Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come usare il green screen

di

Ti è capitato di vedere dei video con il soggetto in primo piano e sullo sfondo degli effetti speciali e/o dei video che ti hanno lasciato a bocca aperta? Ti è capitato di vedere il “dietro le quinte” di un video girato dal tuo youtuber preferito, hai notato un grande telo verde dietro di lui e vorresti capire bene di cosa si tratta? Se la risposta è sì, allora ti interesserà sapere come usare il green screen, che sarebbe proprio il nome tecnico del telo verde in questione.

Come avrai intuito, il green screen è un effetto che permette la facile sostituzione dello sfondo verde con lo sfondo che si preferisce. Avere uno sfondo colorato e omogeneo, infatti, rende facile la sostituzione di quest’ultimo con immagini statiche, video e/o effetti dinamici e consente di scontornare i soggetti in primo piano in maniera semplicissima e automatica. Infatti è una tecnica usata non solo per i video ma anche per le foto.

Un esempio sotto gli occhi di tutti? È la tecnica usata per le previsioni del tempo che si vedono in TV e nei video di molti youtuber che hanno come sfondo il logo del proprio canale o dei filmati. Come puoi immaginare, il green screen può essere usato con moltissimi programmi di editing video ma anche con molte app per smartphone: adesso te ne parlo più in dettaglio.

Indice

Cos’è il green screen

Il green screen (schermo verde), detto anche chroma key (intarsio a chiave colore) è una tecnica usata per sostituire lo sfondo in un video. Si tratta di un telo verde che fa da sfondo mentre si gira e che permette poi di essere facilmente sostituito con lo sfondo desiderato, grazie all’utilizzo dell’apposita funzione dei programmi di editing video o foto.

Ti sarà capitato di vedere anche il blue screen, che è stato sostituito da quello verde perché migliore per le apparecchiature digitali. Il concetto su cui si basa la tecnica del green screen è la sostituzione dello sfondo che, essendo di un colore uniforme, rende il soggetto del video facilmente separabile dallo sfondo stesso. Quest’operazione successiva si fa in fase di montaggio, con appositi programmi.

In commercio si trovano molti tipi di green screen: alcuni semplicissimi, che costano anche meno di 20 euro, e altri più professionali, magari dotati di telaio e sistema antipiega, che possono superare anche i 100 euro di costo. Ci sono poi dei kit completi con luci, green screen e supporto, che ti consiglio vivamente di prendere in considerazione se sei alle prime armi: avere il giusto supporto è importantissimo, perché il green screen sarà posizionato meglio e se ben illuminato renderà l’operazione di sostituzione dello sfondo molto più facile e priva di imperfezioni.

Di seguito, trovi alcuni green screen e kit che ti consiglio di prendere in considerazione. Di seguito, andremo poi a vedere come sfruttarli da computer, smartphone e tablet.

Andoer Sfondo Pieghevole 1.6 x 3m Photografia Studio non-Tessuto del C...
Vedi offerta su Amazon
Elgato Green Screen Pannello Chroma Key Pieghevole 148 x 180 per la Ri...
Vedi offerta su Amazon
ESDDI Studio Fotografico Kit di Illuminazione 3x2.6M con Sistema di Su...
Vedi offerta su Amazon

Come funziona il green screen

Il primo passo che devi compiere è girare il tuo video con il green screen di sfondo seguendo delle accortezze tecniche, come quelle che trovi elencate di seguito. Successivamente, ti mostrerò come usare il green screen nei principali programmi di editing video per PC, smartphone e tablet, in modo da personalizzare lo sfondo.

Informazioni preliminari

La prima operazione da compiere, come già accennato, è mettere in piedi il set per girare il video con il green screen. Per far sì che l’operazione di editing proceda senza intoppi, bisogna avere delle piccole ma fondamentali accortezze.

Innanzitutto, il green screen dev’essere ben teso, senza increspature o ombre e deve coprire bene tutta l’inquadratura. È per questo consigliabile l’acquisto del green screen con una struttura che lo sorregga. È fondamentale, inoltre, che l’illuminazione sia molto buona, diffusa e che non crei ombre sul green screen, che complicherebbero il lavoro di montaggio successivo.

