Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Scopri le migliori offerte sul canale Telegram ufficiale. Guarda su Telegram

Come fare foto per curriculum

di

La fine del tuo percorso di studi è ormai imminente e ti senti pronto per affacciarti sul mondo del lavoro. Per farlo, però, sembra mancarti qualcosa di indispensabile: un curriculum vitae. Come ben sai, il curriculum condensa in poche pagine le esperienze, gli studi, le attitudini e le informazioni di chi lo redige ed è praticamente il bigliettino da visita da consegnare a chiunque esamini il tuo profilo in virtù di una candidatura.

Spesso, è proprio il curriculum ad antecedere un eventuale colloquio, ed è proprio grazie al curriculum che possono essere possibili le prime scremature in merito ai profili compatibili alle candidature. Capita l'importanza di un curriculum strutturato correttamente, è naturale chiedersi come fare foto per curriculum in modo tale da non sfigurare.

Ebbene, per ogni tuo dubbio ho io la risposta: in questo articolo ti spiegherò per filo e per segno come ottenere uno scatto adatto a essere inserito nel tuo curriculum. Assicurati di ritagliarti del tempo libero non solo per leggere la guida, ma anche per mettere in pratica i miei suggerimenti, e vedrai: riuscirai a ottenere la tua foto da curriculum in maniera semplice e indolore!

Indice

Fare una foto per curriculum vitae

Come ti ho già anticipato nell'introduzione, nei prossimi paragrafi ti spiegherò come fare una foto per curriculum vitae partendo dagli strumenti da utilizzare, fino ai suggerimenti sulla posa o sull'abbigliamento da indossare.

Strumenti

reflex

Per scattare una foto, naturalmente, hai bisogno di una fotocamera: questa è praticamente la base. Non è necessario dotarsi delle più moderne fotocamere o dei più costosi obiettivi per ottenere un risultato molto soddisfacente, tuttavia sei libero di scegliere gli strumenti che più ritieni opportuni.

Puoi avvalerti sia della fotocamera del tuo dispositivo mobile (a patto che sia uno smartphone dotato di una buona fotocamera), sia di una macchina fotografica Reflex o mirrorless.

Per quel che concerne i dispositivi Android, oltre a poter usufruire dell'app Fotocamera di default presente sui dispositivi, puoi pensare di avvalerti di alcune app per foto Android: le trovi tutte illustrate nel mio articolo in merito. Anche per i dispositivi iOS, oltre all'app Fotocamera, è possibile ottenere app per fare foto iPhone, direttamente dall'App Store, e usufruire degli strumenti messi a disposizioni dalle applicazioni illustrate nella guida dedicata che ho già provveduto a segnalarti.

Per quanto riguarda le Reflex o le mirrorless, invece, se non ne hai una a disposizione e ne stai valutando l'acquisto, puoi vagliare i modelli che ho provveduto a illustrarti nella mia guida all'acquisto sulle migliori reflex. Naturalmente, ti suggerisco di ponderarne l'acquisto qualora tu voglia allargare le tue competenze in ambito fotografico, giacché si parla pur sempre di macchine fotografiche dall'uso professionale grazie al sistema di innesti che permette di cambiare gli obiettivi con modelli compatibili, il che si traduce comunque in una certa spesa. La qualità di scatto di una Reflex dipende anche dagli obiettivi usati: se hai dei dubbi in merito a quale obiettivo comprare, dai un'occhiata alla guida che ho scritto e sono sicuro che dissiperai tutte le tue incertezze.

Bene, ora che ti sei procurato gli elementi indispensabili per fare una fotografia, voglio suggerirti alcuni strumenti per facilitarti il lavoro: in primo luogo, se non hai qualcuno in grado di scattarti una foto e hai difficoltà a posizionare il cellulare o la fotocamera e avvalerti della funzione di autoscatto, ti suggerisco di valutare l'acquisto di un treppiedi o di un selfie-stick.

Bastone Selfie Treppiede Migliorato- 2 Luce di Riempimento, 114 CM Sel...
Vedi offerta su Amazon
Bastone Selfie Treppiede Migliorato- 2 Luce di Riempimento, 114 CM Sel...
Vedi offerta su Amazon

Se non hai a disposizione un luogo dove scattare foto e uno sfondo appropriato all'esigenza, un altro strumento che potrebbe risultarti utile è un fondale: si tratta di un pannello, generalmente di colore nero (o verde, green screen), che posizionato alle spalle del soggetto permette di ottenere uno sfondo dal colore neutro che aiuta a porre in evidenza chi viene fotografato.

Neewer 9 x 13 piedi / 2,8 x 4 metri Fotografia Sfondo foto Video Studi...
Vedi offerta su Amazon
Telo Nero Sfondo Fotografico, Orthland Fondale Fotografico 3x3m / 9.8x...
Vedi offerta su Amazon
Green Screen, 3 m x 3 m / 9,8 ft x 9,8 ft x 9,8 ft Green Screen with 3...
Vedi offerta su Amazon

Per maggiori dettagli su come usare il green screen, leggi la mia guida dedicata.

