Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Migliori temi WordPress

di

Dopo aver letto la mia guida su come creare un sito con WordPress, hai seguito tutte le mie indicazioni e hai aperto il tuo primo blog usando il celebre CMS. Durante la prima configurazione, nel tentativo di personalizzare la grafica del tuo sito, hai scoperto che esistono migliaia di temi WordPress pronti all’uso da scaricare e personalizzare a proprio piacimento. Per questo motivo, vorresti nuovamente il mio aiuto non solo per scoprire quali sono i migliori template per WordPress ma anche per conoscere le caratteristiche da tenere in considerazione per scegliere un buon tema.

Le cose stanno così, vero? Allora lasciati dire che oggi è proprio il tuo giorno fortunato. Con questa guida, infatti, ti illustrerò quelli che, a mio avviso, sono i migliori temi WordPress, elencandoti anche i punti di forza di ciascuno di essi. Inoltre, troverai alcuni consigli utili per valutare la scelta del tema più adatto al tuo progetto e, successivamente, anche la procedura per installare il template da te scelto.

Come dici? È proprio quello che volevi sapere? Allora non indugiare oltre e approfondisci sùbito l’argomento. Coraggio: mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo che ritieni opportuno e dedicati alla lettura dei prossimi paragrafi. Così facendo, ti assicuro che riuscirai sia a individuare il tema WordPress più adatto alle tue esigenze che a installarlo sul tuo blog. Detto ciò, a me non resta altro che augurarti una buona lettura e farti un grosso in bocca al lupo per tutto!

Indice

Come scegliere un tema WordPress

Come scegliere un tema WordPress

Prima di entrare nel vivo di questa guida ed elencarti quelli che, a mio avviso, sono i migliori temi WordPress, lascia che ti fornisca alcuni consigli utili per scegliere un buon tema da installare sul tuo sito realizzato con il celebre CMS.

Tra i fattori più importanti da tenere in considerazione nella scelta di un tema WordPress, c’è il peso di quest’ultimo, che determina la velocità di caricamento di ciascuna pagina del sito. Per questo motivo, ti sconsiglio di affidarti a temi che integrano centinaia di funzionalità: non farebbero altro che appesantire il codice e, molto probabilmente, li sfrutteresti poco o nulla.

La miglior scelta possibile è quella di usare temi con un codice pulito, con un’ottima velocità di caricamento e che sono costantemente aggiornati. Se non hai un budget a disposizione per acquistare un buon tema a pagamento, evita di usare template gratuiti che, dopo essere stati sviluppati, non sono mai stati più aggiornati: non solo non avrai supporto in caso di problemi ma, alla lunga, potresti riscontrare incompatibilità con plugin e con future versioni di WordPress.

Anche se, al giorno d’oggi, quasi tutti i temi sono responsive, cioè si adattano perfettamente a tipologie di schermi differenti, assicurati che il tema da te scelto sia di questo genere. Inoltre, se non conosci alcun linguaggio di programmazione (in particolare HTML, PHP e CSS) e vorresti avere la possibilità di modificare alcuni aspetti grafici del tuo sito, assicurati che il tema che intendi installare sia compatibile con i page builder (es. Elementor o Visual Composer), degli strumenti aggiuntivi che consentono di apportare modifiche al proprio sito Web con pochi clic e senza mettere mano al codice.

Migliori temi WordPress gratuiti

Se ti stai chiedendo quali sono i migliori temi WordPress gratuiti, sarai contento di sapere che esistono diverse soluzioni a costo zero che puoi prendere in considerazione. Quali sono? Te lo dico sùbito!

OceanWP

OceanWP

Tra i migliori temi WordPress gratuiti che mi sento di consigliarti c’è sicuramente OceanWP. Se non ne hai mai sentito parlare prima d’ora, devi sapere che è un tema multiuso che fa della velocità il suo punto di forza. È l’ideale per coloro che creano siti in WordPress con i page builder, strumenti che consentono di personalizzare il template del proprio sito senza mettere mano ai file del tema e senza conoscere alcun codice di programmazione (es. Elementor).

Oltre a integrare numerose funzionalità che permettono di personalizzare il proprio sito, consente di aggiungere ulteriori strumenti dedicati (sia gratuiti che a pagamento) per renderlo ancora più completo. Inoltre, con OceanWP è possibile anche installare personalizzazioni grafiche pronte all’uso, scegliendo uno dei design a pagamento che, con pochi clic, consentono di modificare il template del proprio sito.

