Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come recuperare applicazioni cancellate

di

Cercando tra le applicazioni presenti sul tuo smartphone o sul tuo computer, non sei riuscito a trovarne una che eri solito utilizzare solo in poche circostanze ma che, in quei precisi contesti, ti tornava molto utile. Hai dunque pensato a un problema di posizionamento dell’icona (che magari avevi spostato o nascosto dopo l’ultimo utilizzo) ma, in seguito a un controllo più approfondito, hai appurato che l’app non risulta proprio più installata sul tuo dispositivo. E ora? Considerando che non ne ricordi neanche più il nome, come fare a recuperarla?

Non temere: se la tua situazione è proprio quella che ho appena descritto, posso aiutarti io a risolvere il problema. In questo mio tutorial, infatti, ti illustrerò come recuperare applicazioni cancellate sui dispositivi da te in uso. Ti indicherò le procedure da seguire sia su smartphone e tablet Android che su iPhone e iPad. Inoltre, non mancherò poi di spiegarti come ripetere gli stessi passaggi sui computer con Windows e su Mac.

Ti anticipo sin da sùbito che, nel caso tu voglia scaricare nuovamente un’applicazione a pagamento, non dovrai effettuare un nuovo esborso (potrai riscaricarla gratis, in quanto associata al tuo account). Se, dunque, non vedi l’ora di sapere in dettaglio quali sono i passaggi che devi compiere, continua a leggere: trovi spiegato tutto qui sotto.

Indice

Come recuperare applicazioni cancellate: smartphone e tablet

Smartphone

Che tu abbia un dispositivo Android o un iPhone/iPad, recuperare applicazioni cancellate da smartphone e tablet è davvero un gioco da ragazzi: basta aprire lo store delle applicazioni, accedere alla sezione con lo storico delle app installate in passato e selezionare quelle da riscaricare. Ecco tutti i dettagli.

Come recuperare applicazioni cancellate da Android

Recuperare app Android

Ogni qualvolta installi un’applicazione dal Play Store di Android, sia essa gratuita o a pagamento, essa viene registrata sull’account Google che hai associato al tuo dispositivo. Questo significa che puoi ritrovarla e riscaricarla in qualsiasi momento, a patto di usare un device Android associato al medesimo account Google con cui hai fatto inizialmente il download dell’app.

Per accedere alla sezione del Play Store che contiene lo storico delle app scaricate/acquistate, avvia quest’ultimo (il simbolo ▶︎ colorato che trovi nella Home screen o nel menu delle app) e premi sulla foto profilo del tuo account Google, collocata in alto a destra. Nel menu che viene visualizzato a questo punto, seleziona la voce Gestisci app e dispositivo e, successivamente, premi sulla voce Gestisci che si trova in alto a destra.

Ora, procedi facendo tap sulla voce Installate che trovi in alto a sinistra e seleziona la voce Non installate. Ti verrà mostrata immediatamente la lista di tutte le applicazioni scaricate in precedenza con il tuo account Google, comprese quelle non più presenti sul device in uso (potrai vedere anche quelle che hai scaricato su altri smartphone o tablet utilizzando lo stesso account Google).

Se preferisci che le app siano mostrate in ordine di installazione (dalla più recente alla meno recente), premi sulla voce Nome posta in alto a destra e, poi, fai tap sulla voce Aggiunte di recente. Per rimuoverne alcune dall’elenco, invece, premi sull’icona del Cestino corrispondente.

Per installare nuovamente le app, ti è sufficiente fare tap sulla casella situata a destra, in corrispondenza del nome di ognuna di esse e premere poi sull’icona della freccia rivolta verso il basso che si trova in alto a destra. Per quanto riguarda le app a pagamento, come detto in apertura, non dovrai acquistarle di nuovo.

Non ci è voluto molto, vero? Se vuoi controllare le app scaricate con un altro account Google, leggi il mio tutorial su come cambiare account Google usato su un dispositivo.

Come recuperare app cancellate su HUAWEI

recuperare app AppGallery

Sui dispositivi HUAWEI sprovvisti di servizi Google è preinstallato l’app store AppGallery, che sui device in questione prende il posto del Play Store (sebbene sia possibile installarlo, seguendo apposite procedure non ufficiali). Proprio come sul Play Store, le applicazioni che scarichi di volta in volta da AppGallery vengono memorizzate e associate al tuo account HUAWEI. Ciò vuol dire che puoi recuperarle in qualsiasi momento.

In che modo? Provvedo sùbito a mostrartelo. Innanzitutto, avvia AppGallery facendo tap sulla sua icona (la scritta HUAWEI su sfondo rosso) collocata nella schermata Home o nel menu delle app del tuo dispositivo. Successivamente, premi sulla voce Utente che si trova in basso a destra e, da qui, fai tap sulla voce Cronologia acquisti.

