Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Migliori TV QLED: guida all’acquisto

di

Ami spesso accomodati in salotto per gustarti film, serie TV e vari programmi televisivi. Tuttavia, il tuo televisore inizia a sentire il peso degli anni e avresti bisogno di sostituirlo o comunque di affiancarlo a un televisore più avanzato. Hai sentito parlare dei QLED e pensi che siano una buona soluzione per le tue esigenze, ma non sai proprio come orientarti tra le varie proposte sul mercato, tutte targate Samsung. Non preoccuparti: se le cose stanno così e sei giunto qui in cerca di consigli, sei proprio nel posto giusto!

Infatti, oggi andrò ad analizzare per te i migliori TV QLED, illustrandoti nel dettaglio tutte le loro principali caratteristiche e spiegandoti quali sono i modelli che, a mio modo di vedere, dovresti tenere in considerazione. Non mancherò, poi, di illustrarti quali sono i benefici della tecnologia QLED e di suddividere i miei consigli per dimensione della diagonale, in modo che tu possa trovare un televisore adatto alle tue esigenze ed effettuare l’acquisto in modo oculato.

Direi quindi che è giunta l’ora di inoltrarci nel mondo dei televisori QLED, tra una specifica e l’altra. Ci sono molti aspetti di cui discutere, ma ti posso assicurare che riuscirai a comprendere ed effettuare il tuo nuovo acquisto in tempi ristretti. Forza allora, tutto quello che devi fare è semplicemente prenderti un po’ di tempo per te e seguire le rapide indicazioni che trovi qui sotto. Detto questo, a me non resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e buon acquisto!

Indice

Caratteristiche dei TV QLED

Prima di illustrarti quali sono i migliori TV QLED, ritengo sia importante andare ad analizzare le caratteristiche da prendere in considerazione in fase di acquisto. Di seguito trovi tutte le indicazioni del caso.

Come funziona la tecnologia QLED

QLED

Se sei giunto fin qui, probabilmente è perché hai sentito parlare bene dei televisori QLED. È quindi importante fare chiarezza su questo argomento, spiegandoti di cosa si tratta.

Ebbene, devi sapere che i televisori presenti sul mercato possono presentare varie tipologie di pannelli. I più diffusi sono quelli LED, che sono basati sulla tecnologia LCD (schermo a cristalli liquidi) ma al posto delle lampade a fluorescenza, utilizzano i LED per generare le immagini (ciò consente di avere TV meno esosi in termini di consumi energetici e più sottili).

I TV LED sono quelli che attualmente offrono il miglior rapporto qualità-prezzo. Gli utenti più esigenti, però, puntano spesso sui televisori OLED, molto più costosi dei LED e attualmente molto meno diffusi. I motivi sono da ricercarsi principalmente nei bassi consumi (inferiori anche a quelli dei pannelli LED) e nella riproduzione dei neri assoluti (i pixel vengono spenti “fisicamente” quando compare a schermo questo colore).

E i QLED? Ebbene, anche se qualcuno potrebbe pensare il contrario, OLED e QLED non sono la stessa cosa. Infatti, quest’ultima, chiamata anche Quantom Dot, è una tecnologia che viene proposta da Samsung in alcuni dei suoi televisori di punta. Questi modelli offrono retroilluminazione basata su microcristalli, una migliore resa dei colori e possono garantire degli ottimi risultati anche in contesti particolarmente luminosi.

Entrando maggiormente nel dettaglio delle differenze tra OLED e QLED, i primi hanno ovviamente una migliore riproduzione dei neri. Infatti, come accennato in precedenza, nel caso degli OLED si parla di neri assoluti. Un altro aspetto da tenere in considerazione è quello legato ai tempi di risposta e al refresh rate, un parametro importante soprattutto per i videogiocatori, che sugli OLED è ottimo al confronto con i QLED. Inoltre, spesso gli angoli di visione di questi ultimi sono più ridotti rispetto alle altre soluzioni presenti sul mercato ed è risaputo che i QLED non siano esattamente i televisori migliori in termini di consumi. Insomma, la tecnologia di Samsung ha anche alcuni svantaggi, che vanno tenuti in considerazione.

Tuttavia, i QLED risultano utili in contesti particolarmente luminosi perché hanno una matrice di retroilluminazione a LED e quindi la loro luminosità massima è molto più elevata rispetto agli OLED. Inoltre, i televisori di Samsung non soffrono del burn-in, ovvero di quel fastidioso problema che, una volta lasciata un’immagine per parecchio tempo sullo schermo, non riesce a farla scomparire del tutto (permane una sorta di “immagine fantasma”). Da tenere in considerazione il fatto che i QLED garantiscono spesso dimensioni elevate. Non dimenticarti anche della migliore resa dei colori, di cui ti avevo già accennato in precedenza.

