Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

App per corsa

di

Se ami correre e stai leggendo queste righe, scommetto che vorresti un consiglio su quale app per corsa installare sul tuo smartphone o tablet, così da essere aiutato a tenere traccia dei tuoi allenamenti e delle tue performance sportive. Scommetto anche che non sarebbe male se una di queste app potesse anche motivarti, come se fosse una sorta di personal trainer “virtuale”. Ho indovinato, vero? Bene, allora ti trovi nel posto giusto al momento giusto!

Nei prossimi paragrafi di questa guida, infatti, avrò modo di elencarti alcune applicazioni utili allo scopo che sono facili da utilizzare e gratuite (almeno nelle loro funzioni base). Naturalmente, non mi limiterò a elencartele: ti spiegherò anche come usare al meglio alcune di esse, così che tu non abbia alcun problema nell’adoperarle.

Allora, sei pronto per iniziare? Sì? Molto bene: prenditi qualche minuto di tempo libero, concentrati sulla lettura dei prossimi paragrafi e, cosa ancora più importante, cerca di attuare le “dritte” che ti darò. A me non resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e buon allenamento!

Indice

Runkeeper (Android/iOS)

Runkeeper

La prima soluzione di cui voglio parlarti è Runkeeper. Quest’applicazione è disponibile per dispositivi Android e iOS ed è possibile scaricarla gratuitamente, anche se ci tengo a dirti che alcune funzioni di monitoraggio avanzate sono disponibili esclusivamente nella sua versione a pagamento, che costa 9,99 euro/mese.

Per servirtene, installa e avvia Runkeeper e provvedi a registrarti al servizio. Per riuscirci, premi sul pulsante Registrati e decidi se registrarti con la tua e-mail oppure usando il tuo account Facebook o Google. Dopo aver scelto l’opzione di registrazione che più preferisci, non devi fare altro che seguire le istruzioni che riceverai a schermo.

A registrazione effettuata, segui il breve tutorial informativo che compare a schermo e, una volta giunto nella schermata principale di Runkeeper, premi sulla voce Attività. In seguito, se necessario, seleziona l’opzione Corsa dal menu apertosi e conferma l’operazione, premendo il pulsante OK.

A questo punto, imposta un eventuale allenamento, pigiando sulla dicitura Allenamento e selezionando una delle opzioni tra quelle che sono disponibili. Decidi anche se ricevere o meno statistiche audio, mediante la dicitura Statistiche Audio, e indica se intendi ascoltare della musica o meno durante l’attività, mediante la voce Musica situata in basso a sinistra.

Ora, premi il pulsante Inizio che è situato nella parte inferiore della schermata e inizia la tua corsa. Quando arriverà il momento di stoppare l’allenamento, fai tap sul bottone Pausa, collocato nella parte inferiore dello schermo, al centro. Se desideri stoppare in modo definitivo la corsa, ricordati di premere sul pulsante Stop e poi di selezionare la voce OK, ho terminato dal menu che si apre.

Adidas Running (Android/iOS)

Adidas Running

In un articolo dedicato alle migliori app per praticare la corsa, è impossibile non citare Adidas Running, sviluppata da Runtastic in collaborazione con Adidas. Si tratta di una soluzione che è possibile scaricare gratuitamente su Android e iOS ma che offre anche la possibilità di accedere a piani di allenamento specifici e funzioni extra, previa sottoscrizione dell’abbonamento Premium, che parte da 9,99 euro/mese.

Una volta che avrai provveduto a installare e avviare Adidas Running sul tuo device, pigia sul bottone Continua e provvedi a effettuare l’accesso mediante il tuo account Facebook, il tuo account Google oppure il tuo indirizzo e-mail. A registrazione effettuata, fornisci all’app i dati che le servono per funzionare al meglio, come altezza e peso, premi sul bottone Continua e, dopo averle dato i permessi di cui ha bisogno per essere pienamente funzionante, premi nuovamente sul pulsante Continua.

Adesso, seleziona l’attività Corsa, indica il periodo d’allenamento preferito e il tipo di obiettivo che desideri impostare e ricordati di salvare le impostazioni che hai modificato, mediante la voce Salva. Dopodiché pigia sul bottone Continua ed eventualmente collega il tuo smartwatch all’app (se è tra quelli compatibili): basta selezionare il nome del dispositivo (es. Garmin, Apple Watch, etc.) e seguire le indicazioni che compaiono a schermo, per portare a termine la procedura. Se non hai alcun dispositivo compatibile da collegare, fai tap sul bottone Ci siamo!, così da proseguire ugualmente.