Luce

ombrello fotografico

Nelle foto, la luce è un fattore determinante per ottenere un bello scatto: si sa, a seconda di quest'ultima è possibile ottenere anche diversi effetti, come ad esempio una foto con lo sfondo nero anche senza avvalersi di un fondale. La direzione della luce e il posizionamento del soggetto in riferimento a quest'ultima viene dettata dalla tipologia di scatto che si sta cercando di ottenere, pertanto si utilizzeranno diversi schemi di luce.

Nel caso di una foto per il curriculum, e dunque di un Ritratto o Primo piano, il più delle volte è preferibile utilizzare uno schema di luce frontale dove la luce principale — essendo posta di fronte al soggetto e lievemente in alto — lascia cadere sul viso di quest'ultimo la stessa quantità di luce, in modo tale da appiattire le imperfezioni della pelle: questo però tende ad appiattire la foto in generale e ad allargare i soggetti.

Un altro schema di luce che si può vagliare, allora, è lo schema di luce a farfalla anche detta “luce cinematografica” dove la luce frontale viene alzata maggiormente rispetto al soggetto e inclinata verso il basso.

Se ti trovi in una location dove non ti è possibile controllare direttamente le fonti di luce e, dunque, per i problemi di illuminazione, ti suggerisco di dotarti di una fonte di luce artificiale. Esistono diverse soluzioni, alcune delle quali utilizzate dai fotografi professionisti come gli Ombrelli o le Softbox. I primi sono facilmente trasportabili, relativamente economici e versatili: adatti per scattare sia all'interno che all'esterno, di grande aiuto se si desidera scattare con il flash. I secondi, invece, tendono ad ammorbidire la luce e a direzionarla in modo più preciso rispetto a un ombrello.

Walimex Pro Reflector schermo nero/bianco, diametro 180 cm
Vedi offerta su Amazon
Softbox - Set di luci a LED per studio fotografico, FGen, 2 x 50 x 70 ...
Vedi offerta su Amazon

Molte sono le persone che, non potendo dotarsi dei classici faretti o dei modificatori di luce degli studi fotografici, si servono di Light Ring per ottenere gli effetti di luce desiderati. Queste, inoltre, spesso possono essere date in dotazione insieme al cavalletto grazie al quale sorreggere lo smartphone e insieme a un telecomando grazie al quale effettuare lo scatto da remoto. Inoltre, è possibile regolare i vari gradienti di luce e cambiare colore. Ne esistono di diversi tipi, alcuni delle quali anche “mini” e tascabili.

UPhitnis 12" Ring Light, Luce per Selfie, 63" Staffa Triangolare, Luce...
Vedi offerta su Amazon
Ring Light Professionale Luce Selfie - 10" Lampada Tik Tok con Telefon...
Vedi offerta su Amazon
V-TAC Ring Light da Tavolo Regolabile per Selfie, Video, Foto, Tiktok ...
Vedi offerta su Amazon
ULANZI Ring Light Telefono 4" Luce per Foto 3 Temperature Colore 3000K...
Vedi offerta su Amazon

Sfocare lo sfondo

iPhone ritratto

Il più delle volte, quando non si ricorre a uno sfondo neutro o a un fondale e quando non si ha a disposizione una location che permetta di non avere eccessivi elementi disturbanti di background, si ha l'esigenza di sfocare lo sfondo delle foto per porre in risalto il soggetto in primo piano.

Sappi che è possibile ottenere foto con lo sfondo sfocato, quindi con quello che si chiama effetto bokeh, anche comodamente tramite l'uso della fotocamera del proprio smartphone: che si tratti di un dispositivo equipaggiato con Android o con iOS.

Con i più recenti dispositivi mobili, infatti, è possibile utilizzare la funzione Ritratto (o Fuoco Live) della fotocamera per porre in risalto il soggetto e sfocare lo sfondo sul retro. Alternativamente, è possibile utilizzare alcune applicazioni che ti permettono di ottenere il medesimo risultato, sia in fase di scatto che dopo aver scattato. Maggiori informazioni su come fare foto sfocate le trovi nell'articolo che ti ho appena linkato.

Per ottenere il medesimo risultato con una Reflex, invece, è necessario avere delle accortezze maggiori e impostare manualmente l'apertura del diaframma. Per maggiori informazioni su come sfocare lo sfondo Reflex, leggi il mio articolo a tal proposito.

Post-produzione

logo Adobe Photoshop

Al giorno d'oggi una foto appena scattata non viene immediatamente utilizzata per essere pubblicata sui social o inserita in un curriculum, in un book fotografico o in un album. Sempre più sono le persone che si affidano a processi di post-produzione: si tratta di un processo di lavorazione delle foto che include tutte le attività volte a migliorare, modificare, ritoccare le foto appena scattate.

Per la post-produzione è possibile affidarsi a diversi strumenti: ci si può affidare, ad esempio, alle applicazioni per modificare le foto. Quest'ultime permettono di effettuare diverse modifiche alla foto, a cominciare dall'illuminazione che può essere regolata in base a contrasto, luci, ombre, saturazione ed esposizione per poi passare agli effetti di rimozione delle imperfezioni. Alcune app, ad esempio, permettono di eliminare gli inestetismi della pelle, occhiaie, rughe, persino nei, altre invece permettono addirittura di applicare del make-up e molte di queste sono totalmente gratuite.

