Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come faccio a sapere chi mi ha chiamato

di

Sei appena tornato a casa dopo una lunghissima giornata di lavoro, hai poggiato il cellulare sul tavolo e sei corso a fare una doccia rilassante. Successivamente, però, ti sei accorto che qualcuno, nel frattempo, ha provato a telefonarti. Sul tuo cellulare ci sono infatti un mucchio di chiamate perse da parte di un numero che non conosci e, prima di richiamare a tua volta, vorresti capire a chi appartiene questa numerazione sconosciuta.

Se ora sei qui e stai leggendo questo articolo mi pare ben evidente il fatto che non sei ancora riuscito a ottenere l’informazione desiderata e che stai dunque continuando a chiederti “come faccio a sapere chi mi ha chiamato?”. Mi sbaglio? No, ecco. Beh, allora facciamo così: se mi concedi qualche minuto del tuo prezioso tempo, posso indicarti io come fare per provare a risalire all’intestatario di un numero di telefono, fisso o mobile che sia. Ti basta sfruttare alcune soluzioni online utili allo scopo.

Prima di fornirti tutte le spiegazioni del caso, mi pare però doveroso fare una piccola, fondamentale, precisazione: se per quel che concerne i numeri fissi risalire all’intestatario potrebbe essere una cosa alquanto semplice, per quanto riguarda invece i numeri di cellulare — in particolare quelli dei privati — potrebbero sorgere delle difficoltà. Le leggi sulla privacy impediscono infatti la creazione di elenchi pubblici con i numeri di cellulare, per cui identificare questi ultimi non è sempre facilissimo. Ad ogni modo, come si suol dire, tentar non nuoce. Quindi… al bando le ciance e cominciamo sùbito a darci da fare! Ti auguro, come mio solito, una buona lettura!

Indice

Come sapere chi mi ha chiamato

Rispondo alla tua domanda — ovvero “come sapere chi mi ha chiamato?” — spiegandoti come adoperare alcune soluzioni online utili allo scopo, tutte gratuite e semplici da utilizzare.

Chi sta chiamando?

Chi sta chiamando?

La prima soluzione che ti invito a provare è Chi sta chiamando?, il sito Web che viene utilizzato dall’app Should I Answer (disponibile su Android, anche per i device senza servizi Google, e iOS), che permette di individuare e bloccare i numeri dei “seccatori noti” grazie a una database arricchito dalle segnalazioni degli stessi utenti. Se desideri scovare i numeri di call center, operatori di telemarketing e simili, questa è senza dubbio una soluzione da prendere in considerazione.

Come funziona? È semplicissimo: per prima cosa, recati sulla home page del servizio, scrivi il numero che ti interessa identificare nella barra di ricerca collocata in alto e fai clic sul bottone CERCHI. Se sono disponibili segnalazioni per la numerazione cercata, avrai modo di visualizzarle e utilizzarle per capire chi si cela dietro il numero; altrimenti non ti verrà fornita alcuna informazione utile.

Truecaller

Truecaller

Un ulteriore ottimo servizio per sapere a chi fa riferimento un dato numero di telefono, sia mobile che fisso, è Truecaller. Siamo al cospetto di uno dei portali più famosi della categoria. Fornisce tutte le informazioni del caso attingendo a un database proprietario costruito dalle numerazioni aggiunte dagli utenti che hanno acconsentito all’utilizzo del servizio.

La differenza rispetto al servizio di cui ti ho già parlato nel capitolo precedente sta nel fatto che per usare Truecaller bisogna effettuare il login con l’account Google o Microsoft e, inoltre, bisogna essere disposti a condividere il proprio numero nel database del servizio (è da questo “scambio” che vengono i numeri presenti nell’elenco pubblico): non è il massimo per la privacy, per cui valuta se usarlo o meno.

Se decidi di avvalertene, collegati alla sua pagina principale e compila il campo di ricerca Search a phone number inserendo il numero sul quale vorresti saperne di più, dopodiché fai clic sul pulsante con la lente di ingrandimento, sulla destra, così da avviare la ricerca. Per impostazione predefinita, il prefisso impostato è quello italiano (+39 Italy), ma volendo puoi cambiarlo cliccandoci sopra e selezionando quello che preferisci dal relativo menu a tendina posto sulla sinistra.

