Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come avere un PC portatile gratis

di

Nell’ultimo periodo hai affrontato tantissime spese e, ahimè, l’acquisto del notebook che tanto desideravi è finito nuovamente in secondo piano. Tuttavia, giacché avresti proprio bisogno di un computer portatile, vorresti avere la possibilità di ottenerne uno in forma gratuita, anche dalle modeste caratteristiche hardware: il problema, però, è che sei ben consapevole di quanto sia difficile ottenere qualcosa del genere ed è per questo motivo che, dopo una breve ricerca su Internet, sei capitato sul mio sito Web, con la speranza che io possa darti una mano.

Voglio essere chiaro fin da subito: l’unico “sistema” valido e sempre funzionante per ottenere un computer o qualsiasi altro dispositivo senza sborsare un solo euro è quello di riceverlo in regalo! Ciò, però, non significa che la domanda “Come avere un PC portatile gratis?” non trovi risposta: con un po’ di pazienza, un pizzico di buonsenso e tanta, tanta voglia di riuscire nell’impresa, è possibile procurarsi notebook in forma gratuita o quasi, usufruendo di particolari sconti messi a disposizione dallo Stato o, perché no, di siti e portali dedicati allo scambio di oggetti usati.

Tema di questa mia guida sarà, per l’appunto, darti qualche “dritta” in tal senso: leggi dunque con attenzione tutto quanto ho da spiegarti sull’argomento e sono sicuro che, alla fine, riuscirai a individuare il sistema più adatto al tuo caso e, perché no, a mettere le mani su un notebook ottenuto a costo zero oppure a fronte di una spesa minima. Buona lettura e in bocca al lupo per tutto!

Indice

Bonus PC: voucher 500€

Come avere un PC portatile gratis

Nel momento in cui scrivo questa guida, il modo più sicuro per provare ad avere un PC portatile gratis (o quantomeno con una spesa minima), consiste nell’usufruire del voucher da 500€ messo a disposizione dal MiSE, noto ai più come voucher o bonus PC.

Se non ne avessi sentito parlare, si tratta di una misura che mette a disposizione alle famiglie una serie di agevolazioni, con l’obiettivo di ampliare e incentivare l’utilizzo della banda larga e delle nuove tecnologie. Nel dettaglio, la misura in questione è dedicata ai nuclei familiari con ISEE inferiore a 20.000€ e prevede l’erogazione di un voucher dal valore di 500€, finalizzati alla sottoscrizione di un nuovo abbonamento Internet su rete fissa e all’acquisto a prezzo agevolato, oppure in forma gratuita, di un computer o un tablet.

L’ottenimento del bonus, tuttavia, non è subordinato ai soli requisiti economici (cioè un indicatore ISEE dal valore inferiore a 20.000€ per l’intero nucleo familiare): per usufruirne, bisogna attivare una nuova linea Internet con banda di almeno 30 Mpbs in download e 15 Mbps in upload, optando per la massima velocità disponibile.

In altre parole, se si rispettano i summenzionati requisiti, è possibile avere un notebook gratuitamente, o quantomeno a un prezzo molto conveniente. Per usufruire del bonus, è sufficiente scegliere una delle offerte dedicate messe a disposizione dagli operatori e procedere con l’attivazione dell’abbonamento, tramite uno dei canali di vendita abilitati allo scopo (ad es. sito Internet, punto vendita fisico oppure call center).

Quando richiesto, dovrai indicare i tuoi dati personali e fornire il modulo ISEE, a conferma della situazione economica (se hai bisogno di informazioni su come ottenerlo, ti consiglio di prendere visione dell’informativa presente sul sito dell’INPS): sarà il gestore scelto a verificare l’effettiva veridicità dei dati rilasciati e a erogarti il bonus sotto forma di sconto per l’abbonamento e per l’acquisto del dispositivo, senza che tu debba far nulla.

Nel momento in cui scrivo questa guida, il solo gestore a fornire un PC portatile in abbinata all’offerta “ad-hoc” dedicata al voucher da 500€ è TIM: sottoscrivendo l’offerta denominata TIM SUPER Voucher Fibra, si ottiene un abbonamento a Internet con chiamate illimitate e senza scatto alla risposta verso tutte le numerazioni nazionali, Internet con velocità fino a 1 Gbps, servizio TIMVISION e modem TIM HUB+ in comodato d’uso gratuito, al costo di 19,99€/mese per i primi 20 mesi.

Tra i dispositivi che è possibile acquistare in fase d’attivazione del servizio, figura il notebook ONDA Oliver Plus da 15.6", acquistabile al prezzo di soli 99,90€ (da pagare in un’unica soluzione, all’atto dell’abbonamento) e dotato delle seguenti caratteristiche hardware.

  • CPU: Intel N3450 quad-core a 2.2 GHz.
  • RAM: 8 GB DDR4.
  • Disco: SSD da 256GB.
  • Schermo: 15.6" con risoluzione FHD (1920 x 1080 pixel).
  • Fotocamera: 1080p con webcam da 8 MP.
  • Batteria: 8 ore di autonomia media dichiarata.
  • Connettività: Bluetooth 4.2, Wi-Fi.

