Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Siti per scaricare musica gratis

di

Stai cercando dei brani da usare come sottofondo musicale per un video ma non vuoi spendere soldi e, soprattutto, non vuoi incappare in problemi legati al diritto d’autore? Ti piacerebbe trovare un modo facile, veloce e soprattutto legale per arricchire la tua libreria musicale? Se la risposta a queste domande è affermativa, direi che sei capitato sul tutorial giusto, in un momento che non poteva essere migliore.

In questa mia guida, infatti, provvederò a segnalarti una serie di utilissimi siti per scaricare musica gratis: grazie ad essi, potrai reperire tutto quello di cui hai bisogno, da brani “free” da riutilizzare nei tuoi progetti, sia personali che commerciali, a opere di artisti emergenti, passando per colonne musicali distribuite sotto licenza Creative Commons ed effetti sonori di vario genere.

Allora? Si può sapere che aspetti a cominciare? Ci sono tantissimi brani che non aspettano altro che essere scaricati. Suvvia, dunque, posizionati bello comodo, prenditi un po’ di tempo libero soltanto per te e inizia subito a concentrarti sulla lettura di quanto riportato qui di seguito. Sono sicuro che, alla fine, potrai dirti ben felice e soddisfatto del materiale trovato. Scommettiamo?

Indice

Siti per scaricare musica gratis online

Come ti dicevo in apertura del tutorial, in Rete sono disponibili numerosi siti per scaricare musica gratis online. Per scoprire quali sono, a mio modesto avviso, i migliori della categoria, prosegui pure nella lettura: li trovi segnalati qui di seguito.

Archive.org

Archive.org

Il primo tra i siti per scaricare musica gratis che ti consiglio di prendere in considerazione è Archive.org. Si tratta di un portale che ha l’ambizioso scopo di consentire l’accesso universale alla conoscenza, missione che cerca di compiere raccogliendo, e quindi mettendo a disposizione del pubblico, contenuti culturali di vario genere: libri, film, videogame, siti Internet e molto altro ancora, brani musicali inclusi, ovviamente. La sua sezione dedicata alla musica ospita migliaia di canzoni e album non più protetti da copyright, vecchie registrazioni radio, registrazioni live di concerti e tanti altri contenuti interessanti.

Per servirti di Archive.org per il tuo scopo, visita la sezione del sito dedicata alla musica e scegli una delle categorie elencate al centro della pagina: Live Music Archive per le registrazioni delle esibizioni live, Radio Programs per le registrazioni radiofoniche, Community audio per brani musicali “sparsi” e così via.

Se procedendo come ti ho appena indicato non riesci a reperire nulla di interessante, puoi aiutarti nell’individuazione dei contenuti tramite i filtri che trovi nella barra laterale di sinistra. Puoi anche effettuare una ricerca diretta, digitando la keyword di tuo interesse nel campo di testo apposito che trovi nella parte in alto a destra della schermata del sito.

Quando trovi un contenuto musicale che ti piace, fai clic sul suo titolo e riproducilo in anteprima dal browser, premendo sul pulsante Play annesso al player che compare. Se il contenuto scelto ti convince, avviane il download selezionando uno dei formati di file elencati nella barra laterale di destra. Tieni però presente che non tutti i file audio possono essere scaricati: alcuni di essi sono disponibili solo per lo streaming.

Jamendo

Jamendo

Jamendo è un vero e proprio punto di riferimento per il mondo della musica indipendente online, ospita le opere di artisti e band di tutto il mondo che cercano un modo per diffondere i propri lavori a quanta più gente possibile. Tutti i brani disponibili su Jamendo si possono ascoltare e scaricare liberamente, ma alcuni di essi, quelli distribuiti sotto licenza Creative Commons, si possono anche riutilizzare in progetti personali.

Per servirti di Jamendo, collegati alla pagina iniziale del sito e fai clic sul pulsante Inizia. Nella nuova pagina che a questo punto ti viene mostrata, clicca sul bottone Accedi che si trova in alto a destra, seleziona il collegamento Registrati presente nel riquadro che compare e registrati sul sito con il tuo indirizzo email oppure effettua il login tramite l’account Facebook o l’account Google.

Ad accesso avvenuto, ti ritroverai al cospetto della pagina principale del servizio, con i contenuti musicali di maggior successo e quelli in evidenza. Se vuoi, però, puoi dare un’occhiata ai brani disponibili su Jamendo in base al loro genere musicale facendo clic sul menu a tendina Tutti i generi posto in alto e selezionando un genere tra quelli in elenco.

