Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Salvatore Aranzulla Day
Evento di formazione SEO con Salvatore Aranzulla. Scopri il programma

Come stressare la CPU

di

Hai l’impressione che il tuo PC si surriscaldi troppo quando la CPU è impegnata in processi particolarmente avanzati? Allora potrebbe esserci qualche problema nel sistema di raffreddamento del computer. Devi indagare subito, prima che sia troppo tardi e le alte temperature finiscano col danneggiare qualche componente hardware.

Se vuoi un consiglio, prova a fare un breve stress test e monitora le condizioni che il processore mantiene quando si trova sotto sforzo. Per riuscirci, ti basta scaricare dei programmi pensati appositamente allo scopo, disponibili sia per Windows che per Mac (oltre che per Linux), sia gratis che a pagamento. No, non preoccuparti, al contrario delle apparenze ed al di la di quel che tu possa pensare, non si tratta di strumenti di difficile impiego. Certo, è un po’ roba da “smanettoni” ma questo non significa assolutamente che tu, pur non reputandoti tale, non possa utilizzarli, hai la mia parola.

Allora? Posso sapere che cosa ci fai ancora li impalato? Posizionati bello comodo dinanzi il tuo fido computer, prenditi qualche minuto di tempo libero tutto per te (e per la salute del tuo PC) ed inizia immediatamente a seguire le indicazioni su come stressare la CPU che ho provveduto a fornirti con questa mia guida sull’argomento. Alla fine, vedrai, riuscirai senz’altro a cavarne un ragno dal buco, come si suol dire. Are you ready?

Indice

Prime95 (Windows/Mac/Linux)

Come stressare la CPU

Per stressare la CPU del tuo PC, il primo tool adatto allo scopo che ti invito a provare è Prime95. Si tratta di un programma, per così dire, storico, dal funzionamento estremamente semplice ed ampiamente apprezzato. È totalmente gratis ed è disponibile sia per Windows (non necessita di installazione) che per Mac e per Linux. L’interfaccia non è un granché, è vero, ma assolve al suo compito senza se e senza ma.

Mi chiedi come fare per poterlo scaricare? Te lo indico subito. In primo luogo, collegati al sito Web del programma. Dopodiché se stai usando Windows, fai clic sul collegamento nella colonna Download corrispondente alla versione del sistema operativo in uso sul tuo PC. Se invece stai usando un Mac, clicca sul link p95v294b7.MacOSX.zip che trovi sempre nella colonna Download.

A scaricamento ultimato, se stai usando Windows estrai l’archivio ZIP ottenuto in una qualsiasi posizione ed avvia il file .exe contenuto al suo interno dopodiché clicca su Esegui.

Se invece stai usando un Mac, estrai l’archivio compresso ottenuto in una qualsiasi posizione di macOS, trascina l’icona di Prime95 nella cartella Applicazioni, facci clci destro sopra e scegli Apri per due volte di fila, in modo tale da aprire il programma andando però ad aggirare le limitazioni di Apple nei confronti degli sviluppatori non autorizzati.

A prescindere dal sistema operativo impiegato, una volta visualizzata la finestra di Prime95, seleziona la voce Torture Test… dal menu Options, scegli il tipo di test che intendi usare per stressare la CPU oppure seleziona Custom per impostare dei parametri personalizzi e clicca su Run. Ti verrà poi restituito il responso del test in maniera testuale.

HeavyLoad (Windows)

Come stressare la CPU

Un altro buon programma con cui puoi mettere sotto stress la CPU del tuo computer è HeavyLoad. È gratuito, solo per Windows (funziona con tutte le versioni) ed è molto molto efficace. Una volta avviato, fallo lavorare per almeno uno o due minuti.

Per scaricare il programma sul tuo computer, il primo passo che devi compiere è collegarti al suo sito Internet, selezionare la variante setup del software per la versione corretta di Windows in uso sul tuo computer dal menu a tendina in alto, mettere il segno di spunta accanto alla voce Download for Europe e cliccare sul pulsante Download.