Successivamente, premi sulla voce Non installate che trovi in alto e potrai visionare tutte le app scaricate in precedenza con il tuo account HUAWEI. Per ottenere nuovamente l’app che desideri, non ti resta che fare tap sul pulsante Installa posto a destra, in corrispondenza del nome dell’app stessa.

Visto com’è stato semplice? Per altri dubbi sull’utilizzo dello store virtuale di HUAWEI ti rimando al mio tutorial su come funziona AppGallery.

Come recuperare applicazioni cancellate da iPhone

Recuperare app iPhone

Ti stai domandando come recuperare applicazioni cancellate da iPhone o come recuperare app cancellate iPad? Devi sapere che anche l’App Store di Apple, così come il Play Store di Android, dispone di un “archivio” di tutte le applicazioni che vengono scaricate o acquistate con il propio ID Apple.

Come accedere a questo archivio? Te lo mostro sùbito. Per prima cosa, apri l’App Store premendo sull’icona della “A” su sfondo azzurro che puoi trovare nella schermata Home o nella Libreria app del tuo dispositivo. Una volta aperto l’App Store, premi sulla tua foto profilo, in alto a destra, e seleziona la voce Acquisti dal menu che si apre: in questo modo potrai dare un’occhiata a tutte le applicazioni scaricate/acquistate in precedenza con il tuo account.

Per visionare quelle disinstallate, premi sulla voce Non su iPhone (o sulla voce Non su iPad, a seconda del dispositivo che utilizzi) che si trova in alto a destra. A questo punto, per installare nuovamente una delle app che non sono più presenti sul tuo dispositivo, fai tap sull’icona della nuvola con la freccia che punta in basso collocata a destra, in corrispondenza del nome dell’app stessa (se quella che vuoi scaricare è un’app a pagamento non dovrai acquistarla di nuovo).

Non è stato affatto complesso, concordi? Se vuoi che un’app non sia più mostrata in questo elenco, tieni premuto il dito sul nome dell’app e muovilo poi da destra a sinistra; infine, premi sulla dicitura Nascondi. Come dici? Qualche tempo fa avevi già nascosto delle applicazioni dalla lista di quelle scaricate in precedenza e vorresti visualizzarle nuovamente?

Allora, in questo caso, recati nuovamente sulla pagina iniziale dell’App Store e premi sulla tua foto profilo situata in alto a destra. Fatto ciò, procedi sul tuo nome e accedi a questa sezione verificando la tua identità con Face ID, Touch ID o password dell’ID Apple.

Successivamente, premi sulla voce Acquisti nascosti posta in corrispondenza della scheda iTunes nel cloud e ripeti la procedura che ti ho mostrato ai paragrafi di cui sopra. In conclusione, se intendi recuperare anche le app scaricate con un account Apple diverso da quello che hai utilizzato fin qui, consulta la mia guida su come cambiare ID Apple.

Come recuperare applicazioni cancellate: computer

Computer

Vuoi sapere come recuperare applicazioni cancellate su un computer equipaggiato con il sistema operativo Windows o un Mac? Prosegui nella lettura per scoprire come procedere. Ti anticipo che i passaggi sono piuttosto simili a quelli appena visti sui dispositivi mobili.

Come recuperare applicazioni cancellate su Windows

Recuperare app Microsoft Store

Anche il Microsoft Store preinstallato su tutte le versioni di Windows a partire da Windows 8 dispone di una sezione in cui è possibile visualizzare la lista completa di tutte le applicazioni installate/acquistate in precedenza sul proprio computer e associate al proprio account Microsoft: da questa è poi possibile procedere in modo immediato alla reinstallazione delle applicazioni rimosse.

Per accedere al negozio virtuale della casa di Redmond, fai clic sull’icona della busta della spesa bianca situata in basso a sinistra, sulla barra delle applicazioni (accanto al campo di ricerca): se non vedi quest’icona, fai clic sul pulsante Start di Windows (quello con l’icona della bandierina che trovi in basso a sinistra), scorri l’elenco dei programmi e, infine, clicca sulla voce Microsoft Store.

Una volta che hai avuto accesso alla pagina principale del negozio di Microsoft, clicca sul pulsante posto in alto a destra e, dal menu che ti viene mostrato, seleziona la voce La mia raccolta. Quella che hai di fronte ora è la lista di tutte le applicazioni che hai scaricato precedentemente con il tuo account Microsoft.

Per procedere alla reinstallazione di una specifica applicazione, non devi fare altro che premere il pulsante Installa situato in sua corrispondenza (se si tratta di un’applicazione a pagamento non dovrai effettuare un nuovo acquisto). Davvero semplice, non ti pare?