Puoi altresì decidere di ordinare i contenuti in maniera differente, scegliendo l’opzione che preferisci dal menu a tendina Il meglio di. In alternativa, puoi cercare i contenuti in maniera diretta, digitando la parola chiave di tuo interesse nel campo Cerca musica indipendente che si trova in alto.

Per consultare l’elenco completo di tutti i brani e gli album, invece, fai clic sulla voce Scopri presente nella barra laterale a sinistra, seleziona la scheda #Communities e clicca sul genere che ti interessa. Successivamente, seleziona la scheda Brani per visualizzare l’elenco delle canzoni disponibili, quella Album per l’elenco degli album oppure quella Artisti per accedere alla lista dei cantanti e delle band.

Quando trovi della musica che ritieni possa piacerti, riproducila in anteprima facendo clic sul relativo pulsante Play e se intendi effettivamente procedere con il download clicca prima sulla freccia che si trova accanto al suo titolo e poi premi premi sul pulsante Download gratuito per usi personali qualità MP3.

Ti faccio notare che se hai necessità di riutilizzare i brani nei progetti commerciali, puoi rivolgerti al servizio Jamendo Licensing che per pochi euro al mese permette di accedere a un vastissimo catalogo composto da brani e colonne sonore di ogni genere.

Ti segnalo, inoltre, che Jamendo è disponibile come app per smartphone e tablet Android e per dispositivi iOS/iPadOS.

Free Music Archive

Free Music Archive

Tra i siti Web consigliati per reperire nuova musica a costo zero c’è anche Free Music Archive, il quale, come suggerisce facilmente il nome, ospita centinaia di brani che si possono scaricare liberamente da Internet in quanto non più protetti da copyright o concessi gratuitamente al pubblico da parte dei rispettivi autori. Date le sue caratteristiche, può quindi essere considerato uno degli migliori siti per scaricare musica gratis senza copyright.

Per visionare i contenuti disponibili su Free Music Archive, collegati alla home page del sito e fai clic sul pulsante Search FMA che si trova in alto a destra, dopodiché porta il puntatore del mouse sul menu Genres presente in cima alla schermata e seleziona il genere musicale di tuo interesse tra quelli in elenco, in modo da poter visualizzare tutti i brani corrispondenti.

In alternativa, puoi visualizzare i contenuti musicali disponibili su Free Music Archive in base al successo riscosso, portando il puntatore del mouse sul menu Charts presente sempre in alto e selezionando poi la classifica settimanale, quella mensile o quella complessiva. Puoi anche effettuare una ricerca per parola chiave, digitando la keyword di tuo interesse nel campo Search, cliccando sul bottone con la lente d’ingrandimento per avviare la ricerca e usando i filtri nella parte in alto della pagina per affinare la visualizzazione dei risultati.

Quando trovi un brano che pensi possa piacerti, fai clic sul relativo pulsante Play per riprodurlo dal browser. Se il contenuto musicale da te scelto ti convince e intendi effettuarne il download, per procedere clicca sull’icona della freccia che trovi a destra e sul collegamento I understand and agree.

ccMixter

ccMixter

Se hai bisogno di reperire musica da usare per progetti di vario genere e se ti piacciono i remix, ti suggerisco vivamente di dare un’occhiata a ccMixter. Come lascia intendere il nome stesso, si tratta, infatti, di un sito che promuove la cultura del remix fornendo contenuti musicali sotto licenza Creative Commons.

Per potertene servire, collegati alla home page di ccMixter e clicca sulla voce tag seach che si trova in alto, in modo da filtrare i contenuti disponibili in base al tag con cui sono stati contrassegnati, sputando le caselle relative a generi, strumenti e stili di tuo interesse che trovi nei box in alto. Se lo ritieni necessario, puoi filtrare maggiormente i contenuti facendo clic sul pulsante filters e intervenendo dal menu che si apre.

In alternativa a come ti ho appena indicato, puoi decidere di visionare solo i contenuti audio concepiti specificamente per produzioni video, videogame e per il libero utilizzo commerciale, facendo clic sulla voce featured collocata in alto a destra e selezionando l’opzione che preferisci dal menu che compare. Puoi altresì effettuare una ricerca per parola chiave, digitando quella di tuo interesse nel campo di testo in cima alla pagina e cliccando sul pulsante con la lente d’ingrandimento adiacente.