In definitiva, OceanWP è da considerare uno dei migliori temi grazie alle tante opzioni di personalizzazione offerte, alla sua velocità e a un codice pulito e leggero (che lo rendono ottimo anche lato SEO). Inoltre, è in continuo aggiornamento, offre ampia documentazione sul sito ufficiale degli sviluppatori e consente anche di ottenere supporto immediato, seppur acquistando uno dei pacchetti dedicati all’assistenza.

GeneratePress

GeneratePress

GeneratePress è un tema multiuso che può essere utilizzato per costruire qualsiasi tipologia di sito Web. Il suo punto di forza è sicuramente un codice leggero, pulito e che rispetta gli standard di accessibilità, fattori che lo rendono estremamente veloce.

Presenta una grafica minimale che può essere personalizzata a proprio piacimento dalle impostazioni di personalizzazione di WordPress. Da qui, è possibile curare ogni minimo dettaglio, compresa la scelta e i colori del layout, la dimensione delle sidebar e molto altro ancora.

Inoltre, è compatibile con i page builder, come Elementor, che consentono di personalizzare il template a proprio piacimento, senza mettere mano al codice. Nella versione a pagamento di GeneratePress (49,95 dollari) è anche possibile utilizzare dei template pronti all’uso che consentono di personalizzare il sito con semplicità, oltre che di usufruire di strumenti aggiuntive per aumentarne le funzionalità e, in caso di problemi, di ottenere supporto immediato per un anno.

Hueman

Hueman

Tra i temi gratuiti per WordPress che puoi prendere in considerazione c’è anche Hueman. Nonostante sia un tema indicato principalmente per blog e magazine online, è possibile utilizzarlo anche per siti istituzionali (es. scuole) o per piccole aziende. È disponibile anche in una versione a pagamento, chiamata Hueman Pro, che ne aumenta le funzionalità.

Hueman permette di scegliere tra ben 6 layout differenti e consente di creare nuove sidebar (aree del tema predisposte a ospitare widget), da usare in sezioni specifiche del proprio sito e con la possibilità di applicare personalizzazioni grafiche senza conoscere alcun codice di programmazione.

Inoltre, tramite l’utilizzo del plugin gratuito Nimble Page Builder, consente di personalizzare il layout del tema tramite la funzione di drag & drop, semplicemente trascinando gli elementi di proprio interesse all’interno della pagina da personalizzare.

Per quanto riguarda la pagina principale, Hueman dispone di uno slider in evidenza nel quale è possibile far visualizzare sia i contenuti più recenti che determinati articoli di specifiche categorie, con la possibilità di indicare il numero di post da mostrare. Gli altri articoli, invece, vengono disposti su due colonne o in lista e ne è possibile visualizzare l’immagine in evidenza e un breve estratto del contenuto.

Oltre a essere ben ottimizzato per la visualizzazione da dispositivi mobili, Hueman fornisce anche alcuni widget “proprietari” che permettono di visualizzare, in una delle area predisposte a ospitare widget, una lista degli ultimi articoli pubblicati, i contenuti più popolari o per aggiungere un video con semplicità.

Infine, ti sarà utile sapere che Hueman è costantemente aggiornato dagli sviluppatori e, sul sito ufficiale del tema, è disponibile un’ampia documentazione (in lingua inglese) per la configurazione iniziale.

Astra

Astra

Astra è un tema multiuso che consente di creare siti di ogni tipo, come blog, e-commerce, portfolio e con molti altri modelli pronti all’uso da scaricare tramite un apposito plugin. Se, dunque, sei alla ricerca dei migliori temi per portfolio o hai semplicemente l’esigenza di creare un blog, questo è il tema che fa per te.

Per garantire un’elevata velocità di caricamento delle pagine, gli sviluppatori di Astra hanno ridotto al minimo le opzioni disponibili, presentando un codice pulito e leggero (il pacchetto pesa meno di 1 MB), oltre che ben ottimizzato per i motori di ricerca. Nonostante ciò, consente la personalizzazione della grafica del proprio sito nei minimi dettagli, anche tramite i principali strumenti di page builder, come Elementor.

Inoltre, tramite l’attivazione di un plugin dalle opzioni del tema, è possibile accedere a un’ampia raccolta di layout gratuiti pronti all’uso che consentono di personalizzare velocemente il proprio sito o di creare una landing page con semplicità.

Oltre alla versione gratuita, è disponibile anche Astra Pro (249 dollari o in abbonamento a 59 dollari/anno) che consente l’integrazione di plugin di terze parti, come WooCommerce (per creare un negozio online) o LearnDash (per creare una piattaforma di formazione online).

