Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come liberare memoria Huawei

di

Ci risiamo: hai provato a scaricare un'app da Google Play e il tuo smartphone, un terminale Huawei con soli 16GB di storage, ti ha detto che non avevi abbastanza spazio per portare a termine la procedura. Davvero una bella seccatura, vero? Allora preparati ad affrontare la situazione una volta per tutte e lascia che ti spieghi come liberare memoria Huawei: ti assicuro che è molto più semplice di quello che immagini.

Mettendo in pratica alcuni accorgimenti e utilizzando alcune app dedicate alla pulizia dei file inutili, potrai riuscire a recuperare un bel po' di spazio sul tuo device e a salvare nuovi dati su di esso senza patemi d'animo. Inoltre, se hai uno smartphone o un tablet dotato di memoria espandibile, nella seconda parte della guida troverai delle indicazioni su come spostare app e altri dati sulle microSD in modo da ottenere nuovo spazio di archiviazione per app, foto, video e altri file.

Nota: io per il tutorial utilizzerò un P9 Lite equipaggiato con Android 6.0 e l'interfaccia EMUI 4.1.1. In ogni caso, le indicazioni riportate di seguito dovrebbero risultare valide per tutti i terminali prodotti dall'azienda cinese e tutte le versioni di Android ed EMUI. Buona lettura e buon divertimento!

Indice

App per liberare memoria Huawei

Il modo più semplice (e anche più efficace) per liberare memoria Huawei è affidarsi a delle applicazioni adatte allo scopo: delle app che, cioè, permettono di liberare spazio sulla memoria interna del dispositivo andando a cancellare i file temporanei delle app e la cache di sistema. Inoltre, alcune di esse permettono di individuare facilmente le app che occupano più spazio e di cancellarle in pochi tap, liberando così la memoria del device. Insomma, rivolgiti a una soluzione di questo genere e in pochi secondo riuscirai a recuperare svariati MB, se non GB, di spazio libero sul tuo smartphone (o tablet).

Gestione Telefono

Gestione Telefono

Gestione Telefono è un'applicazione che si trova preinstallata su molti device Huawei e che permette di compiere svariate operazioni: libera la memoria del dispositivo cancellando i file temporanei del sistema e delle app, monitora lo stato della batteria, blocca l'accesso alle applicazioni, permette di filtrare le chiamate e molto altro ancora.

Per sfruttare la funzione che permette di liberare spazio sulla memoria dello smartphone (o del tablet), avvia Gestione Telefono, fai tap sull'icona Ottimizzazione sistema e attendi qualche secondo affinché venga effettuata una scansione della memoria. Successivamente, assicurati che ci sia il segno di spunta accanto a tutte le voci collocate nella sezione Spazzatura della cache e pigia sul pulsante Pulisci per avviare la cancellazione di tutti i file di cache. Se non vuoi cancellare la cache di qualche app o servizio di sistema in particolare, rimuovi il segno di spunta dal suo nome.

Ti segnalo, inoltre, che espandendo la voce Pulizia memoria (in alto) puoi avere un elenco delle applicazioni che occupano più spazio sulla memoria del device e disinstallarle con un tap, mettendo la spunta accanto ai loro nomi. Comodo, no?

Files Go by Google

Files Go by Google

Un'altra applicazione che consente di liberare la memoria dello smartphone (o del tablet) e che ti consiglio vivamente di provare è Files Go by Google, grazie alla quale è possibile avere un quadro completo delle app e dei file presenti sul proprio device (o sulla scheda SD installata in esso) e cancellare quelli superflui.

Per sfruttare tutte le potenzialità di Files Go by Google, scarica l'applicazione dal Google Play Store, avviala e, dopo aver seguito il suo tutorial iniziale, concedile i permessi per accedere ai file conservati sul dispositivo. A questo punto, sfoglia tutte le schede presenti nella sezione Archiviazione e analizza le soluzioni che l'app ti propone automaticamente per liberare spazio sulla memoria del tuo device: troverai, ad esempio, una scheda per avviare la ricerca di app inutilizzate; una scheda con la lista dei file di grandi dimensioni (cioè i file che occupano più spazio sulla memoria del dispositivo); una scheda con i file da spostare sulla scheda SD (se il tuo device dispone del supporto alle SD) e così via.

