Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come ottenere PEC gratuita

di

Per via del lavoro che svolgi, hai la necessità di dover attivare una casella PEC e vorresti sapere se è possibile ottenerne una gratuitamente? Hai la necessità di inviare una comunicazione urgente e, dal momento in cui non puoi andare in posta per spedire una raccomandata con ricevuta di ritorno, vorresti farlo gratuitamente tramite la posta elettronica certificata? In tal caso, non preoccuparti: ho la soluzione che fa al caso tuo.

Se ti domandi come ottenere una PEC gratuita sarai felice di sapere che, nei prossimi capitoli di questo mio tutorial, farò luce sull’argomento, illustrandoti quali sono le soluzioni a tua disposizione per ottenere gratuitamente un indirizzo per l’invio di email certificate. Inoltre, ti fornirò anche alcune informazioni relative alla possibilità di attivare una PEC a pagamento, in quanto è possibile acquistare questo tipo di servizio a prezzi davvero competitivi.

Detto ciò, se sei impaziente di saperne di più sull’argomento e non vedi l’ora di iniziare, mettiti seduto bello comodo e prenditi qualche minuto di tempo libero. Leggi attentamente quanto sto per indicarti e ti assicuro che troverai una risposta alle tue domande, in modo da riuscire nell’intento che ti sei proposto. Ti auguro una buona lettura.

Indice

Informazioni preliminari

PEC

Prima di spiegarti come ottenere una PEC gratuita, lascia che ti fornisca alcune informazioni generali su questo tipo di servizio.

Innanzitutto, devi sapere che la PEC (acronimo di Posta Elettronica Certificata), è un servizio tramite il quale è possibile inviare e ricevere email certificate da computer, smartphone o tablet (tramite Web, client di posta tradizionali o apposite applicazioni), aventi lo stesso valore legale di una raccomandata con ricevuta di ritorno.

Tale valenza è garantita dalla presenza di un sistema di controllo che, a differenza dei servizi di posta elettronica tradizionali, certifica l’autenticità dei messaggi e l’identità di mittente e destinatario attraverso l’invio di notifiche relative all’accettazione dell’email da parte del gestore e anche dell’avvenuta consegna al destinatario.

Detto ciò, devi anche sapere che la PEC viene prevalentemente utilizzata dalle aziende che, assieme ai liberi professionisti iscritti a un ordine o a un collegio, devo averla obbligatoriamente dal 2013. La PEC, però, viene anche impiegata dalla Pubblica Amministrazione e può essere usata dai privati cittadini per comunicazioni più importanti.

A tal proposito, bisogna chiarire che non è possibile avere un indirizzo PEC gratuito per sempre: in passato era possibile, in quanto il servizio PostaCertificat@ era messo a disposizione gratuitamente dal Governo.

Ad oggi, però, tale strumento non è più attivo e, quindi, per poter ottenere un indirizzo di posta elettronica certificata gratuito l’unica soluzione è quella di attivare la versione di prova gratuita dei servizi PEC a pagamento che offrono tale possibilità: è proprio di questi che ti parlerò nel dettaglio in questo mio tutorial.

Come ottenere posta elettronica certificata gratuita

Email

Come detto, per poter avere un indirizzo PEC gratuito è possibile rivolgersi ad aziende private che fornisco la possibilità di provare gratuitamente il loro servizio PEC, al fine di testarne le funzionalità. Vuoi sapere quali? In tal caso, continua a leggere le prossime righe della guida.

Legalmail

Legalmail PEC

Legalmail è uno tra i più noti servizi PEC e si rivolge principalmente alle aziende o ai professionisti, ma può essere utilizzata anche dai privati cittadini.

I suoi piani sono in abbonamento, ma viene offerta la possibilità di sottoscriverne una versione di prova gratuita di 6 mesi, per testarne il funzionamento. Nello specifico, è possibile provare gratuitamente per 6 mesi soltanto il piano Silver, che permette di ottenere una casella PEC da 8 GB. Le altre funzionalità incluse sono gli archivi di sicurezza, la notifica SMS e la possibilità di utilizzare la PEC da mobile, tramite l’apposita app per Android e iOS/iPadOS. Al termine della prova gratuita, il costo per l’utilizzo della PEC è di 39€/mese + IVA.

Esistono anche altri piani in abbonamento di Legalmail, che però non dispongono della prova gratuita: sono il piano Bronze (25€/mese + IVA) e il piano Gold (75€/mese + IVA), che prevedono, rispettivamente l’attivazione di una casella PEC da 5 GB e da 15 GB.

Detto ciò, se il tuo intento è quello di attivare una PEC gratuitamente, collegati al sito ufficiale di LegalMail e premi sul pulsante Prova gratis.

A questo punto, personalizza il nome della PEC da attivare e premi sul pulsante Verifica, per verificarne la disponibilità. Fatto ciò, effettua la registrazione al servizio e l’attivazione della PEC, premendo sul pulsante Attiva la casella.

