Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Applicazione per scannerizzare

di

Avresti bisogno di scansionare un documento importante ma in casa non hai né uno scanner né una stampante multi-funzione? L’idea di comprare un dispositivo solo per questa necessità del momento non ti aggrada affatto e, dunque, ti piacerebbe quindi trovare una soluzione più immediata? Beh, perché non ti rivolgi a un’applicazione per scannerizzare e risolvi la questione agendo direttamente dal tuo smartphone o dal tuo tablet?

Probabilmente non ne eri a conoscenza, ma devi sapere che esistono diverse applicazioni (la maggior parte delle quali gratuite) che, una volta scaricate e avviate, possono permetterti di scansionare documenti e foto in maniera pratica e rapida, semplicemente usando la fotocamera del dispositivo in uso.

Per utilizzarle non occorre avere alcuna competenza tecnica particolare e, cosa ancor più importante, non bisogna disporre di attrezzature ad hoc. Basta solo una fotocamera di discreta qualità integrata nello smartphone (o nel tablet). Se vuoi saperne di più, nelle righe successive trovi indicate quelle che, a parer mio, rappresentano le migliori soluzioni della categoria. Buona lettura e buon lavoro!

Indice

Applicazione per scannerizzare i documenti

Vorresti capire quale applicazione per scannerizzare i documenti è meglio utilizzare su Android e su iOS/iPadOS? Allora continua a leggere: trovi indicate proprio qui di seguito quelle che ritengo essere le più affidabili soluzioni di questo tipo.

Genius Scan (Android/iOS/iPadOS)

Genius Scan

La prima applicazione per scannerizzare che ti suggerisco di prendere in considerazione è Genius Scan. È in grado di riconoscere automaticamente lo sfondo degli elementi da digitalizzare, ritagliandoli e ripulendo il risultato, in modo da restituire una scansione nitida e leggibile. Include anche una serie di utili strumenti per organizzare, condividere e archiviare i documenti. Funziona sia su Android che su iOS/iPadOS ed è gratuita, ma propone acquisti in-app (al prezzo base di 2,99 euro/mese) per sbloccare tutte le funzionalità disponibili

Per scaricare e installare Genius Scan sul tuo dispositivo, procedi nel seguente modo: se stai usando Android, visita la relativa sezione del Play Store e premi sul pulsante Installa (se stai usando un device senza Play Store, puoi rivolgerti a store alternativi); se stai usando iOS/iPadOS, accedi alla relativa sezione dell’App Store, premi sul pulsante Ottieni, quindi su quello Installa e autorizza il download e l’installazione tramite Face ID, Touch ID o password dell’ID Apple.

Successivamente, avvia l’app selezionando la relativa icona che è stata aggiunta alla home screen, dopodiché premi sul pulsante con la fotocamera (su Android) oppure su quello (+) che trovi nella parte in basso della schermata principale di Genius Scan. Provvedi altresì a concedere i permessi richiesti dall’app per funzionare.

Adesso, inquadra con la fotocamera del dispositivo il documento che intendi scansionare, attendi che la procedura d’acquisizione venga completata e premi sul segno di spunta (su Android) oppure sulla voce Fine (su iOS/iPadOS). Se l’acquisizione non avviene automaticamente, puoi scattare “manualmente” la foto al documento premendo sul pulsante circolare posto in basso.

Se devi effettuare una scansione multipla, ripeti i passaggi di cui sopra per ogni pagina che compone il tuo documento, assicurandoti che in alto risulti visibile l’icona con più quadretti con il paesaggio (su Android) oppure la voce Gruppo (su iOS/iPadOS). Ti segnalo che puoi inoltre abilitare l’uso del flash premendo sull’icona con il fulmine.

Ad acquisizione avvenuta, se desideri perfezionare il documento acquisito, serviti degli strumenti per il ritaglio, per applicare i filtri, per ruotare il documento e per rimuovere le pagine che puoi richiamare premendo sull’anteprima del file (su Android) oppure sul pulsante con la bacchetta magica (su iOS/iPadOS).