Una volta visualizzato l’elenco dei file audio disponibili, individua quello che ritieni possa interessarti e fai clic sul relativo pulsante Play per poterlo riprodurre in anteprima dal browser. Se poi desideri effettuarne il download sul tuo computer, per procedere clicca anche sul bottone con la nuvola con al centro una freccia e successivamente sul pulsante Download.

SoundCloud

SoundCloud

Pur avendolo incluso in questa mia rassegna dedicata ai siti per scaricare musica gratis, in realtà SoundCloud è, piuttosto, una piattaforma musicale attraverso la quale musicisti e deejay di tutto il mondo condividono i propri lavori online. Al suo interno è possibile trovare produzioni originali e remix di brani molti famosi, ma purtroppo non tutti sono disponibili per il download, alcuni si possono ascoltare solo in streaming.

Premesso ciò, per usare SoundCloud per scaricare musica, collegati alla relativa home page e comincia a dare un’occhiata alle playlist più apprezzate del momento, facendo clic sul pulsante Esplora le playlist di tendenza che si trova in basso.

In alternativa a come ti ho spiegato poc’anzi, puoi decidere di effettuare una ricerca diretta, digitando la parola chiave di tuo interesse nel campo di testo apposito e selezionando il suggerimento pertinente.

Quando trovi qualche contenuto audio che ritieni possa interessarti, fai clic sul suo titolo e riproducilo in streaming premendo sul pulsante Play annesso al player, così da assicurarti che possa piacerti. Se poi sei effettivamente intenzionato a procedere con il download (ammesso che ciò sia possibile), fai clic sull’icona della freccia che compare sulla destra. Tieni presente che i brani vengono scaricati quasi sempre da siti esterni a SoundCloud, per cui non “spaventarti” se vieni reindirizzato automaticamente altrove.

Se la cosa può interessarti, ti comunico che SoundCloud è disponibile anche come app per device mobile Android e iOS/iPadOS.

Unminus

Unminus

Se vuoi scaricare della musica di qualità da usare nei tuoi progetti, ti suggerisco di fare un salto anche su Unminus. Trattasi di un sito su cui sono presenti numerosi file audio che possono essere impiegati, per l’appunto, in qualsiasi tipo di progetto, sia personale che commerciale, in maniera del tutto gratuita e senza andare a violare nessun copyright.

Per servirtene, recati sulla relativa home page e da’ un’occhiata ai contenuti in evidenza che ti vengono proposti in automatico scorrendo la pagina, alla ricerca di eventuali file audio che possano interessarti.

Se procedendo così come ti ho appena indicato non riesci a trovare dei brani interessanti, puoi anche effettuare una ricerca diretta cliccando sull’icona con la lente d’ingrandimento che si trova in alto a destra, digitando la parola chiave di riferimento nel campo di testo che compare e premendo poi il tasto Invio sulla tastiera.

Quando trovi un file audio che ritieni possa piacerti, riproducilo in anteprima facendo clic sul relativo pulsante Play. Se ti convince e intendi quindi effettuarne il download, clicca sulla voce Download presente in sua corrispondenza per procedere.

Altri siti per scaricare musica gratis MP3

NoiseTrade

Nessuno dei portali che ti ho già segnalato ti ha convinto in maniera particolare e, dunque, ti piacerebbe che ti suggerissi altri siti per scaricare musica gratis MP3? Detto, fatto. Li trovi elencati proprio qui sotto.

  • NoiseTrade — si tratta di un portale che ospita innumerevoli brani realizzati da artisti e band indipendenti in cerca di visibilità. I contenuti disponibili sono tutti di alta qualità e proprio per questo viene considerato come uno tra i migliori siti per scaricare musica gratis sul PC.
  • Incompetech — sito Internet che offre decine di brani royalty-free che si possono ascoltare, scaricare e riutilizzare liberamente in altri progetti (entro i termini delle licenze d’uso previste dagli autori).
  • Musopen — è un sito che fornisce musica con copyright scaduto. È possibile cercare nuovi brani per compositore, esecutore, strumento o periodo. È l’ideale soprattutto per quel che concerne la musica classica.
  • Zedge — è praticamente uno dei più famosi siti dedicati alla personalizzazione dei cellulari ed è una vera e propria pietra miliare per quel che riguarda il download gratuito di nuovi file audio da impostare come suonerie.
  • Audiko — è un altro sito Web che permette di scaricare gratuitamente toni di chiamata per tutti i gusti e per tutte le esigenze, direttamente dalla finestra del browser.

