Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come disdire Telecom

di

Hai deciso di cambiare operatore per il telefono di casa ma hai paura che la disdetta da TIM (ex Telecom Italia) ti costi più del dovuto? Devi cessare definitivamente la linea del tuo vecchio appartamento e vuoi sapere come fare? Sei capitato nel posto giusto al momento giusto. Se vuoi una mano a disdire Telecom senza pagare penali salate o commettere errori di forma che potrebbero prolungare inutilmente il processo di transizione verso un altro operatore, segui le indicazioni che sto per darti.

Ti avverto: qualche soldo potresti comunque doverlo versare, ci sono dei costi di disattivazione della linea che non si possono evitare, ma se segui l’iter corretto per la cessazione del tuo abbonamento dovresti riuscire ad abbandonare Telecom senza versare un centesimo più del dovuto.

Se invece non vuoi cessare completamente la tua linea telefonica ma hai deciso di cambiare operatore, devi contattare direttamente l’azienda con la quale intendi sottoscrivere il nuovo contratto telefonico e richiedere la migrazione del numero. Per maggiori info continua pure a leggere, trovi tutte le indicazioni di cui hai bisogno proprio qui di seguito. In bocca al lupo!

Vai subito a ▶︎ Disdire Telecom definitivamente | Disdire Telecom entro 14 giorni dall’attivazione | Disdire Telecom per passaggio ad altro gestore | In caso di dubbi o problemi

Disdire Telecom definitivamente

Disdetta linea Telecom

Vuoi disdire Telecom per cessare definitivamente la tua linea? Allora la prima cosa che devi fare è quella di procurarti il modulo apposito da spedire poi all’operatore.

Per fare ciò, clicca qui in modo tale da collegarti alla sezione dedicata alla modulistica del sito Web di TIM e poi pigia sul pulsante Vedi tutti collocato sotto la voce Fisso. A questo punto, se quello che avevi sottoscritto era un abbonamento che prevedeva la presenza di un telefono a noleggio, devi preoccuparti di scaricare il Modulo recesso linea telefonica con telefono a noleggio, altrimenti devi scegliere il Modulo recesso linea telefonica senza telefono a noleggio.

Per effettuare il download del modulo sul tuo computer pigia sul bottone Scarica che trovi collocato accanto al suo titolo dopodiché pigia sulla voce qui annessa nella parte in fondo al box che ti viene mostrato a schermo. Qualora il modulo scelto non dovesse essere scaricato sul computer ma aperto direttamente nel finestra del navigatore, pigia sull’icona della freccia o su quella del floppy disk per effettuarne comunque il download sotto forma di PDF sul PC.

Successivamente, stampa il modulo ottenuto, compilalo, firmalo e spediscilo mediante raccomandata A/R all’indirizzo che trovi indicato qui di seguito. Dal momento della ricezione della raccomandata da parte di Telecom la linea dovrebbe essere interrotta entro 15 giorni.

 TIM Servizio Clienti Residenziali, Casella Postale 111 – 00054 Fiumicino (Roma).

Per quel che concerne il discorso costi e penali, TIM prevede dei prezzi fissi pari a 35,18 euro per le linee ADSL/voce e 99 euro per le linee in fibra ottica. A queste cifre, è però bene tenerlo presente, possono sommarsi ulteriori addebiti come ad esempio eventuali residui dovuti all’allacciamento della linea effettuata al momento della sottoscrizione del contratto e/o penali applicate a causa del recesso anticipato da un piano con vincolo contrattuale minimo di 24 mesi. Per restare sempre aggiornato al riguardo e per evitare spiacevoli sorprese ti consiglio dunque di leggere la Carta dei servizi TIM e le Condizioni generali del contratto TIM.

Inoltre, se nell’abbonamento con TIM erano compresi degli apparecchi a noleggio (telefoni, modem, decoder ecc.) bisogna restituirli entro 30 giorni dalla cessazione del contratto. Puoi restituirli a mezzo pacco postale all’indirizzo che trovi indicato qui di seguito avendo cura di allegarvi la documentazione disponibile sulla pagina del sito Internet dell’operatore dedicata alla restituzione prodotti con i dati dell’utenza (nome, cognome e numero di telefono) ed una copia del documento di riconoscimento in corso di validità (preferibilmente la carta di identità). Se non effettui la restituzione dei dispositivi nei tempi previsti dal contratto Telecom andrai incontro al pagamento di penali molto salate, quindi occhio!

Telecom Italia S.p.A. c/o Geodis Logistics, Magazzino Reverse A22, Piazzale Giorgio Ambrosoli snc – 27015 Landriano (PV)

Disdire Telecom entro 14 giorni dall’attivazione

Disdetta linea Telecom

Se invece hai attivato un abbonamento Telecom da meno di 14 giorni e se il contratto è stato sottoscritto al di fuori dei locali commerciali dell’azienda, puoi avvalerti del diritto di recesso e “sbarazzarti” del tuo attuale abbonamento senza dover sborsare neppure un euro!