Bisogna poi evitare di indossare colori simili al verde del green screen, a meno che non si voglia far volontariamente parte dello sfondo e “scomparire” in esso. Una volta girato il video, puoi passare all’operazione di montaggio, sostituendo lo sfondo del green screen con lo sfondo che più ti piace. Vediamo ora nel dettaglio i programmi da usare. Per approfondimenti, puoi cercare su Google delle guide specifiche sul posizionamento delle luci.

Quasi inutile dire che le riprese devono essere fatte con apparecchiature di buona qualità: ti consiglio una buona videocamera o una buona Reflex; se proprio vuoi, comunque, puoi rivolgerti anche a un camera phone, cioè uno smartphone dotato di un buon comparto fotografico: trovi tanti consigli per gli acquisti di questi dispositivi nelle guide che ti ho appena linkato. Detto questo, passiamo all’elaborazione dei video nei vari software di editing.

Come usare il green screen con Adobe Premiere Pro

Adobe Premiere Pro

Uno dei programmi di video editing più usati, anche in ambito green screen, è sicuramente Adobe Premiere Pro. E’ disponibile la versione sia per Windows che per macOS e lo si può scaricare dal suo sito internet ufficiale. La versione di prova gratuita è di 7 giorni, poi si passa all’acquisto della versione completa del software con diversi piani di fatturazione mensile o annuale. Per scaricare il programma è richiesta la registrazione al servizio Adobe Creative Cloud, a partire da 24,39 euro/mese. Per scoprire come scaricare e installare Adobe Premiere Pro, qualora ne avessi bisogno, ti consiglio di dare un’occhiata a questa guida su come editare un video in cui illustro la procedura d’installazione del software nel dettaglio.

Per usare l’effetto green screen con Adobe Premiere Pro, come prima cosa apri il programma e, dalla schermata iniziale, clicca sulla voce Nuovo progetto. Nella maschera che si apre, inserisci il titolo del tuo progetto e conferma, cliccando sul pulsante OK. In alternativa, clicca sul menu File nella barra in alto, poi seleziona Nuovo e Progetto. Inserisci quindi il titolo che hai scelto per il progetto e conferma con il tasto OK.

Ora devi importare all’interno del programma il video girato con il green screen. Clicca quindi sul menu File e scegli l’opzione Importa da quest’ultimo. Dalla finestra che si apre, seleziona il video con il green screen da utilizzare e clicca sul pulsante Importa. Una volta che hai importato il video girato con il green screen, trascinalo nella finestra Timeline, in basso.

Per sostituire lo sfondo verde, devi aprire l’effetto presente nel programma. Per fare questo, devi selezionare la voce Effetti tra le opzioni in alto. Si aprirà una finestra con gli effetti da scegliere e dovrai selezionare Effetti video, cliccando sulla freccia. Fatto ciò, clicca sulla voce Tipi di trasparenza e quindi su quella Ultra. Prima di procedere, assicurati di aver selezionato il video nella timeline, cliccandoci sopra.

Ora devi selezionare il colore da sostituire: per farlo, devi cliccare nel pannello Controllo effetti, all’altezza dell’opzione Colore chiave sullo strumento contagocce. Con questo strumento puoi prelevare il colore che ti serve direttamente dall’immagine video.

Ora che hai cliccato sul verde dello sfondo con il contagocce, il prossimo passaggio è quello di importare nel programma lo sfondo da sostituire. Per fare questo, clicca sul menu File nella barra in alto e seleziona l’opzione Importa. A questo punto, seleziona il video che hai deciso di mettere come sfondo e trascinalo nella finestra Timeline. La sua posizione è sotto il video principale.

L’operazione di sostituzione dello sfondo è completa. Ora non ti resta che salvare il risultato finale. Seleziona, quindi, la voce File (in alto a sinistra) e clicca sulle voci Esporta e File multimediali, per scegliere il formato di esportazione, e infine clicca su Esporta. Così il tuo progetto verrà salvato e sarà pronto per essere utilizzato dovunque tu voglia.

