Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Montaggio video

di

Grazie all’enorme diffusione di smartphone e tablet, ormai siamo diventati un po’ tutti registi. Un conto però, è girare un filmato con il proprio telefonino e un altro è ottenere un video montato come si deve: senza tempi morti, con effetti di transizione, didascalie, musiche di sottofondo e quant’altro.

Ecco il motivo per il quale oggi voglio segnalarti alcuni programmi, app e servizi online per il montaggio video che, grazie alla loro estrema semplicità di utilizzo, consentono a tutti, nessuno escluso, di ottenere filmati di buon livello, anche, eventualmente, includendo foto e immagini varie.

Appena qualche giorno di pratica e ti assicuro che anche tu potrai realizzare video “decenti” da pubblicare online o proiettare in pubblico senza dover chiedere scusa agli spettatori. Allora? Sei pronto? Sì? Grandioso. Mettiamo le chiacchiere da parte e procediamo. Ti auguro, come mio solito, buona lettura e ti faccio un grande in bocca al lupo per ogni cosa.

Indice

Montaggio video PC

Cerchi delle soluzioni per il montaggio video fruibili sia su Windows che su macOS (oltre che su Linux)? Ti accontento subito, le trovi qui di seguito. Nei passi successivi, infatti, ho provveduto a segnalarti quelli che a parer mio rappresentano i migliori programmi per PC della categoria. Mettili alla prova, vedrai che non te ne pentirai.

Avidemux (Windows/macOS/Linux)

Avidemux

Il primo tra i programmi per montaggio video che ti consiglio di prendere in esame è Avidemux. È gratis, disponibile per Window, macOS e Linux e consente di effettuare le più disparate operazioni di editing sui principali formati di file video. Inoltre, è abbastanza semplice da usare e i risultati finali restituiti sono degni di nota.

Per effettuarne il download sul tuo computer, recati sul sito Web del programma e, se stai usando Windows, clicca sul collegamento FossHub relativo alla versione dell’OS installata sul tuo computer (a 64 bit oppure a 32 bit) che trovi sotto la bandierina di Microsoft. Se stai usando macOS, invece, seleziona il collegamento collocato sotto la mela di Apple.

Una volta completato il download, se stai usando Windows, avvia il file .exe ricavato e fai clic sul pulsante nella finestra che compare sullo schermo. Successivamente, premi sui pulsanti Next, I Agree, Next (per altre tre volte di seguito), Install e Finish. Avvia poi il programma richiamandolo dal menu Start oppure mediante il collegamento che è stato aggiunto sul desktop.

Se stai usando macOS, apri il pacchetto .dmg ottenuto e sposta l’icona del programma nella cartella Applicazioni. Successivamente, facci clic destro sopra, seleziona la voce Apri dal menu che compare e clicca sul bottone Apri, nella finestra visualizzata su schermo, in modo tale da aprire Avidemux andando ad aggirare le limitazioni che Apple impone nei confronti delle applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati (operazione che va effettuata solo al primo avvio).

Ora che, a prescindere dal sistema operativo, visualizzi la finestra principale del programma, fai clic sul menu File collocato in alto a sinistra, seleziona la voce Apri da quest’ultimo e apri il video salvato sul tuo computer relativamente al quale desideri andare ad agire.

Serviti ora delle voci collocate sulla barra dei menu in alto per apportare tutte le modifiche del caso. Ad esempio, tramite il menu Video puoi applicare dei filtri, tramite quello Audio puoi aggiungere una traccia audio, mediante il menu Modifica puoi tagliare il filmato ecc.

Per visualizzare in anteprima, tramite il player integrato, il risultato finale ottenuto, clicca sul bottone Play posto in basso. Se il video editato ti convince, esportalo scegliendo il formato di output che preferisci dal menu a tendina Contenitore output (dovresti indicare lo stesso contenitore del video di origine, e selezionare le opzioni Copy dagli altri due menu a tendina, per evitare di effettuare una nuova codifica del video e salvarlo molto rapidamente), cliccando sul pulsante con il floppy disk posto in alto a sinistra e indicando la posizione sul tuo PC per il salvataggio.

