Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Salvatore Aranzulla Day
Evento di formazione SEO con Salvatore Aranzulla. Scopri il programma

App per spostare da memoria interna a SD

di

Ci risiamo: hai acquistato uno smartphone o un tablet con un quantitativo di memoria piuttosto limitato e ora ti ritrovi a combattere ogni giorno con dei fastidiosissimi avvisi relativi al poco spazio disponibile. La soluzione più immediata al problema è acquistare una scheda microSD  e spostare su di essa gran parte dei file che appesantiscono la memoria interna del device: foto, video, documenti, app e così via.

Come dici? Hai già acquistato una scheda microSD ma non sai come configurarne correttamente l’uso sul dispositivo? Perfetto, sono felice di dirti che sei capitato nel posto giusto al momento giusto: con la guida di oggi, infatti, ti segnalerò alcune app per spostare da memoria interna a SD e ti spiegherò  trasferire tutti i file che reputi necessario dalla memoria interna a quella esterna del tuo dispositivo. Non preoccuparti, non c’è bisogno di essere un genio della tecnologia per utilizzarle: seguendo alla lettera i miei consigli, imparerai in poco tempo a trasferire foto, file, app e altri dati dalla memoria interna del tuo device a quella esterna.

Nota: io per il tutorial userò un Motorola Moto G3 con interfaccia Android stock (cioè non modificata dal produttore), ma le istruzioni che sto per darti sono valide, in linea di massima, per tutte le versioni di Android e tutti i device. Fatta questa doverosa premessa, non mi resta che augurarti buona lettura e buon lavoro!

Indice

Operazioni preliminari

App per spostare da memoria interna a SD

Prima di andare avanti, voglio chiarirti un punto fondamentale: di seguito mi concentrerò esclusivamente sui dispositivi Android, perché gli iPhone e gli iPad  non permettono l’espansione della memoria tramite microSD. Se possiedi proprio un iPhone, ti consiglio di dare un’occhiata alla mia guida dedicata su come espandere la sua memoria. Se invece possiedi un terminale Android, continua a leggere per scoprire come sfruttare al meglio la tua memory card.

Il primo passo che devi compiere è acquistare una microSD di buona qualità, possibilmente certificata ufficialmente per l’utilizzo con i device Android: se vuoi una mano nella scelta, consulta la mia guida all’acquisto dedicata alle microSD. Dopo aver acquistato la microSD, inseriscila nel tuo smartphone o tablet seguendo le procedure necessarie. A tal proposito non c’è molto da dire: spegni il tuo dispositivo e, se possiedi un telefono o un tablet con scocca non rimovibile, identifica il carrellino dedicato alla microSD (in alcuni modelli è in comune con quello della SIM), sfilalo dal dispositivo usando l’apposita graffetta, inserisci la memory card nel verso appropriato, poi monta di nuovo il carrellino e accendi il device. Altrimenti, se il tuo smartphone o tablet è dotato di scocca rimovibile, smonta la scocca con delicatezza, identifica l’alloggiamento dedicato alla microSD, inserisci la scheda nel verso appropriato e richiudi la scocca.

A questo punto puoi tranquillamente accendere il tuo smartphone o tablet: la microSD verrà subito riconosciuta, e puoi iniziare subito a spostare i tuoi file. Tieni presente che, qualora la microSD non fosse formattata in FAT32, Android ti chiederà da subito se renderla utilizzabile per il tuo dispositivo: rispondi al messaggio, tenendo comunque presente che gli eventuali file già presenti verranno eliminati. In alternativa, puoi formattare la tua scheda SD in FAT32 seguendo la mia guida dedicata.

App per spostare dati da memoria interna a SD

Dopo aver acquistato una microSD adeguata e averla inserita nel tuo smartphone o tablet, puoi passare all’azione: ecco quindi una serie di app che permettono di spostare foto, video, documenti e altri dati dalla memoria interna dei dispositivi alla memory card.