Seleziona quindi la voce relativa alla funzione che intendi sfruttare, ad esempio la ricerca di file di grandi dimensioni, consenti a Files Go by Google l'accesso alle impostazioni e/o ai contenuti del telefono seguendo le indicazioni su schermo e procedi alla cancellazione degli elementi indesiderati mettendo il segno di spunta accanto ai loro nomi e poi pigiando sul pulsante Elimina.

Spostandoti nella scheda File di Files Go by Google, hai inoltre la possibilità di sfogliare velocemente i download, le app, le immagini, i video, i file audio e i documenti presenti sul device, disporli nell'ordine che più preferisci (es. per dimensioni, in modo da individuare subito quelli più "pesanti") e di cancellarli. Facciamo un esempio pratico.

Se vuoi individuare le app che occupano più spazio sul tuo smartphone o tablet, seleziona la voce App dalla scheda File di Files Go by Google, pigia sull'icona della lista (le tre linee orizzontali) collocata in alto a destra e scegli l'opzione Per dimensioni dal menu che si apre. Fatto ciò, individua le app più pesanti che intendi cancellare, selezionale e pigia sul pulsante Disinstalla (presente nella schermata successiva) per disinstallare.

SD Maid

SD Maid

SD Maid è una delle migliori app dedicate alla pulizia dei sistemi Android. Permette di cancellare i file di cache del sistema, i file residui delle app cancellate, i database delle applicazioni (es. Spotify) e i file che occupano più spazio sulla memoria dello smartphone (o del tablet). È disponibile anche in una versione a pagamento, al costo di 2,99 euro, che permette di cancellare la cache delle applicazioni di terze parti e di trovare i file doppioni presenti sulla memoria del device: personalmente te la consiglio, vale ogni centesimo di quel che costa. Altra cosa che ti consiglio, se hai un dispositivo sottoposto alla procedura di root, è quella di concedere a SD Maid i permessi più elevati: in questo modo, l'app potrà agire più "a fondo" e cancellare un maggior numero di file temporanei.

Fatte queste doverose premesse, passiamo all'azione. Provvedi dunque a scaricare SD Maid dal Play Store, avviala e, se possibile, concedile i permessi di root pigiando sul pulsante Concedi. A questo punto, pigia sul pulsante Scansiona e attendi che l'app trovi i resti di applicazioni (i file residui delle app rimosse dal dispositivo), i file relativi alla pulizia di sistema (la cache di sistema), i file relativi alla pulizia delle applicazioni (la cache delle applicazioni, cancellabile solo con SD Maid Pro) e i file relativi ai database delle app.

A scansione ultimata, pigia sul pulsante Esegui ora per cancellare tutti i dati superflui rilevati da SD Maid o, in alternativa, pigia sulle singole voci (Resti di applicazioni, Pulizia di sistema ecc.) per visualizzare i dati appartenenti a ciascuna categoria e scegliere "manualmente" quali cancellare o quali conservare.

Per accedere alle altre funzionalità di SD Maid, come quella che permette di scoprire i file più "pesanti" presenti sulla memoria del dispositivo o i file doppioni, fai tap sul pulsante ☰ collocato in alto a sinistra e scegli una delle voci disponibili nel menu che si apre: Analizzatore spazio di archiviazione per scoprire quali sono i file che occupano più spazio e dove si trovano, Duplicati per trovare i doppioni e così via.

Una volta selezionata l'opzione di tuo interesse, avvia la relativa scansione, dopodiché seleziona i dati da cancellare e dai conferma pigiando sull'apposito pulsante. Più facile di così?!

Spostare dati e app su SD

Se hai un dispositivo dotato di memoria espandibile, puoi liberare la sua memoria interna spostando i dati e le app su una microSD. Prima di procedere, però, assicurati di essere in possesso di una scheda di memoria abbastanza capiente e, soprattutto, abbastanza veloce. Il mio consiglio è quello di utilizzare una microSD di classe 10 dotata di certificazione A1 (quindi ottimizzata in maniera specifica per i device Android). Per maggiori informazioni relative alla scelta di una microSD per smartphone e tablet Android, leggi il mio tutorial su quale micro SD comprare.

