Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come scaricare le mappe di Google Maps

di

Google Maps è uno strumento formidabile quando ci si deve recare in un luogo che non si conosce bene. Sarebbe un compagno di viaggio ideale anche in auto, ma spesso non si dispone della connessione Internet necessaria a consultarlo con lo smartphone o con il tablet oppure con il computer portatile. In questi casi, la soluzione migliore potrebbe essere quella di visualizzare le mappe, salvarle e stamparle per portarle con sé in forma cartacea o, magari, effettuarne il download localmente sul dispositivo in uso, in modo tale da consultare poi il tutto offline. Sì, ma come si fa?

Te la do io la risposta, con le istruzioni contenute in questa mia guida incentrata, appunto, su come scaricare le mappe di Google Maps. Se la cosa ti interessa (ed a questo punto presumo proprio di si!), prenditi dunque qualche minuto di tempo libero tutto per te e leggi quanto riportato qui sotto. Nelle righe successive trovi infatti indicato come riuscire nell’impresa ricorrendo all’uso di appositi strumenti di terze parti oltre che sfruttando una funzionalità ad hoc annessa all’app ufficiale di big G dedicata alla navigazione GPS.

Allora? Posso sapere che cosa ci fai ancora li impalato? Mettiti bello comodo ed inizia immediatamente a concentrarti sulle informazioni riportate qui di seguito. Alla fine, ne sono certo, potrai dirti ben contento e soddisfatto di quanto appreso. Sei pronto? Si? Grandioso. Al bando le ciance e procediamo.

Indice

Scaricare le mappe di Google Maps su Windows

Ti interessa capire come fare per scaricare le mappe di Google Maps sul tuo PC? Ti comunico subito che per riuscirci devi necessariamente ricorrere ad uno strumento “non ufficiale”: Google Maps Saver. La versione Web di Google Maps, ovvero l’unica accessibile da desktop, non include infatti alcuna funzione per scaricare le mappe offline.

Invece, con questo software, gratuito e funzionante sui sistemi operativi Windows, puoi compiere l’operazione in questione in maniera semplicissima, andando a salvare le mappe di big G sotto forma di immagini, in modo da poterle consultare direttamente dal tuo computer, senza dover essere per forza di cose connesso ad Internet, oppure puoi stamparle liberamente, senza sprechi di inchiostro ed avendo a disposizione solo la parte di mappa che realmente ti interessa. Fantastico, non ti pare?

Per servirti del programma, il primo passo che devi compiere è quello di collegarti al sito Internet di Google Map Saver e cliccare sul pulsante blu DOWNLOAD GMS che si trova a metà pagina. Nella nuova pagina che si apre, clicca ancora una volta sul pulsante DOWNLOAD GMS che sta in fondo, in modo tale da scaricare il programma sul tuo PC.

A download completato apri il file .exe appena ottenuto, clicca sul pulsante Esegui per autorizzare l’esecuzione del programma e ti ritroverai immediatamente al cospetto della schermata principale di Google Map Saver. Il software, infatti, non ha bisogno di installazioni per poter funzionare correttamente.

Screenshot di Google Map Saver

Adesso, per poter salvare le mappe di Google Maps con Google Map Saver, non devi far altro che seguire le istruzioni illustrate nella prima schermata del programma. Digita quindi il nome della città e del Paese di cui vuoi salvare la mappa nel campo Location/POI (es. Roma, Italia) e specifica le dimensioni che deve avere la mappa salvata nel campo Resolution (lasciando su Window Size, sarà salvata una mappa grande quanto la finestra visualizzata sul desktop).

Screenshot di Google Map Saver

Indica ora il livello di ingrandimento della mappa nel campo Zoom, il tipo di mappa da visualizzare nel campo Map Type (scegli Map per la mappa semplice, Satellite per la visione dal satellite senza indicazioni, Hybrid per la visualizzazione satellitare con indicazioni o Terrain per una mappa semplice più dettagliata) e clicca sul pulsante GO! per visualizzare la mappa.

A questo punto, attendi qualche secondo affinché Google Map Saver carichi la mappa di Google da te richiesta, se vuoi naviga in un punto specifico di quest’ultima che desideri salvare e, quando diventa disponibile, clicca sul pulsante Save Capture as per salvare la mappa visualizzata sul tuo PC. Nella finestra che si apre, seleziona la cartella in cui salvare la mappa, clicca su Salva ed il gioco è fatto.

Screenshot di Google Map Saver

Tieni presente che per impostazione predefinita il programma salva le mappe in formato JPG. Volendo, puoi però scegliere anche altri formati di immagine scorrendo il menu a tendina collocato accanto al pulsante per salvare la mappa.

