Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come velocizzare Internet Android

di

La navigazione Internet sul tuo smartphone Android ti sembra eccessivamente lenta? Vorresti fare qualcosa per accelerare il caricamento delle pagine Web in Wi-Fi e/o quando navighi con il piano dati che hai sottoscritto con il tuo operatore, ma non sai a quali soluzioni affidarti? Se vuoi, posso darti io una mano a capire come velocizzare Internet su Android.

Nei prossimi paragrafi, infatti, ti darà tanti piccoli suggerimenti che, se messi in pratica, potranno contribuire a rendere un po’ più veloci le sessioni di navigazione sul tuo smartphone o tablet. Ovviamente nulla di miracoloso, ma posso assicurarti che qualche risultato lo noterai. Ad esempio, tra i vari accorgimenti che puoi adottare ci sono quelli relativi al cambio di server DNS usati sul dispositivo, alla verifica di eventuali VPN attive (che possono rallentare la velocità della connessione) e la verifica della copertura della rete del proprio operatore.

Allora, si può sapere che ci fai ancora lì impalato? Forza: mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo di cui hai bisogno per concentrarti sulla lettura dei prossimi paragrafi e, cosa ancora più importante, cerca di mettere in pratica le indicazioni che sto per darti. Sono convinto che, seguendo le mie “dritte”, la situazione migliorerà almeno un po’. Ti auguro buona lettura e ti faccio un grosso in bocca al lupo per tutto!

Indice

Cambiare server DNS

Il primo accorgimento per velocizzare Internet su Android che ti consiglio di attuare ha a che fare con il cambiare server DNS. Cosa sono i server DNS? Detta in termini semplici, sono una sorta di “traduttori” che permettono di visitare i siti Web digitando indirizzi testuali facili da ricordare (es. aranzulla.it o google.it), anziché una sfilza di numeri, che sono in realtà le reali “coordinate” che andrebbero utilizzate per raggiungerli. Come avrai già intuito, sostituendo i server DNS impostati attualmente sul tuo dispositivo con server più veloci, puoi rendere un po’ più veloce l’apertura delle pagine Web che visiti.

Prima di spiegarti come cambiare server DNS su Android, ci tengo a dirti fin da subito che alcune diciture e opzioni indicate qui sotto potrebbero essere leggermente diverse da quelle del tuo dispositivo (dipende dalla versione di Android installata e dalla marca/modello di device in uso), anche se la procedura da seguire è sostanzialmente la stessa.

Per cambiare i server DNS utilizzati quando sei collegato a una rete Wi-Fi, avvia l’app Impostazioni (l’icona raffigurante gli ingranaggi situata nella schermata Home del dispositivo), recati in Wi-Fi > Modifica rete > Mostra opzioni avanzate, seleziona l’opzione IP statico dal menu Impostazioni IP, scegli l’indirizzo IP che intendi utilizzare sul dispositivo (es. 192.168.1.12) e inserisci l’indirizzo del Gateway, quindi del router in uso (es. 192.168.1.1).

Adesso, scorri la schermata verso il basso, seleziona l’opzione Statico dal menu Impostazioni IP, scorri ancora lo schermo verso il basso e imposta i server DNS che desideri utilizzare: digita, dunque, i rispettivi indirizzi nei campi di testo DNS 1 e DNS 2 e poi fai tap sul pulsante Salva/Applica per apportare i cambiamenti fatti.

Tra i server DNS che ti consiglio di utilizzare, ci sono quelli di OpenDNSCloudflare Google, che sono tra i più veloci (e permettono anche di “scavalcare” alcune restrizioni regionali).

  • Cloudflare — indirizzo primario 1.1.1.1; indirizzo secondario 1.0.0.1.
  • Google DNS — indirizzo primario 8.8.8.8; indirizzo secondario 8.8.4.4.
  • OpenDNS — indirizzo primario 208.67.222.222, indirizzo secondario 208.67.220.220.

La procedura che ti ho indicato poc’anzi, permette di modificare i server DNS utilizzati quando si naviga sotto rete Wi-Fi. Se vuoi modificare i server DNS utilizzati quando navighi con la connessione dati 3G/4G, devi necessariamente ricorrere a soluzioni di terze parti.

Una delle soluzioni migliori che puoi adottare a tale scopo è l’app 1.1.1.1: Faster & Saver Internet, grazie alla quale è possibile usare i server DNS di Cloudflare sotto rete dati installando un profilo VPN apposito (dovrai, quindi, rinunciare all’utilizzo di servizi VPN diversi da quest’ultimo quando l’app è in esecuzione).

