Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come installare Android su PC

di

Possiedi uno smartphone Android di nuova generazione e sei un amante del sistema operativo del robottino verde. Dopo aver cercato in lungo e in largo sul Web, sei capitato su quest’articolo nella speranza di trovare una soluzione a un tuo “problema”. Dimmi tutto, in cosa posso aiutarti? Come dici? Vorresti trovare uno strumento che ti permetta di installare Android su PC per utilizzare tutte le app e i giochi del tuo smartphone con mouse e tastiera? Nessun problema, posso aiutarti: tutto quello che devi sapere è racchiuso in questa mia guida: ti spiegherò nel dettaglio come dovrai procedere per installare Android su PC.

Prima che tu possa pensare a chissà quale astruso procedimento, voglio precisare che installare Android su PC è in realtà una procedura estremamente semplice e alla portata di tutti. Tutto ciò che dovrai fare è scaricare uno tra i più popolari software gratuiti di emulazione sul tuo PC: sarà proprio grazie all’utilizzo di una macchina virtuale che potrai utilizzare facilmente Android su PC. I software di emulazione non sono altro che dei programmi che ti permetteranno di riprodurre il funzionamento del sistema operativo Android per permetterti di scaricare e utilizzare tutte le app disponibili sull’OS creato da Google. Non preoccuparti, è tutto più facile di quanto immagini: non servono affatto competenze d’informatica e non è più necessario creare partizioni del sistema operativo Windows, come si faceva fino a qualche tempo fa. Grazie ai software di emulazione, installare Android su PC è praticamente un gioco da ragazzi.

La cosa ti incuriosisce e vorresti sapere che software di emulazione utilizzare per installare Android su PC? Allora ti suggerisco di prenderti qualche minuto di tempo libero per leggere con calma e attenzione questa mia guida. Ti parlerò nel dettaglio dei software di emulazione Android più utilizzati, del loro funzionamento e delle procedure che dovrai eseguire per utilizzarli e installare così il sistema operativo Android sul tuo PC. Sei pronto per cominciare? Sì? Benissimo, allora iniziamo. Come al solito, ti auguro una piacevole lettura.

Come installare Android su PC (Memu)

Come anticipato, se desideri installare Android su PC, tutto ciò che ti serve è uno tra i più famosi software pensati per effettuare l’emulazione del sistema operativo per smartphone di Google sul tuo PC. Vi sono diversi emulatori famosi per Android, ma il primo di cui voglio parlarti è Memu, dal momento in cui questo è un software gratuito che offre un’esperienza decisamente elevata per quanto riguarda le sue prestazioni. Desidero quindi iniziare a spiegarti come installare e utilizzare questo software: lo ritengo molto valido.

Memu è quindi senza dubbio un ottimo software per l’emulazione di Android su PC e puoi scaricarlo collegandoti al suo sito Internet ufficiale. Una volta che ti sarai collegato al link indicato, ti basterà premere il pulsante Download al centro della pagina Web per iniziare a scaricare il software. Dovrai chiaramente attendere qualche minuto, affinché il download venga scaricato correttamente sul tuo computer. Fatto? Benissimo. A questo punto apri il file che hai scaricato per incominciare ad effettuare l’installazione del programma.

Quando ti verrà richiesto fa quindi clic sul pulsante  per eseguire il client d’installazione. Adesso dovrai eventualmente selezionare la lingua d’installazione che preferisci tramite il pulsante Personalizzata (Custom) e il menu Seleziona Lingua. Per fa partire l’installazione di Memu su PC premi sul pulsante Installa. A installazione conclusa dovrai fare clic sul pulsante Avvia per eseguire Memu. A questo punto, se hai eseguito correttamente tutti i passaggi indicati finora, Memu si starà eseguendo sul tuo PC.

All’avvio del software, una breve guida introduttiva ti spiegherà alcune delle funzionalità principali dell’emulatore Memu. Se lo desideri, dai uno sguardo a quelli che sono i consigli iniziali offerti per l’utilizzo del programma, oppure, se non ti interessa, premi tranquillamente la X in alto a destra per chiudere il pannello dei suggerimenti.