Come usare il green screen con Sony VEGAS Pro

Sony VEGAS Pro è un altro famosissimo editor video commerciale, disponibile solo per Windows. Per usare Sony VEGAS Pro, è necessario scaricarlo dal suo sito Internet ufficiale: per procede in tal senso, scegli l’opzione di prova gratuita, Free trial, della durata di 30 giorni, al termine della quale puoi passare all’acquisto della versione completa, al prezzo di 399 euro. Per approfondire la procedura necessaria per scaricare e installare Sony VEGAS Pro, ti consiglio di leggere questo mio tutorial.

Per usare il green screen con Sony VEGAS Pro (la versione del programma utilizzata è indifferente), la prima operazione da compiere è quella di avviare il programma. Una volta fatto ciò è possibile aggiungere il video girato con il green screen. Per farlo, ti basterà cliccare sul menu File, nella barra in alto, poi selezionare le voci ImportMedia e selezionare il video girato con lo sfondo verde, per aprirlo.

Una volta aperto il video, trascinalo nella timeline collocata in basso. A questo punto, devi selezionare l’effetto del green screen che si trova in Tools, nella barra del menu in alto. Seleziona dunque le voci Video e Media FX, per accedere al menu con tutti gli effetti. Tra gli effetti che il programma mette a disposizione, scegli VEGAS chroma keyer (o Sony chioma Keyer). Nella finestra che si apre, clicca quindi sul colore e poi sullo strumento contagocce, andando a selezionare con quest’ultimo il colore verde dello sfondo.

Ora che hai selezionato lo sfondo verde, non ti resta che importare il video da sostituire e mettere al suo posto. Per fare questo, ti basta cliccare sul menu File, in alto, e selezionare le voci Import e Media. A questo punto, seleziona il file con lo sfondo e aprilo nel programma. Fatto ciò, trascina anche questo video nella timeline, sotto il video già presente.

Il montaggio è completo e non ti resta che salvare il video modificato: per fare questo, clicca sul menu File (in alto) e scegli l’opzione Render as da quest’ultimo. Seleziona, dunque, il formato che preferisci per il salvataggio, clicca sul tasto render e il tuo lavoro sarà compiuto.

Come usare il green screen con iMovie

iMovie

iMovie è un programma gratuito presente “di serie” su tutti i Mac. Per aprirlo, ti basta selezionare la sua icona nel Launchpad (il razzo presente sulla barra Dock) o nel Finder, andando nella cartella Applicazioni. Nel caso in cui il software non fosse presente sul tuo Mac, puoi scaricarlo a costo zero tramite l’apposita sezione del Mac App Store.

Detto ciò, passiamo all’azione. Una volta aperto iMovie, clicca sul bottone Crea nuovo e seleziona l’opzione Filmato tra le due scelte disponibili. Ora devi selezionare e caricare i due video che servono, ossia quello girato con il green screen come sfondo e quello che costituirà lo sfondo vero e proprio. Per fare questo, clicca sul menu File che trovi nella barra in alto e seleziona la voce Importa file multimediali presente in quest’ultimo.

Scegli, dunque, i file video e clicca sull’opzione Importa file selezionati. Trascina poi nella timeline sia il file di sfondo che il file girato con il green screen, mettendo nella parte in basso il filmato di sfondo. È importante rispettare l’ordine dei file perché in base alla posizione nella timeline cambiano le opzioni a disposizione.

Ora devi applicare l’effetto del green screen: per farlo, seleziona il video con lo sfondo verde e, nel riquadro del filmato collocato in alto a destra, clicca sull’icona Impostazioni di sovrapposizione video. Tra le opzioni che ora vedi nel menu a tendina, seleziona schermo verde/blu.
Bene: ora il montaggio è completo e lo sfondo verde è sostituito con quello che hai scelto.

Come ultima operazione, non ti resta che salvare il lavoro, cliccando sul menu File, in alto, selezionando la voce Condividi da quest’ultimo e scegliendo l’opzione che preferisci tra quelle disponibili. Se vuoi approfondire il funzionamento di iMovie, leggi questa mia guida.

Come usare il green screen con Photoshop

Come detto, il green screen si può usare anche in ambito fotografico, dunque con i software di fotoritocco, come il famosissimo Photoshop. Il programma è disponibile sia per Windows che per macOS e si può prelevare dal suo sito Internet ufficiale. E’ disponibile in una versione di prova gratuita di 7 giorni, al termine della quale è possibile passare al piano a pagamento, tramite l’abbonamento al servizio Adobe Creative Cloud (24,39 euro/mese). Per approfondire la procedura di download e installazione di Photoshop, ti consiglio di leggere questo mio tutorial.