Cosa devi fare? Innanzitutto clicca qui per scaricare l’apposito modulo di recesso dal sito Web del gestore dopodiché stampalo (seguendo le indicazioni che ti ho fornito nel paragrafo precedente), compilalo e, firmalo e spediscilo tramite fax al numero 800 000187. Se invece vuoi effettuare il passaggio a un altro operatore puoi inviare il modulo a mezzo raccomandata A/R all’indirizzo che trovi indicato qui di seguito, mentre se desideri cessare completamente la linea, l’indirizzo a cui spedire tutta la documentazione è quello che ti ho fornito qualche riga più su.

 TIM Servizio Clienti Residenziali, Casella Postale 123 – 00054 Fiumicino (Roma)

In seguito, ricordati di restituire eventuali apparecchi ricevuti in comodato d’uso dall’operatore o che hai provveduto a noleggiare dallo stesso seguendo le indicazioni che trovi nel paragrafo di cui sopra. Non ci sono costi da sostenere, come già anticipato, ma le apparecchiature vanno restituite ed in caso di mancata restituzione nonostante il recesso anticipato previsto per legge vengono comunque applicate delle penali!

Disdire Telecom per passaggio ad altro gestore

Se invece vuoi disdire Telecom perché è tuo desidero passare ad un altro operatore, tutto ciò che devi fare altro non è che affidare la pratica all’azienda con cui vuoi sottoscrivere il tuo nuovo abbonamento telefonico ed affidarti a quest’ultima per fare in modo che tutta la procedura venga completata regolarmente.

Più precisamente, devi metterti in contato con il gestore con il quale desideri abbonarti e devi poi fornire a quest’ultimo il codice segreto TIM (noto anche come codice di migrazione). Non sai di che cosa sto parlando? Nessun problema, te lo spiego subito. Si tratta di un codice alfanumerico che consente di identificare in maniera univoca ogni linea telefonica e viene impiegato per autorizzare il passaggio da un provider all’altro. Senza fornire questo codice la procedura di migrazione è praticamente cosa impossibile. Per quel che concerne TIM, puoi trovare il codice di migrazione in fattura, stampato immediatamente sotto i dati dell’intestatario, in corrispondenza del codice fiscale.

Per quanto concerne le tempistiche, il passaggio al nuovo operatore dovrebbe avvenire, secondo i termini di legge, entro un arco di tempo massimo pari a 10 giorni lavorativi. Durante questo periodo tu riceverai alcuni documenti da firmare e spedire al nuovo operatore che ti verranno recapitati a casa o tramite posta elettronica. Se hai bisogno di maggiori informazioni sulla procedura da seguire puoi leggere il mio articolo su come cambiare gestore telefonico in cui, appunto, ho provveduto ad illustrarti il tutto con dovizia di particolari.

Per quanto riguarda invece i costi di disattivare e la restituzione delle apparecchiature, valgono tutte le regole viste insieme qualche riga più su, quando ti ho spiegato come effettuare la disdetta in caso di cessazione totale della linea.

In caso di dubbi o problemi

Come disdire Telecom

Qualcosa è andato storto durante la procedura per disdire Telecom? Uno o più dei passaggi indicati nelle righe precedenti non ti sono chiari ed in linea ben più generale hai qualche quesito che ti piacerebbe porre all’operatore? Allora mettiti in contatto con il servizio clienti di TIM e vedrai che riuscirai ad ottenere tutto l’aiuto di cui hai bisogno.

In base a quelle che sono le tue preferenze ed esigenze puoi metterti in contatto con Telecom in tre differenti modi, quelli che trovi indicati qui di seguito e che ti ho illustrato in dettaglio anche nella mia guida su come chiamare operatore TIM.

  • 187 – È il numero al quale devi telefonare per rivolgerti al servizio clienti telefonico del gestore. Puoi telefonare da un telefono fisso o da un cellulare, in entrambi i casi la chiamata è gratuita. A chiamata avviata, per poter parlare con un operatore devi digitare il tasto numero 2 (il tasto per richiedere assistenza) e devi digitare il numero per il quale hai bisogno di supporto seguito da # (simbolo cancelletto).
  • Facebook – Puoi collegarti alla pagina ufficiale di TIM (è la stessa che gestisce anche le comunicazioni riguardanti la linea mobile) e inviare un messaggio al gestore facendo clic sull’apposito pulsante in alto a destra. Nel messaggio devi specificare la tua problematica, devi fornire i tuoi dati personali (numero di telefono, nome, cognome e codice fiscale) e devi inserire l’hashtag #TIMfisso per permettere agli operatori del servizio di social care di smistare rapidamente la conversazione.
  • Twitter – Puoi rivolgerti agli account @TIM4ULuca, @TIM4UFabio e @TIM4USara inviando loro un tweet in cui fai richiesta assistenza senza però specificare quelli che sono i tuoi dati personali. Entro breve tempo verrai ricontattato e potrai continuare la discussione in privato, tramite DM, in modo tale da poter fornire tutti i dettagli del caso (numero di telefono, dati dell’intestatario della linea ecc.).

I servizi di assistenza online di TIM summenzionati sono attivi tutti i giorni della settimana dalle 7.00 alle 24.00. Ovviamente puoi provare a metterti in contatto con il servizio clienti telefonico di Telecom e con il social care anche in altri orari ma non riceverai alcuna risposta (nel caso di Facebook e Twitter il tuo messaggio finirà in coda e verrà letto al primo momento opportuno).