Come configurare l’utilizzo di Memu su PC

Una volta che l’installazione sarà completata e che il programma si sarà avviato, dovrai seguire alcune semplici procedure basilari che andrò a spiegarti, per configurare correttamente Memu sul tuo PC. La prima cosa da fare è quella di associare l’emulatore Android al tuo account Google. Si tratta di una procedura fondamentale, altrimenti, senza l’account Google associato, non potrai scaricare app e giochi dal Play Store. La procedura per la configurazione che vedrai visibile a schermo ti chiederà inoltre di fare una scelta: potrai collegare Memu a un account Google nuovo, creandone uno sul momento, oppure effettuare il login con un account Google già esistente.

Nel caso in cui la procedura di configurazione non partisse in automatico, puoi iniziarla manualmente facendo clic sul’icona del Play Store di Google. In questo modo Memu avvierà la procedura guidata di configurazione per l’account Google. Come ti ho anticipato, scegli ora se accedere con il tuo account Google esistente o se crearne uno nuovo. Nel caso tu decida di collegare il tuo account Google, fai clic sul pulsante Esistente. Digita quindi l’indirizzo di posta elettronica e la password che fanno riferimento al tuo account. Premi poi la freccia in avanti e il pulsante OK per permettere a Memu di accedere ai tuoi dati. Se hai bisogno di delucidazioni per la creazione di un account Google di sana piante, puoi seguire le indicazioni che ti ho fornito in una mia precedente guida intitolata come creare account Google.

Successivamente ti verrà chiesto se desideri utilizzare il tuo account Google per effettuare il backup di applicazioni e impostazioni. Si tratta di un’operazione facoltativa ma se desideri confermarla, attiva il segno di spunta alla voce Mantieni attivo backup tablet con il mio account Google. Per proseguire, premi la freccia in avanti. Premi ora il pulsante Accetto, per accettare i termini e le condizioni di Google. Adesso non ti resta che premere il pulsante No grazie per evitare di aggiungere i tuoi dati di pagamento; per installare le app Android su PC e utilizzare l’emulatore Memu non è necessario né obbligatorio che tu inserisca i tuoi dati di fatturazione.

Se hai seguito tutte le mie indicazioni nel modo corretto, potrai accedere tranquillamente al Play Store di Google per scaricare giochi e applicazioni, attraverso gli stessi procedimenti che svolgi quando utilizzi il tuo smartphone Android.

Una piccola nota: nel caso riscontrassi problemi nell’apertura del Google Play Store, è possibile che vi sia un piccolo intoppo che puoi risolvere facilmente, verificando nelle impostazioni di Memu il modello di dispositivo virtuale generato. Farlo è semplicissimo; te lo spiego subito.

Nel menu laterale di Memu, fai clic sul simbolo dell’ingranaggio per andare alle impostazioni dell’emulatore. Cerca il menu Avanzate che trovi in alto e fai clic su di esso. Alla voce Dispositivo, dai uno sguardo al modello di dispositivo virtuale che è stato generato (per esempio Samsung Galaxy Tab 3.) Come potrai vedere, se fai clic sul menu a tendina, tra tutti i nomi, vi sono indicati i modelli di alcuni popolari dispositivi cinesi come per esempio Xiaomi Mix. Se per caso uno tra i dispositivi cinesi è selezionato, questo potrebbe essere la causa dell’accesso bloccato al Play Store di Google. Di conseguenza, assicurati che come modello di dispositivo virtuale generato vi sia un dispositivo Android più comune in Italia. Puoi tranquillamente cambiare il dispositivo virtuale e impostare la voce Samsung Galaxy Note 7 Edge o Samsung Galaxy Note 10.1. A questo punto conferma tale voce, premendo il pulsante Salva e premi Riavvia subito per riavviare Memu e confermare tale impostazione immediatamente.

Porta pazienza e attendi affinché il software si riavvi e corregga le impostazioni; una volta che tornerai alla schermata principale dell’emulatore, tutto dovrebbe funzionare nel modo corretto. Potrai così utilizzare Memu come emulatore Android su PC.

Riscontri problemi relativi all’interfaccia utente? A causa di un problema temporaneo può capitare che Memu sia localizzato in una lingua diversa da quella da te selezionata. Nel caso dovesse capitare, non preoccuparti: recati nuovamente nelle impostazioni di Memu (simbolo di un ingranaggio nella barra laterale). Dal menu Generali, seleziona la lingua italiana (o quella che più preferisci) tramite il menu a tendina e premi sul pulsante Salva. Se ti verrà chiesto di riavviare Memu per confermare tale impostazione effettua il riavvio premendo sul pulsante Riavvia Subito.

