Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come scaricare musica MP3 gratis velocemente

di

Sei stanco di ascoltare sempre gli stessi brani in “loop” sul tuo smartphone? Vorresti scaricare qualche nuova canzone da Internet ma non ti va di perdere tempo con la configurazione di complicati programmi? Ho io la soluzione che fa per te. Anzi, ne conosco un bel po’ che potrebbero fare al caso tuo!

Ormai esistono diversi software, servizi online e applicazioni che permettono di scaricare musica MP3 gratis velocemente. Basta solo sapere quali sono i più affidabili e imparare a sfruttarli per bene: proprio quello che ho in mente di svelarti oggi. Sempre a tal proposito, si rivelano altresì ottimi i servizi per l’ascolto della musica in streaming, che offrono anche la possibilità di scaricare localmente i brani di proprio interesse.

Suvvia, dunque, prenditi cinque minuti liberi e mettiti subito all’opera seguendo le indicazioni che sto per darti! Scommetto che resterai meravigliato dalla quantità di buona musica che si può scaricare gratuitamente da Internet in una manciata di secondi!

Indice

Come scaricare musica MP3 gratis sul PC

Ti interessa capire come scaricare musica MP3 gratis sul PC, ovvero quali sono i software che hai dalla tua per reperire della musica su Windows, macOS e Linux? Allora prosegui pure nella lettura. Qui sotto, infatti, trovi segnalati quelli che, a mio modesto avviso, rappresentano i migliori programmi della categoria.

qBittorrent (Windows/macOS/Linux)

qBitTorrent

La prima soluzione che ti consiglio di prendere in considerazione per scaricare musica MP3 gratis velocemente sul tuo computer è qBittorrent, che è gratis, open source e funzionante su Windows, macOS e Linux.

Nel caso in cui non ne avessi mai sentito parlare, si tratta di un client per la condivisione e la ricerca dei file sulla rete BitTorrent, uno dei network P2P più usati al mondo e all’interno del quale è possibile trovare tantissimi album musicali, oltre che brani singoli (sebbene in quantità minore). Da notare che scaricando contenuti molto condivisi, i download possono raggiungere delle velocità decisamente interessanti.

Per eseguire il download di qBittorrent sul tuo computer, collegati al relativo sito Internet e, se stai usando Windows, fai clic sul collegamento 32-bit & 64-bit installers che si trova accanto alla bandierina del sistema operativo Microsoft, dopodiché seleziona, nella nuova pagina che si apre, la voce qBittorrent Windows x64 (se stai usando Windows a 64 bit) oppure quella qBittorrent Windows (se stai usando Windows a 32 bit).

Completato lo scaricamento, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che compare sul desktop, clicca sui pulsanti , OK e Avanti. Seleziona quindi la casella Accetto le condizioni della licenza e concludi il setup, facendo clic sui pulsanti Avanti (per due volte consecutive), Installa e Fine.

Se stai usando macOS, invece, dopo aver aperto il sito del programma, per effettuare il download di qBitTorrent, clicca sul link DMG che trovi in corrispondenza del logo di Apple e seleziona la voce qBittorrent Mac OS X.

A download ultimato, apri il pacchetto .dmg ottenuto, sposta l’icona di qBittorrent nella cartella Applicazioni del computer, facci clic destro sopra e seleziona la voce Apri dal menu contestuale, dopodiché premi sul bottone Apri in risposta all’avviso che compare sulla scrivania, in modo da avviare il software andando ad aggirare le limitazioni imposte da Apple verso le applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati (operazione che va eseguita solo al primo avvio).

Ora che visualizzi la finestra di qBittorrent, clicca sul menu Visualizza situato in alto a sinistra e scegli la voce Motore di ricerca a esso annessa, per abilitare il motore di ricerca incluso nell’applicazione. Se stai usando Windows e ti viene chiesto di installare Python, accetta: si tratta di un componente gratuito indispensabile per il funzionamento dello strumento in questione.

Una volta compiuti i passaggi di cui sopra, seleziona la scheda Ricerca dalla finestra principale di qBittorrent, scegli l’opzione Musica nel menu a tendina Tutte le categorie e cerca un album o un brano, digitandone il titolo nella casella di testo a sinistra e schiacciando il tasto Cerca adiacente.

Quando compaiono i risultati della ricerca, disponili in ordine di seeders (vale a dire di fonti disponibili), selezionando la voce apposita che trovi nel riquadro al centro, e fai doppio clic sul nome del file di tuo interesse per avviarne il download (cercando di scegliere quello con il maggior numero di fonti all’attivo).

Per approfondimenti riguardo il funzionamento del programma e, qualora necessario, per capire come aprire le relative porte nel router (operazione fondamentale per velocizzare al massimo i download), ti suggerisco di consultare il mio tutorial specifico su come usare qBittorrent.