Per ulteriori dettagli riguardo il funzionamento del programma, ti rimando alla lettura del mio tutorial dedicato in maniera specifica a come usare Avidemux.

Adobe Premiere (Windows/macOS)

Adobe Premiere

Impossibile parlare di montaggio video senza fare riferimento a Premiere, il famoso software di casa Adobe per Windows e macOS adibito giust’appunto allo scopo in questione. Consente di effettuare praticamente ogni genere d’operazione di editing sui filmati offrendo innumerevoli strumenti avanzati ad hoc. Per poterlo usare bisogna sottoscrivere un abbonamento al servizio Creative Cloud (con costi a partire da 24,39 euro/mese), ma è possibile scaricare la versione di prova gratuita che consente di testare tutte le funzioni del programma per 7 giorni.

Per cui, per scaricare la trial di Adobe Premiere, recati sul sito Internet del programma, clicca sulla voce Versione di prova gratuita che trovi in alto e, nella nuova pagina aperta, fai clic sul pulsante Attiva trial. Compila poi il modulo proposto con i dati richiesti per creare un ID Adobe o per effettuare il login, fornire i dati relativi al pagamento (necessari per abilitare la trial) e scaricare il programma.

A download avvenuto, se stai usando Windows, apri il file .exe ricavato, fai clic sul pulsante Esegui nella finestra che compare sul desktop e attendi che la procedura d’installazione venga avviata e portata a termine in maniera automatica.

Se, invece, stai usando macOS, apri il pacchetto .dmg ricavato, fai doppio clic sull’installer di Adobe Premiere contenuto al suo interno, digita la password del tuo account utente su Mac nel campo apposito e attendi, anche in tal caso, il completamento della procedura d’installazione.

Ora che, a prescindere dal sistema operativo, visualizzi la finestra principale del programma sullo schermo, fai clic sul pulsante Nuovo progetto, seleziona la voce File nel menu in alto a sinistra, scegli l’opzione Importa e apri il video presente sul tuo computer relativamente al quale ti interessa andare ad agire.

Successivamente, trascina il filmato sulla timeline in basso, dove compare la voce Per creare una sequenza trascina qui i file, e facci clic destro sopra per selezionarlo. Seleziona poi la scheda relativa alle operazioni che intendi intraprendere dalla parte in alto della finestra (es. Effetti, Audio, Grafica ecc.) e serviti degli strumenti che trovi a sinistra e a destra per apportare tutte le regolazioni del caso.

Una volta apportate tutte le modifiche, riproduci il filmato in anteprima facendo clic sul bottone Play posto sotto il player a destra. Se il risultato finale ti convince, esporta il video cliccando sul menu File, selezionando l’opzione Esporta da quest’ultimo e, successivamente, l’opzione File Multimediali. Nella nuova finestra aperta, inserisci un titolo per il video e clicca sul pulsante OK per salvarlo sul PC.

Movavi Video Editor (Windows/macOS)

Movavi Video Editor

Un altro tra i software per il montaggio video che voglio suggerirti di prendere in considerazione è Movavi Video Editor. Trattasi di un programma di semplice impiego, compatibile sia con Windows che con macOS e pieno zeppo di funzioni, filtri ed effetti per realizzare bellissimi video usando altri filmati e/o foto.

Consente altresì di acquisire filmati usando la webcam del PC, registrando lo schermo del computer e di arricchire i propri progetti con tantissimi file multimediali presenti in libreria. Purtroppo è a pagamento (costa 29,95 euro), ma è possibile provarlo gratuitamente per 7 giorni con alcune limitazioni, quali: viene aggiunto un watermark ai filmati e viene salvata solo la metà di ogni file audio.

