Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come ricaricare PostePay Evolution online

di

Sei solito usare la tua PostePay Evolution per pagare le utenze. Hai intenzione di farlo anche questo mese ma, avendo impiegato la carta anche per alcuni acquisti online, sei rimasto a corto di fondi e ora, che le scadenze si avvicinano, non sai come fare. Vorresti raggiungere il tuo tabaccaio di fiducia per ricaricare la carta, ma in questo momento proprio non puoi. Dunque, vorresti capire se e come è possibile agire da casa, magari tramite Internet?

Come dici? Le cose stanno in questo modo? Allora sappi che non potevi trovarti in posto migliore! Nelle battute successive di questo tutorial, infatti, ti spiegherò per filo e per segno come ricaricare PostePay Evolution online usando gli strumenti messi a disposizione dal tuo istituto di credito. Per poter riuscire nell’impresa, devi necessariamente conoscere il codice IBAN oppure il numero della carta PostePay Evolution da ricaricare (sono entrambi stampati sulla parte anteriore), unitamente al nome e al cognome dell’intestatario della stessa.

Allora, cos’altro aspetti a passare all’azione? Ritaglia qualche minuto di tempo libero per te, mettiti bello comodo e leggi con molta attenzione tutto quanto ho da dirti sull’argomento: ti garantisco che, al termine della lettura di questa guida, sarai perfettamente in grado di trasferire fondi verso la carta PostePay Evolution che preferisci, senza alcuna difficoltà. Detto ciò, non mi resta altro da fare, se non augurarti buona lettura.

Indice

Come ricaricare PostePay Evolution online da conto bancario

Come ricaricare PostePay Evolution online da conto bancario

La carta PostePay Evolution differisce dalla carta PostePay standard principalmente per un motivo: alla prima, infatti, è associato un codice IBAN, che può essere impiegato sia per effettuare bonifici, sia per riceverne. Per questo motivo, per poter ricaricare PostePay Evolution di un altro online da conto bancario, oppure per inviare fondi alla propria carta, è sufficiente disporre un bonifico SEPA (se il proprio conto è domiciliato in zona UE) oppure SWIFT (se è domiciliato in zona extra-UE) verso il codice IBAN associato alla stessa, mediante il sistema di Home Banking messo a disposizione dal proprio istituto di credito.

Sfortunatamente, non mi è possibile fornirti indicazioni precise sul da farsi, in quanto ciascuna banca dispone di procedure a sé; in linea del tutto generale, comunque, ti dovrebbe bastare accedere al sito della tua banca o avviare la relativa app per dispositivi mobili, raggiungere alla sezione relativa ai pagamenti e procedere con la disposizione di un bonifico SEPA/SWIFT.

Se tutto è andato per il verso giusto, dovrebbe esserti mostrato un modulo, all’interno del quale specificare i dati del beneficiario: IBAN della PostePay Evolution da ricaricare, nome e cognome dell’intestatario della stessa, importo del versamento e causale. Qualora il bonifico provenisse da un conto domiciliato al di fuori dall’Unione Europea, dovrai indicare anche il codice SWIFT di Poste Italiane (che nel caso della PostePay Evolution è BPPIITRRXXX).

Dopo aver indicato le informazioni richieste, premi il pulsante per confermare la volontà di eseguire la transazione ed esegui la verifica dell’identità, inserendo il codice OTP ricevuto tramite SMS, lettore dedicato oppure app per smartphone e tablet.

I tempi di accredito della ricarica così effettuata possono variare a seconda dell’istituto di credito e del periodo, ad ogni modo sono identici a quelli previsti per i bonifici standard (generalmente dalle 12 alle 72 ore lavorative, periodo che può aumentare laddove il bonifico fosse di tipo SWIFT). Il costo della transazione può altresì variare, a seconda della tipologia di conto in proprio possesso.

Qualora fossi invece titolare a tua volta di una PostePay Evolution, di un conto corrente BancoPosta oppure di una PostePay standard, puoi inviare ricariche in modo ancor più rapido, sfruttando l’Home Banking messo a disposizione da Poste Italiane: mi appresto a parlarti di questa possibilità nel capitolo successivo di questo tutorial.

Come ricaricare la PostePay Evolution online

Come ricaricare PostePay Evolution online

Se sei titolare, a tua volta, di una carta PostePay classica o Evolution oppure di un conto BancoPosta, puoi inviare fondi a una carta PostePay Evolution — tua o di un’altra persona — servendoti del sistema di Home Banking messo a disposizione da Poste Italiane, accessibile da PC, tramite browser, e mediante app per smartphone e tablet.

Contrariamente a quanto visto in precedenza, a prescindere dalla modalità scelta (Postagiro o ricarica standard), il trasferimento dei fondi avviene in modalità istantanea; in ogni caso, viene applicato un costo di transazione che varia in base al prodotto postale in proprio possesso.