Lacey (Windows)

Lacey

Un’altra soluzione che ti consiglio vivamente di prendere in considerazione è Lacey, un programmino gratuito per Windows che consente di scaricare brani MP3 (e video) da vari servizi online, in maniera incredibilmente semplice e rapida.

Per scaricare il programma sul tuo computer, visita il relativo sito Web e e fai clic sulla voce Free Download Lacey.zip che si trova a metà pagina. A download completato, apri l’archivio ZIP appena scaricato, estraine il contenuto in una cartella a tua scelta e avvia il file .exe presente al suo interno.

Ora che visualizzi la finestra del programma sul desktop, per cercare una canzone, clicca sul bottone con la freccetta presente in alto e seleziona i nomi dei servizi dei quali vuoi avvalerti per il download dei brani; dopodiché digita il titolo del brano da scaricare nella casella di testo collocata sempre in alto e clicca sul bottone Search adiacente.

Completata la ricerca, fai doppio clic sul nome del file che vuoi ottenere e questo verrà aggiunto ai download. Recandoti poi nella scheda Downloads, sulla sinistra, potrai sia monitorare lo stato dei download che aprire i brani scaricati ed eventualmente convertire i video prelevati da Internet in MP3. Per compiere quest’ultima operazione, fai clic destro sul video da convertire in Lacey e seleziona la voce Convert to MP3 dal menu che si apre.

Altre soluzioni per scaricare musica MP3 gratis sul PC

Cercare file con eMule

Nessuna delle soluzioni per scaricare musica MP3 gratis velocemente che ti ho già suggerito ti ha convinto in maniera particolare? Vorresti sapere se esistono altre soluzioni valide? Certo che sì! Le trovi indicate proprio nell’elenco sottostante.

  • JDownloader (Windows/macOS) – rinomato download manager gratuito e open source. È in grado di “intercettare” i file audio presenti online (oltre che i video e le immagini) e di scaricarli. Supporta tutti i più diffusi siti di hosting e di video sharing. Per approfondimenti, ti consiglio la lettura della mia guida su come usare JDownloader.
  • eMule (Windows) – software per Windows, totalmente gratuito e open source, considerando il re indiscusso per il P2P fino a qualche anno addietro. Adesso è caduto parecchio in disuso, ma continua comunque a essere un ottimo strumento tramite cui ottenere contenuti interessanti, in special modo in ambito musicale, offrendo la possibilità di reperire numerosi brani e album che sarebbe difficile trovare altrove. Per approfondimenti, leggi la mia guida specifica su come usare eMule.
  • aMule (macOS/Linux) – è una variante del software specifica per macOS e Linux e ne riprende in maniera fedele, o quasi, il funzionamento e le caratteristiche. Per saperne di più, consulta il mio articolo su come impostare eMule su Mac.

Come scaricare musica MP3 gratis senza programmi

Non vuoi o non puoi installare nuovi software sul tuo computer e ti piacerebbe allora capire come scaricare musica MP3 gratis senza programmi? Ti accontento immediatamente. Qui di seguito, per l’appunto, trovi segnalati quelli che ritengo essere i più interessanti servizi online adatti allo scopo. Provali subito!

Motori di ricerca MP3

MP3Juice

Probabilmente non ne eri a conoscenza, ma devi sapere che in Rete esistono dei motori di ricerca MP3, i quali indicizzano i brani musicali ospitati da numerosi siti Internet, servizi di file hosting e social network e consentono di effettuarne il download gratuito. Solitamente, inoltre, non è necessario installare alcuna estensione o plugin per poterli sfruttare.

Tra le varie soluzioni disponibili, puoi valutare di affidarti a MP3Juice. Per usarlo, recati sulla relativa home page, digita il titolo della canzone che vuoi scaricare nel campo al centro, scegli dal menu a tendina laterale come ordinare i risultati e premi sul bottone Search, in modo da avviare la ricerca.

Quando individui una canzone di tuo interesse, per procedere con il download, fai clic sul pulsante Download che trovi accanto al suo titolo e premi sul bottone Download nella nuova pagina che si apre.

Qualora MP3Juice non dovesse soddisfarti, puoi prendere in considerazione l’uso di soluzioni alternative, come DownloadAnySong e AmoyShare Free MP3 Finder, che risultano essere altrettanto valide.

Jamendo

Jamendo

Se cerchi MP3 gratis da scaricare sul tuo PC e da utilizzare in progetti di vario genere, come video da postare su YouTube o presentazioni pubbliche, puoi affidarti a Jamendo. Si tratta di un sito Internet molto popolare in cui artisti emergenti e band di tutto il mondo condividono la propria musica per consentirne l’ascolto e il download da parte dei visitatori. Fra le centinaia di brani disponibili su Jamendo, come appena accennato, ci sono anche opere rilasciate sotto licenza Creative Commons che possono essere utilizzate in progetti personali.