Se desideri che una di queste applicazioni non sia più mostrata in quest’elenco, fai clic sul pulsante situato a destra e premi sulla voce Nascondi. Se, invece, vuoi visualizzare anche la lista delle applicazioni che hai nascosto in precedenza, premi sul pulsante Mostra prodotti nascosti che trovi in alto a destra (per procedere all’installazione di queste applicazioni ripeti i passaggi di cui sopra).

Utilizzavi anche un altro profilo per scaricare applicazioni sul tuo computer? Allora dai uno sguardo al mio tutorial su come cambiare account Microsoft.

Stai cercando un’applicazione che non è presente nella lista che hai appena visualizzato? Devi sapere anche che tutti i programmi e le applicazioni che installi sul tuo PC possono lasciare su quest’ultimo delle “tracce” (cartelle vuote, file di vario genere ecc.) e questi elementi possono ricondurti al programma o l’applicazione stessa (perché, magari, ne riportano il nome) mediante ricerca su Google.

Per vedere se sono presenti elementi di questo genere sulla memoria del tuo computer, avvia l’Esplora file di Windows, cliccando sull’icona della cartella che trovi sulla barra delle applicazioni (in basso a sinistra), e controlla con questo strumento i percorsi C: > Program Files (o Programmi) e C: > Program Files (x86). Fai attenzione però: se non hai particolare confidenza con Windows non toccare i file e le cartelle che vedi.

Infine, sempre, dalla pagina iniziale dell’Esplora file, prova a digitare .exe o .msi nel campo di ricerca situato in alto a destra, in modo da vedere se sono presenti ancora sul tuo computer i file di installazione di programmi di tuo interesse.

Come recuperare applicazioni cancellate su Mac

Recuperare app Mac App Store

Anche su macOS è possibile recuperare un’applicazione cancellata installata tramite il Mac App Store, lo store di app e giochi del sistema operativo Apple. L’operazione da eseguire è semplice, così come quella vista nel capitolo precedente relativo a Windows. Anche in questo caso, infatti, ogni volta che si scarica un’applicazione, questa viene memorizzata e associata all’account (nel caso specifico, l’ID Apple) associato al computer in uso.

Tutto quello che devi fare, quindi, per ripristinare le applicazioni rimosse dal tuo computer è accedere al Mac App Store, cliccando sulla sua icona (una “A” su sfondo azzurro) che trovi nel Dock o all’interno del Launchpad. Avviato lo store di macOS, clicca sul tuo nome posto all’angolo in basso a sinistra. Nella pagina che si apre, ti verranno elencate tutte le applicazioni che hai installato in precedenza (comprese quelle che hai cancellato dal tuo Mac).

Cliccando sull’icona della nuvola con la freccia che punta verso il basso, posta sotto l’icona di ogni applicazione, puoi procedere a scaricare un’altra volta le applicazioni che vedi (non dovrai eseguire un nuovo acquisto per le applicazioni già acquistate). Muovendo il puntatore del mouse accanto all’icona della nuvola e cliccando sul pulsante ti verrà mostrata la voce Nascondi acquisto e potrai, dunque, rimuovere da quest’elenco l’elemento in questione premendo due volte di fila proprio su questa voce.

Se in passato hai già nascosto alcune applicazioni da questo elenco, premi sulla dicitura Visualizza informazioni che si trova in alto e, poi, inserisci la password del tuo ID Apple. Fatto ciò, clicca sulla voce Gestisci collocata a destra, nella sezione Elementi nascosti. Così facendo potrai visualizzare nella pagina precedente anche le applicazioni che avevi rimosso dall’elenco e potrai installarle ripetendo i passaggi del parafo sopra.

Se l’applicazione che avevi installato e che si trovai cercando era stata ottenuta dalla Rete e non dal Mac App Store (ad esempio tramite pacchetto .dmg o .pkg), allora puoi provare a vedere se sono presenti tali file nella cartella Downloads che puoi aprire accedendo al Finder (l’icona del volto sorridente posta sul Dock).

Dal Finder puoi anche avviare direttamente una ricerca di tali file, digitando .dmg o .pkg nel campo di ricerca posto in alto a destra e selezionando poi la voce Questo Mac.

Inoltre, puoi anche verificare se sono presenti file residui di applicazioni disinstallate, facendo clic destro sull’icona del Finder, selezionando la voce Vai alla cartella… dal menu contestuale e usando il campo di ricerca per esplorare il percorso ~/Library/Application Support. In questo modo verrà visualizzata la lista di cartelle con i file usati dai programmi presenti sul Mac.

Tra questi potresti trovarne alcuni relativi alle applicazioni stesse che riportano il nome di queste ultime e potresti installarle nuovamente mediante ricerca su Google. Mi raccomando però: se non hai particolare esperienza nell’utilizzo di macOS non toccare le cartelle o i file che vedi. Poi non dire che non ti avevo avvertito!

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.