Oppure ci si può affidare a programmi professionali, come Photoshop, il celebre programma di fotoritocco di casa Adobe che è possibile ottenere sottoscrivendo un abbonamento ad Adobe Creative Cloud a partire da 12,19 euro/mese con periodo di prova gratuito. Maggiori info qui.

Un altro esempio di software molto utilizzato in quest'ambito è GIMP disponibile per Windows, macOS e Linux e considerato la migliore alternativa open e gratuita a Photoshop. Insomma, esistono numerosi programmi per foto che possono essere impiegati per modificarle a tuo piacimento.

Come fare belle foto per curriculum

Adesso che hai tutti i mezzi e le nozioni per scattare, potresti pensare di cimentarti nell'impresa, eppure per capire come fare belle foto per curriculum non è necessario avere solo i rudimenti teorici e una macchina fotografica: è indispensabile sapere anche cosa indossare e come mettersi in posa, pertanto ho pensato di fornirti qualche suggerimento, che sei libero di prendere in considerazione, nei prossimi paragrafi.

Come vestirsi

combyne

Non bisogna giudicare un libro dalla copertina, è vero, ma anche l'occhio vuole la sua parte! Insomma, sicuramente l'abbigliamento non determina le tue capacità, tuttavia avere cura nello scegliere il vestiario con il quale presentarsi al colloquio è sicuramente importante per dare una certa immagine di sé all'esaminatore. Per questo motivo, è importante scegliere un abbigliamento adeguato con il quale farsi ritrarre per la foto sul curriculum.

Anche in questo caso, potresti avere diversi margini di manovra: se, ad esempio, sei alla ricerca di una posizione lavorativa creativa, un accessorio particolare o una trama sulla camicetta che sa catturare l'attenzione, possono aiutarti a definire il tuo stile e a fare colpo sul recruiter. Se sei alla ricerca di un impiego d'ufficio, potresti puntare sull'evergreen giacca e pantalone (o gonna). Ti suggerisco sempre di indossare abiti privi di pieghe, non eccessivamente larghi, né sbottonati o scollati e di optare per toni abbinati, distinti dallo sfondo.

Se invece hai difficoltà a rintracciare la combinazione giusta, ti consiglio di leggere la mia guida sulle app per outfit: puoi trovare tantissime applicazioni grazie alle quali non solo organizzare il tuo guardaroba, ma anche prendere ispirazione e spunto dagli outfit degli altri e comporre la combinazione di vestiti da indossare giorno per giorno.

Oltre a ciò, se vuoi rifornire il tuo guardaroba, potresti vagliare l'idea di utilizzare queste app per comprare vestiti. Si tratta di soluzioni pratiche e veloci per ottenere, direttamente grazie al tuo smartphone, la consegna di vestiti a casa. Naturalmente esiste anche la possibilità di utilizzare alcuni siti per comprare vestiti.

Mettersi in posa

fotografare

Bene: ti sei posizionato davanti all'obiettivo? Hai scelto un outfit adeguato alla situazione? Adesso non ti manca proprio niente! Come? Non sai in che posa metterti? Non preoccuparti, sono qui per aiutarti con alcuni pratici consigli.

In primo luogo, dai importanza all'espressione: un sorriso può dare un'immagine di te solare, raggiante, positiva e aperta ma attento a non strafare perché potrebbe sembrare eccessivamente finto e invece di ottenere un effetto naturale, potresti ottenere il contrario. Un leggero sorriso è ciò che può essere ritenuto più adatto. Evita espressioni ilari, labbra “a papera” e guarda dritto verso la fotocamera.

Adotta una posizione adeguata, con schiena dritta e il volto diretto verso l'obiettivo (o al massimo, lievemente girato, di profilo), ricordandoti di mantenere un'espressione abbastanza naturale. Effettua diversi scatti in diverse pose e valuta l'effetto che vuoi ottenere: una foto con le braccia incrociate, ad esempio, trasmette determinazione, sicurezza, ma talvolta potrebbero anche suscitare troppo distacco.

Insomma: le braccia rivestono un ruolo fondamentale e puoi provare a scattare sia con le braccia incrociate, sia lasciandole cadere morbidamente lungo il corpo, sia con una mano sul fianco e quindi un solo braccio piegato. A seconda dei risultati, valuta la foto che meglio ti rappresenta e raffigura.

Per concludere, posizionati in modo tale da non escludere alcune parti del corpo dall'inquadratura: se si tratta di una foto a mezzo busto o di un ritratto, è naturale escludere la parte inferiore, tuttavia stai attento a non scattare foto con parte del capo tagliato (quindi inquadrando dalla fronte in giù) o lasciando eccessivo spazio tra il riquadro superiore della foto e il viso (con relativo spazio di background tra l'inizio della foto e la testa del soggetto).

In qualità di affiliati Amazon, riceviamo un guadagno dagli acquisti idonei effettuati tramite i link presenti sul nostro sito.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.