Adesso, effettua l’accesso a Truecaller utilizzando l’account Google o quello Microsoft, inserisci i dati richiesti e attendi che risulti visibile la pagina con i risultati della ricerca (e ti viene chiesto l’accesso alla rubrica, rifiuta). Se la numerazione immessa è presente nell’elenco di Truecaller, ti verrà mostrata una nuova pagina Web con la scheda relativa al numero digitato, indicante gli utenti che hanno segnalato la suddetta numerazione, l’utenza d’appartenenza e l’indirizzo di riferimento. In caso contrario, la cosa ti verrà sùbito notificata a schermo.

Tieni presente che anche Truecaller è fruibile da smartphone scaricando l’apposita applicazione gratuita, disponibile sia per dispositivi Android (anche su store alternativi, per i device senza servizi Google) che iOS. Se sei interessato anche al funzionamento di quest’ultima, ti rimando al mio tutorial dedicato alle app per bloccare chiamate.

WhatsApp

Salvare numero su WhatsApp

Uno modo intelligente per cercare di trovare un numero di telefono e, in particolare un numero di cellulare, consiste nel salvarlo su WhatsApp. Se il numero è associato a un account WhatsApp, infatti, potrebbero essere visibili alcune informazioni circa la persona a cui appartiene il numero, come la foto del profilo, che risultano preziose per capire di chi si tratta (ammesso che tali informazioni non siano state occultate dall’utente stesso).

Ti stai chiedendo come puoi salvare il numero che ti ha chiamato su WhatsApp, così da poter effettuare tutte le modifiche del caso? Te lo spiego immediatamente.

  • Su Android — apri l’applicazione ufficiale di WhatsApp, fai tap sulla scheda Chat, pigia sull’icona della nuvoletta bianca su sfondo verde, premi sul simbolo (⋮) e pigia sull’icona dell’omino con il simbolo (+) al suo fianco. Ora, compila il modulo di contatto fornendo il numero di telefono di tuo interesse e premi sulla dicitura Salva. Dopo aver salvato il numero, premi sul pulsante (⋮) (in alto a destra nella schermata contenente la lista completa dei contatti WhatsApp) e pigia sulla voce Aggiorna.
  • Su iPhone — avvia l’app di WhatsApp sul tuo “melafonino”, pigia sulla dicitura Chat, fai tap sul simbolo della matita con il foglio (in alto a destra), premi sulla voce Nuovo contatto, indica il numero di telefono di tuo interesse nel campo di testo apposito e fai tap sulla dicitura Fine per due volte consecutive.

Dopo aver salvato il numero di tuo interesse, pigia sulla scheda Chat, fai tap sul simbolo della nuvoletta bianca su sfondo verde (se stai agendo da un device Android) oppure sul simbolo della matita con il foglio (se stai agendo da iPhone), cerca il contatto che hai salvato poc’anzi, fai tap sulla sua foto del profilo e, se questa risulta visibile, vedi se c’è qualche dettaglio utile per capire di chi si tratta.

PagineBianche

PagineBianche

In un tutorial come questo non potevo mancare di menzionare Pagine Bianche. Questo famosissimo servizio, infatti, consente di scoprire a chi appartiene un dato numero di telefono fisso svelando il nome dell’intestatario dello stesso, ma anche l’indirizzo di provenienza e varie altre informazioni, a patto che tali dettagli siano pubblici.

Per usare PagineBanche, collegati alla sua home page e digita il numero di telefono sul quale vorresti saperne di più nel campo Numero telefono, dopodiché clicca sul pulsante cerca posto sulla destra.

Ti verrà quindi mostrata una pagina con i risultati della ricerca eseguita e, se il numero di telefono digitato in precedenza è effettivamente presente negli elenchi telefonici, vedrai comparire il recapito di riferimento oltre che l’indirizzo (se disponibile) direttamente su mappa, previo clic sul collegamento mappa.

