Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come scaricare Chrome su Mac

di

Possiedi da poco un Mac e anziché usare Safari, il browser predefinito dei computer a marchio Apple, preferiresti impiegare Chrome, che hai imparato a conoscere sul tuo vecchio PC Windows. Il problema, però, è che essendo ancora alle prime armi con il mondo della “mela morsicata”, non sai come portare a termine l’operazione. Le cose stanno così, vero? Allora non preoccuparti: posso spiegarti io come procedere.

Se mi dedichi qualche minuto del tuo prezioso tempo libero, posso illustrarti, in maniera semplice ma non per questo poco dettagliata, come scaricare Chrome su Mac. Ti anticipo subito che, contrariamente a quel che tu possa pensare, non si tratta di un’operazione complicata.

Allora? Che ne diresti di mettere le chiacchiere da parte e di cominciare a darci da fare? Sì? Grandioso. Posizionati bello comodo, prenditi qualche minuto libero solo per te e comincia immediatamente a concentrarti sulla lettura di quanto riportato qui di seguito. Sono certo che, alla fine, potrai dirti ben felice e soddisfatto del risultato ottenuto. Scommettiamo?

Indice

Come scaricare Google Chrome su Mac

Come ti dicevo a inizio guida, scaricare Chrome su Mac è un’operazione piuttosto semplice da compiere. Per scoprire in che modo procedere, segui le istruzioni che trovi qui sotto.

Download Chrome per Mac

Download Chrome su Mac

Se ti interessa effettuare il download di Chrome per Mac, la prima mossa che devi compiere è quella di aprire il browser che attualmente usi per navigare su Internet sul tuo computer a marchio Apple (es. Safari) e recarti sulla pagina principale del sito di Chrome.

A questo punto, fai clic sul pulsante Scarica Chrome che si trova al centro della pagina visualizzata e attendi che la procedura di download venga avviata e portata a termine. Se il download non parte in automatico, puoi forzarlo tu, facendo clic sul collegamento Se il download non inizia, fai clic qui per riprovare presente nella pagina che si apre successivamente.

Tieni presente che i passaggi che ti ho appena indicato sono validi per effettuare il download della versione stabile del browser, vale a dire quella consigliata per tutti gli utenti e che può essere usata senza problemi da chiunque. Chrome, però, è disponibile anche in altre versioni.

  • Chrome Beta – si tratta di una versione di Chrome che si trova un passo avanti a quella stabile. Include alcune nuove funzionalità che però hanno ancora bisogno di essere testate a fondo e che quindi potrebbero dare qualche problema. Da notare che può essere installata solo in sostituzione alla versione stabile del browser. Per poterne effettuare il download, visita la pagina Web dedicata e clicca sul pulsante Scarica Chrome Beta.
  • Chrome Canary – è una versione di Chrome destinata in primo luogo agli sviluppatori e che si trova due o tre passi avanti rispetto alla versione stabile del navigatore. Include, infatti, numerose funzioni sperimentali, le quali, però, rendono il programma potenzialmente instabile e potrebbero non arrivare mai nella versione stabile del programma. Si può installare insieme alla versione stabile o alla beta di Chrome. Per effettuarne il download, visita la pagina Web dedicata e premi sul pulsante Scarica Chrome Canary.

Installare Chrome per Mac

Installazione Chrome su macOS

Dopo essere riuscito a scaricare Chrome su Mac, puoi procedere con l’installazione del browser. Per riuscirci, apri il pacchetto .dmg ottenuto e, tramite la finestra che vedi comparire sulla scrivania, trascina l’icona di Chrome sulla cartella Applicazioni di macOS.

Dopo aver compiuto i passaggi di cui sopra, apri Chrome e, se necessario, rispondi Apri all’avviso che compare sullo schermo. Una volta compiuti i passaggi di cui sopra, se vuoi impostare il browser di “big G” come predefinito, premi sul pulsante Imposta come predefinito annesso all’avviso in alto, altrimenti fai clic sulla “x” per chiuderlo.

Se lo desideri, puoi anche effettuare l’accesso a Chrome, in modo tale da sincronizzare le estensioni, i preferiti e gli altri dati con tutti i dispositivi su cui utilizzi il browser. Per riuscirci, fai clic sull’icona dell’omino che si trova nella parte in alto a destra della finestra del navigatore e premi sul pulsante per eseguire il login con il tuo account Google.

Download Chrome Mac da Terminale

Installazione di Chrome da Terminale su macOS

Oltre che così come ti ho indicato nelle righe precedenti, puoi scaricare Chrome su Mac anche agendo da riga di comando, ovvero mediante il Terminale, affidandoti a Homebrew, un gestore di pacchetti gratuito e open source che consente di installare vari software senza alcuna interfaccia utente.

