Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come spegnere il telefono senza tasto

di

Da poco, il tasto di spegnimento del tuo telefono ha iniziato a dare problemi e non funziona più come dovrebbe. Proprio per questo, adesso hai ovviamente bisogno di trovare un metodo alternativo per poter spegnere il telefono, dato che il tasto apposito non è più affidabile. Come dici? Le cose stanno esattamente così? Allora sappi che sei arrivato proprio nel posto giusto! Infatti, in questa guida sto per spiegarti come spegnere il telefono senza tasto.

Devi sapere che ci sono svariati metodi che puoi adottare per spegnere un telefono senza usare il tasto fisico preposto a questo scopo. Ad esempio, una delle soluzioni più semplici consiste nell’usare una funzione del sistema operativo o un’app esterna che sostituisca il tasto d’accensione del telefono, aggiungendone uno virtuale sullo schermo.

Direi di aver fatto abbastanza premesse, adesso è il momento di mettersi a lavoro! Procedi con la lettura delle indicazioni che sto per darti e preparati a risolvere tutti i fastidiosi problemi che derivano dal non poter usare il tasto di spegnimento del tuo smartphone. Detto questo, non mi resta che augurarti una buona lettura e farti un grosso in bocca al lupo per tutto!

Indice

Come spegnere telefono Android senza tasto

Telefono

Prima di spiegarti come spegnere un telefono Android senza tasto, ci tengo a specificare che per farlo puoi adottare diversi metodi, a seconda di ciò di cui hai bisogno.

Ad esempio, puoi ricorrere alle funzioni di spegnimento automatiche incluse in alcune versioni di Android oppure all’installazione di applicazioni di terze parti, le quali aggiungono un pulsante di spegnimento virtuale sullo schermo del dispositivo. Quanto alle app di terze parti, però, devo avvisarti: io tendo a sconsigliarle, in quanto necessitano di permessi elevati per poter funzionare e, dunque, possono rappresentare un potenziale rischio per la privacy. Rivolgiti ad esse solo se non hai davvero altre soluzioni e, mi raccomando, solo dopo averne verificato per bene l’attendibilità tramite le recensioni che puoi trovare online.

In alternativa, nel caso ne avessi bisogno, potresti anche ricorrere a metodi più “grezzi”, come aspettare che si scarichi la batteria, o usare una graffetta di metallo, nel caso in cui il tasto d’accensione fisico sia andato disperso. Per tutti i dettagli, continua a leggere.

Programmare lo spegnimento

Telefono

La prima soluzione che voglio proporti è quella integrata in alcuni modelli di smartphone Android, ad esempio quelli Huawei, mediante la quale è possibile programmare l’orario di spegnimento (e accensione) del telefono.

Per usare quest’opzione, non devi far altro che aprire le Impostazioni di Android e cercare “accensione e spegnimento programmati” o qualcosa di simile. Premi, quindi, sulla voce apposita che vedi nei risultati della ricerca, attiva la levetta presente nella schermata che si apre e imposta, usando gli appositi campi, l’orario di spegnimento ed eventualmente accensione automatica del device (impostando, se vuoi, anche una ripetizione).

Telefono

Nel caso in cui tu possieda un Samsung, invece, devi sapere che non è sempre presente la stessa opzione, ma spesso ne è disponibile una che consente di programmare il riavvio del telefono.

Apri, quindi, le impostazioni del tuo telefono e cerca “riavvio automatico” o qualcosa di simile. A questo punto, pigia sulla voce apposita che compare nei risultati della ricerca e attiva la levetta apposita presente nel menu successivo. Adesso che l’opzione è attiva, non ti resta che decidere gli orari nei quali il tuo telefono si dovrà riavviare. Semplice, vero?

Per riaccendere il dispositivo, in assenza di tasto fisico funzionante, puoi collegarlo a una fonte di alimentazione.

Shutdown (Android)

Telefono

Se il tuo smartphone non dispone di alcuna funzione predefinita dedicata allo spegnimento automatico, puoi rivolgerti a delle applicazioni di terze parti (sempre tenendo a mente quanto detto poco fa, circa i potenziali rischi per la privacy).

L’applicazione Shutdown, ad esempio, sembra svolgere bene il suo lavoro, e senza fastidiosi banner pubblicitari: aprendo l’applicazione vedrai infatti la schermata che si aprirebbe tenendo premuto sul tasto d’accensione, permettendoti così di spegnere il dispositivo o riavviarlo, senza dover usare il tasto fisico.

Per usare Shutdown, quindi, devi scaricare l’applicazione aprendo la sua pagina ufficiale sul Play Store (oppure puoi usare uno store alternativo, se il tuo dispositivo non ha i servizi Google) e premendo sul pulsante Installa.

Quando l’installazione è terminata, procedi aprendo Shutdown. All’avvio, ti verrà chiesto di dare all’app determinati permessi, senza i quali quest’ultima non potrebbe funzionare. Premi, quindi, sul tasto OK e, nella scheda che compare, scorri in basso. Pigia quindi sulla voce Shutdown e attiva la levetta relativa all’applicazione. Infine, premi sul tasto OK per dare conferma.