Qualora la cosa ti interessasse, ti segnalo che il servizio è eventualmente fruibile anche sotto forma di app gratuita per dispositivi Android (anche su store alternativi, per i device senza servizi Google) e iOS/iPadOS.

PagineGialle

PagineGialle

Hai il sospetto che il numero dal quale hai ricevuto la chiamata appartenga a un professionista oppure a un’attività commerciale? Allora rivolgiti al sito Internet delle PagineGialle che, come facilmente intuibile, è la trasposizione digitale dello storico elenco cartaceo.

Mi chiedi come si utilizza? Te lo spiego subito! Innanzitutto, collegati alla home page del servizio e clicca sulla scheda numero telefono. Digita poi il numero di telefono relativamente al quale desideri saperne di più nel campo collocato al centro dello schermo e clicca sul pulsante cerca, per avviare la ricerca.

A questo punto, se il numero relativamente al quale hai effettuato la ricerca è presente negli elenchi telefonici, ti verrà mostrato il recapito di riferimento (oltre che una mappa per identificare rapidamente la posizione geografica dell’attività o del professionista in oggetto). Se, invece, il numero digitato non è presente negli elenchi di PagineGialle, la ricerca non restituirà alcun risultato.

Ti segnalo che, se vuoi, puoi effettuare le tue ricerche anche dallo smartphone o dal tablet ricorrendo all’uso dell’app ufficiale del servizio disponibile per dispositivi Android (anche su store alternativi, per i device senza servizi Google) e iOS/iPadOS.

InfoBel

Come trovare indirizzo da numero telefonico

Un altro servizio che ti raccomando per avere maggiori informazioni circa la provenienza di numero di telefono è InfoBel. Si tratta di una sorta di gigantesco elenco telefonico interattivo che è possibile consultare per trovare rapidamente numeri telefonici appartenenti ad aziende e privati.

Per usarlo, devi innanzitutto collegarti alla sua home page e specificare, tramite il menu a tendina apposito, se effettuare la ricerca riguardo a una numerazione di un’azienda o di un privato. Fatto ciò, digita la numerazione di tuo interesse nel campo apposito e clicca sul pulsante giallo Ricerca.

Adesso, consulta i risultati che sono stati ottenuti. Qualora non fossero disponibili informazioni relative al numero che hai cercato, è probabile che queste non siano pubbliche e quindi non siano individuabili da parte del servizio.

Come faccio a sapere chi mi ha chiamato sul fisso

Foto di un vecchio telefono fisso

Se sei giunto su questa guida chiedendoti “come faccio a sapere chi mi ha chiamato sul fisso?”, evidentemente hai ricevuto delle telefonate sul tuo numero di rete fissa e, non avendo fatto in tempo a rispondere, vorresti vedere di chi si tratta.

Beh, in questo caso hai varie opzioni da tenere in considerazione. Alcuni operatori (come ad esempio TIM e Vodafone), offrono dei servizi dedicati che consentono di vedere le chiamate ricevute tramite numerazioni da comporre o tramite le app con cui gestire la propria linea da smartphone e tablet. In base al modello di telefono fisso in proprio possesso, inoltre, è possibile accedere a un vero e proprio registro chiamate, contenente le chiamate in entrata, in uscita e quelle perse.

Per maggiori informazioni su come vedere l’ultima chiamata ricevuta sul telefono fisso, consulta il tutorial che ti ho appena linkato. Sono certo che ti sarà utile.

Come faccio a sapere chi mi ha chiamato col privato

Whooming

Se vuoi sapere chi ha chiamato col privato, ti raccomando l’utilizzo di Whooming. Si tratta di un servizio che, sfruttando la tecnica dell’inoltro di chiamata, permette di scoprire chi si cela dietro la scritta “Anonimo”, “Sconosciuto” o “Numero privato” che compare sul display del telefono. È gratis nella sua versione di base, la quale però non permette di vedere la parte finale dei numeri scovati.

Per vedere il numero in chiaro, bisogna abbonarsi alla sua versione a pagamento a partire da 12,99 euro per tre mesi. Per ulteriori informazioni circa il suo utilizzo, puoi leggere il mio articolo su come scoprire il numero privato.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.