Ad ogni modo, per saperne di più in merito alle condizioni necessarie per usufruire del voucher PC e alla modalità di attivazione delle varie offerte, oltre che per restare aggiornato sui notebook messi a disposizione dai vari operatori (che, in futuro, potrebbero anche essere forniti in forma gratuita), ti invito a prendere visione del mio articolo su come ottenere il bonus PC, ricco di informazioni utili a tal riguardo.

Siti di vendita online

Come avere un PC portatile gratis

Un’altra strada che puoi seguire, per tentare di procurarti un computer portatile a costo zero, è consultare i siti di vendita online principalmente dedicati ai venditori non professionisti, in particolare gli annunci dedicati agli scambi: non è insolito, infatti, che alcuni utenti cedano notebook e altri beni in forma completamente gratuita, in cambio di oggetti di loro interesse.

In particolare, per questa tipologia di cessione, mi sento di consigliarti portali di vendita quali Subito.it, Kijiji e il Marketplace di Facebook: sebbene funzionino in maniera leggermente diversa, tutti consentono di inserire annunci di vendita di articoli di qualsiasi genere, anche di seconda mano, con l’obiettivo di promuovere gli accordi privati tra utenti.

Sebbene portali del genere siano di comprovata serietà, non è detto che gli utenti che li popolano rispondano alla medesima caratteristica: pertanto, dopo aver individuato le condizioni di scambio del notebook di tuo interesse, accertati della serietà dell’inserzionista, consultando le recensioni lasciate dagli altri utenti.

Inoltre, prediligi accordi con persone provenienti dalla tua stessa città o, quantomeno, da un luogo per te facilmente accessibile, e cerca di effettuare lo scambio a mano, dal vivo: in tal modo, non soltanto sarai certo che la persona (ma soprattutto il notebook!) esista sul serio, ma potrai valutare in prima persona la bontà dell’articolo offerto, prima ancora di scambiarlo.

Per saperne di più in merito ai siti dedicati all’acquisto, alla vendita e allo scambio di oggetti usati, puoi far riferimento alla guida che ho dedicato espressamente al tema; inoltre, ti consiglio di prendere visione del mio post su come fare acquisti online in sicurezza, nel quale troverai alcune utili “dritte” utili a riconoscere annunci fasulli ed evitare truffe.

Rimettere a nuovo un vecchio notebook

Come avere un PC portatile gratis

Come ti accennavo nelle battute introduttive di questo tutorial, l’unico metodo sicuro e funzionante al 100% per avere un PC portatile gratis consiste nel… riceverlo in regalo! Come dici? Credi che ciò non possa capitare proprio a te? Beh… non è detto.

Può capitare, per esempio, che un tuo parente, amico o conoscente voglia disfarsi del suo vecchio notebook a costo zero, perché troppo datato, troppo lento o con qualche piccolo difetto funzionale (ad es. un tasto mancante o qualche porta USB che non funziona più): con qualche piccolo accorgimento, potresti riuscire a rimettere in sesto il dispositivo a costo zero, oppure con una spesa molto esigua — sicuramente minore rispetto a quella necessaria per acquistare un notebook, nuovo o usato che sia.

Per esempio, se il computer ha problemi di lentezza, potresti pensare di sostituire Windows con il sistema operativo Linux, ben più leggero (se si scelgono le distro “giuste”) e adatto anche a macchine datate, oppure di acquistare e installare un modulo aggiuntivo di memoria RAM (operazione spesso semplice da mettere in pratica, soprattutto sui portatili più datati) o, ancora, di sostituire il disco meccanico con un SSD: “tattiche” del genere non consentono certo di ottenere miracoli, ma sono utili, nella maggior parte dei casi, a dare nuova vita e utilità a un notebook che, altrimenti, sarebbe destinato allo smaltimento RAEE!

Attenzione alle truffe!

Come avere un PC portatile gratis

Come hai avuto modo di vedere, avere un computer portatile in forma gratuita (o quasi) non è impossibile: bastano un pizzico di pazienza e le strategie giuste per riuscire, dopo qualche tempo, nell’impresa!

Internet è un posto bello perché vario, ma non sempre innocuo: non è raro, infatti, imbattersi in annunci pubblicitari, messaggi di posta elettronica, chat, SMS e altri elementi che invitano a visitare un dato sito Web e seguire una specifica procedura (che, nella maggior parte dei casi, comporta l’inserimento di dati sensibili e personali, come il proprio codice fiscale oppure il numero della carta di credito) in cambio di notebook, smartphone e altri complementi di elettronica ceduti in forma completamente gratuita.

Per quanto annunci del genere possano sembrare allettanti, mi duole comunicarti che, nella quasi totalità dei casi, si tratta di menzogne e di vere e proprie truffe online, finalizzate al furto dei dati personali e dei dati bancari: inserire informazioni sensibili su portali di dubbia provenienza, può esporti a veri e propri “bombardamenti” di spam, a minacce informatiche quali virus, trojan, malware e ransomware o, peggio ancora, alla sottrazione di denaro dal conto corrente e/o dalla carta di credito.

Dunque, cerca di non cedere a “facili tentazioni” e diffida senza esitare da inviti e annunci del genere: il danno economico conseguente ad azioni frettolose e sconsiderate potrebbe andare ben oltre la somma di denaro necessaria per l’acquisto di un nuovo notebook!

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.