Altri temi WordPress gratuiti

Temi gratuiti su WordPress

Vorresti conoscere e provare altri temi WordPress gratuiti, magari vedendone un’anteprima sul tuo sito Web? In tal caso, tutto quello che devi fare è accedere alla bacheca d’amministrazione di WordPress del tuo blog e selezionare l’opzione Aspetto, per visualizzare i temi gratuiti disponibili nel repository del celebre CMS.

Per procedere, collegati quindi alla schermata di login del tuo sito Web, inserisci le tue credenziali d’accesso nei campi Nome utente o indirizzo email e Password e clicca sul pulsante Login, per effettuare l’accesso alla Bacheca di WordPress.

Fatto ciò, premi sull’opzione Aspetto visibile nella barra laterale a sinistra e clicca sul pulsante Aggiungi nuovo tema, in alto, per visualizzare l’elenco completo dei temi gratuiti disponibili su WordPress, divisi nelle categorie In evidenza, Popolari e Più recenti.

Per velocizzare la ricerca e visualizzare esclusivamente i temi di tuo interesse, seleziona l’opzione Filtro funzionalità e apponi il segno di spunta accanto ai filtri di tuo interesse nelle sezioni Soggetto (Blog, Intrattenimento, E-Commerce, Notizie, Festività ecc.), Funzionalità (Accessibile, Logo personalizzato, Immagini in evidenza, Widget nel footer ecc.) e Layout (Una colonna, Due colonne, Barra laterale sinistra, Layout a griglia ecc.).

Dopo aver selezionato le caratteristiche che deve avere il tuo tema WordPress, clicca sul pulsante Applica filtri, per visualizzare i temi gratuiti disponibili. Premi, quindi, sul pulsante Anteprima, per visualizzarne un’anteprima e testare le principali funzionalità grafiche del tema selezionato.

Per capire meglio, facciamo un esempio pratico: se sei alla ricerca dei migliori temi WordPress per fotografi e hai la necessità di avere un template con una barra laterale a destra, puoi selezionare l’opzione Filtro funzionalità, apporre il segno di spunta accanto alle voci Fotografia e Barra laterale destra e cliccare sul pulsante Applica filtri, per visualizzare le migliori soluzioni a costo zero a tua disposizione.

Migliori temi WordPress a pagamento

Se hai deciso di acquistare un tema WordPress a pagamento, devi sapere che anche in questo caso è prima necessario analizzare attentamente ciascun tema e scegliere quello più adatto al proprio progetto. Per semplificarti le cose, ecco alcune soluzioni di questo genere che possono fare al tuo caso.

Genesis Framework

Genesis

Tra i primi temi per WordPress a pagamento che mi sento di consigliarti c’è Genesis Framework, il quale si basa sul concetto di tema padre (framework) e tema figlio (tema child). In poche parole, il framework rappresenta le fondamenta del tema WordPress, una raccolta di file contenenti le funzioni principali di quest’ultimo. Il tema child, invece, contiene tutte le personalizzazioni grafiche e funzionali e si aggancia direttamente al tema padre.

Acquistando il tema Genesis Framework, al costo di 59,95 dollari, viene fornito il framework e un tema child gratuito pronto all’uso. In alternativa, è possibile acquistare uno dei temi child a pagamento a partire da 99,95 dollari (incluso il framework e il tema child gratuito).

Se ti stai chiedendo quali sono i vantaggi nello scegliere Genesis Framework, devi sapere che con questo sistema è possibile apportare modifiche al tema child (o crearne uno da zero) senza alcuna limitazione e senza perdere la propria personalizzazione con l’aggiornamento dei file del framework.

Inoltre, il tema Genesis ha un codice leggero (il pacchetto pesa appena 500 Kb) e pulito, integra alcune funzionalità utili in ottica SEO e, tramite l’installazione di appositi plugin gratuiti dedicati esclusivamente a Genesis, è possibile aumentarne le funzionalità.

Enfold

Enfold

Enfold è uno dei temi a pagamento per WordPress più popolari. Nonostante sia multiuso e consenta anche di creare blog e siti per portfolio, è consigliato soprattutto per la realizzazione di siti aziendali e per e-commerce. La licenza per l’installazione su un singolo sito ha un costo di 59 dollari.

Il tema in questione consente di personalizzare lo stile grafico nei minimi particolari, dalla scelta dei colori alla posizione dei singoli elementi nelle pagine. Inoltre, consente di usare uno dei 36 template disponibili, da installare con un semplice clic, permettendo di avere in pochi secondi un sito pronto all’uso.

I più esigenti, oltre a poter usare sidebar differenti in pagine e articoli, possono anche creare griglie, colonne, slideshow, pulsanti e molto altro ancora, tramite un apposito editor avanzato di layout che, con semplicità, consente di creare template personalizzati nelle pagine di proprio interesse.

