Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come liberare spazio Android

di

Stavi tentando di scaricare un’applicazione dal Play Store ma il download non è andato a buon fine perché non c’è abbastanza spazio libero sulla memoria del tuo dispositivo? Hai realizzato alcuni video in alta definizione e ora non hai più spazio per scaricare musica o giochi sul tuo smartphone Android? Niente panico. Ti assicuro che, insieme, riusciremo a trovare una soluzione al tuo problema.

Tutto quello di cui hai bisogno è un po’ di tempo disponibile. Dedicami qualche minuto e ti farò vedere come liberare spazio Android tramite alcuni pratici accorgimenti che ti permetteranno di “pulire” la memoria del tuo device da app, file temporanei e altri contenuti superflui (o comunque non più strettamente necessari).

Vedremo anche come individuare i file che occupano più spazio su disco: foto, video, brani musicali, documenti scaricati da Internet ecc. e scopriremo come cancellarli in maniera facile e sicura. Insomma, in un modo o nell’altro risolveremo i tuoi problemi di spazio. Tieni però presente che di “miracoli” non se ne possono fare: se il tuo dispositivo Android ha una memoria poco capiente e non include uno slot per le schede microSD, non puoi pretendere di scaricare centinaia di app e giochi. Ad ogni modo, mettendo in pratica i consigli che trovi di seguito dovresti riuscire a migliorare la situazione. Buona lettura!

Indice

Come liberare spazio su Android

Come ti dicevo in apertura del tutorial, per liberare spazio su Android basta mettere in pratica alcuni piccoli, ma utilissimi accorgimenti, che trovi riportati qui di seguito. Non si tratta di nulla di particolarmente complicato, non temere.

Considera, però, che alcune voci da selezionare nelle impostazioni di Android potrebbero differire in base alla versione del sistema operativo in uso, quindi potresti trovare delle corrispondenze non perfette con quanto indicato nei capitoli successivi (comunque nulla che ti impedirà di raggiungere facilmente il tuo obiettivo). Buon proseguimento.

Disinstallare applicazioni superflue

Come liberare spazio Android

Per quanto possa apparire banale come consiglio, uno dei metodi più efficaci per liberare spazio Android rimane disinstallare le applicazioni superflue. Per sapere quali sono le app che occupano più spazio sulla memoria del tuo smartphone o del tuo tablet, accedi alla home screen e/o al drawer di Android, fai tap sull’icona delle Impostazioni (quella a forma di ruota d’ingranaggio) e seleziona la voce Archiviazione e USB (o simili) dalla schermata che si apre.

A questo punto, sfiora la dicitura Memoria interna, seleziona la voce App e ti verrà mostrata la lista di tutte le applicazioni installate sul device. In alternativa, prova ad andare direttamente nel menu Impostazioni > app.

Se la lista delle app non è già disposta in ordine di “peso” (cioè dalla app che occupa più spazio sulla memoria a quella che ne occupa meno), premi sul pulsante con i tre puntini che si trova in alto a destra e seleziona l’opzione Ordina per dimensioni dal menu che si apre (se non vedi la suddetta opzione, significa che le app sono già disposte in ordine di “peso”). Come facilmente intuibile, se hai un dispositivo dotato di memoria espandibile e hai spostato le app sulla microSD, nel menu Archiviazione e USB devi selezionare la voce Scheda SD.

Una volta individuate le app che occupano molto spazio e che ritieni non indispensabili), procedi alla loro rimozione. Per fare ciò, puoi seguire due strade differenti. Eccole

  • Selezionare il nome dell’app dal menu Impostazioni > App di Android e premere sul pulsante Disinstalla.
  • Andare nel drawer, tenere il dito premuto sull’icona della app da disinstallare e trascinare quest’ultima sull’icona del cestino o sul pulsante di disinstallazione che compare sullo schermo.

Se sei dubbioso circa l’identità di un’applicazione, prima di eliminarla dal tuo dispositivo fai una ricerca su Google e scopri di che si tratta. Per approfondimenti relativi alla disinstallazione delle app da Android, leggi la mia guida sul tema.

Spostare applicazioni e dati su SD

Come liberare spazio Android

Utilizzi uno smartphone o un tablet dotato di memoria espandibile? Allora puoi liberare spazio sulla memoria interna del dispositivo provando a trasferire alcune app e alcuni dati sulla scheda SD.