Insomma, la tecnologia QLED ha indubbiamente degli ottimi vantaggi, che potrebbero garantirti delle soddisfazioni di non poco conto.

Diagonale e risoluzione

Pannello QLED

Un altro aspetto da non sottovalutare sono le dimensioni del televisore. Infatti, devi sapere che non esistono modelli QLED di “piccole” dimensioni. Per farti un esempio concreto, il televisore più “ristretto” della gamma 2019 ha una diagonale da 49 pollici. Solitamente i “tagli” sono i seguenti: 49″, 55″, 65″, 75″, 82″ e 98″ (ovviamente variano di modello in modello).

I motivi sono molteplici, ma possiamo riassumerli dicendo che è necessario disporre di uno schermo ampio per poter usufruire al meglio della qualità visiva offerta dalla tecnologia QLED. Tieni inoltre in considerazione il fatto che stiamo parlando di pannelli con risoluzione 4K (3840 x 2160 pixel) oppure 8K (7680 x 4320 pixel). Comprendi che una diagonale inferiore non avrebbe molto senso.

Detto questo, ricordati di tenere in considerazione anche le dimensioni, visto che stiamo parlando di televisori non esattamente “compatti”. Per farti un esempio concreto, già il modello QE49Q70RATXZT da 49 pollici ha dimensioni pari a 1094,8 x 707,6 x 248,3 mm (109,48 x 70,76 x 24,83 cm). Insomma, valuta bene le dimensioni del televisore e lo spazio che hai a disposizione, prima di procedere con l’acquisto.

Funzionalità smart

Tizen Samsung

Trattandosi di televisori top di gamma, tutti i modelli QLED dispongono di funzionalità Smart. In particolare, il sistema operativo utilizzato è quello proprietario di Samsung, ovvero Tizen. Ti posso quindi assicurare che non avrai alcun tipo di problema a livello di connettività o funzioni.

Ma cos’è possibile fare? Ebbene, uno degli aspetti più apprezzati di Tizen è la disponibilità di tutte le applicazioni legate alle principali piattaforme di streaming, da Netflix a YouTube, passando per Amazon Prime Video, NOW TV, DAZN e così via. In linea generale, il sistema operativo di Samsung è molto completo per quanto riguarda la fruizione di contenuti multimediali.

Un altro aspetto molto apprezzato dagli appassionati è l’interfaccia di Tizen, che secondo molti consente di ha una continuità grafica che risulta piuttosto comoda durante l’utilizzo quotidiano. Non mancano, poi, diverse altre possibilità interessanti, su tutte SmartThings. Stiamo parlando di una funzionalità che consente di controllare i dispositivi iOT di Samsung e di collegare lo smartphone per utilizzare la sua tastiera virtuale come metodo di input.

In parole povere, è possibile, ad esempio, spegnere le luci di casa direttamente dal televisore oppure scrivere velocemente tramite il dispositivo mobile, evitando così di dover utilizzare il telecomando. Non mancano miriadi di possibilità secondarie, come, ad esempio, l’Ambient Mode, che va a rendere il televisore un elemento di “arredamento”, mostrando a schermo delle immagini in grado di creare delle atmosfere piacevoli e accoglienti.

Standard supportati e caratteristiche

HDR TV QLED Samsung

Sempre premesso che stiamo parlando di top di gamma e quindi gli standard supportati sono ottimi in ogni modello, è bene andare a vedere alcune questioni interessanti.

Innanzitutto, è interessante notare che Quantom Dot significa anche avere un miliardo di tonalità di colore supportate. Devi inoltre sapere che i televisori QLED sono in grado migliorare la resa finale dell’immagine attraverso l’High Dynamic Range (HDR). In parole povere, si ha una migliore profondità dei colori e del contrasto e uno spettro di luminosità più realistico. Parlando in modo specifico dei modelli proposti da Samsung, ci sono varie differenze.

Infatti, ci sono televisori che supportano il Quantum HDR 4000, il Quantum HDR 2000 o il Quantum HDR 1500 e altri che invece si limitano al Quantum HDR 1000 o che vengono indicati semplicemente come Quantum HDR. Queste indicazioni fanno riferimento al picco di luminosità che il televisore è in grado di raggiungere in HDR. Per farti un esempio concreto, un TV Quantum HDR 1000 può raggiungere 1000 cd/m2 – nits (a volte si arriva anche a valori più elevati). Solitamente non manca anche l’HLG (Hybrid Log Gamma), che permette di trasmettere HDR e SDR su un unico canale: chi ha un TV HLG vedrà il contenuto in HDR, mentre chi dispone di un televisore tradizionale lo vedrà in altro modo.