Per usufruire del servizio, recati sulla home page di Jamendo e clicca sul pulsante Inizia. Nella nuova pagina che si apre, premi sul bottone Accedi posto in alto a destra, seleziona il collegamento Registrati annesso al riquadro che compare e crea un account sul sito con il tuo indirizzo email oppure esegui il login tramite l’account Facebook o con l’account Google.

Dopo aver effettuato la registrazione, potrai visualizzare la pagina principale del servizio, con i contenuti musicali di maggior successo e quelli in evidenza. Per “sfogliare” i brani disponibili su Jamendo in base al genere musicale di appartenenza, invece, fai clic sul menu a tendina Tutti i generi posto in alto e seleziona un genere tra quelli elencati.

Puoi anche decidere di ordinare i contenuti in modo diverso, scegliendo l’opzione che preferisci tramite il menu Il meglio di. In alternativa, puoi cercare un brano o un album per parola chiave, digitando quella di tuo interesse nel campo Cerca musica indipendente che si trova in alto.

Per consultare l’elenco completo di tutti i brani e gli album, invece, clicca sulla voce Scopri presente nella barra laterale a sinistra, seleziona la scheda #Communities e clicca sul genere che ti interessa. A questo punto, seleziona la scheda Brani per visualizzare l’elenco delle canzoni disponibili, quella Album per l’elenco degli album oppure quella Artisti per accedere alla lista dei cantanti e delle band.

Quando individui un brano o un album che ritieni possa piacerti, per effettuarne il download, clicca prima sulla freccia che si trova accanto al suo titolo e poi premi premi sul pulsante Download gratuito per usi personali qualità MP3.

Ti faccio notare che se hai bisogno di scaricare dei brani da riutilizzare in progetti commerciali, puoi rivolgerti a Jamendo Licensing che sottoscrivendo un apposito abbonamento (al costo di 79 euro/mese oppure di 799 euro/anno) permette di ottenere tantissimi brani da riutilizzare per scopi professionali.

Altre soluzioni per scaricare musica MP3 gratis sul PC

Unminus

In Rete sono disponibili anche altre soluzioni tramite cui si possono reperire brani musicali da includere nei propri progetti oppure per scaricare musica di artisti emergenti ma non per questo meno bella o, ancora, canzoni sulle quali non vige più alcun copyright. Se la cosa ti interessa, da’ subito un’occhiata ai siti segnalati nell’elenco sottostante.

  • Unminus – portale su cui sono presenti tantissimi file audio utilizzabili in tutti i tipi di progetti, personali e commerciali, senza violare il copyright.
  • Free Music Archive – si tratta di un altro sito che propone tanta buona musica da ascoltare, scaricare e perfino riutilizzare gratis in vari progetti. Non richiede registrazioni ed è estremamente facile da usare.
  • Archive.org – è uno di quei siti che non dovrebbe mai mancare fra i segnalibri del browser. Il suo scopo è consentire l’accesso universale alla conoscenza, di conseguenza al suo interno è possibile trovare qualsiasi genere di contenuto: dagli album musicali ai libri, dai film ai videogiochi, tutto distribuito legalmente a costo zero.

Come scaricare musica MP3 gratis su Android e iOS/iPadOS

Fildo

Se utilizzi poco il computer e, di conseguenza, ti interessa capire come scaricare musica MP3 gratis su Android e iOS/iPadOS, puoi valutare di affidarti alle applicazioni per smartphone e tablet che trovi segnalate proprio qui di seguito. Ti anticipo però che si tratta perlopiù di soluzioni per Android. Per iOS e iPadOS, invece, a causa delle politiche particolarmente restrittive imposte de Apple, soluzioni del genere vengono spesso rimosse dall’App Store.

  • Jamendo (Android/iOS/iPadOS) – è l’app ufficiale del sito per la musica indipendente che ti ho segnalato nelle righe precedenti. Usandola si possono scovare tantissimi brani da riprodurre e scaricare a costo zero. Il download delle canzoni, però, è possibile solo su Android.
  • TinyTunes (Android) – celebre applicazione gratuita per scaricare musica su Android. Consente di cercare e scaricare file audio d’ogni sorta, prelevandoli da fonti differenti. Purtroppo non è disponibile sul Play Store, motivo per cui il download dell’app va eseguito dal sito Internet dello sviluppatore e installata tramite il pacchetto APK ottenuto, previa attivazione del supporto alle origini sconosciute nelle impostazioni di Android (per maggiori informazioni al riguardo, leggi la mia guida su come installare APK).
  • Fildo (Android) – app dal funzionamento simile a quella di cui sopra, anch’essa gratuita e tramite cui si possono prelevare i file audio d’interesse da varie fonti. Non è disponibile sul Play Store, quindi per installarla bisogna scaricare il relativo pacchetto APK e abilitare il supporto alle origini sconosciute nelle impostazioni di Android (per maggiori informazioni, consulta la mia guida sull’argomento).

