Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Salvatore Aranzulla Day
Evento di formazione SEO con Salvatore Aranzulla. Scopri il programma

Applicazioni per tagliare video

di

Hai ripreso la festa di compleanno di un tuo amico con lo smartphone ma hai dimenticato di interrompere in tempo utile la registrazione per cui nel video finale ti sei ritrovato delle scene superflue che adesso vorresti poter rimuovere? Non ti preoccupare, posso darti una mano io. Mi chiedi come? Semplice: indicandoti quelle che a parer mio rappresentano alcune tra le migliori applicazioni per tagliare video del momento.

Sia per Android che per iOS sono infatti disponibili diverse ed utili applicazioni grazie alle quali è possibile editare i filmati registrati o scaricati sul telefonino in una manciata di tap. Si tratta di risorse abbastanza semplici da utilizzare, nella maggior parte dei casi totalmente gratuite e, ti dirò di più, anche in grado di restituire risultati finali degni di un vero professionista. Non mi credi? Allora provale subito e vedrai che poi mi darai ragione.

Se sei quindi effettivamente interessato alla questione, ti suggerisco di non perdere ulteriore tempo prezioso, di mettere al bando le ciance e di iniziare immediatamente a concentrarti sulla lettura di questo mio articolo tutto dedicato alle applicazioni per tagliare video. Sono sicuro che alla fine potrai dirti ben felice e soddisfatto di quanto appreso e che, addirittura, in caso di necessità sarai anche pronto e ben felice di consigliare tutti i tuoi amici bisognosi di ricevere una dritta analoga. Scommettiamo?

Adobe Premier Clip (Android e iOS)

La prima tra le applicazioni per tagliare video che voglio suggerirti di prendere in considerazione è Adobe Premier Clip, disponibile a costo zero sia per Android che per iOS. Come facilmente intuibile dal nome stesso, si tratta della controparte per device mobile del celebre software di montaggio video computer Adobe Premier Pro. Insomma, un nome, una promessa!

Per servirtene, tanto per cominciare provvedi a scaricare, installare ed avviare l’app sul tuo dispositivo dopodiché provvedi a creare un account gratuito sul servizio Creative Cloud di Adobe. Per farlo, premi sul pulsante Registrazione gratuita presente nella schermata iniziale dell’applicazione e compila nel dettaglio il modulo che ti viene proposto. Effettua poi l’accesso con ID e password appena creati in modo tale da poter visualizzare la schermata principale dell’app.

Adesso puoi finalmente passare all’azione vera e propria e cominciare ad editare i tuoi video. Per iniziare, premi sul pulsante + (simbolo più) che si trova nel menu in alto, scegli se modificare un video già presente nella memoria del tuo dispositivo o se realizzare uno in tempo reale, registrandolo sul momento. In alternativa, puoi selezionare dei contenuti multimediali dalle tue librerie online di Creative Cloud, Adobe Lightroom oppure anche Dropbox.

Una volta trovato il contenuto multimediale che desideri importare e ritagliare, avrai due scelte: modificare il video in forma libera, aprendo direttamente l’editor di Premiere Clip, oppure realizzare un clip automatico, sfruttando la funzione di montaggio automatico offerta dall’applicazione.

Scegliendo la prima modalità, potrai accedere ad un menu (in basso) tramite cui poter selezionare alcuni utilissimi strumenti per l’editing: l’icona dell’obiettivo serve a modificare luci, ombre ed esposizione; quella dell’altoparlante a regolare il volume; quella della tartaruga per modificare la velocità del video e così via. Scegliendo invece di realizzare un clip automatico, avrai a disposizione ulteriori strumenti (sempre in basso) per la personalizzazione: il simbolo della musica per regolare e/o modificare la colonna sonora; il simbolo del metronomo per regolare la velocità del video; il simbolo di un quadrato per aggiungere nuovi video alla sequenza.

Personalmente ti suggerisco di fare da solo e di modificare un video in forma libera, ma scegli pure liberamente. Ad ogni modo, se il risultato finale non ti soddisfa, potrai tornare sui tuoi passi in qualsiasi momento modificando i contenuti manualmente.