Come installare Android su PC (BlueStacks)

La migliore alternativa a Memu come software di emulazione che ti permette di installare Android su PC e sicuramente BlueStacks. Anche il software in questione ti permette di utilizzare qualsiasi applicazione disponibile per Android su PC, e il suo funzionamento è molto simile a Memu.

Uno tra gli usi più frequenti degli emulatori Android e per il download di giochi Android su PC e proprio in quest’ottica, BlueStacks è altrettanto valido e ottimizzato per il gaming. A livello generale, ritengo comunque che BlueStacks sia un ottimo software: puoi farne tranquillamente utilizzo per installare Android su PC.

Se desideri utilizzare le app Android su PC e vuoi provare BlueStacks, la prima cosa che devi fare è quindi quella di effettuare il download e l’installazione del software sul tuo computer. Quindi, per prima cosa collegati al sito Internet ufficiale del software cliccando qui, dopodiché premi sul pulsante BlueStacks 3 per scaricare la nuova versione dell’emulatore sul tuo computer. Attendi che la procedura di download venga avviata e poi portata a termine; una volta completata fai doppio clic sul file appena scaricato per iniziare l’installazione del programma.

Nella finestra di installazione che andrà ad aprirsi, fai subito clic sul pulsante Install Now per iniziare la procedura d’installazione. Come puoi notare, la procedura di installazione per BlueStacks si è snellita notevolmente grazie al nuovo aggiornamento. L’emulatore Android si installerà e avvierà automaticamente dopo pochi minuti di installazione. Una volta che l’installazione sarà terminata e ti verrà mostrata una breve guida con l’introduzione al funzionamento dell’emulatore: premi la freccia in avanti per proseguire o direttamente il pulsante X per chiudere il tutorial se non ti interessa.

Come configurare l’utilizzo di BlueStacks su PC

Una volta che BlueStacks 3 si sarà avviato, per prima cosa devi scegliere se vuoi consentire alle applicazioni l’accesso alla tua posizione. Tale opzione consente una miglior esperienza d’uso ma è facoltativa: puoi quindi in autonomia premere sul pulsante Agree o Disagree rispettivamente per accettare o negare.

Adesso dovrai eseguire la procedura di creazione di un tuo account BlueStacks e per farlo puoi utilizzare l’account Google. Dopo aver selezionato la lingua tramite il menu a tendina, ti troverai nella schermata Accedi dove potrai procedere scegliendo se configurare un account Google già esistente oppure se crearne uno nuovo per l’occasione. Nel caso in cui avessi scelto di utilizzare un account Google esistente dovrai procedere completando il modulo proposto con i dati di login e password relativi al tuo account Google. In caso contrario, qualora avessi scelto di crearne un nuovo, dovrai provvedere alla compilazione dei dati per la registrazione di un nuovo profilo.

Nel passaggio successivo ti verrà anche richiesto se desideri attivare o disattivare tutte le impostazioni riguardanti la sincronizzazione dei dati. Ti verrà anche chiesto se vuoi  attivare o disattivare la geolocalizzazione di BlueStacks. Tieni presente che si tratta di opzioni del tutto facoltative: puoi scegliere liberamente se accettare o rifiutare, apponendo o rimuovendo il segno di spunta sulle voci Backup e ripristino Posizione. 

L’ultimo passaggio prevede l’aggiunta di un metodo di pagamento: in questo caso puoi tranquillamente saltare la procedura premendo sul pulsante No Grazie. Non è obbligatorio aggiungere un metodo di pagamento per utilizzare l’emulatore Android. Ci siamo quasi: se lo desideri puoi personalizzare il tuo emulatore Android BlueStacks, indicando il tuo nome e cognome negli appositi campi di testo per poi proseguire premendo sulla freccia in avanti.

Congratulazioni! Se hai seguito tutti i passaggi correttamente hai finalmente terminato la configurazione di BlueStacks con il tuo account Google; ora potrai incominciare a scaricare le applicazioni dal Play Store. Hai visto com’è stato semplice installare Android su PC?