A download completato, apri il file .exe ottenuto e fai clic su Esegui, su  e su OK. Accetta quindi le condizioni di utilizzo del programma mettendo il segno di spunta accanto alla voce I accept the agreement e clicca prima su Next per tre volte consecutive e poi su Finish, in modo tale da completare il processo d’installazione ed avviare HeavyLoad.

Ora che visualizzi la finestra del programma sul desktop, deseleziona tutte le voci dal menu Test options ad eccezione di Stress CPU, togli il segno di spunta dalle voci Disk space, Free memory e Frames per second che stanno in basso e clicca sul pulsante Play che si trova in alto a sinistra, in modo tale da avviare lo stress test del processore.

Il programma mostrerà un grafico con l’attività della CPU nella parte bassa della finestra (che dovrebbe essere costantemente al 100% durante il test) ma non fornirà informazioni o log particolari sullo stato del sistema. Per interrompere il test, pigia sul bottone Stop che sta in alto a sinistra.

BurnInTest (Windows)

Come stressare la CPU

La soluzioni per stressare la CPU di cui ti ho già parlato non ti hanno soddisfatto a pieno e cerchi una valida alternativa? Allora metti subito alla prova BurnInTest, vedrai che non te ne pentirai. Si tratta di un programma commerciale eventualmente disponibile in versione di prova funzionante senza limitazioni per 30 giorni (quella che ho usato io per redigere questo passo) che consente di effettuare uno stress test delle componenti hardware del PC (CPU compresa) restituendo poi dei resoconti molto accurati. È solo per Windows (funziona con tutte le versioni).

Per scaricarlo sul tuo computer, collegati al sito Internet del programma e clicca sul pulsante Download now che sta a destra. Nella nuova pagina visualizzata, clicca sul collegamento Download BurnInTest Standard edition V9.0 (32 & 64 bit).

A download completato, api il file .exe ottenuto e clicca su Esegui e su Si. Seleziona quindi la voce I accept the agreement e clicca su Next per tre volte, su Install e successivamente su Finish.

Ora che visualizzi la finestra del programma sul desktop, pigia sul bottone Continue per dare il via al periodo di prova del software, clicca sul pulsante [-] che sta nell’angolo in alto a destra di tutti i rettangoli ad eccezione di quello CPU e premi sul bottone GO collocato in alto a sinistra, in modo tale da dare il via allo stress test.

Durante l’esecuzione del test ti saranno mostrate tutte le informazioni ad esso relative nel relativo riquadro su schermo. Se vengono riscontrati degli errori, la cosa ti verrà segnalata nella parte in basso della finestra, accanto alla dicitura RUNNING.

Quando lo vorrai, potrai interrompere il test pigiando sul bottone STOP che sta in alto. A processo ultimato, nella parte in basso della finestra di BurnInTest ti verrà indicato a chiare lettere se il tuo computer, o meglio la sua CPU, ha superato il test a cui è stato sottoposto o meno.

Qualora la cosa ti interessasse, ti segnalo inoltre che, se vuoi, prima di dare il via allo stress test della CPU puoi regolarne i parametri. Per riuscirci, fai clic sull’ingranaggio che sta nella parte in alto a sinistra del relativo rettangolo ed intervieni sulle opzioni annesse alla nuova finestra che andrà ad aprirsi secondo esigenza. Clicca poi su OK per confermare i cambiamenti apportati.

OCCT (Windows)

OCCT è un altro dei software utili per stressare la CPU che ti invito ad impiegare. Consente infatti di testare la CPU del competer mediante l’esecuzione di vari stress test altamente personalizzabili. È totalmente gratis ed anche in tal caso si tratta di una risorsa funzionante solo sui sistemi operativi Windows (tutte le versioni).

Per servirtene, collegati al sito Internet del programma e clicca sulla voce Installer (.exe) che sta in basso, in modo tale da avviare il download di OCCT sul tuo computer.

A scaricamento completato, apri il file .exe ottenuto e clicca su Si. Premi poi su OK e su Avanti. Pigia su Accetto, ancora su Avanti, su Installa e su Fine. Se sul tuo computer non è presente, ti verrà inoltre chiesto di installare il Microsoft .NET Framework 3.5 (è indispensabile per il funzionamento del programma).