Quando si parla invece di Direct Full Array, si fa riferimento alla qualità della retroilluminazione, del filtro antiriflesso e delle varie tecnologie che vengono sfruttate per aumentare il contrast ratio. Solitamente viene indicato come 4x, 8x, 12x o 16x. Ovviamente, maggiore è questo dato, migliore sono le caratteristiche che ti ho illustrato in precedenza. Per il resto, questi televisori dispongono di processori Quantum 4K o Quantum 8K, che sfruttano l’intelligenza artificiale per ottimizzare in tempo reale le prestazioni. Da non sottovalutare anche l’Object Tracking Sound, l’Active Voice Amplifier e il Dolby Digital Plus, tutte tecnologie in grado di migliorare sensibilmente l’audio. Non mancano inoltre gli assistenti vocali Bixby, Google Assistant e Alexa.

Quantum Processor 8K

Un altro standard interessante che i QLED stanno iniziando ad implementare è l’HDMI 2.1. È una tecnologia ancora poco diffusa e solitamente crea un po’ di “confusione” agli utenti. Non esiste, infatti, una certificazione HDMI 2.1, visto che per questo standard vengono rilasciate delle certificazioni basate sulle singole funzionalità, come VRR (Variable Refresh Rate, frequenza di aggiornamento variabile), ALLM (Auto Low Latency, modalità gaming automatica a bassa latenza) e DSC 1.2 (Display Stream Compression, è stata aumentata la profondità di colore massima a 16 bit).

Stiamo parlando di uno standard che guarda al futuro, mirando a rendere possibile il refresh rate di 120 Hz su console. Tuttavia, è ancora un argomento intricato e ti consiglio quindi informarti per bene, nel caso tu sia interessato a questo aspetto. Passando agli standard un po’ più “classici”, è interessante parlare del DVB-T2 e del codec H.265/HEVC. Entro il 2022 si passerà infatti a questo standard per la trasmissione dei canali televisivi, ma puoi stare tranquillo: dal 2017 tutti i televisori venduti in Italia devono supportarlo. Per maggiori informazioni, ti consiglio di consultare la mia guida su come capire se il TV è DVB-T2. Ti ricordo, infine, che le diciture DVB-S e DVB-S2 fanno riferimento alla presenza di sintonizzatore satellitare (in grado, dunque, di supportare la connessione “diretta” con la parabola).

Numero di ingressi

hdmi

Un aspetto spesso sottovaluto dagli utenti è il numero di ingressi. Tuttavia, stiamo parlando di una caratteristica importante, dato che molte persone hanno la necessità di collegare più dispositivi al proprio TV. Penso, ad esempio, al lettore Blu-Ray, al TV Box e alle console per videogiochi.

Insomma, dovresti sicuramente controllare che il televisore QLED che intendi acquistare disponga di un buon numero di ingressi HDMI e di porte USB (ricordati che alcuni dispositivi esterni richiedono queste ultime come fonte di alimentazione). Inoltre, se intendi utilizzare, ad esempio, una soundbar o delle cuffie, potrebbero esserti utili l’uscita audio ottica e il jack audio da 3,5 mm.

Se solitamente utilizzi servizi pay TV, non dimenticarti di controllare che ci sia lo slot Common Interface Plus (chiamato anche CI+ o DVB-CI/DVB-CI+). Per intenderci, è quello che permette di installare il modulo CAM per la lettura della tessera. Se hai bisogno di ulteriori dettagli, ti invito a consultare la mia guida su come inserire la CAM.

In ogni caso, tieni conto che solitamente i modelli QLED dispongono almeno di 4 porte HDMI, 2 USB e dello slot CI+. Non dovresti quindi avere alcun tipo di problema.

Migliori TV QLED

Dopo averti descritto nel dettaglio le caratteristiche dei televisori QLED, direi che è giunta l’ora di andare a vedere quali sono i modelli più validi presenti sul mercato.

Migliori TV QLED sotto i 50 pollici

Non sei un amante delle grandi dimensioni ma vuoi puntare comunque su un televisore QLED? Nessun problema, Samsung ha anche delle proposte con una diagonale inferiore ai 50 pollici.