Per sostituire lo sfondo a una foto scattata con il green screen in Photoshop, devi per prima cosa aprire la foto che hai scattato usando lo sfondo verde: per fare ciò, clicca sul menu File, nella barra in alto, seleziona l’opzione Apri da quest’ultimo e scegli l’immagine su cui lavorare dal tuo computer.

Aggiungi ora un nuovo livello, cliccando sul menu Livello nella barra in alto e scegliendo l’opzione Nuovo livello dello sfondo da quest’ultimo. Ora devi selezionare lo sfondo verde, in modo da toglierlo e sostituirlo. Gli strumenti di selezione di Photoshop sono molti, ma il green screen si presta benissimo alla selezione mediante intervallo di colori: per attivarla, clicca sul menu Selezione nella barra superiore, scegli la voce Intervallo colori e, con lo strumento contagocce, clicca sul verde del green screen.  Puoi modificare la tolleranza della selezione con il cursore.

A questo punto, clicca il tasto di conferma, OK, e vedrai la selezione sulla foto. Con il tasto Canc/Backspace della tastiera, elimina la selezione e lo sfondo diventerà trasparente. Per disattivare la selezione, invece, clicca sulla voce Selezione nella barra in alto e scegli l’opzione Deseleziona dal menu che si apre.

Ora puoi aggiungere un colore di sfondo alla foto, creando un nuovo livello dal menu Livello (in alto), scegliendo l’opzione Nuovo livello e confermando, tramite il pulsante OK. Il nuovo livello va posizionato sotto il livello con il soggetto scontornato. Successivamente, con lo strumento Secchiello (disponibile nella barra a sinistra), scegli un colore di riempimento, cliccando sull’icona del colore e poi sullo sfondo. Controlla di essere posizionato sul nuovo livello e non sul livello dell’immagine, tramite il pannello dei livelli collocato in basso a destra, altrimenti l’effetto del riempimento non sarà pieno.

In alternativa, puoi mettere un’altra foto come sfondo. Per fare questo, apri la foto scelta (cliccando sul menu File, selezionando il comando Apri e facendo doppio clic sull’immagine da aprire). Comparirà così un nuovo pannello con la foto. Ora, tenendo premuto il tasto sinistro del mouse, trascinala dalla finestra dei livelli a destra, sul pannello della foto scontornata.

Regola, infine, la dimensione, usando la combinazione Ctrl+T/cmd+t e i punti per trasformare l’immagine che compaiono a schermo, e salva il risultato finale, cliccando sul menu File e selezionando l’opzione Salva con nome da quest’ultimo. Per approfondire il funzionamento di Photoshop, ti lascio a questa mia guida.

App per usare il green screen

Se ti stai chiedendo se è possibile usare il green screen con delle app per smartphone e tablet, devi sapere che la risposta è affermativa: esistono alcune applicazioni che consentono di riconoscere e tagliare lo schermo verde per sostituirlo con un altro sfondo. Eccone alcune.

PowerDirector (Android/iOS)

L’app PowerDirector disponibile sia per Android che per iOS/iPadOS permette di creare un montaggio tra foto o video effettuato con green screen e sfondo a scelta. La sua versione di base è gratuita, tuttavia imprime un watermark ai video generati. Per rimuovere la filigrana e sbloccare funzioni extra, bisogna effettuare degli acquisti in-app (circa 5,50 euro per l’abbonamento mensile, nel momento in cui scrivo).

Una volta scaricata l’applicazione, fai tap sulla voce Nuovo progetto e, dopo aver scelto il formato del filmato che vuoi creare, apri il file che vuoi venga montato come sfondo. Facendo tap sull’immagine e poi sul segno +, il file verrà aggiunto alla timeline.

Ora che hai selezionato lo sfondo da sostituire, non ti resta che aggiungere il video che hai fatto con il green screen. Per procedere in tal senso, fai tap sul simbolo Sovrapponi, nel menu a sinistra, e seleziona il video o la foto che ti interessa. Questo comando ti permette di aprire il file sopra lo sfondo.

