Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

App per trascrivere audio

di

Sei solito registrare con il tuo smartphone le conferenze, le lezioni e le riunioni a cui assisti e, in tua assenza, chiedi ai tuoi amici o colleghi di inviarti le loro registrazioni. Tuttavia, sei spesso costretto a trascriverle, così da poter analizzare e comprendere al meglio il tutto: per questo motivo, ti farebbe comodo avere a disposizione un’app che svolga questo gravoso compito per conto tuo, in modo da diminuire i tempi di preparazione e aumentare quelli di studio.

Se è questa la tua necessità, sarai ben felice di apprendere che esistono numerose app per trascrivere audio, compatibili sia con i dispositivi animati da Android, che con iPhone e iPad: continuando a leggere questa mia guida, scoprirai quali sono e come si usano. A dispetto di quanto potrebbe sembrare, le app di trascrizione delle quali intendo parlarti sono davvero adatte a tutti, anche a chi, come te, non ha poi così tanta dimestichezza con il mondo della tecnologia.

Come dici? Vedi una luce in fondo al tunnel e ora non vedi l’ora di saperne di più? Allora bando alle ciance e prosegui con la lettura di questo tutorial: ti garantisco che, al termine della stessa, sarai in grado di scegliere la soluzione che più si adatta alle tue necessità, quasi senza rendertene conto. Scommettiamo?

Indice

App per trascrivere audio gratis

Iniziamo questa guida analizzando quelle che, a mio modesto parere, sono le migliori app per trascrivere audio gratis (o quasi) su Android, iOS e iPadOS.

Strumento di trascrizione (Android)

App per trascrivere audio gratis

Una delle migliori app per trascrivere audio gratis per Android è sicuramente Strumento di trascrizione, la quale consente di trasformare in testo la maggior parte dei file audio presenti nel dispositivo. L’applicazione, disponibile sia sul Play Store che sugli store alternativi per i device non dotati dei servizi Google, è in grado di usare sia il motore di dettatura incluso in Android che quello integrato.

Per ottenere lo Strumento di trascrizione, avvia lo store presente sul tuo dispositivo, recati nella pagina dedicata all’app e premi il pulsante per l’installazione della stessa, in modo da avviarne il download.

A download ultimato, apri l’app, sfiora il pulsante Salta collocato in basso a sinistra, per saltare il tutorial di primo utilizzo e accedere così alla sua schermata principale. Fatto ciò, sfiora il simbolo (+) collocato in basso, consenti all’app di accedere alla memoria, sfiorando l’apposito pulsante e, dopo aver selezionato la voce Trascrivere audio, fai tap sul nome della registrazione che intendi trascrivere, per importarla nel programma.

A questo punto, alza al massimo il volume dei suoni multimediali di Android, fai tap sul pulsante a forma di microfono situato sulla tastiera di Android, fai tap sulla casella di testo che risiede sotto l’anteprima del file importato e, quando vedi comparire il messaggio Parla ora/In ascolto…, avvia la riproduzione e la contestuale trascrizione dello stesso, facendo tap sul pulsante Play.

Una volta raggiunta la fine dell’audio (o, quantomeno, della parte che intendi trascrivere), premi il pulsante Stop e attendi che la parte finale dello stesso venga trascritta; a questo punto, puoi copiare il testo trascritto e incollarlo dove preferisci.

Per archiviare il testo all’interno dell’app, in corrispondenza dell’audio originale, fai tap sulla freccia verso sinistra, collocata in alto: le trascrizioni così realizzate saranno sempre disponibili nella schermata principale dello Strumento di Trascrizione.

Nota: qualora il motore di riconoscimento integrato nel dispositivo commettesse troppi errori, puoi provare ad avviare l’acquisizione dell’audio mediante il sistema interno dello Strumento di Traduzione. Per riuscirci, anziché usare il microfono della tastiera, avvia l’acquisizione facendo tap sul simbolo del microfono che risiede in cima all’app.