Più precisamente, se il tuo device supporta l’utilizzo della scheda SD come memoria principale, potresti risolvere gran parte dei tuoi problemi di spazio acquistando una microSD bella capiente e impostandola come unità di archiviazione principale. Attenzione però, se non acquisti una scheda SD molto veloce e di ottima qualità comprometterai le prestazioni generali del tuo device. Se non sei molto pratico di schede microSD e non sai come valutare le loro prestazioni, da’ un’occhiata al mio tutorial su quale micro SD comprare.

Per trasformare una microSD in unità di memoria principale del tuo smartphone o del tuo tablet e quindi trasferire gran parte di app e dati su quest’ultima, inserisci la scheda nel dispositivo e seleziona la voce relativa alla microSD che compare nel menu delle notifiche di Android (che puoi richiamare scorrendo il dito dalla cima dello schermo verso il basso). Se non vedi alcuna voce relativa alla microSD nel menu delle notifiche, accedi alla sezione Impostazioni di Android, seleziona la voce Archiviazione e USB, quindi la dicitura Scheda SD e rispondi Configura all’avviso che compare sullo schermo.

A questo punto, metti il segno di spunta accanto alla voce Utilizza come memoria interna, premi sul bottone Avanti e fai tap sul pulsante Cancella e formatta per avviare la formattazione della scheda (tutti i dati presenti all’interno di quest’ultima verranno cancellati) e impostarla come memoria principale del tuo device. L’operazione potrebbe durare qualche minuto.

Al termine della procedura, ti verrà chiesto se intendi spostare foto, documenti e alcune app sulla scheda SD. Decidi, dunque, se acconsentire o se saltare questo step e premi ancora sul bottone Avanti. Se decidi di spostare i dati, dovrai confermare l’operazione premendo sul pulsante Sposta e concludere la configurazione guidata della scheda SD facendo tap sul bottone Fine.

Se non vuoi trasformare la microSD nella memoria primaria del tuo device, puoi limitarti a spostare app e dati su quest’ultima. Per spostare un’app su SD, raggiungi la sezione Impostazioni di Android, seleziona la voce App dalla nuova schermata visualizzata, sfiora il nome dell’applicazione da spostare e premi prima sulla dicitura Memoria e poi sul bottone Cambia. Metti quindi il segno di spunta accanto alla voce relativa alla Scheda SD, premi sul pulsante Sposta e il gioco è fatto.

Tieni però presente che purtroppo molte app non consentono il trasferimento diretto su SD. Per spostarle sulla memoria esterna devi effettuare il root su Android e devi rivolgerti ad applicazioni per “forzare” il trasferimento delle applicazioni dalla memoria interna alla microSD, come ad esempio Link2SD. Per maggiori dettagli al riguardo, puoi consultare il mio tutorial su come spostare app su scheda SD.

Per quanto concerne le foto, dovresti poter trasferire la tua galleria fotografica su SD semplicemente richiamando la app Fotocamera, accedendo alle sue impostazioni e impostando la SD come unità di destinazione predefinita di foto e video. Trovi maggiori informazioni al riguardo nel mio tutorial su come spostare foto su SD. Per approfondire il passaggio di tutto sulla SD, invece, consulta la guida che ho dedicato all’argomento.

Cancellare cache e file temporanei

Come liberare spazio Android

Adesso passiamo ai file di cache, ossia a tutti quei dati temporanei che le applicazioni immagazzinano per risultare più “reattive” e richiamare alcune informazioni in maniera più rapida. Con l’andar del tempo, la cache e altri file temporanei possono accumularsi sulla memoria dello smartphone o del tablet finendo con l’occupare molto spazio, in molte occasioni più di quanto sarebbe realmente necessario.

Ci sono due modi per liberarsi di queste informazioni: il primo consiste nell’accedere alle impostazioni di Android e cancellare “manualmente” la cache delle app installate sul dispositivo, mentre il secondo prevede l’installazione di applicazioni di terze parti il cui compito è proprio quello di “pulire” la memoria dello smartphone o del tablet rimuovendo automaticamente tutti i dati superflui. Attenzione però, non tutte le applicazioni di questo genere sono affidabili. Prima di scaricarne una leggi attentamente i commenti degli utenti che le hanno già provate e/o cerca delle recensioni online.