In conclusione, digita il titolo che vuoi assegnare al file nel campo in alto, aggiungi degli eventuali tag premendo sul pulsante apposito e fai tap sull’icona della condivisione per definire il formato di output, le dimensioni del file e per indicare la posizione in cui salvare il documento e/o l’app in cui esportarlo oltre che in Genius Scan.

SwiftScan (Android/iOS/iPadOS)

SwiftScan

Un’altra bella applicazione per scannerizzare che voglio proporti è SwiftScan. È una delle più interessanti soluzioni della categoria per quel che concerne la digitalizzazione dei documenti, a colori, in bianco e nero oppure in grigio, usando semplicemente la fotocamera dello smartphone o del tablet. È disponibile sia per Android che per iOS/iPadOS ed è gratuita, ma sottoscrivendo l’abbonamento tramite acquisti in-app (al costo base di 6,49 euro/mese) si possono sbloccare funzioni extra.

Per servirtene, scarica e installa l’app dalla relativa sezione del Play Store di Android (o da store alternativi) oppure dalla relativa sezione dell’App Store di iOS/iPadOS, dopodiché avvia SwiftScan selezionando la relativa icona aggiunta alla home screen.

Ora che visualizzi la schermata principale dell’app, segui il breve tutorial introduttivo proposto, concedi all’app i permessi eventualmente richiesti per funzionare correttamente e inquadra il documento da scansionare con la fotocamera del dispositivo, seguendo le indicazioni che vedi comparire sul display per posizionare lo smartphone o il tablet nella posizione più corretta possibile. Ripeti questi passaggi per ogni documento che vuoi scansionare.

Se non compare automaticamente la schermata per l’acquisizione, richiamala tu premendo sul bottone (+) collocato in basso. Se vuoi, puoi anche attivare le funzioni per creare una scansione multi-pagina, quella per usare il flash della fotocamera per migliorare la resa della scansione e quella per attivare l’individuazione automatica del formato, selezionando le voci apposite visibili nella schermata per l’acquisizione.

Una volta acquisito il documento, potrai decidere se salvarlo a colori, in bianco e nero o in scala di grigi mediante i filtri inclusi nella app e potrai modificare la scansione tagliandola o ruotandola, facendo tap sui pulsanti che trovi nella parte in basso dell’editor che vedi comparire automaticamente (su Android) oppure che puoi richiamare premendo sul pulsante N Pagina (su iOS/iPadOS).

Infine, digita il titolo che vuoi assegnare al documento nel capo preposto situato in alto, fai tap sulla voce per procedere con il salvataggio e la scansione verrà automaticamente salvata in SwiftScan. Se lo desideri, puoi pure decidere di inviarla via email o condividerla in un’altra app selezionando le relative opzioni.

Altre app per scannerizzare i documenti

Microsoft Lens

Nessuna delle app per effettuare la scansione dei documenti che ti ho già proposto ti ha convinto in maniera particolare e, dunque, ti piacerebbe che ti suggerissi delle alternative? Detto, fatto! Le trovi elencate qui sotto.