Per quanto riguarda le caratteristiche da tenere in considerazione per il posizionamento sui motori di ricerca, propone un codice leggero, pulito e privo di funzioni inutili: caratteristiche che lo rendono estremamente veloce nel caricamento delle pagine.

Divi

Divi

Divi è un tema multiuso potente ma semplice da usare. Si tratta della soluzione ideale per chi vuole costruire il template del proprio sito partendo da zero, anche per coloro che non conoscono alcun linguaggio di programmazione.

Oltre a consentire la creazione delle singole pagine tramite un sistema che permette semplicemente di trascinare gli elementi da inserire all’interno del contenuto, allo stesso modo permette anche di creare template personalizzati, scegliendo come impostare la testata del sito, dove posizionare le barre laterali e tutti gli elementi che compongono il layout.

Inoltre, permette di scegliere e utilizzare singoli elementi già creati (es. pagine prodotto, testate, barra laterali) da aggiungere al proprio template e anche di installare dei pacchetti per avere un layout pronto all’uso.

Per quanto riguarda i costi, è possibile acquistare una licenza (che consente l’utilizzo di Divi senza limitazioni su tutti i siti di proprio interesse) al costo di 249 dollari o in abbonamento a 89 dollari/anno. In quest’ultimo caso, è possibile disattivare l’abbonamento in qualsiasi momento: il proprio sito continuerà a funzionare perfettamente con Divi ma non saranno più disponibili gli aggiornamenti.

MayaShop

MayaShop

Hai un’attività e vorresti creare il tuo negozio online? In tal caso, puoi prendere in considerazione MayaShop, uno dei migliori temi e-commerce per WordPress. Ha un costo di 64 dollari e può essere installato su un singolo sito Web.

Oltre a scegliere tra uno dei 10 layout pronti all’uso, da usare nella pagina principale del proprio e-commerce, consente la personalizzazione dell’aspetto grafico nei minimi particolari con anche la possibilità di creare layout personalizzati.

Inoltre, è compatibile con il celebre plugin WooCommerce e offre interessanti funzionalità integrate, sia per la gestione dei pagamenti che per il calcolo delle tasse.

Altri temi WordPress a pagamento

Themeforest

Se oltre ai temi WordPress a pagamento che ti ho indicato nelle righe precedenti, vorresti conoscere altri validi template da usare sul tuo sito, devi sapere che esistono dei negozi online dedicati all’acquisto di temi per WordPress. Eccone alcuni che puoi prendere in considerazione per trovare il tema più adatto alle tue esigenze.

  • ThemeForest: è un portale che raccoglie migliaia e migliaia di temi per WordPress, a partire da 2 dollari. Sono disponibili template di tutti i tipi, sia per semplici blog che per creare complessi siti di e-commerce. Consente di visualizzare una demo del tema di proprio interesse.
  • TemplateMonster: è un altro valido sito online, disponibile anche in italiano, sul quale sono raccolti non solo temi e plugin per WordPress, ma anche per altri CMS, come Drupal, Joomla ecc. Anche in questo caso, prima di acquistare un tema, è possibile testarne le funzionalità tramite una demo live.
  • MyThemeShop: è uno store online dedicato ai temi e ai plugin a pagamento di WordPress, ma sono disponibili anche strumenti a costo zero. È possibile trovare template per blog, per magazine online, per e-commerce e anche per siti aziendali.

Come installare un tema WordPress

Come installare un tema WordPress

Dopo aver scelto il tema WordPress più adatto alle tue esigenze, non ti rimane altro che installarlo sul tuo sito Web, per la configurazione iniziale e la personalizzazione.

La procedura per installare un tema WordPress gratuito, scelto dal repository del CMS, è semplice e veloce. Dopo aver scelto il tema di tuo interesse, tutto quello che devi fare è cliccare sul relativo pulsante Installa, attendere che l’installazione sia completata e premere sull’opzione Attiva, per applicare la nuova veste grafica al tuo sito.

Se, invece, hai scelto un tema WordPress a pagamento (o un tema gratuito di terze parti), dopo aver scaricato il pacchetto ZIP contenente i file del tema in questione, accedi alla Bacheca di WordPress, seleziona l’opzione Aspetto e clicca sui pulsanti Aggiungi un nuovo tema e Carica tema.

Premi, quindi, sul pulsante Scegli file, seleziona il file del tema da installare e, completato il caricamento, clicca sull’opzione Installa tema, per procedere all’installazione. Infine, premi sul pulsante Attiva e il gioco è fatto. Per saperne di più, puoi leggere la mia guida su come usare WordPress.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.