Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come farsi foto da soli

di

Hai pianificato un viaggio da fare da solo e non vedi l’ora di partire verso la meta che hai scelto. C’è solo un piccolo problema: dal momento che non porterai nessun compagno di viaggio con te, ti stai chiedendo chi ti scatterà le foto da tenere come ricordo della nuova esperienza fatta. A meno che tu non voglia affidarti a qualche passante, potresti provare a scattarti le foto da solo. E poi lo dice anche il proverbio… chi fa da sé fa per tre!

Se vuoi approfondire l’argomento e scoprire come farsi foto da soli, continua a leggere: nelle prossime righe, trovi spiegato per filo e per segno tutto ciò che c’è da sapere in merito. Ti anticipo già che ti fornirò istruzioni che ti saranno utili sia nel caso in cui tu voglia utilizzare la Reflex che il cellulare, per cui non hai motivo di temere: al termine di questa lettura, non nutrirai alcun dubbio sul da farsi.

Se l’argomento ti interessa, direi di non perdere altro tempo in chiacchiere e di metterci subito all’opera. Coraggio: mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo di cui hai bisogno per concentrarti sulla lettura delle prossime righe e, soprattutto, cerca di mettere in pratica le indicazioni che ti darò. Sono convinto che, grazie alle mie “dritte”, riuscirai a portare a termine la tua “impresa” senza la benché minima difficoltà. In bocca al lupo per tutto!

Indice

Come farsi foto da soli con la Reflex

Se è tua intenzione sapere come fare foto da soli con la Reflex, sappi che è possibile riuscirci utilizzando un cavalletto, sul quale posizionare la macchina fotografica, e un telecomando di scatto. In alternativa, è possibile sfruttare la funzione di scatto remoto disponibile su alcune Reflex di ultima generazione o adoperare l’autoscatto: trovi spiegato tutto qui sotto.

Acquistare un cavalletto

Acquistare un cavalletto è d’obbligo per riuscire a scattare una foto da soli con una Reflex. In commercio ce ne sono di varie tipologie e prezzi: se non hai esigenze particolari, puoi acquistarne anche di economici (se ne trovano facilmente a 20-30 euro) o di molto costosi (ce ne sono alcuni che costano anche più di 150 euro).

Per tua informazione, ci sono varie tipologie di cavalletti, ognuno dei quali è pensato per determinate tipologie di utilizzo: ci sono i cavalletti entry-level, che permettono di assicurare la propria macchina fotografica tramite una piastra che si incastra con un sistema a slitta, quelli di fascia media e, infine, i cavalletti di fascia alta, che sono più pesanti e ingombranti e quindi offrono maggiore stabilità anche in condizioni climatiche più avverse (ad esempio quando ci sono raffiche di vento relativamente sostenute). Questi ultimi, inoltre, spesso sono costituiti da una testa fluida che può tornare utile nel caso si voglia usare la propria fotocamera per effettuare delle riprese video.

Che tu decida di acquistare un cavalletto di fascia bassa o uno di fascia alta, presta attenzione al tipo di aggancio al corpo macchina offerto da quest’ultimo. Ti consiglio di acquistarne uno che integri una clip a rilascio rapido, cioè un piccolo aggancio che è possibile staccare e attaccare alla testa del cavalletto: in questo modo, tramite il meccanismo a sgancio rapido è possibile montare (o smontare) rapidamente la macchina fotografica sullo stesso senza incorrere in perdite di tempo. Inoltre, verifica che il sistema d’installazione della macchina fotografica al cavalletto sia compatibile con quella in tuo possesso per evitare di sbagliare acquisto.

Dove puoi acquistare il cavalletto da usare in accoppiata alla tua macchina fotografica? Sia nei negozi di elettronica più forniti che in quelli specializzati nella vendita di accessori fotografici e, ovviamente, anche sugli store online, come Amazon.

AmazonBasics - Treppiede leggero estensibile fino a 1,52 m, con custod...
Vedi offerta su Amazon
GEEKOTO Treppiede Treppiedi Fotocamera 200cm, Cavalletto Monopiede Por...
Vedi offerta su Amazon
Manfrotto MK290LTA3-V Kit 290 Light con Testa Fluida Video, Nero
Vedi offerta su Amazon

Dopo aver acquistato il cavalletto che fa maggiormente al caso tuo, segui le istruzioni presenti nel manuale d’uso di quest’ultimo, così da posizionare la macchina fotografica nel modo corretto ed evitare che possa cadere (purtroppo non posso darti istruzioni più specifiche a questo riguardo, dal momento che il sistema d’installazione del corpo macchina al supporto potrebbe variare in base alla fotocamera e al cavalletto utilizzati).

Scattare la foto

Dopo aver assicurato la macchina fotografica al cavalletto, accendila tramite il suo pulsante di accensione e, in base al modello in tuo possesso, scatta la foto utilizzando un telecomando di scatto, la funzione di scatto remoto oppure la modalità autoscatto.

Per quanto riguarda l’utilizzo di un telecomando di scatto, ovvero un dispositivo hardware da collegare alla macchina fotografica da utilizzare per scattare le foto a distanza, sappi che questo solitamente non è incluso nella confezione di vendita della macchina fotografica (dunque va acquistato a parte) e utilizza una tecnologia a infrarossi per permettere all’utente di scattare foto a distanza, anche oltre 5 metri dalla fotocamera. Nell’acquistarne uno, assicurati che sia compatibile con la marca e il modello di Reflex in tuo possesso.