QE49Q60RATXZT

Samsung QLED 49 pollici

Se avere un televisore QLED mantenendoti comunque su cifre non troppo elevate, probabilmente il modello QE49Q60RATXZT fa per te. Stiamo infatti parlando di un 49 pollici con risoluzione 4K con supporto al Quantum HDR e molte altre caratteristiche che lo configurano comunque nella fascia top di gamma. Sicuramente un modello interessante se non hai un budget elevatissimo. Considerato da molti come uno dei migliori TV QLED da 49 pollici.

Caratteristiche tecniche

  • Dimensioni e risoluzione – 49 pollici, 4K;
  • Ingressi – 4 HDMI, 2 USB;
  • Supporto HDR – Quantum HDR;
  • Comparto audio – Dolby Digital Plus;
  • Standard TV supportati – DVB-T2.
Samsung QE49Q60RATXZT Serie Q60R (2019) QLED Smart TV 49", Ultra HD 4K...
Vedi offerta su Amazon

QE49Q64RATXZT

Samsung 49 pollici QLED

Un altro televisore interessante da 49 pollici che potresti tenere in considerazione è il modello QE49Q64RATXZT. Le caratteristiche, che comprendono un pannello con risoluzione 4K e il supporto al Quantum HDR, sono ottime e possono rappresentare un buon compromesso. Non aspettarti una qualità a livello dei modelli più costosi, ma si tratta comunque di un ottimo prodotto.

Caratteristiche tecniche

  • Dimensioni e risoluzione – 49 pollici, 4K;
  • Ingressi – 4 HDMI, 3 USB;
  • Supporto HDR – Quantum HDR;
  • Comparto audio – Dolby Digital Plus;
  • Standard TV supportati – DVB-T2.
Samsung QE49Q64RATXZT Serie Q64R QLED Smart TV 49", Ultra HD 4K, Wi-Fi...
Vedi offerta su Amazon

QE49Q70RATXZT

Samsung QLED 49 pollici

Se vuoi puntare leggermente più in alto, sempre mantenendoti sui 49 pollici, c’è il modello QE49Q70RATXZT. Quest’ultimo dispone di un pannello con risoluzione 4K e del supporto al Quantum HDR 1000. Il prezzo non è troppo elevato, tenendo in considerazione i modelli di fascia superiore, e per questo motivo si tratta di un ottimo compromesso.

Caratteristiche tecniche

  • Dimensioni e risoluzione – 49 pollici, 4K;
  • Ingressi – 4 HDMI, 2 USB;
  • Supporto HDR – Quantum HDR 1000;
  • Comparto audio – Dolby Digital Plus;
  • Standard TV supportati – DVB-T2.

Migliori TV QLED da 50 a 65 pollici

Delle buone vie di mezzo tra i 49 pollici, ritenuti troppo “piccoli” da alcuni, e i 75 pollici, che secondo altri sono “eccessivi”, possono essere i 55 e i 65 pollici. Di seguito analizzo i modelli a cui dovresti dare un’occhiata.

QE55Q90RAT

Samsung QLED 55

Se vuoi puntare in alto, ma mantenere comunque delle dimensioni non troppo elevate, Samsung QE55Q90RAT potrebbe fare per te. Si tratta di un TV QLED con diagonale da 55 pollici e risoluzione 4K, che supporta anche il Quantum HDR 2000 e la retroilluminazione Direct Full Array 16X. Presenti 4 porte HDMI e 3 porte USB. Un ottimo modello per chi non vuole scendere troppo a compromessi. Considerato da molti come uno dei migliori TV QLED da 55 pollici.

Caratteristiche tecniche

  • Dimensioni e risoluzione – 55 pollici, 4K;
  • Ingressi – 4 HDMI, 3 USB;
  • Supporto HDR – Quantum HDR 2000;
  • Comparto audio – Dolby Digital Plus;
  • Standard TV supportati – DVB-T2.

QE65Q90RATXZT

Samsung QLED 65 pollici

Se hai intenzione di iniziare a fare seriamente, puntare su un 65 pollici potrebbe non essere una buona idea. In particolare, il modello QE65Q90RATXZT è in grado di offrire al contempo una risoluzione 4K e il supporto al Quantum HDR 2000. Si tratta di caratteristiche di elevata caratura, che sicuramente non ti faranno rimpiangere l’acquisto.