  • Microsoft Lens (Android/iOS/iPadOS) — applicazione di casa Microsoft per la scansione dei documenti di testo stampati, ma anche per le note scritte su lavagna e per le foto. Considerando le sue caratteristiche, può quindi essere considerata anche un’ottima applicazione per scannerizzare libri. I file ottenuti con la scansione possono poi essere convertiti in PDF, documenti di testo o presentazioni e possono essere aperti direttamente nelle altre app distribuite dall’azienda di Redmond. Si può usare sia su Android che su iOS/iPadOS ed è gratis.
  • Google Drive (Android/iOS/iPadOS) — sui dispositivi Android, l’app di Google Drive, il servizio di cloud storage del colosso delle ricerche in Rete, permette di effettuare la scansione dei documenti con la fotocamera del dispositivo e di archiviare il tutto online. Per usufruire della suddetta funzionalità, basta premere sul pulsante (+) in basso a destra nella schermata principale e selezionare l’opzione Scansiona. L’applicazione è gratuita ed è disponibile anche per iPhone e iPad, ma in tal caso manca la funzione di scansione.
  • Quick PDF Scanner (Android) — è una rinomata applicazione per scannerizzare in PDF gratis grazie alla quale è possibile eseguire scansioni direttamente da Android e digitalizzare il tutto con estrema facilità. Ha una bella interfaccia utente, elabora le immagini in maniera fulminea e integra il rilevamento dei bordi in real time. Di base è a costo zero, ma propone acquisti in-app (al costo minimo di 99 cent.) per sbloccare tutte le funzioni disponibili.
  • File (iOS/iPadOS) — forse non tutti lo sanno, ma il file manager predefinito di iOS/iPadOS, che è gratuito e lo si trova preinstallato sui dispositivi della “mela morsicata”, può essere considerato un’ottima applicazione per scannerizzare con iPhone e con iPad, in quanto consente anche di effettuare la scansione dei documenti. Per riuscirci, basta premere sul pulsante (…) da qualsiasi cartella e selezionare la voce Scansiona documenti dal menu che compare.
  • Evernote Scannable (iOS/iPadOS) — il team di Evernote, il celebre servizio per prendere appunti, ha reso disponibile anche quest’app pensata in maniera specifica per effettuare scansioni da mobile. È gratuita, solo per iPhone e iPad, permette di condividere con altri utenti quanto scannerizzato e integra pure la tecnologia OCR per ricercare parole e frasi all’interno dei documenti acquisiti.

Applicazione per scannerizzare foto

Se, invece, cerchi un’applicazione per scannerizzare foto, puoi valutare di adoperare le soluzioni per Android e iOS/iPadOS che trovi segnalate di seguito.

FotoScan di Google Foto (Android/iOS/iPadOS)

FotoScan di Google Foto

Per quel che concerne le foto, ti suggerisco invece di rivolgerti a FotoScan di Google Foto. Si tratta di una app gratuita e disponibile sia per Android e iOS/iPadOS che permette di effettuare la scansione delle foto tradizionali e di salvarle sulla memoria del dispositivo in uso oppure su Google Foto, il servizio di cloud storage di big G dedicato a foto e video, il tutto in maniera tanto semplice quanto intuitiva.

Per servirtene, scarica e installa l’app dalla relativa sezione del Play Store di Android (o da store alternativi) oppure dalla relativa sezione dell’App Store di iOS/iPadOS, dopodiché avvia FotoScan sfiorando la relativa icona aggiunta alla home screen.

Ora che visualizzi la schermata principale dell’applicazione, segui il breve tutorial introduttivo proposto, premi sul pulsante Avvia scansione e concedi all’app i permessi eventualmente richiesti per funzionare.

Successivamente, premi sul pulsante circolare bianco che si trova in basso al centro e sposta il cerchio vuoto che vedi comparire sullo schermo sui quattro cerchi bianchi agli angoli della foto da scansionare. Ripeti questi passaggi per ogni foto di tuo interesse.

Se vuoi, prima di scattare la foto all’immagine da acquisire puoi anche abilitare la rimozione dei riflessi facendo tap sul pulsante con la bacchetta magica. Puoi altresì scegliere di disattivare o riattivare il flash premendo sul simbolo del fulmine presente in basso a destra.

Ad acquisizione completata, premi sulla miniatura dello scatto comparsa in basso sulla destra e indica se modificare l’immagine che hai ottenuto regolandone gli angoli o ruotando l’immagine oppure se salvare il tutto direttamente così su Google Foto. Se vuoi, puoi esportare l’immagine ottenuta anche in altre posizioni e app, premendo sull’icona della condivisone in alto e indicando l’opzione che preferisci dal menu che si apre.