Canon RC-6 Telecomando Infrarossi per Fotocamere EOS
Vedi offerta su Amazon
AmazonBasics - Telecomando wireless per fotocamere digitali SRL Nikon ...
Vedi offerta su Amazon

In alternativa, se la tua Reflex integra la funzione di scatto remoto tramite Wi-Fi, puoi adoperarla per controllarla tramite l’app disponibile per il tuo smartphone o tablet. La procedura da attuare varia da macchina a macchina: nella Reflex che ho utilizzato io per questo tutorial (una Canon EOS 1300D), ad esempio, bisogna pigiare il tasto Menu presente sul corpo macchina e poi recarsi in Funzione Wi-Fi > Connetti a smartphone > Conness. e confermare la connessione al proprio dispositivo selezionando il pulsante OK.

A questo punto, bisogna avviare l’app CameraCanonnect di Canon sul proprio dispositivo Android o iOS, connettersi alla rete Wi-Fi generata dalla macchina fotografica (avendo cura prima di disattivare la connessione dati, qualora fosse attiva) e seguire le istruzioni visualizzate sullo smartphone per portare a termine la procedura guidata per la connessione alla Reflex (sostanzialmente bisogna recarsi nelle impostazioni del cellulare e selezionare il nome della rete Wi-Fi generata dalla Canon in proprio possesso).

Una volta che il proprio device è collegato alla fotocamera, non bisogna far altro che richiamare la funzione Scatto remoto in live view e pigiare sul pulsante di scatto virtuale che compare a schermo (all’occorrenza è possibile agire anche sui parametri e le modalità di scatto, esattamente come si può fare quando si ha la macchina fotografica in mano).

Volendo, è possibile scattarsi una foto da soli utilizzando anche la funzione autoscatto, che può essere richiamata anch’essa seguendo procedure che variano da macchina a macchina. Nella Reflex che ho usato per questo tutorial (Canon EOS 1300D), ad esempio, bisogna premere sul pulsante di selezione modalità drive/autoscatto (il tasto raffigurante l’icona del timer che è presente sul corpo macchina, vicino al pulsante SET), selezionare tramite i pulsanti direzionali una delle modalità di autoscatto tra quelle disponibili (es. Auto scatto: 10 sec o Auto scatto: 2 sec.) e confermare l’operazione pigiando il pulsante OK (sul corpo macchina SET).

Come farsi foto da soli con il cellulare

Per fare foto da soli con il cellulare, puoi semplicemente scattare un selfie oppure acquistare un supporto sul quale posizionare lo smartphone: in quest’ultimo caso devi impostare l’autoscatto per realizzare la foto “a distanza”: di seguito trovi tutte le istruzioni necessarie per procedere.

Acquistare un supporto

Che tu voglia fare un selfie o scattare una “classica” foto di gruppo, potrebbe esserti utile (se non indispensabile) acquistare un supporto adatto. Nel primo caso, ti consiglio di acquistare un selfie stick (cioè un’asta di dimensioni regolabili, alla cui estremità si attacca lo smartphone e permette di effettuare autoscatti a distanza, mediante l’utilizzo di un apposito pulsante o telecomando), mentre per le foto di gruppo puoi munirti di un treppiede o di un gorillapod (un cavalletto “da tavolo” le cui gambe sono costituite da sfere gommate, da utilizzare per agganciare il supporto a varie superfici).

In commercio si trovano varie tipologie dei prodotti appena menzionati, di vari prezzi, per cui valuta qual è quello che fa al caso tuo accertandoti, soprattutto, che sia compatibile con il modello di cellulare in tuo possesso.

Mpow Bastone Selfie Bluetooth iSnap X Selfie Stick Monopiede Selfie St...
Vedi offerta su Amazon
Rhodesy RT-01 Treppiede portatile Octopus Style con Supporto per iPhon...
Vedi offerta su Amazon
Hitchy Treppiede Smartphone Cellular 42Pollici 106cm Alluminio Leggero...
Vedi offerta su Amazon
Foneso, Selfie Stick Bluetooth, con treppiede per Smartphone e Fotocam...
Vedi offerta su Amazon
Selfie Stick Treppiede, BlitzWolf 4 in 1 Bastone Selfie Regolabile con...
Vedi offerta su Amazon

Scattare la foto

Dopo aver eventualmente acquistato il supporto e aver agganciato il tuo smartphone a quest’ultimo (che si tratti di un selfie stick, di un treppiede, etc.), puoi finalmente scattarti la foto.

Se si tratta di un selfie, non devi far altro che avviare l’app Fotocamera sul tuo cellulare, pigiare sul pulsante per richiamare la fotocamera anteriore, distendere il braccio il più possibile, in modo tale da riprendere il tuo volto e parte dello sfondo, e, infine, premere sul pulsante di scatto visibile sullo schermo. Se ti sei avvalso di un selfie stick dotato di pulsante di scatto fisico, invece, puoi scattare la foto anche tramite quest’ultimo (a patto che sia compatibile con il tuo smartphone).

Se, invece, vuoi utilizzare la funzione autoscatto, disponibile sia su Android che iPhone, attivala nel seguente modo.

  • Su Android — apri l’app Fotocamera, fai tap sull’icona dell’ingranaggio, pigia sulla voce Timer e seleziona una delle opzioni disponibili (es. 3 secondi, 10 secondi, etc.). Tieni conto che la procedura appena indicata potrebbe leggermente differire in base alla marca e al modello del dispositivo in tuo possesso (oltre che alla versione di Android installata su quest’ultimo).
  • Su iPhone — apri l’app Fotocamera, fai tap sull’icona del timer posta in alto a destra e seleziona una delle opzioni disponibili dal menu che si apre (es. 3s o 10s).

Dopo aver impostato il timer, non devi far altro che pigiare sul pulsante di scatto che vedi sullo schermo e posizionarti davanti alla fotocamera del tuo cellulare: al termine del countdown ti verrà scattata la foto. Più semplice di così?