Se vuoi cancellare la cache di tutte le applicazioni installate sul tuo device (e di tutti i servizi di sistema), recati nella sezione Impostazioni di Android, seleziona la voce Archiviazione e USB dalla schermata che si apre e scegli se cancellare i dati della cache dalla memoria interna o dalla scheda SD (a seconda se hai installato le app sulla memoria interna o sulla scheda SD). Successivamente, sfiora l’opzione Dati memorizzati nella cache e conferma la tua volontà di cancellare la cache facendo tap sulla voce OK in risposta all’avviso che compare sullo schermo.

Vorresti cancellare la cache di una singola app anziché di tutte le app contemporaneamente? Nessun problema. Recati nella sezione Impostazioni di Android, sfiora la dicitura App, seleziona l’icona dell’applicazione di tuo interesse, seleziona la voce Memoria e premi sul pulsante Cancella cache per completare l’operazione.

Tieni presente che alcune app, come ad esempio Facebook e Spotify, tendono ad accumulare molti dati: foto, brani musicali ecc. Se vuoi cancellarli, recati nella sezione Impostazioni > App > Memoria di Android e fai tap sul pulsante Cancella dati. Attenzione però, utilizzando questo tasto non vengono cancellati solo i dati delle app, ma anche le informazioni di accesso (quindi i dati relativi ai tuoi account). Ti consiglio di ricorrere a questa misura solo in casi “disperati” e se sai bene dove stai mettendo le mani.

Dati temporanei di cui puoi liberarti senza troppe remore sono invece quelli della cronologia Internet. Se utilizzi Chrome come browser principale e vuoi cancellare i dati della navigazione Internet (cache, cronologia, cookie ecc.), avvia l’applicazione, fai tap sul pulsante con i tre puntini che si trova in alto a destra e seleziona la voce Cronologia dal menu che compare. Premi quindi sulla dicitura Cancella dati di navigazione, scegli quali informazioni cestinare e fai tap sul bottone Cancella dati. Occhio però, se hai sincronizzato Chrome con il tuo account Google, i dati verranno cancellati anche sulle altre postazioni di lavoro (computer, tablet altri device associati al medesimo account Google). Se ti servono istruzioni più dettagliate sulla procedura per cancellare i dati di navigazione da Android, leggi il mio tutorial su come cancellare cronologia Android.

Se, invece, vuoi provare a liberare spazio su Android con una delle applicazioni “tuttofare” che si occupano di cancellare i dati superflui, ti consiglio di dare un’occhiata alle soluzioni appartenenti alla suddetta categoria che ho provveduto a elencarti qui sotto.

  • Files di Google — è il file manager per Android sviluppato dalla stessa Google, come facilmente intuibile dal nome, il quale non solo consente di navigare liberamente fra le cartelle del dispositivo in uso, ma include anche alcune funzioni a hoc per liberare spazio sul disco rimuovendo gli elementi ritenuti ormai non più utili. È gratis.
  • SD Maid — presenta un’interfaccia decisamente spartana, ma si tratta di un’app ad altissima efficacia. SD Maid, infatti, è senza ombra di dubbio una delle migliori applicazioni per “pulire” la memoria dei dispositivi Android. Di base è gratis e permette di cancellare i file residui delle applicazioni rimosse dallo smartphone, i file temporanei di sistema, i database delle applicazioni e permette di visualizzare la lista dei file più “pesanti” presenti sul device, ma acquistando la versione a pagamento (al costo di 3,69 euro) diventa altresì possibile cancellare i file temporanei delle applicazioni di terze parti e di trovare i file doppioni. Da sottolineare che alcune funzioni di “pulizia” più avanzate sono disponibili solo sui dispositivi sottoposti alla procedura di root.

Per maggiori dettagli riguardo le soluzioni che ti ho segnalato poc’anzi e per scoprire quali altri soluzioni di questo tipo hai dalla tua, puoi consultare la mia rassegna dedicata specificamente ai programmi per pulire Android.

Organizzare Foto, Video, Musica e Download

Google Foto

Dopo aver eliminato tutte le applicazioni superflue e dopo aver cancellato i dati temporanei dal tuo smartphone, non ti resta che concentrarti sugli altri file presenti sulla memoria del dispositivo: fotografie, brani musicali, video, file scaricati da Internet ecc.