L’invio di denaro tramite Postagiro è sempre disponibile, mentre le ricariche PostePay classiche possono essere effettuate tutti i giorni, dalle ore 00:15 alle ore 23:45. Il massimale di ricarica è pari a 3.000€ per singola operazione e 100.000€ annui.

Nei paragrafi successivi di questa guida mi appresto a spiegarti come ricaricare PostePay Evolution online sia tramite il sito Web delle Poste Italiane che usando le app Postepay e BancoPosta.

Da PC

Come ricaricare la PostePay Evolution online

Per ricaricare la PostePay Evolution online da PC, è possibile usare la piattaforma di Home Banking di Poste Italiane e prelevare da lì, oppure dal proprio conto BancoPosta, i fondi necessari dalla propria PostePay. Per procedere, devi aver effettuato sia l’iscrizione al portale che la convalida del numero di cellulare: qualora non avessi ancora effettuato le suddette operazioni, puoi porvi rimedio attenendoti alle istruzioni che ti ho segnalato in questo tutorial.

Una volta effettuata l’iscrizione al portale, se necessario, collegati al sito Internet di Poste Italiane, clicca sulla voce Area personale che risiede in alto a destra (oppure sul simbolo dell’omino), inserisci i tuoi dati d’accesso negli appositi campi e clicca sul pulsante Accedi.

Se utilizzi le credenziali classiche (e dunque non lo SPID di Poste Italiane), ti verrà chiesto di completare l’autenticazione a due fattori, inserendo il codice monouso recapitato via SMS, oppure dando conferma alla notifica inviata nell’app Postepay/BancoPosta, qualora avessi già provveduto ad abilitarla per le transazioni in-app.

A login completato, clicca sul pulsante Accedi corrispondente al prodotto postale da cui prelevare l’importo della ricarica (ad es. Conto BancoPosta) e seleziona la voce più adatta al tipo di ricarica che intendi effettuare: Postagiro, se conosci il codice IBAN della carta e sei a tua volta titolare di una PostePay Evolution o di un conto BancoPosta; oppure Ricarica PostePay, se invece sei a conoscenza soltanto del numero della carta da ricaricare e/o possiedi una carta PostePay standard. La posizione della voce o del pulsante di ricarica può variare, a seconda del prodotto postale da te scelto.

Fatta la tua selezione, compila il modulo proposto con le informazioni richieste: indica il conto o la carta da utilizzare dal menu a tendina Carta Postepay/Conto o carta e, se richiesto, specifica la data di scadenza della carta da cui prelevare i fondi e il relativo codice CVV/CVV2 (si trova sul retro della stessa), all’interno degli appositi campi.

Come ricaricare la PostePay Evolution online

Successivamente, compila la sezione Postagiro/Dati Ricarica indicando i dati della ricarica: se la PostePay in questione non appartiene a te, imposta il menu a tendina Carta da ricaricare su Altra carta; altrimenti seleziona la carta su cui versare fondi, sempre dallo stesso menu.

Fatto ciò, se necessario, fornisci i dettagli relativi all’intestatario della scheda: IBAN oppure numero della PostePay Evolution da ricaricare, nome e cognome dell’intestatario, importo della ricarica e, se lo desideri, causale del pagamento.

Ora, clicca sul pulsante Prosegui/Continua e, dopo aver verificato l’esattezza dei dati inseriti, seleziona la modalità di generazione della password monouso per l’autorizzazione (ad es. SMS, autenticazione tramite app oppure codice PosteID), apponendo un segno di spunta accanto all’apposita casella, quindi segui le istruzioni proposte e finalizza il pagamento cliccando sul tasto di conferma.

Al termine della transazione, dovresti visualizzare una pagina di conferma, indicante l’avvenuta ricarica. Tieni presente che l’invio di fondi tramite Postagiro ha un costo di 0,50€, mentre la ricarica PostePay “classica” costa 1€.

Da smartphone e tablet

Se preferisci agire tramite lo smartphone o il tablet, hai due differenti modalità di procedere: tramite l’app Postepay per Android e iOS/iPadOS, se sei a tua volta titolare di una carta PostePay; oppure mediante l’app BancoPosta, anch’essa disponibile sia per Android che per iPhone/iPad, se invece sei titolare di un conto corrente postale.

App Postepay

Come ricaricare la PostePay Evolution online

Per effettuare la ricarica tramite l’app Postepay, avvia quest’ultima ed effettua il login utilizzando una delle modalità previste: identità SPID di Poste/PosteID, credenziali del sito Poste Italiane, numero associato alla carta Postepay (specificando la password ricevuta via SMS) oppure riconoscimento tramite volto/impronta digitale (se avevi già provveduto a configurare quest’ultimo sistema d’accesso).