Per effettuarne il download sul tuo PC, se stai usando Windows, visita il sito Internet del programma e clicca sul bottone Scarica gratis. Una volta completato il download, apri il file .exe ricavato, spunta la casella Accetto i termini del contratto di licenza presente nella finestra che si è aperta sul desktop e fai clic sul bottone Installa. A setup completato, esegui il software facendo clic sul pulsante Avvia.

Se, invece, stai usando macOS, recati su quest’altra pagina del sito del software e fai clic sul pulsante Scarica gratis. Ultimato il download, apri il pacchetto .dmg ricavato e fai doppio clic sull’icona del programma presente nella finestra che compare sullo schermo. Premi, dunque, sul pulsante Continua per due volte consecutive, su quello Accetta e sul bottone Installa. Digita poi la password del tuo account utente su macOS e fai clic sui bottoni Installa software e Chiudi.

Adesso che visualizzi la finestra di Movavi Video Editor sullo schermo, seleziona il pulsante Nuovo progetto (per creare un nuovo progetto da zero) oppure il bottone Video rapido (per creare il tuo video seguendo un’apposita procedura passo-passo).

Nel primo caso, seleziona il filmato e/o le foto che vuoi usare per il montaggio video facendo prima clic sul bottone Aggiungi file multimediali. Se, invece, vuoi registrare un video al momento usando la webcam, clicca sul bottone Registra video.

Successivamente, i file multimediali saranno spostati sulla timeline in basso e potrai cominciare ad applicarvi tutte le modifiche del caso selezionando la categoria di riferimento dalla barra laterale di sinistra: Filtri, Transizioni, Titoli, Decorazioni, Didascalie e Panoramica e zoom.

Ulteriori strumenti utili per modificare e migliorare il filmato in fase di creazione li trovi facendo clic sul pulsante Altri strumenti, sempre collocato nella toolbar a sinistra.

Altre funzioni utili per modificare il filmato sono presenti nella barra degli strumenti al centro della finestra. Facendo clic sui pulsanti annessi a quest’ultima, infatti, puoi tagliare il video, regolarne il colore, ruotare il tuo filmato e molto altro ancora.

Una volta apportate tutte le modifiche del caso, riproduzioni un’anteprima del filmato finale cliccando sul pulsante Play situato a destra, sotto il player. Se sei soddisfatto della tua creazione, esporta il video appena montato cliccando sul pulsante Esporta che si trova in basso a destra

Se poi avevi selezionato l’opzione per usufruire della procedura guidata, tutto quello che dovrai fare non sarà altro che trascinare video e foto su cui intervenire nella finestra del programma, selezionare un tema, aggiungere musica ed effetti di transizione seguendo le istruzioni su schermo e, previa visualizzazione dell’anteprima del risultato finale, esportare il video ricavato sul computer sempre seguendo le istruzioni che ti vengono fornite.

Sony Vegas (Windows)

Zoom Sony Vegas Pro

Un altro must have in fatto di montaggio video che a mio avviso non puoi esimerti dal provare è Sony Vegas. Non ne hai mai sentito parlare? Strano, è famosissimo. Ad ogni modo non c’è problema, rimediamo all’istante: trattasi di un celebre software di elaborazione video e audio di stampo commerciale (con prezzi a partire da 149 dollari, a seconda della versione scelta) per soli sistemi operativi Windows. Eventualmente, può essere scaricato in versione di prova gratuita funzionante per 30 giorni.

Per effettuarne il download, recati sul sito Internet del programma e fai clic sul collegamento Download relativo alla versione di Sony Vegas di tuo interesse. Spunta poi la casella Non sono un robot e clicca sul bottone Avvia download.

A download ultimato, apri il file .exe ricavato e attieniti alle indicazioni che ti ho fornito nella mia guida su come scaricare Sony Vegas Pro per finalizzare la procedura d’installazione e attivare la versione di prova del programma.

Una volta visualizzata la finestra principale del software sullo schermo, clicca sul menu File situato in alto a sinistra, fai clic sulle opzioni Import e Media e seleziona il video presente sul tuo computer che desideri elaborare.