Impostare la SD come unità di memoria principale

Come liberare memoria Huawei

Una volta installata la microSD nel tuo smartphone o tablet (se non sai come fare, puoi seguire le indicazioni presenti nel mio tutorial su come inserire SIM Huawei, la procedura da seguire è la stessa), ti consiglio di impostare quest'ultima come memoria principale del dispositivo.

Per procedere, vai nel menu Impostazioni (l'icona dell'ingranaggio situata in home screen o nella schermata con la lista di tutte le app installate sul device), spostati su Impostazioni avanzate > Memoria & archiviazione, fai tap sulla voce Posizione predefinita e seleziona la tua microSD dal riquadro che si apre. Per rendere effettive le modifiche, ti sarà chiesto di riavviare lo smartphone (o il tablet). Al nuovo avvio del dispositivo, i dati delle applicazioni, alcune app, le foto e i video realizzati con quest'ultimo verranno salvati sulla microSD anziché sulla sua memoria interna.

Forzare lo spostamento delle app su SD

Come liberare memoria Huawei

Molti smartphone e tablet prodotti da Huawei, anche se si imposta la SD come unità di memoria principale, non consentono di spostare le applicazioni sulle schede di memoria esterne. Per bypassare questa limitazione, occorre effettuare il root dello smartphone (o del tablet) e ricorrere ad applicazioni che consentono di "forzare" lo spostamento delle app su SD tramite la tecnica dei link simbolici.

Qualora non ne avessi mai sentito parlare, con la tecnica dei link simbolici la scheda SD viene suddivisa in due partizioni: una formattata in FAT e una con il file system EXT2/EXT3/EXT4 (la quale viene montata automaticamente ad ogni avvio del dispositivo). I file delle applicazioni vengono quindi spostati sulla seconda partizione della microSD mentre nelle loro cartelle di origine (quindi sulla memoria interna del dispositivo) vengono creati dei link simbolici: così facendo, i dati delle app vengono spostati fisicamente sulla microSD ma Android "li vede" ancora come se fossero sulla memoria interna, quindi permette di usare le applicazioni senza alcun problema.

La procedura da effettuare è un po' lunga e articolata ma, te lo assicuro, ne vale la pena se si vuole liberare davvero la memoria di un dispositivo Huawei. Questi sono i passaggi principali da compiere.

  • Effettuare il root. Se non hai ancora provveduto e non sai come procedere, segui le indicazioni presenti nel mio tutorial su come sbloccare un dispositivo Huawei. Occhio però, con lo sblocco del bootloader (una delle operazioni necessarie all'effettuazione del root), perderai tutti i dati presenti sul device.
  • Installare l'applicazione App2SD. La puoi trovare direttamente sul Play Store, a costo zero (solo alcune funzioni avanzate, come il montaggio delle cartelle, sono disponibili a pagamento, ma ne puoi farne tranquillamente a meno in questo frangente).
  • Partizionare la microSD. Per compere quest'operazione, avvia App2SD, concedile i permessi di root pigiando sul pulsante Concedi e vai su Utilità di partizione. Utilizza quindi la barra di regolazionesituata in alto per impostare le dimensioni della 1ª partizione e della 2ª partizione da creare (la partizione secondaria è quella in cui verranno salvate le app, quindi assicurati che sia abbastanza ampia) e imposta i file system da utilizzare tramite gli appositi menu a tendina: scegli quindi fat32per la prima partizione ed ext4 per la seconda partizione. Per finire, pigia sul pulsante  (in basso a destra) e rispondi  a tutti gli altri avvisi che compiono sullo schermo. Al termine della procedura, il dispositivo dovrà essere riavviato per applicare i cambiamenti.

App2SD

  • Al nuovo accesso ad Android, avvia App2SD, fai tap sull'opzione Collega app alla scheda SD, metti il segno di spunta accanto alle voci ext4 e Il dispositivo supporta su.d/ Uso interfaccia Magisk e premi in sequenza sui pulsanti OK,  e OK. A questo punto, individua le app da spostare sulla SD (quelle contraddistinte dalla scritta User sono le app installate dall'utente, quelle contraddistinte dalla scritta System sono le app di sistema, che non andrebbero spostate), selezionala e pigia prima sul pulsante Collega e poi su OK. Apponi quindi il segno di spunta accanto alla voce Seleziona tutto, premi  OK e il gioco è fatto.