Dopo aver installato e avviato l’app di Cloudflare, scorri la sua schermata principale, premi sui pulsanti Installa profilo VPN e OK, sposta su ON la levetta dell’interruttore e il gioco è fatto.

Ti anticipo che alcuni dispositivi potrebbero bloccare l’esecuzione dell’app per ottimizzare i consumi energetici. Per scongiurare che si verifichi ciò, recati in Impostazioni > Impostazioni avanzate > App protette e aggiungi 1.1.1.1: Faster & Saver Internet alle “applicazioni protette”.

Qualora tu voglia usare server DNS diversi da quelli di Cloudflare, puoi ricorrere a delle app alternative, come la famosissima Override DNS, che per funzionare correttamente richiede i permessi di root. Per maggiori informazioni riguardanti l’utilizzo di questo tipo di soluzioni, consulta pure l’approfondimento in cui mostro con maggior dovizia di particolari come cambiare DNS su Android.

Verificare la presenza di VPN in funzione

Un altro accorgimento che ti sarà utile per velocizzare la connessione Internet del tuo dispositivo Android è verificare la presenza di VPN in funzione. Come ho brevemente accennato nell’introduzione del tutorial, le VPN (Virtual Private Network), quando vengono adoperate, possono alzare significativamente il ping, che è il valore inerente il ritardo di trasmissione dati delle connessioni a Internet da postazione fissa, facendo diventare un po’ più lenta la velocità di caricamento delle pagine.

Come puoi assicurarti che non ci siano VPN attive sul tuo cellulare? Per riuscirci, avvia l’app Impostazioni pigiando sull’icona dell’ingranaggio posta nella home screen del tuo device, recati in Altro > VPN e accertati che che non vi siano VPN attive sotto la voce VPN/VPN in uso. Altrimenti,  pigia sul nome della VPN attiva e poi seleziona la voce Disconnetti dal menu che si apre, per disattivarla.

Usare un browser veloce

Un altro modo per aumentare le prestazioni di Android in termini di navigazione Internet è utilizzare un browser veloce. In Chrome, ad esempio, puoi attivare una funzione di compressione dei dati, che riduce il consumo di dati e velocizza il caricamento delle pagine Web, pigiando sul pulsante ⋮ collocato in alto a destra e selezionando la voce Impostazioni dal menu che si apre. Nella schermata successiva, fai tap sulla voce Risparmio dati, sposta su ON la relativa levetta e il gioco è fatto.

Un browser alternativo a Chrome che fa della velocità il suo punto di forza è Opera Mini, il quale utilizza una tecnologia cloud che permette di comprimere i dati fino al 90% prima di inviarli, cosa che permette di accelerare il caricamento delle pagine Web, notando miglioramenti soprattutto quando si naviga sotto copertura 3G.

Per installare Opera Mini, non devi far altro che cercare l’app nel Play Store e pigiare sul pulsante Installa (oppure fare tap su questo link per collegarti direttamente alla sua pagina di download, se stai leggendo questa guida direttamente dal dispositivo sul quale vuoi installarla).

Verificare la copertura di rete


Nessuno degli accorgimenti elencati nelle righe precedenti è servito a velocizzare Internet sul tuo dispositivo Android? In tal caso, ci sono buone probabilità che la colpa sia attribuibile al tuo gestore telefonico, la cui copertura potrebbe non essere sufficientemente potente nella tua zona. Ecco perché faresti bene a verificare la copertura di rete servendoti dei link che trovi qui sotto.

  • Wind — fai tap qui per verificare la copertura della linea mobile, clicca qui per verificare quella della linea fissa.
  • TIM — visita questa pagina per verificare la copertura della linea mobile, clicca qui per verificare quella riguardante la linea fissa.
  • Vodafone — pigia qui per verificare la copertura della linea mobile, clicca qui per verificare quella della linea fissa.
  • 3 Italia — visita questa pagina per verificare la copertura della linea mobile.
  • Iliad — fai tap qui per verificare la copertura della linea mobile.
  • Fastweb — visita questa pagina per verificare la copertura della linea mobile oppure clicca qui per verificare quella della linea fissa.
  • Kena Mobile — pigia qui per verificare la copertura della linea mobile.

Dalle tue “indagini” hai scoperto che la zona di tuo interesse in realtà è coperta dalla rete del tuo operatore?  Forse i problemi di connessione sono imputabili a guasti temporanei o a un numero anomalo di utenti collegati alla stessa cella. Se i problemi persistono, ti suggerisco di contattare il tuo gestore, così da segnalare la cosa e trovare una soluzione il prima possibile.