Caratteristiche tecniche

  • Dimensioni e risoluzione – 65 pollici, 4K;
  • Ingressi – 4 HDMI, 3 USB;
  • Supporto HDR – Quantum HDR 2000;
  • Comparto audio – Dolby Digital Plus;
  • Standard TV supportati – DVB-T2.
Samsung QE65Q90RATXZT Serie Q90R (2019) QLED Smart TV 65", Ultra HD 4K...
Vedi offerta su Amazon

QE55Q60RATXZT

Samsung 55 pollici

Se hai intenzione di rimanere sui 55 pollici e sulla risoluzione 4K, potrebbe interessarti il modello QE55Q60RATXZT, che supporta anche gli standard Quantum HDR e Dolby Digital Plus. Un televisore che potrebbe piacerti se stai cercando un buon compromesso tra dimensioni e prezzo.

Caratteristiche tecniche

  • Dimensioni e risoluzione – 55 pollici, 4K;
  • Ingressi – 4 HDMI, 2 USB;
  • Supporto HDR – Quantum HDR;
  • Comparto audio – Dolby Digital Plus;
  • Standard TV supportati – DVB-T2.
Samsung QE55Q60RATXZT Serie Q60R (2019) QLED Smart TV 55", Ultra HD 4K...
Vedi offerta su Amazon

Migliori TV QLED sopra ai 65 pollici

Se non hai problemi di spazio e tutto ciò che vuoi è un televisore QLED dall’ampia diagonale, le proposte di Samsung elencate di seguito potrebbero decisamente fare per te.

QE75Q950RBTXZT

Samsung QLED 75 pollici

Come dici? Vuoi lanciarti nel mondo dell’8K? Beh, allora dovresti dare un’occhiata a Samsung QE75Q950RBTXZT. Stiamo parlando di un 75 pollici che supporta il Quantum HDR 4000. Un vero e proprio “mostro”, in senso positivo: ci sono pochi modelli che lo superano al giorno d’oggi.

Caratteristiche tecniche

  • Dimensioni e risoluzione – 75 pollici, 8K;
  • Ingressi – 4 HDMI, 3 USB;
  • Supporto HDR – Quantum HDR 4000;
  • Comparto audio – Dolby Digital Plus;
  • Standard TV supportati – DVB-T2.
Samsung TV QE75Q950RBTXZT Serie Q950R 2019, QLED Smart TV 75", Ultra H...
Vedi offerta su Amazon

QE75Q60RATXZT

Samsung 75 pollici

Sempre rimanendo nella categoria dei 75 pollici, troviamo il Samsung QE75Q60RATXZT, un televisore con risoluzione 4K e supporto al Quantum HDR. Si tratta di un modello pensato per chi non vuole spingersi verso l’8K e ha intenzione di rimanere su uno standard sempre più diffuso. In ogni caso, ti ricordo che stiamo comunque parlando di un top di gamma, quindi troverai tutte le funzionalità del caso.

Caratteristiche tecniche

  • Dimensioni e risoluzione – 75 pollici, 4K;
  • Ingressi – 4 HDMI, 2 USB;
  • Supporto HDR – Quantum HDR;
  • Comparto audio – Dolby Digital Plus;
  • Standard TV supportati – DVB-T2.

QE82Q950RBTXZT

Samsung QLED 82 pollici

Aumentando ancora di più di dimensioni, potresti prendere in considerazione il QE82Q950RBTXZT, un televisore da 82 pollici con risoluzione 8K e supporto al Quantum HDR 4000. Si tratta di un modello particolarmente apprezzato dagli appassionati, visto che è in grado di offrire essenzialmente il meglio disponibile sulla piazza.

Caratteristiche tecniche

  • Dimensioni e risoluzione – 82 pollici, 8K;
  • Ingressi – 4 HDMI, 3 USB;
  • Supporto HDR – Quantum HDR 4000;
  • Comparto audio – Dolby Digital Plus;
  • Standard TV supportati – DVB-T2.

QE98Q950RBTXZT

Samsung QLED 98 pollici

Come dici? Vuoi esagerare e portarti a casa il meglio che il mercato ha da offrire? Beh, allora prepara il portafogli per acquistare QE98Q950RBTXZT. Stiamo parlando di un televisore da ben 98 pollici con risoluzione 8K e supporto al Quantum HDR 4000. Immancabile anche il Quantum Processor 8K. Se vuoi il top del top, ora sai dove rivolgere il tuo sguardo.

Caratteristiche tecniche

  • Dimensioni e risoluzione – 98 pollici, 8K;
  • Ingressi – 4 HDMI, 3 USB;
  • Supporto HDR – Quantum HDR 4000;
  • Comparto audio – Dolby Digital Plus;
  • Standard TV supportati – DVB-T2.
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.