Infine, inserisci, negli appositi campi di testo tutte le informazioni richieste relative all’intestatario della casella PEC (come ragione sociale della società, codice fiscale o partita IVA) e porta a termine la procedura, seguendo le ulteriori indicazioni a schermo.

Register.it

Register PEC

Un’altra nota azienda che mette a disposizione una prova gratuita per la sua PEC è Register.it, che probabilmente conoscerai per il suo servizio relativo alla registrazione di domini.

Anche in questo caso, il piano proposto, PEC Agile da 2 GB, è gratuito soltanto per 6 mesi, dopodiché il prezzo della casella PEC è pari a 24,90€ + IVA per un anno. Il mancato rinnovo della PEC, però, comporta una penale pari a 9,90€, una tantum da pagare come addebito relativo ai costi di setup del servizio.

Le caratteristiche della PEC di Register.it sono in linea con quelle offerte da altre aziende: lo spazio della casella email è pari a 2GB, sono inclusi filtri antivirus e antispam e vi è un numero illimitato di invii giornalieri.

In alternativa, è possibile attivare il servizio PEC Unica che, dotato delle stesse caratteristiche di PEC Agile, comprende una casella PEC da 3 GB al costo di 1,98€/mese + IVA o una casella PEC da 5GB, al costo di 3,44€/mese + IVA. Il piano PEC Unica, però non può essere provato gratuitamente.

Detto ciò, se il tuo obiettivo è quello di provare gratuitamente per 6 mesi la PEC di Register.it devi innanzitutto collegarti al suo sito Web ufficiale e premere sul pulsante Attiva ora.

Fatto ciò, premi sul pulsante Prosegui e registrati al servizio, compilando i campi di testo che ti vengono mostrati, indicando le informazioni richieste, come per esempio indirizzo email e password, ma anche i dati personali (come codice fiscale o partita IVA) relativi all’intestatario della casella PEC.

Quando hai fatto, premi sul pulsante Procedi e segui le indicazioni a schermo, per completare la registrazione di un account e l’attivazione della casella PEC.

Come avere PEC gratuita INPS

Come avere PEC gratuita INPS

Nel caso in cui ti domandassi come avere la PEC gratuita dell’INPS, devo informarti che, anche in questo caso il servizio non è più attivo.

Ad ogni modo, non si trattava di caselle PEC complete, ma di servizi limitati di tipo CEP-PAC, che potevano essere utilizzate solo per comunicare soltanto con gli enti della Pubblica Amministrazione e non con altri privati.

Altre offerte PEC a pagamento

Altre offerte PEC a pagamento

Oltre ai servizi di cui ti ho parlato nei capitoli precedenti, i quali offrono l’attivazione di una prova gratuita, ti consiglio di valutare anche l’attivazione di un piano PEC a pagamento. Vi sono, infatti, diversi servizi molto economici, come quelli di cui ti parlerò nelle righe che seguono e che puoi prendere in considerazione.

  • Aruba – è una tra le soluzioni economiche che puoi prendere in esame per l’acquisto di una PEC. I piani di Aruba disponibili sono i seguenti: PEC Standard (5,00€ + IVA/anno) che include una casella da 1 GB; PEC Pro (25€+ IVA/anno) che include una casella da 2 GB e 3 GB di archivio; PEC Premium (40€ + IVA/anno), che include una casella da 2 GB di spazio e 8 GB di archivio.
  • PosteCert di Poste Italiane – i piani PEC di Poste sono altrettanto economici e si rivolgono ai privati, ma anche alle aziende. PEC Base Privati costa 5,50€ + IVA/anno e ha uno spazio di 100 MB, limitata però a 200 invii giornalieri. I Piani PEC Base Business e PEC Avanzata Business, invece, prevedono casella con 1GB di spazio e 200 invii giornalieri.
  • KOLST PEC– altrettanto economico è il servizio di PEC di Kolst, che presenta tre piani adatti alle esigenze di privati e aziende: Smart (5€/anno + IVA), che include una PEC da 1 GB; Dominio 5 (5€/anno + IVA), che include una PEC da 5 GB e Dominio 10 (30€/anno + IVA); che include, invece, una PEC da 10 GB.
  • Libero Mail PEC – la posta elettronica certificata di Libero è ottenibile dietro la sottoscrizione di uno tra i due piani proposti: Family PEC (14,99 IVA inclusa/anno), riservata a clienti privati e con 1 GB di spazio e PEC Unlimited (30€ + IVA/anno) che, rivolta alle aziende, ai liberi professionisti ma anche ai privati, offre uno spazio illimitato.
  • Virgilio PEC – la PEC di Virgilio. Prevede il piano Personal da 14,99 euro/anno con 1GB di spazio e il piano Infinity da 30 euro + IVA/anno con spazio illimitato.
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.