Fotocamera Android

Se la tua intenzione è spostare le foto dalla memoria interna alla SD del tuo device, puoi affidarti direttamente all’app Fotocamera di Android che, tra le sue impostazioni, contempla anche la funzione per salvare immagini e filmati direttamente sulla microSD anziché sulla memoria interna del device. Tieni presente che le foto saranno salvate sulla microSD soltanto dopo aver applicato questo procedimento, dunque se hai scattato qualche foto in precedenza, dovrai procedere allo spostamento manuale seguendo uno dei metodi segnalati nelle parti successive di questa guida.

Fatta questa dovuta premessa, dispositivo alla mano, è il momento di mettersi al lavoro: apri l’app Fotocamera di Android, fai uno swipe (cioè trascina il dito) dalla parte sinistra alla parte destra dello schermo, scorri il semicerchio con le icone fino a trovarne una a forma di microSD, sfiorala e poi fai ancora tap sulla voce Scheda SD per selezionarla.

Se hai un dispositivo Xiaomi apri l’app Fotocamera, pigia sulla voce Opzioni e poi sulla piccola icona a forma di ingranaggio ⚙ che trovi in alto a destra e attiva l’interruttore in corrispondenza della voce Salva nella scheda SD. Disponi di un dispositivo Huawei? Poco male: ho una guida specifica sull’argomento, che ti spiega passo-passo come spostare le foto su Scheda SD sfruttando la fotocamera integrata!

Per tutti gli altri dispositivi Android, in linea di massima, devi cercare la voce o il tasto Impostazioni (dipende dalla versione di Android che stai usando), individuare l’opzione Memorizzazione e attivare l’opzione relativa al salvataggio su Scheda SD, SD card o microSD delle foto.

ES Gestore File

Qualora non ne avessi mai sentito parlare, ES Gestore File è una delle app più conosciute e usate per gestire i file su Android. Grazie al suo notevole set di funzionalità, questa app permette tra le altre cose di spostare con estrema semplicità foto, documenti e qualsiasi altro tipo di file dalla memoria interna alla Scheda SD, nello spazio di un paio di tap e senza dover avere particolari competenze informatiche. ES Gestore File è disponibile sia in versione Pro che in versione gratuita su Google Play e, per i tuoi scopi, quest’ultima è più che sufficiente (anche se tende a mostrare un po’ troppe notifiche e include molte funzioni che personalmente ritengo superflue).

La prima cosa che devi fare è scaricare l’app e avviarla. Effettuate queste operazioni, fai uno swipe da sinistra a destra per tre volte (così da saltare il tutorial), pigia sul pulsante blu Iniziamo e poi sul pulsante blu OK. Fai tap sull’icona Memoria Interna, seleziona la cartella in cui sono salvati i file da spostare aiutandoti anche con le miniature presenti nell’app (ad esempio, la cartella DCIM che contiene le foto scattate è contrassegnata da una piccola fotocamera), fai tap lungo sul file che intendi spostare e pigia sull’icona Taglia che trovi in basso a sinistra. Se hai bisogno di selezionare più file, puoi avvalerti dei pulsanti Seleziona tuttoSeleziona intervallo che trovi in alto.

A questo punto, per tornare alla schermata principale, fai uno swipe verso destra partendo dal centro dello schermo, pigia sull’icona Memoria Esterna, poi spostati nella cartella in cui vuoi salvare il file (o i file) tagliati in precedenza e pigia sul pulsante Incolla che trovi in basso a sinistra. Se non ritieni adatte a salvare i tuoi file le cartelle già presenti, puoi crearne una nuova facendo tap sul pulsante Nuovo (+), inserendo il nome della cartella nella casella preposta e pigiando poi sul pulsante OK.

Hai visto? Usare ES Gestore File non è stato poi così difficile! Come avrai sicuramente notato, quest’app non si limita soltanto a spostare i file da una parte all’altra, ma permette di accedere anche a funzionalità più o meno avanzate che possono sempre tornare utili: per esempio puoi usare ES Gestore File per proteggere con password una cartella su Android, come ti ho già spiegato nella mia guida dedicata.

X-Plore File Manager

X-Plore File Manager non è un gestore ricco di funzionalità come ES Gestore File, tuttavia permette di spostare file dalla memoria interna alla microSD in tutta semplicità e senza troppi fronzoli, in modo assolutamente gratuito. Se non ce l’hai già, installa X-Plore File Manager da Google Play, poi aprilo richiamandolo dalla lista delle app Android e, se necessario, concedi i permessi per accedere alla microSD pigiando sul pulsante Consenti.