Quando sei pronto per iniziare a correre, fai tap sul bottone Inizia situato in fondo alla schermata e inizia ad allenarti. Quando avrai terminato la tua corsa, interrompila facendo uno swipe da sinistra verso destra sul pulsante Scorri per pausa. Premi poi sui bottoni Fine e Salva.

Al termine della corsa, ti verrà proposta una schermata contenente un report riepilogativo riguardante l’allenamento fatto, che potrai vedere anche in un secondo momento, recandoti nella sezione Progressi di Adidas Running.

Strava GPS (Android/iOS)

Strava GPS

Un’altra app che ti consiglio di provare, se vuoi monitorare le tue corse, è la famosissima Strava GPS. Come nel caso delle soluzioni citate nei capitoli precedenti, anche Strava GPS può essere scaricata gratuitamente su Android e iOS/iPadOS, ma alcune sue funzioni sono a esclusivo appannaggio degli utenti che sottoscrivono l’abbonamento Premium, che parte da 6,99 euro al mese.

Dopo aver installato e avviato Strava GPS, per poter utilizzare l’app, devi registrarti al servizio: puoi farlo mediante il tuo account Facebook, il tuo account Google o, se preferisci, il tuo indirizzo e-mail. A registrazione effettuata, se necessario, provvedi a chiudere le eventuali schermate che ti illustrano il funzionamento dell’app, in modo tale da cominciare a utilizzarla.

Se hai un terminale Android, fai dunque tap sul pulsante (+) e seleziona le voci Registra attività > Corsa; se disponi di un dispositivo iOS, invece, fai tap sulla voce Registra che si trova in fondo alla schermata, quindi sul simbolo della scarpetta e accertati che sia selezionata l’opzione Corsa dal menu apertosi (in caso contrario, provvedi tu a selezionare l’opzione in questiono).

Adesso devi semplicemente premere sul bottone Inizio, che si trova in fondo alla schermata, e iniziare il tuo allenamento. Quando sarà necessario interrompere la corsa, ricordati di stoppare anche la sua registrazione, facendo tap sul pulsante Stop che si trova nella parte inferiore della schermata e poi sui bottoni Arrivo e Salva attività.

Recati, quindi, nella sezione Profilo dell’app, così da visualizzare le statistiche dell’allenamento appena fatto: su Android, puoi recarti in quest’ultima pigiando sul pulsante (≡) situato in alto a sinistra e facendo tap sul tuo nome; su iOS, invece, la sezione in questione può essere raggiunta semplicemente facendo tap sulla dicitura Profilo, che si trova in basso a destra.

Altre app per corsa

Endomondo

Vi sono tantissime altre app per la corsa disponibili gratuitamente su Android e iOS: qui di seguito puoi trovare un elenco riassuntivo di alcune tra le migliori.

  • Endomondo (Android/iOS) — una tra le app più utilizzate per il tracking della corsa. Oltre alla sua interfaccia utente semplice e intuitiva, Endomondo offre l’integrazione con l’app MyFitnessPal, per offrirti consigli sull’alimentazione corretta da seguire in fase di allenamento. Se vuoi approfondire, ti ho parlato nel dettaglio del funzionamento dell’app MyFitnessPal in questa mia guida. Endomondo è disponibile anche in versione Premium, con un abbonamento annuale di 21,99 euro o mensile di 3,49 euro.
  • Runmeter (Android/iOS) — quest’app fa della sua immediatezza e semplicità d’uso il suo principale punto di forza. Le funzionalità principali di Runmeter sono disponibili gratuitamente, ma è possibile acquistare la versione Elite dell’applicazione che offre varie funzioni extra, tra cui l’integrazione con Apple Watch su iOS. L’abbonamento parte da 10,99 euro.
  • Nike Run Club (Android/iOS) — app che, come intuibile dal suo nome, è sviluppata da Nike ed è rivolta specificatamente a chi ama correre. Non solo permette di monitorare la propria attività, ma anche di confrontarsi con gli altri utenti della community, pianificare programmi di coaching personalizzati e molto altro.
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.