Photo Scan di Photomyne

Photo Scan di Photomyne

Un’altra ottima applicazione per scansionare le foto dal cellulare e dal tablet è Photo Scan di Photomyne. Consente di trasformare in immagini digitali le vecchie foto su carta e anche i negativi, tutto usando la fotocamera del dispositivo. Integra un sistema capace di rilevare automaticamente i bordi delle fotografie, provvedendo altresì a ruotarle automaticamente, a ritagliarle, a ripristinarne i colori e a salvare poi il tutto. C’è sia per Android che per iOS/iPadOS ed è gratis, ma con funzioni limitate che possono essere sbloccate tramite acquisti in-app (al costo base di 7,49 euro/mese).

Per utilizzare l’app, effettuane il download e l’installazione dalla relativa sezione del Play Store di Android (o da store alternativi) oppure dalla relativa sezione dell’App Store di iOS/iPadOS, dopodiché avvia Photo Scan di Photomyne sfiorando la relativa icona aggiunta alla home screen.

Una volta visualizzata la schermata principale dell’app, premi sul pulsante Avvio veloce, segui il breve tutorial introduttivo che ti viene proposto e fai tap sul bottone Nuovo album che si trova in basso.

A questo punto, concedi all’app i permessi necessari per funzionare, inquadra con la fotocamera del dispositivo la foto che vuoi digitalizzare e premi e tieni premuto per 3 secondi il pulsante rosso circolare collocato in basso, in modo da effettuarne l’acquisizione. Ripeti questi passaggi per ogni foto che vuoi scansionare.

Attendi poi che l’immagine venga elaborata e premi sulla sua miniatura comparsa in basso a destra per accedere all’album con la foto digitalizzata. In seguito, premi sulla relativa anteprima per apportare eventuali regolazioni, applicando filtri, ritagliando l’immagine, ruotandola, modificandone i dati ecc.

Per concludere, fai tap sul pulsante Condividi che si trova nella parte in basso dell’album, seleziona la miniatura della foto e scegli se salvare il file nella galleria del dispositivo, se condividerlo a mezzo email, in altre app, se usarlo per creare un collage oppure una presentazione.

Altre app per scannerizzare foto

Photo Scan, Photo Editor — Quisquee

Se cerchi qualche altra applicazione per scannerizzare le tue foto tramite Android e iOS/iPadOS, ti suggerisco di prendere in considerazione quelle che ho provveduto a includere nell’elenco qui di seguito. Sono delle ottime alternative, hai la mia parola!

  • Photo Scan, Photo Editor — Quisquee (Android) — è un’applicazione per soli dispositivi Android che sfrutta un potente algoritmo grazie al quale è possibile digitalizzare le foto su carta con la fotocamera dello smartphone o del tablet. Le foto si possono anche editare aggiungendovi cornici, effetti ecc. È gratuita, ma propone acquisti in-app (al costo base di 99 cent.) per sbloccare tutte le funzioni disponibili.
  • U Scanner (Android) — si tratta di un’altra app specifica per Android che permette di effettuare qualsiasi tipo di scansione, sempre tramite la fotocamera del dispositivo in uso, inclusa quella delle vecchie foto. È facilissima da usare, i risultati restituiti sono abbastanza soddisfacenti ed è gratuita, ma propone acquisti in-app (al costo di 1,47 euro) per sbloccare tutte le funzioni.
  • Foto Scanner (iOS/iPadOS) — è un’app creata dagli stessi sviluppatori di SwiftScan, ma specifica per le foto. Integra un sistema di rilevamento automatico ad alta precisione che rendere la procedura di scansione delle immagini estremamente semplice e veloce. Offre anche svariarti filtri per ravvivare i colori sbiaditi e per restituire foto digitali di alta qualità. È gratis, ma consente di effettuare un numero limitato di scansioni. Per aggirare questa limitazione bisogna passare alla variante a pagamento (che costa 16,99 euro).
  • Memories (iOS/iPadOS) — app disponibile solo per iPhone e iPad che permette di digitalizzare i vecchi scatti, andando a scansionare qualsiasi fotografia stampata, grazie al potente algoritmo di cattura che rileva in automatico l’orientamento e la proporzione delle immagini da catturare, restituendo risultati di alto livello. Di base è gratis, ma propone acquisti in-app (al costo di 3,49 euro) per sbloccare tutte le funzioni disponibili.
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.