Allarga ora l’immagine sovrapposta e, sempre dal menu a sinistra, seleziona l’opzione Modifica (quella con il simbolo con la matita); dopodiché, dalla finestra che si apre, seleziona la voce Chroma Key. Con il Contagocce, provvedi poi a selezionare dall’immagine il colore dello sfondo che vuoi che venga sostituito (in questo caso, il verde del green screen) e regola i cursori, per essere più preciso possibile. Chiudi, infine, la finestra e il montaggio è fatto.

Per salvare il progetto ed esportarlo, fai tap sull’apposita icona collocata in alto a destra, seleziona la voce Produci video e scegli l’opzione di output. Facile, vero?

Kinemaster (Android/iOS)


Kinemaster è un altro ottimo editor video disponibile sia per device Android che per iOS/iPadOS. La sua versione di base è gratuita, tuttavia imprime dei watermark ai video prodotti, che è possibile rimuovere tramite acquisti in-app (da 2 a 6 euro), i quali permettono anche di sbloccare vari effetti e funzioni extra.

Una volta scaricata e avviata l’app, fai tap sull’immagine nel bollino più grande, per avviare la creazione di un Nuovo progetto. Seleziona, poi, tra le opzioni proposte, il formato del video che desideri realizzare.

Successivamente, carica il file che hai scelto come sfondo e che andrà quindi a sostituire il verde del green screen: fai tap su Galleria nel menu a forma di disco nella parte destra dello schermo dello smartphone. Puoi scegliere sia una foto che un video tra quelli presenti nel tuo device. Il file verrà caricato automaticamente nella timeline.

Ora, per aggiungere il secondo video, fai tap sulla voce Livello nel menu a destra a forma di disco e seleziona l’opzione Galleria. Anche qui puoi aggiungere una foto o un video, l’importante è che sia stato fatto con il green screen.

Ora le due immagini sono sovrapposte e puoi regolarne la dimensione. Nella parte destra dello schermo, si aprirà automaticamente il menu con le varie opzioni di modifica. Se accidentalmente ti accorgi di averlo chiuso, ti basta fare tap sul video con il green screen sulla timeline e ricompariranno tutte le opzioni. Per effettuare la fusione delle due immagini, fai quindi tap sulla voce Chiave cromatica e regola i cursori presenti, per migliorare l’effetto.

Una volta confermate le modifiche, resta solo da salvare il montaggio, facendo tap sull’apposita icona con la freccia verso l’alto (posizionata in alto a destra e quindi su Esporta. L’app ti presenterà delle opzioni a pagamento per la rimozione del watermark e per l’aggiunta di funzionalità premium. Se vuoi continuare con l’app gratuita, fai tap sul pulsante Salta. Troverai il file finale salvato nella Galleria dello smartphone.

Altre app per usare il green screen

Se vuoi provare anche altre app da usare con il green screen, te ne propongo qualcuna che spero vivamente possa fare al caso tuo.

  • Chromavid (Android/iOS/iPadOS) – quest’app ha un funzionamento leggermente diverso da quanto abbiamo visto finora. Unisce, infatti, lo sfondo scelto con un video o una foto che si può fare direttamente al suo interno. Ciò significa che puoi essere davanti al tuo green screen, aprire l’app e provare diversi sfondi prima di unire il tutto e salvare. È di base gratuita, ma presenta un’opzione premium a pagamento che rimuove il watermark e dà accesso a sfondi e funzionalità in più.
  • Green Screen Live Video Recording (Android/iOS/iPadOS) – permette di sostituire lo sfondo di un video o una foto con uno degli sfondi a disposizione o uno sfondo personale caricato nello smartphone. Anche quest’app permette di vedere il risultato del montaggio già in fase di registrazione. Presenta una versione a pagamento che oltre a dare l’accesso a contenuti in più ,rimuove il watermark altrimenti presente nel salvataggio finale.
  • Veescope live (iOS) – è un’app che permette di creare foto o video con la tecnica del green screen per sostituire lo sfondo. È possibile usare gli sfondi proposti dall’app oppure caricare i propri sfondi presenti nello smartphone. La versione gratuita imprime un watermark sui video: per eliminarlo, bisogna passare a quella a pagamento.
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.