Servizi per lo streaming musicale

Cuffie musica

In conclusione, mi sembra doveroso menzionare anche i servizi per lo streaming musicale. Considerando la loro natura, parlarne in una guida incentrata sui migliori siti per scaricare musica gratis potrebbe sembrare fuori luogo, ma in realtà non è così. La maggior parte di questi servizi, infatti, permette il download di brani, album e playlist, in modo da offrire la possibilità di riprodurre i contenuti di tuo interesse anche in assenza di una connessione a Internet.

L’unica cosa di cui va tenuto conto è che la funzione per scaricare i brani offline è riservata agli utenti che decidono di sottoscrivere un piano a pagamento, il quale, però, in genere può essere testato gratis e senza obbligo di rinnovo per un periodo di tempo limitato, a patto di essere nuovi iscritti.

Ciò detto, se desideri approfondire la questione, qui sotto trovi elencati quelli che sono i migliori servizi per lo streaming musicale attualmente disponibili e le relative caratteristiche.

  • Spotify — è stato uno tra i primi servizi per lo streaming musicale ad affacciarsi sul mercato italiano e a oggi continua da essere uno dei servizi di questo tipo più usati e apprezzati. È disponibile tramite player Web, come client per Windows e macOS, come app per Android e iOS/iPadOS e su molti altri dispositivi, come le console PlayStation e gli Amazon Echo. Propone un piano di base gratuito con spot pubblicitari e limitazioni varie, come l’impossibilità di scaricare i brani per l’ascolto offline, e un piano a pagamento, avente un costo pari a 9,99 euro/mese (oppure 119,88 euro/anno), che può essere provato gratuitamente per 1 mese dai nuovi iscritti. Per maggiori informazioni, ti consiglio di leggere la mia guida specifica su come funziona Spotify.
  • Apple Music — come intuibile, è il servizio per lo streaming musicale di casa Apple. Ha un database estremamente ricco e in continuo aggiornamento e include la Libreria musicale di iCloud, la quale consente di caricare sul cloud di Apple e di sincronizzare su tutti i propri dispositivi i brani preferiti (anche quelli che non fanno parte del catalogo del servizio). Si può usare via Web (ancora in versione beta) e su computer tramite iTunes (su Windows e su macOS 10.14 Mojave o versioni precedenti, su cui il programma è preinstallato) e l’applicazione Musica (preinstallata su macOS 10.15 Catalina e versioni successive), mentre su smartphone e tablet il servizio è integrato nell’app Musica per iOS/iPadOS ed è fruibile sotto forma di app dedicata per Android. È altresì compatibile con Amazon Echo. Costa 9,99 euro/mese (oppure 99 euro/anno), ma i nuovi utenti possono provare il servizio gratis per 3 mesi. Per approfondimenti, consulta il mio tutorial su come funziona Apple Music.
  • Amazon Music — è il servizio per lo streaming musicale di Amazon e vanta un catalogo comprensivo di oltre 70 milioni di brani. Si può usare tramite il client Web, per Windows e per macOS, mediante l’p app per Android e iOS/iPadOS e su Amazon Echo. Costa 9,99 euro/mese (oppure 99 euro/anno per i clienti Prime), ma i nuovi utenti possono provarlo a costo zero per 30 giorni. Inoltre, tutti gli abbonati ad Amazon Prime possono usare gratuitamente a una versione ridotta del servizio, la quale offre l’accesso a 2 milioni di brani. Per saperne di più, leggi il mio post su come funziona Amazon Music Unlimited.
  • YouTube Music — si tratta del servizio per lo streaming musicale ufficiale di YouTube e sfrutta il relativo database. Si può usare gratuitamente, ma per l’ascolto offline, per rimuovere gli annunci pubblicitari e per accedere al altre funzioni aggiuntive bisogna sottoscrivere l’abbonamento a pagamento, che presenta un costo pari a 9,99 euro/mese. I nuovi utenti, però, possono testare il servizio gratis per 30 giorni. È accessibile da client Web e come app per Android e iOS/iPadOS e tramite vari altri dispositivi, come lo smart speaker Google Home. Per saperne di più, ti suggerisco di consultare la mia guida su come funziona YouTube Music.

Attenzione: scaricare abusivamente da Internet della musica protetta da copyright è illegale. Questo tutorial è stato scritto a puro scopo illustrativo, non è mia intenzione incentivare la pirateria e pertanto non mi assumo alcuna responsabilità su come utilizzerai le informazioni contenute in esso.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.