Ciò detto, per poter installare Homebrew, apri il Terminale, selezionando la relativa icona (quella con la finestra nera e la riga di codice) che trovi nel Launchpad e, nella finestra che vedi comparire sulla scrivania, immetti il codice /usr/bin/ruby -e "$(curl -fsSL https://raw.githubusercontent.com/Homebrew/install/master/install)" seguito dalla pressione del tasto Invio sulla tastiera del computer e, quando richiesta, digita anche la password di amministrazione del Mac.

Provvedi poi a effettuare l’installazione di Chrome, digitando il comando brew cask install google-chrome nella finestra del Terminale, seguito sempre dalla pressione del tasto Invio sulla tastiera.

Quando la procedura d’installazione verrà portata a termine, nella finestra del Terminale vedrai comparire l’avviso google-chrome was successfully installed! e potrai aprire Chrome, cliccando sulla relativa icona presente nel Launchpad e premendo sul pulsante Apri in risposta all’avviso che compare sullo schermo, in modo tale da aggirare le limitazioni volute da Apple verso gli sviluppatori non certificati (operazione che va eseguita solo al primo avvio).

Usare Chrome per Mac

Usare Chrome su Mac

Dopo essere riuscito a scaricare Chrome su Mac e dopo averne effettuato l’installazione, puoi finalmente cominciare a servirtene per navigare in Rete. Per fare ciò, ti basta sfruttare i comandi disponibili nella finestra del navigatore.

Per la precisione, in alto a sinistra trovi le frecce direzionali per andare avanti e indietro tra le pagine Web e il pulsante per ricaricare la pagina corrente, mentre al centro c’è la barra degli indirizzi per digitare gli URL e fare ricerche online e il pulsante con la stellina per aggiungere i siti ai preferiti.

Sempre nella parte in alto della finestra, a destra, trovi il tuo avatar, tramite cui puoi accedere alle impostazioni relative al tuo account. Trovi altresì il pulsante con la nota musicale, il quale permette gestire la riproduzione multimediale eventualmente in esecuzione in determinate schede, e il bottone con i tre puntini in verticale, mediante cui puoi è possibile accedere alle impostazioni del browser, alla cronologia ecc.

Per ulteriori dettagli in merito al funzionamento del browser, alla possibilità di personalizzarlo tramite estensioni, temi e applicazioni ecc., ti invito a fare riferimento alla sezione del mio sito dedicata specificamente a Chrome in cui trovi svariate guide che illustrano le svariate feature del navigatore di casa Google.

Come rimuovere Chrome su Mac

Disinstallare Chrome su Mac

Dopo aver provveduto a scaricare Chrome su Mac ci hai ripensato e ora desideri sbarazzartene? Per riuscirci, tutto quello che devi fare altro non è che aprire la cartella Applicazioni di macOS, individuare l’icona di Chrome e trascinare quest’ultima sul Cestino che si trova sulla barra Dock.

Dopo aver compiuto i passaggi di cui sopra, ricordati di svuotare il Cestino, facendoci clic destro sopra, selezionando la voce Svuota il Cestino dal menu che si apre e premendo poi sul bottone Svuota il Cestino in risposta alla finestra che compare sulla scrivania.

Se vuoi evitare che Chrome possa lasciare eventuali residui all’interno del sistema, ti suggerisco però di effettuare la rimozione tramite AppCleaner, un’applicazione progettata appositamente per disinstallare i programmi presenti su macOS. Per servirtene, visita il relativo sito Web ufficiale e clicca sul collegamento Version x.x che trovi nella parte in alto del menu a destra.

A scaricamento ultimato, trascina l’icona del programma nella cartella Applicazioni di macOS, facci clic destro sopra e seleziona la voce Apri dal menu contestuale che compare, dopodiché premi sul bottone Apri in risposta all’avviso che compare sullo schermo, in modo tale da aggirare le limitazioni volute da Apple nei confronti degli sviluppatori non certificati.

Una volta visualizzata la finestra del programma sullo schermo, trascinaci sopra l’icona di Chrome che trovi sempre nella cartella Applicazioni del computer, apponi un segno di spunta su tutte le caselle che trovi nell’ulteriore finestra che si apre e fai clic sul pulsante Rimuovi. Quando richiesto, digita la password del tuo account utente su Mac e il gioco è fatto.

Se hai installato Chrome tramite Terminale, puoi rimuoverlo tramite il comando brew cask uninstall google-chrome.

Per ulteriori dettagli riguardo le pratiche descritte in questo passo, ti invito a fare riferimento alla mia guida specifica su come disinstallare Chrome e al mio post su come disinstallare un programma da Mac.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.