Ora che visualizzi la finestra di OCCT sul desktop, seleziona il tipo di stress test a cui vuoi sottoporre la CPU scegliendo l’opzione che preferisci dal menu a tendina Test Mode:, regola, in base a quelle che sono le tue esigenze, tutti gli altri parametri del test (puoi modificarne la durata, la modalità di visualizzazione ecc.) e clicca sul bottone ON.

Lo stress test verrà dunque avviato e tu potrai seguirne l’andamento tenendo d’occhio i grafici e le statistiche presenti nella parte destra dello schermo.

Una volta ultimato il test, potrai visualizzarne l’esito sotto forma di grafici, i quali saranno salvati nella cartella C:\Users\nome utente\Documents\OCCT\ come immagini in formato PNG.

Terminale e Monitoraggio attività (Mac)

Come stressare la CPU

Utilizzi un Mac e la risorsa per stressare la CPU di cui ti ho parlato ad inizio guida non ti ha convinto in maniera particolare? Se le cose stanno così, prova allora a verificare l’efficienza e lo stato di salute della CPU del tuo computer a marchio Apple agendo direttamente dal Terminale e tenendo d’occhio la situazione tramite Monitoraggio attività, senza dover scaricare nuovi strumenti. Per riuscirci, ti basta impartire dei comandi appositi.

Per cui, provvedi in primo luogo a chiudere tutte le applicazioni in esecuzione ed a richiamare la finestra di Terminale facendo clic sulla relativa icona (la finestra nera con la riga di codice bianco) che trovi nella cartella Altro del Launchpad. Apri dunque Monitoraggio attività facendo clic sulla sua icona (la finestra nera con il tracciato) che trovi sempre nella cartella Altro del Launchpad.

Adesso, digita il seguente comando nella finestra del Terminale: yes > /dev/null &. Schiaccia poi il tasto Invio sulla tastiera del Mac per confermarlo. Ripeti l’operazione in questione per più volte di seguito in modo tale da andare a mettere sotto stress la CPU.

Successivamente spostati sulla finestra di Monitoraggio attività e seleziona la scheda CPU per tenere d’occhio le performance della CPU, appunto. I processi riportati come yes sono i comandi che hai appena impartito tramite il Terminale. In basso troverai anche il grafico relativo al carico.

Quando lo riterrai opportuno, potrai interrompere lo stress test richiamando nuovamente la finestra del Terminale e digitando il seguente comando: killall yes. Schiaccia poi il tasto Invio sulla tastiera per confermarlo.

Qualora in seguito all’esecuzione dello stress test così come visto poc’anzi dovessero insorgere dei rallentamenti, puoi ovviare alla cosa semplicemente andando a riavviare il Mac. Per riuscirci, fai clic sull’icona della mela morsicata in alto a sinistra, seleziona Riavvia… dal menu che si apre e pigia sul bottone Riavvia nella finestra che appare su schermo.

Altre risorse utili

Come stressare la CPU

Unitamente agli strumenti di cui ti ho parlato nelle righe precedenti, voglio segnalarti alcune risorse che possono farti comodo in generale per tenere d’occhio la CPU.

Se vuoi tenere d’occhio la temperatura della CPU, ti suggerisco di affidarti alle risorse che ti ho suggerito nel mio tutorial incentrato sull’argomento. Ulteriori software adatti allo scopo li trovi indicati anche nel mio post sui programmi per temperatura CPU, dagli uno sguardo!

In linea di massima, tieni presente che la temperatura ideale della CPU sarebbe compresa fra i 40 e i 50 gradi, ma ci sono tante variabili da tenere in considerazione. Cerca su Internet quali sono i valori standard per il processore montato sul tuo computer e trai le tue conclusioni in base a quei dati.

Altri strumenti che possono farti comodo sempre per il monitoraggio della CPU li trovi elencati nel mo articolo sui programmi per CPU. Nel mio post sui programmi per benchmark ti ho invece suggerito tutta una serie di risorse che puoi sfruttare per valutare non solo le performance della CPU ma anche quelle di altri componenti hardware. Se pensi possa esserti utile, leggilo subito.