Transcribe (iOS/iPadOS)

App per trascrivere audio gratis

Se, invece, il tuo è un iPhone o un iPad, puoi prendere in considerazione Transcribe: si tratta di un’app pienamente compatibile con la lingua italiana, in grado di trascrivere rapidamente audio proveniente da file, memo vocali e anche file video, includendo la punteggiatura.

Sebbene Transcribe sia un’app disponibile a costo zero, per poter archiviare le trascrizioni è necessario acquistare dei pacchetti aggiuntivi, al costo di 5,49€ per un’ora di trascrizione o 32,99€ per 10 ore. Tuttavia, i primi 15 minuti di trascrizione sono gratuiti.

Per scaricare l’app, apri l’App Store, utilizza la funzione cerca per accedere alla pagina dedicata all’app e, quando l’hai trovata, tocca sul pulsante Ottieni ed effettua l’autenticazione mediante Face ID, Touch ID o password dell’ID Apple. A installazione conclusa, avvia Transcribe, fai tap sul pulsante Salta situato in basso a sinistra e sfiora il pulsante (+), collocato in basso a destra, per selezionare il file audio da trascrivere.

Successivamente, utilizza il pannello proposto per scegliere la posizione dello stesso (Registratore vocale, File oppure Camera roll — Galleria, per i video) e fai tap sull’anteprima dell’audio su cui operare, per importarlo nell’app. Se richiesto, autorizza l’applicazione ad accedere agli elementi in memoria, rispondendo in maniera affermativa ai messaggi che ti vengono mostrati.

In alternativa, puoi aggiungere file e/o memo vocali in Transcribe aprendo l’elemento di tuo interesse, facendo tap sul simbolo della condivisione di iOS/iPadOS e selezionando Transcribe tra le opzioni proposte.

A importazione ultimata, fai tap sull’anteprima del file appena aggiunto, definisci le impostazioni di traduzione (lingua, modalità punteggiatura e tempo) e premi il pulsante Trascrivi, per avviarne la trascrizione. Se lo desideri, puoi scegliere di ricevere una notifica al termine della trascrizione, rispondendo affermativamente all’avviso successivo.

Ultimata la trascrizione dell’audio, il relativo testo verrà visualizzato all’interno dell’app; per riascoltare l’audio, fai tap sul pulsante Play, situato in alto. Per condividere il testo, premi il pulsante della condivisione (il quadrato con la freccia verso l’alto) situato in basso a destra. Le trascrizioni effettuate resteranno comunque disponibili nella schermata principale dell’app.

Altre app per trascrivere audio

Altre app per trascrivere audio

Se le soluzioni che ti ho indicato finora non fanno al tuo caso, consentimi di segnalarti una serie di applicazioni alternative e perfettamente adatte ai fini di questa guida.

  • Cogi — Notes & Voice Recorder (Android/iOS/iPadOS) — si tratta di un’applicazione in grado di trascrivere file audio, note vocali e telefonate in tempo reale. L’app è gratuita ma la trascrizione costa 1,50$/minuto.
  • Smart Recorder (iOS/iPadOS) — si tratta di un’app che consente di registrare audio in tempo reale, anche da file già esistenti, e di ordinarne la trascrizione, al costo di 0,99$/minuto. Se la trascrizione non è soddisfacente, è possibile richiedere e ottenere un rimborso.
  • sBobinatore (iOS/iPadOS) — si tratta di un’app in grado di trascrivere i file audio presenti nella libreria musicale di iPhone e iPad. È gratuita.

App per trascrivere audio WhatsApp

App per trascrivere audio WhatsApp

Se hai necessità di inviare un messaggio su WhatsApp e la tua condizione attuale ti impedisce di scriverlo, ma sai già che non puoi usare le note vocali in quanto il tuo interlocutore non ha modo di ascoltarle nell’immediato, puoi avvalerti delle funzionalità di Android e iOS in grado di trascrivere ciò che detti allo smartphone e trasformarlo, automaticamente, in un messaggio di testo. Sì, hai capito bene, non c’è bisogno di installare app di terze parti: il tutto è già incluso nella tastiera “di serie” del sistema operativo!