A questo punto, per trasferire i file sulla tua scheda SD, sfiora la voce Memoria Interna, recati nella cartella che contiene il file (o i file) da trasferire, pigia sul segno di spunta di fianco a ciascun file (se vuoi, puoi farlo anche per intere cartelle), fai tap sul pulsante Copia negli Appunti e metti il segno di spunta nella casella Modalità spostamento (elimina file di origine).

Per completare il trasferimento, scorri verso il basso fino a trovare l’icona Scheda SD e sfiorala, seleziona la cartella in cui spostare il file o i file (puoi crearne anche una nuova pigiando il pulsante Crea Cartella che trovi sulla barra laterale), pigia sul pulsante Incolla e poi, alla comparsa della finestra relativa all’accesso in scrittura alla memoria esterna, pigia sul pulsante Continua, poi sulla voce Scheda SD e infine sul pulsante Seleziona. Molto facile, vero?

File Manager +

Tra le app per spostare da memoria interna a SD che trovo più comode, devo necessariamente citarti File Manager +, un’app scaricabile gratuitamente da Google Play dotata di un’interfaccia davvero intuitiva, ordinata e senza troppe pretese. Avvalendoti di tale app, anche in questo caso, puoi trasferire file e cartelle da una posizione all’altra del tuo dispositivo Android nel giro di pochissimi tap.

Se non lo hai già fatto, scarica e installa l’app da Google Play, avviala sfiorando la sua icona dalla lista delle app installate nel dispositivo, pigia sul tasto Consenti per accordarle i permessi d’accesso alla memoria, sfiora l’icona Main Storage, recati nella cartella che contiene il file (o i file) da spostare, fai tap lungo sul file che ti interessa per entrare in modalità selezione (se vuoi, puoi fare tap anche sugli altri file della stessa cartella per spostarli in una sola volta) e pigia sul pulsante Move che trovi in basso.

A questo punto, fai tap sull’icona a forma di casa 🏠 che trovi in alto a sinistra, sfiora l’icona SD Card, e, se è la prima volta che usi l’app per spostare un file, pigia su OK per consentire l’accesso alla scheda SD, poi sfiora l’icona Scheda SD e pigia sul pulsante Seleziona, recati dunque nella cartella della microSD in cui desideri trasferire i file e pigiare sul pulsante Paste, che trovi in basso. Se desideri creare una nuova cartella perché non ritieni appropriate quelle già presenti, fai tap sull’icona Menu che trovi in alto a destra, seleziona la voce New e poi la voce Folder, dai un nome alla cartella da creare e poi pigia su OK. Non è stato affatto difficile, vero?

Simple File Manager

Non hai mai sentito parlare di Simple File Manager? In effetti non è molto strano, poiché si tratta di un’app relativamente poco conosciuta, ma non per questo da sottovalutare! Simple File Manager, infatti, permette di spostare file dalla memoria interna alla scheda SD nel giro di pochi tap, è dotata di un’interfaccia grafica pulita ed essenziale, e tra l’altro è un’app completamente open source e gratuita.

Per spostare i tuoi file tramite quest’app, se non lo hai già fatto, scaricala e installala da Google Play, dopodiché avviala sfiorando il pulsante verde Apri o richiamandola dalla lista app del tuo dispositivo Android, pigia sul tasto Consenti per accordare l’accesso alla memoria del dispositivo, poi sfiora il pulsante Interna che trovi in alto (che, a seconda della configurazione, potrebbe chiamarsi anche Scheda SD o Root) e apponi il segno di spunta sulla casella Interna, sfiorandola. Recati dunque nella cartella che contiene il file o i file da trasferire (puoi tornare indietro usando il tasto Indietro di Android), fai tap lungo sul file per entrare in modalità selezione (volendo, puoi selezionarne anche più di uno), poi sfiora il tasto Menu che trovi in alto a destra e seleziona la voce Sposta In.

