Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come usare il telefono come microfono

di

Il microfono integrato nella webcam del tuo computer ha smesso di funzionare e, avendo bisogno di comunicare o registrare una presentazione a breve, hai pensato di “mettere una pezza” alla situazione utilizzando il tuo telefono come microfono esterno? È una buona ideale. Per tua fortuna si può mettere in pratica in maniera abbastanza semplice: basta installare delle app giuste e, nel giro di pochi minuti, il gioco è fatto (seppur, come facilmente intuibili, i risultati ottenuti non saranno paragonabili a quelli garantiti da microfoni professionali).

Se vuoi saperne di più, nei prossimi paragrafi di questa guida posso spiegarti come usare il telefono come microfono, consigliandoti alcune delle migliori applicazioni che permettono di ottenere questo risultato e illustrandoti in dettaglio il loro funzionamento. Ti assicuro che ce ne sono di valide sia per Android che per iPhone, per Windows così come per macOS.

Non ti resta, dunque, che metterti bello comodo, prenderti un po’ di tempo libero e mettere in pratica le indicazioni più adatte ai dispositivi in tuo possesso. Detto questo, non mi resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e farti un grosso in bocca al lupo per tutto!

Indice

Come usare il telefono come microfono per PC

Andiamo subito al sodo e vediamo come usare il telefono come microfono per PC sfruttando alcune applicazioni adatte allo scopo. Trovi spiegato tutto qui sotto.

Windows

WO Mic

Se hai un PC Windows, ti suggerisco di provare WO Mic: un software compatibile con tutte le principali versioni del sistema operativo Microsoft e che permette di trasformare il proprio smartphone Android o il proprio iPhone in un vero e proprio microfono esterno in maniera completamente gratuita. Ti segnalo, comunque, la possibilità di sottoscrivere un abbonamento da 0,99 euro/mese che permette di usare l’app senza pubblicità e accedere a funzioni avanzate (come la possibilità di regolare il volume d’ingresso).

La prima cosa che devi fare per avvalertene è scaricare il client desktop di WO Mic sul tuo PC: per riuscirci, recati su questa pagina e clicca sul link WO Mic Client for Windows. A scaricamento completato, apri il file .exe che hai ottenuto e completa il setup cliccando sui bottoni , OK, Next (per due volte di seguito), Install e Finish.

Successivamente, dal sito di WO Mic, scarica anche i driver necessari per far funzionare correttamente il client. Clicca, quindi, sul link WO Mic device driver for Windows e attendi il termine del download. In seguito, apri il file .exe che hai ottenuto e clicca sui pulsanti , Install e Close, per concludere il setup.

Adesso, avvia WO Mic sul tuo PC, facendo doppio clic sulla sua icona presente sul desktop, e apri il menu Connection > Connect. Tramite la barra laterale posta sulla sinistra, seleziona poi la tipologia di connessione che intendi effettuare tra telefono e PC: Bluetooth, USB, Wi-Fi o Wi-Fi Direct. Tieni conto che se devi collegare un iPhone, puoi effettuare il collegamento esclusivamente via Wi-Fi.

WO Mic client

Provvedi ora a installare l’app ufficiale di WO Mic su Android (se hai un device senza Play Store, puoi scaricare il file APK dal sito di WO Mic) o iPhone. Dopo aver installato e avviato l’app, pigia dunque sui pulsanti No, see ADSL that are less relevant e Agree e procedi come segue.

Ora, se hai un dispositivo Android, fai tap sull’icona della rotellina collocata in alto a destra, quindi sulla voce Transport e scegli la modalità di collegamento al PC (es. Wi-Fi). Torna poi nella schermata principale dell’app e premi sul bottone ▶︎, in alto a destra, per stabilire il collegamento.

Se hai un iPhone, invece, pigia sul pulsante Start (in basso a destra) per raggiungere lo stesso risultato.

WO Mic

Successivamente, ritorna sul client desktop di WO Mic e, dopo aver selezionato la modalità di collegamento di tuo interesse (nel nostro esempio Wi-Fi), specifica nell’apposito campo di testo l’indirizzo IP visualizzato sul display del telefono. Clicca, dunque, sul bottone Connect e attendi che il collegamento venga stabilito.

Se hai un dispositivo Android e hai deciso di collegarlo via USB, visto che in questo caso la qualità audio sarà migliore e scongiurerai eventuali lag e problemi vari, devi assicurarti di aver scaricato sul PC i driver forniti dal produttore del tuo smartphone (se non l’hai fatto, prova a cercarli su Google e scaricali dal sito del produttore).

Inoltre, sul dispositivo Android in tuo possesso, recati nel menu Impostazioni > Opzioni sviluppatore e sposta su ON l’interruttore situato accanto alla voce Debug USB (se non vedi la dicitura in questione, recati nel menu Impostazioni > Info sul dispositivo e premi ripetutamente sul numero build feniche non compare il messaggio “Sei uno sviluppatore”).