In seguito, trascina quest’ultimo sulla timeline del software situata in basso, dopodiché seleziona il filmato e serviti delle voci annesse alle schede sulla sinistra per applicare effetti, transizioni e presets già pronti all’uso, spostandoli nel punto della timeline che preferisci.

Ulteriori comandi utili, in special modo per quanto riguarda le modifiche strutturali, risultano disponibili sulla barra degli strumenti in alto e facendo clic destro sul file posizionato sulla timeline.

Una volta apportate tutte le modifiche, premi sul pulsante Play posto sotto il player sulla destra per visualizzare il filmato finale in anteprima. Se ti convince, puoi esportarlo (anche se tale opzione non è disponibile nella versione di prova del programma) facendo clic sul menu File, selezionando l’opzione Render as da quest’ultimo e premendo sul bottone Render.

iMovie (macOS)

iMovie

Se utilizzi un Mac e i programmi di cui ti ho già parlato non ti hanno convinto in maniera particolare, le tue attività di montaggio video non possono passare che da iMovie, il software di editing video incluso gratuitamente in molti computer di casa Apple (o disponibile in alternativa come download separato e sempre a costo zero sul Mac App Store).

Mi chiedi come fare per potertene iniziare a servire? Te lo indico subito. In primo luogo, avvia il programma richiamandolo dal Launchpad, tramite Spotlight, Siri o dalla cartella Applicazioni del Mac. In seguito, clicca sul pulsante Crea nuovo e scegli, dal menu che compare, se vuoi sfruttare la funzione Filmati (per realizzare un video personalizzato) oppure quella Trailer (per realizzare un video in stile hollywoodiano tramite modelli preimpostati).

In seguito, a prescindere dalla scelta fatta, importa video e/o foto che vuoi utilizzare facendo clic sull’icona della freccia che si trova in alto a sinistra, selezionando il dispositivo e la cartella di riferimento, i file di tuo interesse e facendo clic sul pulsante Importa tutto. Troverai poi i file importanti nella sezione File multimediali presente nella parte sinistra della schermata di iMovie.

Una volta fatto ciò, sposta i tuoi file sulla timeline in basso e serviti delle schede Audio, Titoli, Sfondi e Transizioni che si trovano in alto per aggiungere effetti audio e colonne sonore al video, scritte, sfondi ed effetti di transizione, trascinando gli elementi di tuo interesse nel punto della timeline in cui intendi collocarli.

Nella parte destra della finestra, invece, ci trovi l’anteprima del filmato finale e ulteriori pulsanti e funzioni utili tramite cui regolare il colore, l’audio, la velocità di riproduzione ecc., sempre previa selezione del file aggiunto alla timeline.

A modifiche ultimate, premi sul pulsante Play posto sotto il player per visualizzare il risultato finale in anteprima. Se sei soddisfatto, salva il video facendo clic sull’icona per la condivisione (quella con il rettangolo e la freccia) situata in alto a destra e indica come esportare il filmato mediante il menu che si apre.

Per ulteriori approfondimenti riguardo il funzionamento di iMovie, ti rimando alla lettura dei miei tutorial specifici su come usare iMovie e a quella delle mie guide di approfondimento su come tagliare un video con iMovie, come sovrapporre due video con iMovie, come rallentare un video con iMovie, come ruotare un video con iMovie e come doppiare con iMovie.

Final Cut Pro X (macOS)

Final Cut Pro X

Sempre se quello in tuo possesso è un Mac, puoi rivolgerti anche a Final Cut Pro X per elaborare i tuoi video. Si tratta di un programma molto diffuso e apprezzato, specifico per computer a marchio Apple e destinato agli utenti più esperti, grazie al quale è possibile fare montaggio video applicando svariati effetti speciali e usando innumerevoli funzioni avanzate. È a pagamento (costa 329,99 euro), ma lo si può scaricare in versione di prova gratuita funzionante per 30 giorni senza limitazioni.