Ora non ti resta che aprire nuovamente Shutdown. All’avvio, come menzionato precedentemente, sul tuo schermo dovresti vedere la tipica schermata che compare quando tieni premuto sul tasto d’accensione, all’interno della quale puoi decidere se spegnere o riavviare il telefono. Premi, quindi, sul tasto Spegni e dai conferma. Tutto qui: seguendo questo procedimento, il telefono dovrebbe spegnersi come di consueto.

Aspettare che si scarichi la batteria

Telefono

Un altro metodo che potresti prendere in considerazione per spegnere il telefono senza tasto, è aspettare che la batteria del dispositivo si scarichi. Nulla di più semplice: ti basta attendere che la percentuale della batteria scenda a 0 e il telefono si spegnerà.

Puoi accelerare questo processo giocando ai videogame o usando altre applicazioni che richiedono molta energia. In ogni caso, ti sconsiglio di adottare questo metodo, perché lasciare che un dispositivo si spenga all’improvviso potrebbe comportare dei danni irrimediabili alla batteria. In sostanza: utilizza questa soluzione soltanto nel momento in cui ce n’è davvero bisogno e non per più volte di seguito.

Uso della graffetta di metallo

Telefono

Il tasto d’accensione del tuo telefono si è staccato dal dispositivo, non hai modo di rimontarlo ma vorresti comunque usare il tasto d’accensione fisico? Allora ho una possibile soluzione — temporanea e davvero poco elegante — al problema: usare una graffetta di metallo, come quella per l’estrazione del carrellino della SIM fornita in dotazione con molti smartphone.

Infatti, come sicuramente avrai intuito, il fatto che il tasto d’accensione non sia più presente sul tuo dispositivo non significa che questo non sia più utilizzabile. All’interno, infatti, c’è un bottone che viene attivato proprio tramite la pressione del tasto d’accensione.

Nonostante non si possa premere il bottone interno senza il tasto apposito, puoi comunque utilizzare uno strumento esterno, come appunto una graffetta di metallo, perfetta per lo scopo, data la sua sottigliezza.

Tutto ciò che devi fare, quindi, è infilare la graffetta all’interno del punto in cui dovrebbe esserci il tasto d’accensione e spingere delicatamente fino a quando non senti un “clic”. A questo punto, tieni premuto fino a quando sul tuo telefono non compare la tipica schermata che si apre quando si tiene premuto sul tasto d’accensione. Infine, premi sul pulsante Spegni e dai conferma.

Anche questa soluzione, come abbastanza intuibile, non andrebbe usata a lungo ma solo nei casi di emergenza.

Come spegnere iPhone senza tasto

Telefono

Nel caso tu voglia spegnere un iPhone senza tasto, puoi utilizzare i comandi software su schermo, previsti direttamente dal sistema operativo iOS. Questi ultimi, permettono infatti di spegnere il dispositivo anche senza usare il tasto di accensione/spegnimento fisico e, soprattutto, senza costringere l’utente a adottare soluzioni potenzialmente pericolose come quelle viste in precedenza per i device Android. Ecco tutto in dettaglio.

Funzione Spegni

Telefono

La soluzione più semplice che puoi adoperare per spegnere un iPhone senza tasto è senz’altro la funzione apposita per farlo, che puoi trovare direttamente nelle impostazioni del dispositivo.

Infatti, non devi far altro che aprire l’applicazione Impostazioni (l’icona dell’ingranaggio che si trova in Home screen o nella Libreria app) e poi premere sulla voce Generali.

A questo punto, scorri la nuova pagina apertasi verso il basso: pigia, quindi, sull’opzione Spegni e poi sposta la levetta per lo spegnimento del dispositivo verso destra. Facendo così, lo smartphone si spegnerà, come di norma.

Per riaccenderlo, in assenza di tasto fisico funzionante, puoi collegarlo a una fonte di alimentazione.

AssistiveTouch

iPhone

Un’altra opzione che potresti adoperare per spegnere l’iPhone senza tasto, o meglio, riavviarlo è usare AssistiveTouch. Si tratta di una funzione di accessibilità presenti su tutti i dispositivi mobili di Apple che permette di visualizzare un pulsante Home virtuale su schermo, mediante il quale accedere a varie funzioni, tra cui anche quella di riavvio del dispositivo.

Per procedere, apri quindi il menu delle Impostazioni di iOS (l’icona dell’ingranaggio che si trova in Home screen o nella Libreria app) e premi sulla voce Accessibilità. A questo punto, pigia sull’opzione Tocco e poi su quella AssistiveTouch. Per attivare la funzione, ti basta attivare la levetta che trovi in corrispondenza della voce AssistiveTouch.

Ora che AssistiveTouch è attivo, dovrebbe essere comparsa una piccola sfera bianca sul tuo schermo, la quale contiene una grande quantità di funzioni rapide. Per riavviare l’iPhone, premi sulla “sfera” in questione e seleziona l’opzione Dispositivo, quindi quella Altro e infine Riavvia.

Sui vecchi modelli di iPhone (con tasto Home fisico) era possibile anche spegnere completamente il device tenendo premuto per qualche secondo il pulsante Blocco schermo.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.