Una volta apportate tutte le modifiche del caso, potrai procedere andando ad esportare il tuo filmato. Per riuscirci, pigia sulla freccia all’interno di un quadrato situata in alto a destra. Successivamente non dovrai far altro che scegliere le opzioni che ti interessano (es. esportare il tuo filmato direttamente sulla memoria del dispositivo o condividerlo su YouTube o se salvarlo online sul tuo account di Creative Cloud) ed il gioco è fatto.

Quick – Editor Video GoPro (Android e iOS)

Un’altra tra le applicazioni per tagliare video che ti invito a provare è Quik – Editor di GoPro. È gratis, disponibile sia per Android che per iOS ed è semplicissima da utilizzare anche se sei alle prime armi con il mondo della tecnologia e degli smartphone. Ti invito a provarla in primis per i suoi strumenti per il ritaglio video molto efficaci e accattivanti.

Per servirtene, provvedi innanzitutto a scaricare, installare ed avviare l’app. Se utilizzi un device iOS concedi il permesso all’app di accedere alla galleria multimediale del tuo dispositivo, altrimenti l’app non potrà funzionare. Inoltre, se ti viene chiesto di attivare la funzione souvenir video settimanali, rifiuta: si tratta di una funzionalità aggiuntiva che al momento, se desideri soltanto ritagliare i tuoi video, non ti serve a nulla.

A questo punto, premi sul pulsante + (simbolo più) e seleziona il video dalla tua libreria che desideri editare. Successivamente, pigiando sul bottone Hightlights, potrai selezionare i punti salienti da mettere in risalto all’interno del filmato. Per farlo, ti basterà tenere premuto sul simbolo del segnalibro situato nella timeline. Una volta che hai selezionato tutti gli hightlights, premi Fine per passare allo step successivo. Potrai ora scegliere se aggiungere ulteriori video premendo il tasto Aggiungi.

Scegli ora il tema riguardante il tuo video, applicando un insieme di effetti con grafiche, caratteri e filtri personalizzabili. Per vedere tutti i numerosi elementi personalizzabili, premi su uno dei temi per incominciare a modificarlo come più desideri.

In seguito, dai uno sguardo al menu in basso, ci  trovi ulteriori strumenti per la modifica del tuo video (es. quello che permette di modificare la colonna sonora del filmato). In questa sezione potrai scegliere uno dei brani proposti in maniera predefinita dall’app oppure, toccando sul pulsante + (simbolo più), potrai caricare un brano da aggiungere al video, direttamente dal tuo smartphone.

La successiva icona, quella raffigurante un quadrato con il simbolo Play al centro, ti permette di modificare ulteriormente il video con pulsanti quali Duplica, Ritaglia e Volume. L’icona della chiave inglese ti permette invece di modificare le impostazioni del video con strumenti quali Formato, Durata e Inizio della musica.

Una volta raggiunto il risultato finale desiderato, pigia il pulsante Salva per salvare il tuo video ritagliato. Per concludere, scegli se condividere il video su Instagram, Facebook, WhatsApp o altre applicazioni per la messaggistica istantanea o se salvare il filmato offline nella galleria del dispositivo in uso.

VidTrim (Android)

Applicazioni per tagliare video

Se utilizzi un device Android, smartphone o tablet che sia, e le applicazioni per tagliare i video di cui sopra non hanno saputo soddisfare le tue esigenze perché sei alla ricerca di uno strumento estremamente intuitivo, veloce e privo di fronzoli non posso far altro se non consigliarti VidTrim. L’applicazione è disponibile in due versioni: una gratuita, in cui compaiono annunci pubblicitari e si possono tagliare pezzi di filmati da un video e salvarlo come nuova clip senza sovrascrivere l’originale, ed una a pagamento, che come facilmente deducibile non presenta le limitazioni appena indicante della variante free. Personalmente ti suggerisco di provare prima la variante gratuita e, in caso di necessità, di passare a quella a pagamento.