Per scaricare Final Cut Pro, recati sul sito Internet del programma e fai clic sul pulsante Free trial situato in alto, compila i campi visualizzati con i dati richiesti e premi sul pulsante Scarica la demo gratuita .

Completato il download, apri il pacchetto dmg ricavato e fai doppio clic sul file .pkg presente al suo interno. Nella finestra che si apre sulla scrivania, premi sul pulsante Continua per due volte di fila, fai clic sui pulsanti Accetta e Installa e digita la password del tuo account utente su macOS per procedere con l’installazione. In seguito, avvia Final Cut Pro X tramite il Launchpad, Spotlight, Siri o mediante la cartella Applicazioni.

Una volta visualizzata la finestra principale del programma, fai clic sulla voce Import media per importare i file nell’area di lavoro del programma. In seguito, seleziona la voce New project posta in basso e trascina i file importati poc’anzi sulla timeline di Final Cut Pro.

Per aggiungere titoli, sfondi ed effetti, fai clic sull’icona della “T” presente in alto a sinistra e scegli quello di tuo interesse. Invece, per applicare modifiche ai file presenti nella timeline fai clic destro su di essi e seleziona una delle voci disponibili dal menu che ti viene mostrato.

Dopo aver apportato tutte le modifiche, riproduci il filmato premendo sul bottone Play posto sotto il player, al centro. Se il risultato finale ti convince, importa il video premendo sul pulsante per la condivisione (quello con il rettangolo e la freccia) presente in alto a destra e selezionando l’opzione Master file.

In seguito, fai clic sulla voce Settings, scegli l’opzione Computer tramite il menu a tendina presente accanto alla voce Format e premi sui pulsanti Next e Save. Fatto!

Montaggio video online

È possibile svolgere lavori di montaggio video anche online, senza installare programmi sul computer. Lo sapevi? No? Beh, ora ne sei al corrente e se la cosa ti interessa qui di seguito trovi indicati quelli che a mio avviso costituiscono i migliori servizi Web della categoria. Provali subito!

WeVideo

WeVideo

Il primo tra i servizi online che ti invito a prendere in considerazione è WeVideo, il quale consente di creare montaggi video partendo da filmati e foto presi dal PC o da servizi come Facebook, Flickr, Google Drive, Dropbox o Instagram in pochissimi clic.

È gratis, ma consente di usufruire di un massimo di 5 minuti di video al mese che possono essere esportati solo con una risoluzione massima di 480p. Per aggirare tale limitazione, occorre sottoscrivere un piano a pagamento (a partire da 4,99 dollari/mese). Da notare che non viene specificato come vengono trattati i file degli utenti dopo essere stati caricati sui server dell’azienda.

Per usare WeVideo, recati sul sito Internet del servizio e registra un account digitando i dati richiesti nei campi appositi che si trovano a destra. Successivamente, fai clic sul pulsante Sign up for WeVideo, scorri la pagina verso il basso e premi sul bottone Try it relativo all’opzione Free. Clicca poi sui pulsanti Continue (per due volte consecutive) e My dashboard.

Adesso, seleziona la voce Media dal menu in cima, clicca sui pulsanti Import e Browse to select, seleziona video e foto che si trovano sul tuo computer che intendi usare per il montaggio e attendi che l’upload venga ultimato. In alternativa, trascina i file direttamente nella finestra del browser oppure prelevali dai servizi di cloud storage e dai social network supportati cliccando sulle relative icone in basso.

Ad upload completato, clicca sulla voce Dashboard posta in cima e scegli l’opzione Create new per creare un nuovo progetto. Dopodiché fai clic sull’icona della cartella che si trova in alto e trascina sulla timeline del servizio, posta in basso, i file multimediali caricati in precedenza.

Personalizza quindi il filmato con testi, musiche, transizioni ed effetti cliccando, rispettivamente, sui pulsanti con la lettera “A”, la nota musicale, il quadrato colorato e metà e quello con il paesaggio, selezionando l’elemento di tuo interesse tra quelli in elenco e trascinandolo nel punto della timeline che preferisci.

