia sempre piccolo e hai un po’ paura a darli il suo primo smartphone, poiché hai paura dei pericoli presenti nel mondo digitale.

In questo caso il mio consiglio è quello di parlare con tuo figlio e decidere di comune accordo di utilizzare delle soluzioni di parental control, in modo tale che tu possa, almeno inizialmente, limitare l’utilizzo dello smartphone, decidere quali siti Web può visitare e anche sapere sempre la sua posizione, magari quando esce da solo con i suoi amici.

La soluzione che ti propongo oggi si basa sull’utilizzo dell’app Qustodio, che è disponibile al download sul Play Store, sia in versione Controllo Parentale (per i genitori) che per i ragazzi. La versione di Controllo Parentale devi installarla sul tuo smartphone, mentre l’app per ragazzi va installata sullo smartphone di tuo figlio.

Il servizio non è gratuito, infatti dopo i primi 3 giorni di prova gratis sarà necessario un abbonamento che parte da 42,95 euro all’anno, a seconda di quanti dispositivi si desidera controllare.

Una volta installate le due app, apri l’app di Controllo Parentale, tocca sul pulsante Inizia, iscriviti al servizio inserendo nome, email e password, apponi il segno di spunta sulla voce Accetto i termini di servizi e la politica di privacy e infine tocca sul pulsante Iscriviti.

Ora devi configurare l’account di tuo figlio, per cui tocca sul pulsante Inizia ora, inserisci nome, sesso e anno di nascita e procedi tocca sul pulsante Successivo. Ora seleziona quale tipo di dispositivo possiede tuo figlio, scegliendo tra Android, iOS, Windows, Mac, Kindle e Chromebook e segui le indicazioni che appaiono a schermo. Di seguito ti illustro la procedura da fare in caso di dispositivo Android, ma la procedura è davvero molto simile per tutti i dispositivi, infatti a cambiare sarà principalmente lo strumento da utilizzare per il download dell’app.

Prendi lo smartphone di tuo figlio, apri l’app App Ragazzi Qustodio, tocca sul pulsante Accedi e inserisci le medesime credenziali utilizzate per creare l’account sull’app di Controllo Parentale.

Una volta eseguito l’accesso, tocca sul pulsante Proteggi questo dispositivo, inserisci un nome per il dispositivo e tocca sul pulsante Successivo. Ora seleziona chi utilizzerà questo dispositivo (ti verrà già proposto il nome dell’account creato in precedenza per tuo figlio), tocca sul pulsante Si parte e poi su Consenti ora per consentire l’accesso ad alcune opzioni di accessibilità, alle notifiche e alla posizione. Per terminare la procedura di configurazione tocca sul pulsante Termina.

Ora riapri nuovamente l’app di Controllo Parentale sul tuo smartphone e tocca sull’icona dell’account creato per tuo figlio. In questa schermata avrai un resoconto dell’utilizzo dello smartphone da parte di tuo figlio: per impostare dei limiti puoi toccare sull’icona dell’ingranaggio e selezionare la voce Imposta regole.

In questa sezione potrai decidere se impostare dei limiti giornalieri di utilizzo dello smartphone, restrizioni di tempo durante la settimana e applicare dei filtri per la navigazione Web. Inoltre, con l’account Premium potrai anche monitorare i video su YouTube, i giochi, chiamate ed SMS, i social network e utilizzare il servizio di localizzazione.

Qustodio non è l’unico servizio di parental control disponibile, infatti potresti anche provare Family Link di Google, di cui ti ho parlato nel mio articolo dedicato.

Come controllare un cellulare a distanza gratis: iPhone

Come controllare un cellulare a distanza gratis su iPhone

Hai da poco acquistato un nuovo iPhone e vorresti poterlo controllare anche a distanza, perché hai sempre la paura di perderlo. Controllandolo a distanza potresti sapere dove si trova, e magari, in caso di furto, bloccarlo e formattarlo, in modo tale da mettere al sicuro i dati presenti al suo interno.

Come dici? Non sei un tipo molto avvezzo alla tecnologia per cui non sai proprio come controllare un cellulare a distanza gratis? Non ti preoccupare, ti aiuterò io. Di seguito ti illustrerò alcune soluzioni che potrebbero fare al caso tuo, che ti permetteranno di poter controllare il tuo iPhone a distanza in qualsiasi momento. Che ne dici, iniziamo?