Per servirtene, provvedi dunque a scaricare, installare ed avviare l’applicazione sul tuo smartphone o tablet Android dopodiché seleziona l’anteprima del filmato che intendi ritagliare e pigia sul bottone Taglia visibile in alto a destra. Successivamente sposta i due cursori che trovi sulla timeline collocata in basso per definire il punto di inizio e di fine della parte del filmato che desideri tagliare aiutandoti con l’anteprima visibile a schermo dopodiché tappa sulla voce Taglia in alto a destra e scegli se apportare le modifiche al file originale (Taglia Originale) o se salvare il ritaglio come nuovo file (Salva come nuovo clip). Ovviamente, la possibilità di scegliere tra l’una e l’altra opzione dipende anche da se la versione dell’app in uso è quella gratuita oppure a pagamento.

Ad operazione completata, ti verrà mostrato un apposito messaggio a schermo indicante la cosa e potrai visualizzare il filmato editato facendo tap sul bottone Riproduci. Successivamente potrai comunque accedere al filmato ritagliato mediante la galleria del dispositivo.

Se invece desideri visualizzare tutte le info relative alla clip appena editata pigia su Visualizza dettagli. Nella schermata che a questo punto ti verrà mostrata potrai inoltre servirti degli ulteriori strumenti di editing disponibili per apportare altre modifiche al tuo filmato: il pulsante Transcodifica ti permette di effettuare la transcodifica del video; il pulsante Unisci ti consente di unire più clip in una; Salva in MP3 ti permette di esportare l’audio del video in un file Mp3; con Effetti puoi aggiungere degli accattivanti effetti al video; con Ruota puoi invece ruotare il filmato.

Se invece desideri condividere, rinominare oppure eliminare il ritaglio del video, ti basta tappare sui relativi bottoni (Condividi, Rinomina ed Elimina) che trovi collocati nella parte in alto a destra della schermata con le info del video di riferimento.

KineMaster – Pro Video Editor (Android)

Sempre per i device basati sulla piattaforma mobile del “robottino verde”, voglio suggerirti di provare KineMaster – Pro Video Editor. Si tratta di un’app che merita di essere inserita in questa guida dedicata alle applicazioni per tagliare video in quanto permette di editare i filmati – e quindi anche di ritagliarli – in maniera semplice ma a 360°, consentendo dunque di realizzare un montaggio degno di un regista provetto. L’app è disponibile soltanto per Android (in futuro sarà disponibile anche per iOS ma attualmente è in fase beta) ed è gratuita ma imprime una filigrana ai video esportati che può essere rimossa solo sottoscrivendo un abbonamento mensile o annuale.

Per tagliare video con KineMaster – Pro Video Editor, scarica, installa ed avvia l’app sul tuo dispositivo dopodiché attendi che la schermata principale della stessa risulti visibile a schermo. Per iniziare, devi premere il pulsante con il simbolo + (simbolo più) al centro dello schermo. Fai ora clic su Progetto Vuoto o su Assistente di progetto per creare un video totalmente da zero o per crearlo attraverso un modello predefinito. Assegna un titolo al filmato e premi sul pulsante OK. Aggiungi quindi i video e/o le foto nel montaggio per dare forma al tuo progetto attraverso la sezione Media Browser.

Quando hai finito, pigia il pulsante Next. Aggiungi eventualmente anche un tema ed in seguito scegli se inserire dei titoli nella parte iniziale (Opening), centrale (Middle) e finale (Ending) del filmato. Per concludere, seleziona una colonna sonora da utilizzare nel tuo montaggio. Ora sei pronto a modificare ulteriormente il video nell’editor dell’app.

Lo strumento per la modifica di KineMaster – Pro Video Editor è ricco di pulsanti: in alto a destra trovi una barra degli strumenti dalla forma circolare grazie alla quale potrai inserire nuovi video e foto al tuo progetto (Media browser); il pulsante Audio ti consente invece di inserire nuove musiche di sottofondo; quello Voice permette di aggiungere registrazioni audio; lo strumento Layer, invece, ti permette di inserire scritte o altri elementi in sovrimpressione.

Puoi anche registrare un video sul momento e aggiungerlo al progetto premendo il pulsante rosso dell’obiettivo. Tra gli altri strumenti per la personalizzazione del filmato non mancano i pulsanti per tagliare, ruotare e capovolgere.