Debuggano USB Android

In seguito, collega lo smartphone al PC tramite il cavo USB (prima di avviare l’app di WO Mic) e, dopo aver selezionato tale modalità di collegamento fisico, scegli l’opzione adatta dal client desktop (tramite la procedura vista poc’anzi), clicca sul bottone Connect presente su quest’ultimo e il gioco è fatto.

Una volta stabilito il collegamento tra il microfono del tuo dispositivo e il computer mediante WO Mic, potrai usare lo smartphone come microfono selezionando Microphone (WO Mic Device) dalle impostazioni del programma di tuo interesse (che sia un software di registrazione audio, un programma di videocall, etc.).

Quando dovrai interrompere il collegamento, potrai farlo semplicemente cliccando sul pulsante Stop (l’icona del quadrato) collocato in alto a destra.

macOS

macOS

Hai un Mac? In tal caso non puoi avvalerti delle soluzioni illustrate in precedenza ma puoi sfruttare una funzione di sistema, introdotta in macOS Sierra, mediante la quale è possibile usare l’iPhone come sorgente audio in diverse applicazioni, come quelle dedicate alla registrazione vocale, quelle per videochiamate, etc.

Per procedere in tal senso, la prima cosa che devi fare è collegare l’iPhone al Mac, usando il cavo da Lighning-USB in dotazione. Sul Mac apri quindi l’applicazione Configurazione MIDI Audio, (l’icona del pianoforte che dovrebbe trovarsi nella sottocartella Utility, presente nella cartella Applicazioni). Nella barra laterale a sinistra della finestra apertasi comparirà l’icona dell’iPhone: clicca, dunque, sul pulsante Abilita annesso a quest’ultima e seleziona la voce Autorizza comparsa sull’iPhone e inserisci il codice di sblocco del dispositivo.

Audio Midi

Ora devi a installare un’app microfono sul tuo iPhone. Ti consiglio di usare Microphone Live che funziona alquanto bene, almeno dai test che ho avuto modo di eseguire per la stesura di questo articolo. Dopo averla installata e avviata, concedile il permesso di accedere al microfono del tuo “melafonino”, premendo il bottone OK. Dopodiché premi sul pulsante No output e assicurati che sia selezionata l’opzione Connettore dock nel riquadro apertosi (altrimenti fallo tu).

Successivamente, sul Mac, recati in Preferenze di Sistema (l’icona grigia degli ingranaggi posta nel Dock e nel Launchpad) e, dopo aver cliccato sulla voce Suono, scegli il tuo iPhone come sorgente audio. Successivamente, nell’app Micrpohone Live, premi il pulsante ON (che deve diventare rosso) per attivare il microfono dell’iPhone.

Microphone Live

Così facendo, ti basterà selezionare la dicitura iPhone dal programma in uso sul Mac relativo alla cattura della tua voce (che si tratti di un programma di registrazione audio, di un programma di videoconferenze o altro). Semplice, vero?

Come usare il telefono come microfono su Meet

Meet

Sei giunto su questa guida con l’obiettivo di usare il telefono come microfono su Meet? Beh, in questo caso ti basta seguire le istruzioni che ti ho dato prima per collegare il telefono al PC e poi, su Meet, selezionare la sorgente audio che intendi utilizzare.

Dopo essere entrato in una chiamata su Meet, clicca dunque sul simbolo ⋮ (in basso a destra), seleziona la voce Impostazioni dal menu che si apre e fai clic sulla scheda Audio.

Dal menu Microfono, seleziona dunque la sorgente di input di tuo interesse (es. WO Mic Device, iPhone, etc) e clicca sulla voce Fine (in basso a destra) per impostare il tuo smartphone come microfono.

Come usare il telefono come microfono PS4

PS4 Remote Controller

Ti stai chiedendo se è possibile usare il telefono come microfono PS4? Ma certo che sì: basta sfruttare la funzione apposita disponibile nell’app PS4 Remote Play, che permette di adoperare il proprio dispositivo mobile come controller, offrendo dunque anche la possibilità di usare il microfono integrato come ingresso audio.

Per procedere, dopo aver installato e avviato l’app PS4 Remote Play sul tuo dispositivo Android o iOS, premi sul bottone azzurro Avvia e su Conferma e Continua. Se non l’hai già fatto accedi al tuo account PlayStation nella pagina apertasi nel browser, assicurati di aver eseguito l’accesso all’account PSN sulla console e che questa sia impostata come sistema PlayStation primario.

Dopodiché premi sui pulsanti Avanti e OK sul telefono. Una volta stabilito il collegamento tra il dispositivo e la console, tocca l’icona del microfono (in basso a sinistra), accorda all’app il permesso per accedere al microfono del device in uso e il gioco è fatto. A partire da questo momento, l’audio verrà catturato dallo smartphone che hai collegato alla PS4. Comodo, vero?

In caso di problemi o se qualche passaggio non ti è chiaro, consulta la mia guida su come usare il PS4 Remote Play da smartphone.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.