Scaricare le mappe di Google Maps su macOS

Possiedi un Mac? In tal caso, lo strumento per scaricare le mappe di Google Maps di cui ti ho parlato poc’anzi non è idoneo. Per riuscire nel tuo intento devi rivolgerti ad una risorsa alternativa: MySatellite.

Si tratta di un’applicazione a pagamento (costa poco meno di 10 dollari) ma eventualmente fruibile anche in versione di prova gratuita (quella che ho usato io per redigere questo passo) che funziona su tutte le versioni di macOS e mediate la quale è possibile salvare offline le mappe del famoso servizio di casa Google e consultarle senza dover per forza di cose essere collegati ad Internet. Da notare che, diversamente dalla risorsa di cui ti ho già parlato nelle righe precedenti, consente di scaricare anche le mappe di altri rinomati servizi appartenenti alla categoria, come quelle di Bing Maps e Yahoo Maps.

Mi chiedi come fare per servirtene sul tuo computer a marchio Apple? Te lo indico subito. In primo luogo, collegati al sito Internet dell’applicazione e clicca sulla voce TRIAL Version che sta a sinistra in modo tale da avviare il download dell’app.

A scaricamento ultimato, estrai in una qualsiasi posizione del tuo Mac l’archivio ZIP ottenuto, sposta l’applicazione MySatellite presente al suo interno nella cartella Applicazioni di macOS ed aprila facendoci clic destro sopra e scegliendo Apri per due volte di seguito (in modo tale da andare ad aggirare le limitazioni imposte da Apple nei confronti degli sviluppatori non autorizzati.

Come scaricare le mappe di Google Maps

Una volta visualizzata la finestra dell’applicazione su schermo, copia ed incolla le coordinate geografiche (latitudine e longitudine) dell’area di Google Maps che desideri scaricare nei campi appositi che trovi sulla sinistra, scegli il tipo di mappa che vuoi scaricare usando il menu a tendina Select map type: che sta in basso ed indica se desideri salvare la mappa sotto forma di immagine o come mappa Java (per device mobile) dal menu Select map target: posto più in basso.

Come scaricare le mappe di Google Maps

Regola dunque il livello di zoom della mappa usando il cursore apposito che sta nella parte destra (aiutati guardando l’immagine di anteprima sottostante) e per concludere, ovvero per scaricare le mappe di Google Maps sul tuo Mac, premi sul bottone Download map in basso a destra. Non ti resta dunque alto da fare se non indicare la posizione sul tuo computer per effettuare il salvataggio. Tutto qui.

Scaricare le mappe di Google Maps da Android e iOS

Se invece vuoi scaricare le mappe di Google Maps sul tuo smartphone o sul tuo tablet, sono ben felice di comunicarti che per compiere quest’operazione non hai bisogno di strumenti di terze parti: ti basta sfruttare l’app ufficiale di Google Maps resa disponibile direttamente Google per Android e iOS.

Devi infatti sapere che l’applicazione di big G dedicata alla navigazione integra una speciale funzione che, appunto, consente di scaricare localmente le mappe di interesse in modo tale da poterle consultare, dallo lo schermo dello smartphone o del tablet in uso, senza bisogno di alcuna connessione ad Internet, per un arco di tempo massimo pari a 30 giorni (trascorsi i quali vengono eliminate in automatico se non aggiornate). Vediamo subito in che modo occorre procedere, di preciso.

Innanzitutto, se non hai già provveduto a farlo scarica ed installa Google Maps sul tuo dispositivo facendo tap, drittamente dallo schermo dello smartphone o del tablet, sul collegamento pertinente che ti ho fornito poc’anzi. Dopodiché premi sul pulsante per eseguire il download dell’app alla finestra che appare. Apri dunque l’applicazione pigiando sulla sua icona che è stata aggiunta alla schermata home del dispositivo.

Adesso, concedi a Google Maps il permesso di accedere alla tua posizione geografica (se richiesto) ed effettua l’accesso al tuo account Google (sempre se richiesto) dopodiché pigia sul campo di ricerca in alto, digita il nome del luogo di cui intendi scaricare la mappa (es. Napoli, Italia) e seleziona il suggerimento pertinente in elenco. Una volta visualizzata su schermo la mappa di riferimento, tappa sul nome del luogo in basso e poi premi sul pulsante Scarica.

Come scaricare le mappe di Google Maps

Seleziona quindi l’area da scaricare spostando il rettangolo apparso su schermo sulla mappa dopodiché premi sul pulsante Scarica posto in basso a destra. Scegli infine se desideri ricevere una notifica oppure no al termine della procedura di download della mappa ed aspetta pazientemente che lo scaricamento venga avviato e portato a termine. Potrai seguire l’andamento dell’operazione tramite la schermata apposita che in seguito ti sarà mostrata.