A questo punto, devi semplicemente pigiare sul pulsante Interna e mettere il segno di spunta sulla casella Scheda SD, selezionare la cartella in cui vuoi spostare i tuoi file (se necessario, puoi crearne una nuova facendo tap sul pulsante + arancione), poi pigiare sul pulsante OK che trovi in basso. Se è la prima volta che trasferisci un file in questo modo, devi pigiare ancora sul pulsante OK, poi sull’icona Scheda SD e poi sul pulsante Seleziona. Hai visto? Come ti avevo promesso, sei riuscito a spostare i tuoi file in quattro e quattr’otto, nel giro di pochissimi tap!

Spostare app su microSD

Come dici? Spostare soltanto file e cartelle sulla microSD per te non è sufficiente, e sei alla ricerca di un metodo che ti permetta di spostare anche le app installate e i relativi file di configurazione? Perfetto, questa è la parte di guida che fa decisamente per te: devi sapere che, a partire da Android 6.0, è possibile spostare le app su SD usando una funzionalità integrata nel sistema operativo. Per questa modalità ti consiglio di acquistare una scheda SD almeno di classe 10, altrimenti l’accesso alle app potrebbe rivelarsi particolarmente lento e sconveniente.

Devo avvisarti che, per attuare questo procedimento, ci sarà bisogno di formattare la scheda SD in modalità memoria Interna: fatto ciò, la microSD verrà gestita alla stregua di un “prolungamento” dello spazio di archiviazione già incluso nel tuo dispositivo, tuttavia tutti i file contenuti precedentemente al suo interno verranno persi e le app spostate su microSD non funzioneranno quando questa non è inserita. Poiché il file system della scheda SD verrà modificato da FAT32 a EXT4, e Windows non riconoscerà quest’ultimo file system e se collegherai la tua microSD a un computer Windows, questa risulterà illeggibile. Potrai accedere ai file presenti sul device soltanto collegando quest’ultimo al computer tramite cavo USB (ti ho spiegato come fare nel mio tutorial su come collegare Android al PC).

Fatta questa piccola premessa, passiamo all’azione: per predisporre la scheda SD in modalità memoria interna, accedi al menu Impostazioni di Android, pigia sulla voce Archiviazione e USB, seleziona la voce Scheda SD, poi fai tap sul pulsante Menu ⋮ in alto a destra e seleziona la voce Impostazioni. Seleziona quindi la voce Formatta come memoria interna, pigia sul pulsante arancio CANCELLA E FORMATTA e aspetta che la procedura venga completata (potrebbe volerci un po’ di tempo).

Qualora la scheda SD non fosse almeno di classe 10, il sistema ti avviserà che questa “sembra essere lenta“, fai tranquillamente tap sul tasto OK per chiudere la finestra e, se vuoi spostare da subito tutte le app che possono essere spostate (con i relativi dati), apponi la spunta sulla casella Sposta Ora e pigia sul pulsante Avanti: Android si occuperà di spostare le app compatibili in tutta autonomia. Una volta completata la procedura, fai tap sul pulsante Fine. Se invece vuoi procedere allo spostamento manuale delle app, apponi il segno di spunta sulla casella Sposta più tardi e pigia sul pulsante Avanti, poi ancora sul pulsante Fine.

Per spostare le app manualmente, apri ancora una volta il menu Impostazioni di Android, pigia sulla voce Applicazioni (o App), fai tap sull’app che intendi spostare, poi sulla voce Memoria (quella che trovi in alto, subito dopo i pulsanti Disattiva e Termina), sfiora il pulsante verde Cambia, apponi il segno di spunta sulla casella Scheda SD, poi pigia sul pulsante Sposta e attendi che la procedura venga completata.

Come dici? Questa procedura non funziona con tutte le app o nella tua versione di Android non è prevista questa possibilità? Può succedere, sia perché alcune app non sono predisposte per l’esecuzione da Scheda SD, sia perché alcuni produttori inibiscono l’accesso a questa possibilità.

Questo non significa che non sia possibile spostare le app dalla memoria interna alla Scheda SD, ma per farlo devi ottenere i permessi di root sul tuo dispositivo Android, creare due partizioni sulla tua Scheda SD e poi affidarti all’app Link2SD: ti ho spiegato tutto nei dettagli nella mia guida dedicata a come spostare applicazioni Android su microSD, che ti consiglio di leggere con molta attenzione.