Mi chiedi come si fa? Nulla di più semplice. Per cominciare, avvia l’app di WhatsApp e apri la conversazione di tuo interesse; se ti è impossibile usare le mani, puoi sempre chiedere a Google Assistant oppure a Siri di farlo per tuo conto, senza toccare il dispositivo.

Ad ogni modo, una volta entrato nella conversazione di tuo interesse, fai tap sul campo d’inserimento del testo per richiamare la tastiera virtuale del dispositivo e, per avviare l’acquisizione dell’audio, tocca il simbolo del microfono visibile sulla stessa.

In particolare, se impieghi un telefono animato da Android, il pulsante di dettatura si trova nell’angolo in alto a destra della tastiera: premilo, attendi la comparsa del messaggio Parla ora/In ascolto e detta il testo da trascrivere, in modo chiaro, includendo anche i simboli di punteggiatura. Quando hai finito, resta in silenzio per qualche secondo in modo da interrompere l’acquisizione dell’audio, attendi che questo venga trascritto sotto forma di messaggio e sfiora il pulsante dell’aeroplanino, per inviarlo.

Se, invece, il tuo è un iPhone, il simbolo del microfono risiede in basso a sinistra, accanto alla barra spaziatrice: dopo aver premuto l’apposito pulsante, fai tap sulla voce Abilita dettatura (devi farlo soltanto la prima volta che usi la funzionalità), attendi che la tastiera si trasformi in un grafico a onde sonore e inizia a parlare. A differenza di quanto avviene su Android, ogni parola viene trascritta in tempo reale: quando hai finito, non hai che da premere il pulsante per inviare il messaggio e il gioco è fatto. Per saperne di più, ti rimando alla lettura delle mie guide su come dettare SMS su Android e come dettare SMS su iPhone.

App per trascrivere audio su Word

App per trascrivere audio su Word

Se stai cercando un sistema per trascrivere audio su Word per Android, iPhone e iPad, ti farà piacere sapere che le suddette app integrano una funzionalità dedicata proprio alla dettatura.

Usarla è semplicissimo: dopo aver aperto il documento che desideri nell’app di Word (o averne creato uno nuovo), fai tap su un punto qualsiasi dell’area di scrittura e sfiora l’icona a forma di microfono, situata in fondo alla stessa.

Se il tuo è un iPhone o un iPad, potrebbe esserti chiesto di abilitare le esperienze connesse di Office, per poter usare la dettatura: per agire in tal senso, fai tap sulla voce Impostazioni di privacy e sposta su ON la levetta relativa all’opzione Analisi contenuto.

Successivamente, fai tap sulla voce Fine situata in alto a destra, riavvia l’app pigiando sull’apposito pulsante, apri nuovamente il documento sul quale vuoi operare e avvia nuovamente la funzione di dettatura vocale, come ti ho mostrato poco fa.

A questo punto, attendi la comparsa della dicitura Parla ora/In ascolto — parla per iniziare oppure del grafico raffigurante un’onda sonora (su iOS/iPadOS potresti dover prima consentire l’accesso al microfono), e inizia a parlare: il testo pronunciato in questo modo, punteggiatura inclusa, verrà riprodotto su schermo in tempo reale.

Per interrompere l’acquisizione dell’audio, è sufficiente sfiorare il simbolo del microfono collocato in fondo allo schermo. In alternativa, così come ti ho spiegato nel mio tutorial dedicato alla dettatura su Word, puoi utilizzare le funzionalità di dettatura integrate in Android, iOS e iPadOS, delle quali ti ho altresì parlato nel capitolo precedente di questa guida.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.