Dopo aver apportato tutte le modifiche del caso, visualizza un’anteprima del video finale facendo clic sul pulsante Play collocato sotto il player a destra. Se sei soddisfatto, salva il video cliccando sulla voce Finish che si trova in alto a sinistra, sul bottone Set, scegliendo la qualità di esportazione e premendo sul bottone Finish. Aspetta poi che il video venga elaborato e premi sul pulsante con la freccia verso il basso per effettuarne il download sul computer.

Clipchamp

Clipchamp

In alternativa al servizio online di cui ti ho già parlato, puoi prendere in considerazione l’uso di Clipchamp. Si tratta di un editor video online e a costo zero che consente di creare e modificare filmati apportandovi modifiche ed effetti vari.

Da notare che consente di esportare i video soltanto con una risoluzione pari a 480p. Per aggirare tale limitazione, occorre sottoscrivere un abbonamento a pagamento (al costo di 6 dollari/mese). Per quel che concerne il discorso privacy, i filmati elaborati non vengono caricati sui server dell’azienda.

Per usare Clipchamp, provvedi innanzitutto a collegarti alla pagina principale del servizio. Dopodiché fai clic sul pulsante Iscriviti, seleziona l’opzione Personal nel box sulla destra e, nella nuova pagina che si apre, scegli se registrarti tramite email, mediante l’account Google o quello Facebook selezionando l’opzione di riferimento tra quelle disponibili. In seguito, porta a termine la procedura di registrazione fornendo i dati richiesti.

Dopo aver creato il tuo account sul servizio e a login avvenuto, fai clic sulla voce Skip for now presente nel box visualizzato, premi sul bottone Start a project e su quello Start editing, in modo tale da accedere all’editor video. In seguito premi sui pulsanti Add media (in alto a sinistra) e Browse my files per selezionare e caricare foto e video presenti sul tuo computer che vuoi usare per il montaggio.

Trascina poi i file caricati sulla timeline del servizio, selezionali e clicca sulla voci poste nella barra laterale di sinistra per aggiungere testi, sfondi, effetti di transizione ecc. Se, invece, vuoi applicare delle modifiche più, per così dire, strutturali, seleziona, di volta in volta, i file aggiunti alla timeline e servirti degli strumenti annessi al box che compare in alto per, ad esempio, bilanciare i colori, applicare filtri ecc.

A modifiche completate, premi sul pulsante Play posto sotto il player (a destra) per visualizzare il tutto in anteprima. Se il risultato finale ti convince, clicca sul pulsante Export video collocato in alto a destra, premi sul bottone Export in 480p, attendi che il video venga elaborato e, a procedura ultimata, partirà automaticamente il download del file finale.

Montaggio video Android

actiondirector video testi

Considerando il fatto che moltissimi video vengono ormai girati con smartphone e tablet, avere a disposizione un’app mediante cui compiere operazioni di montaggio video direttamente da tali device anziché importare tutto sul PC può fare decisamente comodo.

A tal proposito, per quel che concerne il versante Android ti consiglio ActionDirector. Si tratta di un’applicazione sviluppata da CyberLink che consente di creare e modificare i video aggiungendovi vari elementi decorativi. È gratis, ma offre acquisti in-app (a partire da 4,29 euro/mese) per rimuovere il watermark che viene applicato ai filmati elaborati e per sbloccare altre funzioni aggiuntive.

Per scaricare l’applicazione sul tuo smartphone o tablet, visita la relativa sezione del Play Store e fai clic sul bottone Installa. Successivamente, avvia l’app premendo sul bottone Apri comparso su schermo.

Una volta visualizzata la schermata principale di ActionDirector, fai tap sul bottone Modifica e seleziona il filmato di tuo interesse dalla galleria del dispositivo premendo sul bottone [+] che ci trovi accanto.