A modifiche ultimate, tappa l’icona della condivisione e scegli cosa vuoi fare: puoi caricare il video online su Facebook, YouTube o Dropbox. Pigiando invece sulla voce Save to Video Gallery puoi scegliere di salvare il filmato sulla memoria del tuo dispositivo.

iMovie (iOS)

Se invece utilizzi un iPhone o un iPad e sei alla ricerca di applicazioni per tagliare video perché desideri realizzare un vero e proprio montaggio completo di musiche di sottofondo, effetti di transizione, didascalie e via discorrendo non posso che consigliarti iMovie. Nello stranissimo caso in cui non ne avessi mai sentito parlare, iMovie è un’applicazione di video editing sviluppata da Apple e disponibile solo per iOS che unisce delle funzionalità molto avanzate a un’interfaccia utente estremamente intuitiva. Non si può definire come un prodotto professionale, ma per le esigenze di video editing di livello medio è senz’altro idonea. L’app è gratuita per tutti gli iPhone e gli iPad.

Il suo funzionamento è estremamente intuitivo: dopo averla scaricata, installata ed avviata, basta selezionare la scheda Progetti, pigiare sul pulsante + (simbolo più) e scegliere se creare un filmato o un trailer.

Scegliendo l’opzione filmato puoi creare un montaggio selezionando “manualmente” i tagli da fare, le musiche di sottofondo ecc., mentre selezionando l’opzione trailer puoi inserire i tuoi filmati in dei trailer in stile hollywoodiano già pronti all’uso. Personalmente ti consiglio la prma opzione.

Dopo aver individuato i video da inserire nel tuo montaggio, pigia sulle loro miniature, poi sul segno di spunta presente nel riquadro che si apre e infine sulla voce Crea filmato collocata in basso. In seguito, effettua un doppio tap sulla timeline di iMovie e comparirà la barra degli strumenti con tutte le funzioni di editing incluse nella app.

A questo punto, dovrebbe essere tutto estremamente intuitivo: selezionando l’icona delle forbici puoi accedere alle funzioni per tagliare e dividere le scene del video; pigiando sull’icona dell’orologio puoi modificare la velocità del filmato; selezionando i tre pallini puoi invece applicare dei filtri visivi al video e via discorrendo.

Quando sei soddisfatto del risultato ottenuto, pigia sul pulsante Fine, seleziona l’icona della condivisione (il quadrato con la freccia rivolta verso l’alto) e fai tap su Save video per salvare il video ottenuto nel rullino di iOS.

Video Crop (iOS)

Utilizzi un iDevice, le applicazioni per tagliare video di cui sopra non hanno saputo attirare in maniera particolare la tua attenzione ed iMovie non ha soddisfatto le tue esigenze perché desideri modificare l’inquadrature dei tuoi filmati in modo da focalizzarti su un determinato soggetto e/o rimuovere le parti superflue dal campo visivo? No problem, con Video Crop puoi riuscirci in maniera incredibilmente facile e veloce. Trattasi di un’app e gratuita per iOS che fa una sola cosa – ritagliare l’inquadratura dei video, appunto – ma la fa bene.

Per utilizzare l’app, scaricala, installala ed avviala, consenti poi a Video Crop di accedere al rullino fotografico di iOS rispondendo in maniera affermativa all’avviso che compare sullo schermo e seleziona il video da ritagliare. In seguito, fai tap sul pulsante Select che si trova in alto a destra e procedi con la tua attività di editing.

Ritagliare un filmato con Video Crop è di una semplicità disarmante. Non devi far altro che selezionare la parte di inquadratura che desideri mantenere nel video di output utilizzando l’apposito riquadro bianco. Dopodiché, se lo ritieni opportuno, puoi selezionare un rapporto di forma dal menu Free Ratio che si trova in alto e puoi avviare il salvataggio del risultato finale pigiando sul bottone Export collocato in alto a destra.

Al termine dell’esportazione, si aprirà il menu della condivisione di iOS. Per salvare il video ritagliato nel rullino del dispositivo, seleziona l’icona Save video che si trova nella seconda riga di icone. In alternativa, puoi condividere il filmato tramite AirDrop o esportarlo in un’altra delle applicazioni che hai sul tuo iPhone o sul tuo iPad.