Come scaricare le mappe di Google Maps

A download ultimato, potrai visionare l’area della mappa scaricata offline effettuando una normale ricerca su Google Maps, che in tal caso risulterà però accessibile senza gravare sulla connessione dati ed anche quando il tuo dispositivo risulta offline.

Qualora poi volessi rinominare la mappa scaricata, potrai riuscirci premendo sul pulsante con le tre linee in orizzontale collocato nella parte in alto a sinistra della schermata dell’app, prendo poi sulla voce Mappe offline nel menu che si apre, pigiando sull’elemento di riferimento, poi sulla matita in alto a destra e digitando infine il nome che preferisci.

Come scaricare le mappe di Google Maps

Ti faccio altresì notare che dalla medesima schermata puoi anche aggiornare la mappa scaricata premendo sul bottone Aggiorna oppure puoi eliminarla tappando su Elimina.

Nota: Il download delle mappe offline non è disponibile in alcune aree geografiche a causa di limiti contrattuali, lingue supportate, formati degli indirizzi o altri motivi. Inoltre, le mappe offline consentono di ottenere indicazioni stradali per spostarsi in auto, ma non in bicicletta, a piedi o tramite trasporto pubblico. Va poi tenuto conto del fatto che le indicazioni stradali non includono informazioni sul traffico, percorsi alternativi o l’indicazione delle corsie in cui posizionarsi. Inoltre, non è possibile modificare i percorsi per evitare, ad esempio, caselli o traghetti.

Soluzioni alternative a Google Maps per scaricare le mappe

Per concludere in bella, come si suol dire, voglio segnalarti alcune soluzioni alternative a Google Maps che puoi adottare per scaricare localmente le mappe sui tuoi dispositivi, nel caso in cui le soluzioni di cui sopra non fossero state in grado di soddisfare le tue necessità.

Come scaricare le mappe di Google Maps

Trovi dunque indicati qui di seguito quelli che a mio modesto avviso rappresentano i migliori servizi ed i migliori programmi di mappe fruibili offline oltre che le migliori app per smartphone e tablet per la navigazione che offrono nativamente la funzione di esportazione delle mappe e che puoi dunque sfruttare per il tuo scopo, ammesso che l’idea di non affidarti a big G ti aggradi.

  • OpenStreetMap (Online) – Servizio online che, come facilmente deducibile dal nome, è di natura open source. Funziona bene o male in maniera analoga a Google Maps via Web ma, diversamente da quest’ultimo, integra una funziona che consente di esportare sul computer o sul device mobile in uso l’area della mappa visualizzata.
  • Mappe Microsoft (Windows) – È il servizio di mappe disponibile “di serie” su Windows 10. Le mappe offerte sono, ovviamente, quelle di Microsoft e si rivela utile per lo scopo in questione poiché integra una funzione mediante cui è possibile esportare l’area visualizzata in formato PDF (oppure di stamparla).
  • Map Snapshot (macOS) – Applicazione a pagamento (costa 4,49 euro) disponibile solo per macOS che integra un sistema di mappe proprietario e che, come facilmente intuibile dal nome stesso, consente di catturare delle schermate delle aree geografiche d’interesse effettuandone il salvataggio in formato JPG oppure PNG. Si può anche selezionare il tipo di mappa da visualizzare.
  • Mappe Apple (macOS) – Si tratta del sistema di mappe integrato in macOS (oltre che sui device iOS). Offre un ottimo sistema di navigazione ed include anche una funzione apposita che consente di stampare o salvare in formato PDF l’area della mappa visualizzata.
  • HERE WeGo (Android/iOS) – Si tratta dell’ex Nokia Maps, ora diventato un progetto indipendente con continui aggiornamenti. Funziona in maniera pressoché analoga all’app Google Maps per device mobile. Merita di essere segnalata in questa guida in quanto integra anche le mappe offline di Stati Uniti, Regno Unito, Germania, Francia, Spagna, Italia, Canada, Australia e di oltre 100 altri paesi nel mondo. Basta scaricare ciò che occorre ed è fatta.
  • CityMaps2Go (Android/iOS) – Applicazione concepita perlopiù per i viaggiatori che consente di scaricare offline le mappe di qualsiasi località nel mondo e di accedervi in assenza di una connessine ad Internet. Nel download è altresì possibile includere info dettagliate relative ai punti d’interesse, alle attrazioni ed a tutto quanto presente sulla mappa.