Successivamente, premi sul pulsante con il simbolo della spunta e fai tap sui pulsanti posti in basso per apportare tutte le modifiche del caso. Ad esempio, premendo sul bottone Titolo puoi aggiungere testi al video, premendo su quello Colore puoi regolare il colore, facendo tap su quello Sticker puoi aggiungere degli adesivi ecc. Il bottone Modifica, invece, ti consente di accedere agli strumenti utili per tagliare il video, ruotarlo e via discorrendo.

Una volta apportate tutte le modifiche del caso, premi sul pulsante Play per visualizzare il filmato in anteprima. Se sei soddisfatto, fai tap sulla voce Produci che si trova in alto a destra, scegli la risoluzione che vuoi conferire al file di output e premi sul pulsante Inizio per esportare il file finale sulla memoria dello smartphone o del tablet.

Montaggio video iPhone e iPad

App iMovie

iMovie, il programma per macOS di cui ti ho parlato nel passo a inizio guida, è disponibile anche in una versione mobile per dispositivi iOS, la quale riprende bene o male quelle che sono le principali caratteristiche della controparte per computer. È gratis, facile da usare e i risultati finali che vengono restituiti sono degni di nota. Insomma, fossi in te la proverei subito!

Per scaricare l’app sul tuo dispositivo, accedi alla relativa sezione di App Store, premi sul pulsante Ottieni/Installa e autorizza il download tramite Face ID, Touch ID o password. In seguito, avvia iMovie facendo tap sul bottone Apri comparso sullo schermo.

Ora che visualizzi la schermata principale dell’applicazione, premi sul pulsante Crea progetto e fai tap sull’opzione Filmato (per iniziare da un progetto vuoto) o su quella Trailer (per utilizzare uno dei modelli predefiniti disponibili).

In seguito, premi sul pulsante [+] per selezionare video e foto dalla galleria di iOS e importare il tutto sulla timeline dell’app. Se, invece, i file di riferimento si trovano su iCloud, seleziona l’opzione iCloud Drive e prelevali da lì.

Successivamente, per apportare modifiche ai file posti sulla timeline fai tap sul bottone con l’ingranaggio situato in basso a destra e scegli filtri e temi di tuo interesse. Se vuoi, puoi anche aggiungere la musica del tema scelto e gli effetti di dissolvenza. Per applicare le modifiche apportate, fai tap sulla voce Fine posta in alto a destra.

Se poi desideri aumentarne o diminuirne la velocità di riproduzione, aggiungere del testo al filmato in elaborazione e apportare varie altre modifiche, seleziona foto e video sulla timeline e serviti dei pulsanti che vedi comparire in basso.

Completata l’operazione di montaggio video, premi sul pulsante Play per visualizzare il filmato in anteprima. Se ti convince, esporta il video premendo sulla voce Fine in alto a sinistra, facendo tap sull’icona della condivisione (quella con il rettangolo e la freccia) e scegliendo l’opzione che preferisci dal menu che si apre.

Montaggio video YouTube

Editor di YouTube

Se ti sei avvicinato da poco al mondo di YouTube in qualità di YouTuber, devi sapere che il famoso servizio per lo streaming dei filmati di casa Google offre degli interessanti strumenti per il montaggio video che risultano integrati direttamente nella piattaforma. Anche se un po’ nascosto rispetto ad altre funzioni del sito, infatti, c’è un potentissimo tool che permette di fare praticamente tutto: tagliare e unire scene dei video, modificare la loro velocità, aggiungere musiche di sottofondo, inserire didascalie e molto altro ancora.

Il tool in questione è fruibile sia da Web, accedendo quindi al sito Internet di YouTube da computer, che da app, sfruttando l’app ufficiale del servizio disponibile per Android e iOS e, ancor meglio, l’applicazione YouTube Creator, sempre disponibile per Android e iOS ma specifica per l’elaborazione dei filmati (e quindi comprensiva di un maggior numero di funzioni).

Per approfondimenti a riguardo, ti rimando alla lettura del mio tutorial dedicato esclusivamente a come editare un video su YouTube.