Una volta entrato nell’app, se è la prima volta che la utilizzi, ti verrà chiesto di inserire i dati della tua carta: specifica, dunque, nel modulo proposto, il numero della Postepay, la data di scadenza e il codice CVV/CVV2 che si trova sul retro. Quando richiesto, completa la verifica di sicurezza inserendo la password monouso che dovresti aver intanto ricevuto tramite SMS.

Successivamente, dovrai inoltre specificare un alias da utilizzare per la funzione P2P, oltre che creare un nuovo codice PosteID da impiegare per autorizzare le operazioni in-app (tra cui ricariche, pagamenti e bonifici, se disponi della Postepay Evolution).

Superato anche questo step, verrai automaticamente condotto all’interfaccia principale dell’app. Quando ciò avviene, tocca il pulsante Paga e, se hai a disposizione l’IBAN della PostePay Evolution da ricaricare, fai tap sulla voce Postagiro; successivamente, compila il modulo proposto con i dati richiesti per finalizzare la transazione: IBAN della carta PostePay da ricaricare, nome e cognome dell’intestatario, importo del postagiro e, se lo desideri, causale del versamento.

Infine, sfiora il pulsante Continua/Conferma e, verificata l’esattezza dei dati, tocca il pulsante Paga [importo postagiro] e, quando richiesto, inserisci il codice PosteID creato in precedenza, per autorizzare la transazione. Il bonifico effettuato tramite postagiro è accreditato immediatamente e, al momento in cui ti scrivo questa guida, ha un costo di 0,50€.

Se, invece, possiedi soltanto il numero della PostePay Evolution da ricaricare e non il relativo IBAN, puoi procedere con la modalità “classica”: per farlo, seleziona la voce Ricarica altra Postepay dal menu residente nella schermata principale dell’app e compila il modulo successivo indicando l’importo da ricaricare, il numero della PostePay Evolution del beneficiario, il suo nome e cognome e, se lo ritieni opportuno, la causale del versamento.

Quando hai finito, tocca il pulsante Prosegui/Conferma, verifica l’esattezza dei dati inseriti e fai tap sul pulsante Paga [importo]; per completare la transazione, inserisci il codice PosteID specificato in precedenza e il gioco è fatto. La ricarica PostePay, che viene accreditata in maniera istantanea, ha attualmente un costo di 1€.

Infine, se possiedi il numero di telefono o l’alias del titolare della carta da ricaricare, puoi effettuare un versamento tramite il sistema Postepay to Postepay, o P2P: per riuscirci, tocca l’icona del P2P situata nella schermata principale dell’app, indica l’importo da ricaricare all’interno del modulo successivo, tocca il pulsante Invia e seleziona il beneficiario della ricarica dai tuoi contatti. In alternativa, inserisci il suo numero di telefono oppure l’alias nell’apposito campo e sfiora il pulsante Avanti.

Per concludere, verifica l’esattezza delle informazioni, tocca il pulsante Paga [importo] e, quando richiesto, inserisci il codice PosteID creato precedentemente, in modo da autorizzare la transazione.

App BancoPosta

Come ricaricare la PostePay Evolution online

I passaggi da compiere per ricaricare una PostePay tramite l’app BancoPosta sono altrettanto semplici: anche in questo caso, devi necessariamente conoscere l’IBAN oppure il numero della carta da ricaricare, unitamente al nome dell’intestatario della stessa.

Dunque, dopo aver aperto la summenzionata app, tocca il pulsante Accedi ed effettua il login con la modalità più appropriata al tuo caso (SPID Poste Italiane/PosteID abilitato SPID, credenziali di Poste.it o riconoscimento facciale/impronta digitale). Se è la prima volta che utilizzi l’app, segui il tutorial che ti viene proposto, per creare un nuovo codice PosteID da impiegare per autorizzare le transazioni in-app.

Ultimata questa operazione, tocca il pulsante (>) corrispondente al prodotto postale dal quale prelevare i fondi per la ricarica, tocca il pulsante Paga collocato nella schermata successiva e seleziona la voce più appropriata, in base alla modalità di ricarica che preferisci: Postagiro, per inviare fondi mediante l’IBAN della PostePay Evolution da ricaricare (costa 0,50€); oppure Ricarica Postepay, per procedere nella maniera “classica”, usando il numero della carta da ricaricare. In entrambi i casi, i passaggi da compiere sono pressoché uguali a quelli già visti nel paragrafo precedente.

Nota: se utilizzi l’app BancoPosta e possiedi anche una carta PostePay, puoi gestire quest’ultima e usarla anche per i pagamenti, facendo tap sulla scheda Postepay collocata nella parte superiore della schermata iniziale dell’app.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.