Servizi per lo streaming musicale

Spotify offline su PC

In conclusione, voglio segnalarti che per scaricare musica MP3 gratis velocemente puoi prendere in considerazione anche i servizi per lo streaming musicale. Molti di essi, infatti, permettono di scaricare localmente brani, album e playlist, consentendone la riproduzione anche in assenza di una connessione a Internet.

L’unica cosa da tenere in considerazione è che, nella maggior parte dei casi, per fruire dei suddetti servizi e/o per eseguire il download in locale dei contenuti è necessario sottoscrivere un abbonamento a pagamento, il quale può tuttavia essere provato a costo zero, da parte dei nuovi iscritti, per un periodo di tempo limitato, variabile in base al servizio scelto.

Se la cosa ti interessa, qui di seguito trovi quindi segnalate quelle che rappresentano le migliori soluzioni di questo tipo. Individua quella che ritieni possa fare maggiormente al caso tuo e comincia subito a sfruttarla.

  • Spotify – è stato uno tra i primi servizi per lo streaming musicale ad affacciarsi sul mercato italiano e a oggi è ancora il più usato. È fruibile mediante Web player, come client per Windows e macOS, come app per Android e per iOS/iPadOS, oltre su dispositivi vari quali la PS4 e gli Amazon Echo. Offre un piano base gratuito con spot pubblicitari e altre limitazioni, tra cui l’impossibilità di scaricare i brani per la riproduzione offline. C’è poi il piano a pagamento, al costo di 9,99 euro/mese (oppure 119,88 euro/anno), che consente di aggirare le suddette limitazioni e che può essere provato gratis dai nuovi utenti per un periodo variabile a seconda delle promozioni in corso (solitamente di un mese) Per maggiori dettagli, leggi la mia guida su come funziona Spotify.
  • Apple Music – dal nome lo si capisce subito: è il servizio per lo streaming musicale di Apple. Dispone di un ricchissimo database in costante aggiornamento e comprende anche la Libreria musicale di iCloud, che consente di caricare sul cloud di Apple e di sincronizzare su tutti i propri dispositivi i brani preferiti (anche quelli che non fanno parte del catalogo del servizio). È fruibile da client Web (ancora in versione beta) e su macOS e su Windows tramite iTunes o, sui Mac più aggiornati, tramite l’applicazione Musica. Su smartphone e tablet il servizio è integrato nell’app Musica per iOS ed è fruibile sotto forma di app dedicata per Android. È altresì compatibile con Amazon Echo. Costa 9,99 euro/mese (oppure 99 euro/anno), ma i nuovi utenti possono provare il servizio a costo zero per 3 mesi. Per approfondimenti, leggi la mia guida su come funziona Apple Music.
  • YouTube Music – è il servizio per lo streaming musicale di YouTube e si basa sul database di quest’ultimo. Si può usare gratis, ma per l’ascolto offline e per accedere ad altre funzioni aggiuntive occorre sottoscrivere l’abbonamento a pagamento, che costa 9,99 euro/mese. I nuovi utenti, però, possono provare il servizio gratis per 30 giorni. È accessibile mediante client Web e come app per Android e per iOS/iPadOS. Per approfondimenti, puoi leggere il mio articolo su come funziona YouTube Music.
  • Amazon Music – si tratta del servizio per lo streaming musicale di Amazon. Di base è gratis, ma permette di ascoltare solo una selezione delle migliori playlist e delle stazioni radio. Per sbloccare un numero di contenuti maggiore e scaricare la musica bisogna attivare Amazon Prime Music (un abbonamento gratuito per i clienti Amazon Prime che offre l’accesso a un catalogo di 2 milioni di canzoni senza interruzioni pubblicitarie) oppure Amazon Music Unlimited (un abbonamento a pagamento, che costa 9,99 euro/mese oppure 99 euro/anno, il quale può però essere provato gratis per tre mesi e che permette l’accesso al catalogo completo dei contenuti musicali). È utilizzabile mediante il client Web, per Windows e per macOS, come app per Android e per iOS/iPadOS e su Amazon Echo. Per maggiori dettagli, leggi la mia guida su come funziona Amazon Music Unlimited.

Attenzione: scaricare abusivamente da Internet della musica protetta da diritto d’autore è illegale. Questo tutorial è stato scritto a puro scopo illustrativo, non è mia intenzione incentivare la pirateria e pertanto non mi assumo alcuna responsabilità su come utilizzerai le informazioni contenute in esso.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.