Come liberare memoria Huawei

Se qualche passaggio non ti è chiaro, leggi il mio tutorial su come spostare app su SD Huawei in cui ti ho spiegato più dettagliatamente come spostare le applicazioni dalla memoria interna dei dispositivi Huawei alle memory card esterne.

Spostare file sulla SD

Come liberare memoria Huawei

Come dici? Ti piacerebbe spostare i tuoi dati sulla microSD senza impostarla come unità di memoria principale e senza effettuare il root del tuo dispositivo? Nessun problema, adesso ti spiego come fare.

Per spostare i tuoi dati dalla memoria interna dello smartphone (o del tablet) alla microSD, non devi far altro che avviare il file manager di casa Huawei (Gestione file), selezionare la scheda Locale, accedere alla memoria interna del device e individuare i file da spostare sulla SD, ad esempio i file presenti nella cartella Download o le foto e i video realizzati sul device (la cartella DCIM).

Attiva quindi la modalità di selezione, effettuando un tap prolungato su uno qualsiasi dei file da trasferire. Dopodiché metti il segno di spunta accanto a tutti i file da copiare sulla SD e pigia sul pulsante Sposta collocato in basso a sinistra. A questo punto, vai nuovamente su Locale, seleziona la Scheda SD, entra nella cartella in cui vuoi spostare i file e pigia sul bottone Sposta che si trova in basso a destra per avviare il trasferimento dei dati. Più facile di così?!

Salvare foto e video sulla SD

Come liberare memoria Huawei

Se vuoi, puoi anche impostare la scheda SD come memoria principale per le foto e i video realizzati con la fotocamera (senza impostarla come memoria principale di sistema). Per fare ciò, avvia l'app Fotocamera, accedi alle sue impostazioni effettuando uno swipe da destra verso sinistra e sposta su ON la levetta relativa all'opzione Salvataggio prioritario su SD.

Qualora qualche passaggio non ti fosse chiaro, consulta il mio tutorial in cui ti ho spiegato dettagliatamente come spostare foto su scheda SD Huawei.

Altre soluzioni utili

Come liberare memoria Huawei

Arrivato a questo punto del tutorial dovresti essere già riuscito a liberare memoria sul tuo dispositivo Huawei. Tuttavia, se hai bisogno di recuperare ancora qualche MB di spazio, ecco qualche consiglio che potrebbe tornarti utile.

  • Collega il tuo device al computer e trasferisci su quest'ultimo i dati che non hai bisogno di portare sempre con te (es. video che hai registrato e che non hai bisogno di riguardare spesso). Se non sai come collegare Huawei al PC, leggi il mio tutorial dedicato all'argomento.
  • Utilizzare Google Foto. Qualora non ne avessi mai sentito parlare, Google Foto è un eccellente servizio gratuito offerto da Google che consente di archiviare foto e video sul cloud, prelevandoli automaticamente dalla Galleria del dispositivo. Offre spazio online illimitato (a patto di accettare un limite nella risoluzione delle foto a 16MP e dei video a 1080p) e consente di liberare lo spazio occupato da foto e video sul telefono/tablet con un semplice tap. Per scoprire come funziona, leggi il mio tutorial dedicato.
  • Utilizzare i servizi di streaming musicale. Applicazioni come Spotify, Google Play Music e Amazon Music consentono di accedere a immensi cataloghi musicali in streaming, senza dover necessariamente occupare la memoria del device con "tonnellate" di brani. Costano circa 9,99 euro/mese ma consentono tutti una prova gratuita di 30 o più giorni. Per saperne di più, leggi i miei post su come funziona Spotify, come funziona Google Play Music e come funziona Amazon Music Unlimited.
  • Utilizzare i servizi di cloud storage. Anziché conservare ogni documento che ti viene inviato sul tuo smartphone (o sul tuo tablet), affidati ai servizi di cloud storage e conserva i file su Internet, mantenendo poi la possibilità di richiamarli in locale quando necessario. Tra i servizi di cloud storage più affidabili ti segnalo Google Drive, Dropbox e OneDrive, dei quali ti ho parlato nei miei tutorial su come funziona Google Drive, come funziona Dropbox e come funziona OneDrive.