Dov’è

Dov'è

La prima soluzione che ti propongo, dato che possiedi un iPhone, è utilizzare l’app Dov’è presente di default all’interno di tutti i dispositivi Apple. Si tratta di un servizio davvero molto comodo, poiché ti permette di sapere sempre dove si trova il tuo dispositivo, anche se viene spento o è offline.

La prima cosa che devi fare è attivare il servizio, per farlo apri l’app Impostazioni, solitamente riconoscibile dall’icona di un ingranaggio e tocca sul tuo ID Apple posto in alto. Successivamente tocca sulla voce Dov’è e poi sulla voce Trova il mio iPhone: ora non ti resta che impostare su ON la levetta di attivazione delle voci Trova il mio iPhone, Rete Dov’è e Invia ultima posizione. Attivando le ultime due voci il tuo dispositivo sarà rintracciabile anche quando la batteria è quasi scarica o è addirittura spento.

Bene, ora devi assicurarti che il tuo dispositivo abbia la localizzazione attiva, per farlo apri l’app Impostazioni e recati su Privacy > Localizzazione: imposta su ON la levetta di attivazione relativa alla voce Localizzazione. Inoltre, puoi anche decidere di condividere la posizione con amici e familiari, per farlo tocca sulla voce Condividi la mia posizione e imposta su ON la levetta di posizione relativa alla omonima voce.

Come dici? Hai perso il tuo iPhone e vorresti localizzarlo? Nessun problema, ti basterà aprire l’app Dov’è su un altro dispositivo Apple con il medesimo account oppure recarti sul sito Web del servizio, effettuare l’accesso al tuo ID Apple e attendere che venga caricata la mappa che ti mostrerà l’ultima posizione nota del tuo iPhone. Se hai più dispositivi, ti basterà fare clic sulla voce Tutti i dispositivi posta in alto e selezionare il dispositivo che vuoi rintracciare dall’elenco che appare. Dopo averlo individuato sulla mappa, puoi anche decidere di farlo suonare, attivare la Modalità smarrito o Inizializzare l’iPhone qualora tu voglia formattarlo da remoto.

Questo servizio, chiaramente, potrebbe essere utilizzare anche nel caso tu ti stia chiedendo come spiare un cellulare a distanza gratis senza installare programmi, magari se vuoi controllare gli spostamenti di tuo figlio. Chiaramente, il mio consiglio è quello di evitare questo tipo di utilizzo, poiché bisogna sempre rispettare la privacy delle persone, anche se si tratta di familiari. Se, invece, vuoi solo stare tranquillo quando tuo figlio è in giro da solo, ti basterà chiedergli di condividere la sua posizione, cosi potrai sempre rintracciarlo tramite l’app Dov’è.

Per maggiori informazioni dai pure un’occhiata al mio tutorial sull’argomento.

Soluzioni di parental control

Soluzioni di parental control su iPhone

Come dici? Tuo figlio inizia a crescere e ha bisogno di uno smartphone? Capisco i tuoi timori, soprattutto quando si tratti di dare il primo smartphone a un bambino. Se, però, hai davvero la necessità di dargli un suo smartphone, potresti utilizzare delle soluzioni di parental control, che ti permetterebbero di limitare da remoto l’utilizzo dello smartphone, di alcune app, di visitare determinati siti Web e addirittura sapere sempre la sua posizione (con qualche funzione in meno rispetto alle app dello stesso genere per Android, a causa delle restrizioni previste dal sistema operativo iOS).

In questo caso ti consiglio di utilizzare l’app di Controllo Parentale di Qustodio, disponibile al download su App Store, insieme all’app complementare da installare sullo smartphone di tuo figlio, che si chiama App Ragazzi Qustodio (Qustodio Kids): Per installarle, cercale nello store del tuo dispositivo, premi sulla sua icona (o collegati direttamente a uno dei link di download che ti ho fornito poc’anzi, per fare prima) e premi sul pulsante Ottieni. Su iPhone e iPad potrebbe esserti richiesta la verifica dell’identità tramite Face ID, Touch ID o password dell’ID Apple.

L’app funzione in maniera pressoché identica alla versione per Android, di cui ti ho parlato nel precedente paragrafo. Nella versione iOS, però, oltre a dover consentire l’accesso alla posizione, ti sarà richiesto anche di scaricare e installare il profilo di Qustodio, necessario per poter abilitare la gestione da remoto del dispositivo.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.