A tal proposito, il primo passo che ti consiglio di compiere è recarti nella sezione Impostazioni di Android, selezionare la voce Archiviazione e USB, quindi l’unità su cui conservi i tuoi file (memoria interna o scheda SD) e controllare quali contenuti occupano maggior spazio sulla memoria del tuo dispositivo. Dovresti vedere vari riquadri relativi ad App, Foto e video, Audio, Download e File vari con il numero di MB o GB occupati da ciascun contenuto.

Una volta individuati i file che occupano più spazio sulla memoria del tuo smartphone o del tuo tablet, procedi nel seguente modo per liberartene.

  • Per cancellare foto e video — apri l’applicazione Google Foto (che è preinstallata sulla maggior parte dei dispositivi Android) e attiva la funzione di backup automatico di filmati e fotografie su Google Drive, cancellandoli dalla memoria del terminale quando necessario. Sappi però che il backup dei dati eroderà il tuo spazio di archiviazione su Google Drive (che è di 15GB nel piano gratuito, dopodiché richiede la sottoscrizione di piani a pagamento). Per abilitare il backup online in Google Foto, fai tap sul tuo avatar che trovi nella parte in alto a destra della schermata dell’app, quindi sulla voce Impostazioni di Foto presente in basso, poi sulla dicitura Backup e sincronizzazione e verifica che la levata accanto alla dicitura Backup e sincronizzazione sia spostata su ON (altrimenti attivala tu). Provvedi altresì a fare tap sulla voce Dimensioni caricamento e a regolare le impostazioni in base alle tue esigenze. Per cancellare tutte le foto e i video che sono stati già archiviati su Google Foto, torna alla schermata principale delle impostazioni dell’app, sfiora la dicitura Libera spazio sul dispositivo e premi sul bottone Libera [quantità spazio] comparso in basso.
  • Per cancellare la musica — apri il player audio che utilizzi sul tuo smartphone/tablet ed elimina singoli brani o album da quest’ultimo. Ad esempio, se utilizzi Spotify, devi accedere alla scheda La tua libreria che si trova in basso a destra, dopodiché devi selezionare l’album o la playlist che desideri cancellare dal device e devi disattivare l’opzione relativa al download.
  • Per cancellare i file scaricati da Internet — recati nella cartella Download del tuo dispositivo utilizzando un qualsiasi file manager, seleziona i file da eliminare e premi sull’icona del cestino collocata in alto a destra.

Se prima di voler cancellare foto, video o canzoni dalla memoria dello smartphone vuoi salvarne una copia di backup sul computer, collega il telefono al PC (tramite cavo USB) e copia i file di tuo interesse su quest’ultimo. Se hai bisogno di una mano, puoi consultare la mia guida specifica su come collegare Android al PC.

Un altro consiglio che mi sento di darti è quello di trasferire PDF e altri documenti “ingombranti” sui servizi di cloud storage, come Google Drive, Dropbox e OneDrive, i quali permettono di avere i propri file sempre a portata di mano senza gravare sulla memoria del dispositivo.

Altri consigli per mantenere Android “in forma”

Smartphone

Sempre al fine di mantenere smartphone e tablet il più in forma possibile, ritengo sia il caso di suggerirti la lettura della mia guida su come velocizzare Android, nella quale quale ti ho suggerito alcune applicazioni e alcuni accorgimenti che permettono di velocizzare Android, andando non solo a liberare spazio, ma anche ottimizzando i consumi energetici del dispositivo usato.

Se, invece, hai problemi legati all’autonomia della batteria, leggi la mia guida su come risparmiare batteria Android: ci trovi alcuni semplici accorgimenti da mettere in pratica nell’utilizzo quotidiano dello smartphone o del tablet che possono permetterti di risolvere la cosa.

Come liberare spazio RAM Android

Android

Sei finito su questa mia guida non perché interessato a sgomberare lo spazio d’archiviazione del tuo smartphone o tablet, ma perché desideroso di liberare spazio RAM Android? In questo caso, visto che il discorso da fare in relazione alla reale utilità di questa procedura è abbastanza lungo, ti rimando al mio tutorial specifico su come aumentare la RAM del telefono.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.