Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come cambiare DNS su Mac

di

La tua connessione ad Internet non è mai stata particolarmente “energica”, questo è un dato di fatto. Ciononostante sul tuo vecchio computer eri riuscito a velocizzare l’apertura dei siti Internet andando a modificare i DNS. Da quando però sei passato a Mac non sei più stato capace di fare altrettanto. Un po’ per inesperienza, un po’ per pigrizia hai dunque lasciato correre la cosa. Tuttavia se ora sei qui e stai leggendo queste righe mi pare evidente il fatto che tu voglia rimediare.

Come dici? Le cose stanno esattamente in questo modo e ti piacerebbe quindi capire se posso darti una mano oppure no sul da farsi? Ovvio che si, ci mancherebbe altro, sono qui proprio per questo! Se vuoi scoprire come cambiare DNS su Mac, non devi far altro che seguire le indicazioni che sto per fornirti con questo mio articolo dedicato all’argomento ed in men che non si dica farai “volare” la tua connessione anche sul sistema della “mela”.

Ci vorranno pochissimi clic per portare a termine il lavoro, vedrai. Allora? Sei pronto? Si? Grandioso. Mettiamo al bando le ciance e procediamo! Posso assicurarti che si tratta di un’operazione estremamente semplice da compiere anche per chi, come te, non si reputa un grande esperto in fatto di informatica ed ancor di più di computer a marchio Apple. Buon “lavoro”.

Indice

Alcune precisazioni

Prima di spiegarti come fare per poter cambiare i DNS su Mac mi sembra doveroso fornirti qualche spiegazione in più riguardo, appunto, i DNS. Nel caso in cui non ne fossi a conoscenza (o qualora non lo ricordassi), i DNS altro non sono che una sorta di “intermediari” fra noi e i siti Web che intendiamo visitare.

Infatti, è proprio grazie ai DNS che possiamo accedere a Google digitando “google.it” o “google.com” nella barra degli indirizzi del browser invece che l’indirizzo IP del motore di ricerca (64.233.167.99), vale a dire una lunghissima serie di numeri (cioè le reali coordinate del sito di riferimento) decisamente impossibile da ricordare ogni volta.

Tenendo conto di quando appena affermato, non è poi così difficile dedurre che andando ad usare dei DNS rapidi è possibile rendere più veloce la connessione ai siti Web in quanto i tempi di risposta vengono ridotti.

Da notare che modificare i server DNS può altresì essere utile per accedere a tutti quei portali per i quali il gestore telefonico della connessione ad Internet impiegata ha imposto dei blocchi o delle restrizioni.

Migliori DNS

Ma quali sono i server DNS a cui puoi fare riferimento e che puoi dunque impostare sul tuo computer Apple? Bella domanda! La risposta, al contraro di quel che tu possa pensare, è decisamente semplice: quelli in grado di restituire performance migliori in base alla tua connessione ad Internet ed a seconda di quelle che sono le tue reali necessità.

Per maggiori dettagli in tal senso continua a leggere. Qui di seguito trovi infatti un elenco di server DNS consigliati e reputati come i migliori dai più ed un passo dedicato all’uso di una speciale applicazione che può aiutarti ad individuare i DNS maggiormente adatti per te.

OpenDNS, Google DNS e Cloudflare

Di server DNS ce ne sono tanti, anzi tantissimi. I più “gettonati” e che personalmente che ti consiglio di utilizzare per cambiare i DNS su Mac sono quelli offerti da OpenDNSGoogle DNS e Cloudflare. Di seguito, trovi gli indirizzi esatti da usare per configurare la connessione del tuo computer Apple.

OpenDNS

  • Server DNS primario: 208.67.222.222
  • Server DNS secondario: 208.67.220.220

Google DNS

  • Server DNS primario: 8.8.8.8
  • Server DNS secondario: 8.8.4.4

Cloudflare

  • Server DNS primario: 1.1.1.1
  • Server DNS secondario: 1.0.0.1

Quelli di Google e Cloudflare sono famosi in primis per la loro velocità e per il fatto che, essendo internazionali, permettono di accedere anche ai siti che vengono oscurati dai provider italiani. Diversamente dai DNS di Google, quelli di Cloudflare offrono però un livello di privacy maggiore in quanto non conservano i dati dei siti visitati dagli utenti.

Per quel che concerne invece i server DNS di OpenDNS, sono abbastanza veloci e permettono a loro volta di accedere ai siti bloccati nel Bel Paese. Vengono però sfruttati più che altro per la loro funzione di parental control che consente di inibire la visualizzazione di specifiche categorie di siti.

Namebench

Come cambiare DNS su Mac

Se vuoi essere sicuro al 100% di aver individuato i server DNS migliori per la tua connessone o, qualora non li avessi ancora scelti, di conoscere quelli più adatti, puoi ricorrere all’uso di Namebench, un’applicazione gratuita in grado di analizzare la rete in uso e di trovare i server DNS migliori per quest’ultima.

Per servirtene, collegati alla relativa pagina di download e clicca sul collegamento namebench-x.x.x-Mac_OS_X.dmg che sta in cima, in modo tale da avviarne il download.

A scaricamento completato, apri il pacchetto .dmg ottenuto e trascina Namebench nella cartella Applicazioni di macOS. Successivamente, avvia il programma facendo clic destro sulla sua icona e seleziona la voce Apri per due volte consecutive, in modo tale ad andare ad aggirare le limitazioni di Apple imposte contro gli sviluppatori non autorizzati.

Ora che visualizzi la finestra del programma sulla scrivania, verifica che ci sia il segno di spunta accanto alle voci Include global DNS provider e Include best available regional DNS services per includere nella ricerca, rispettivamente, i server DNS globali e quelli regionali.

Dopodiché fai clic sul pulsante Start che sta in basso a destra. Verrà avviata la ricerca dei migliori server DNS per la tua connessione a Internet ed al termine dell’operazione si aprirà una pagina Web con in alto a destra la configurazione consigliata. Tieni presente che il test andrà avanti molto a lungo, ragion per cui cerca di non spazientirti.

Cambiare i DNS su Mac

Ora che hai le idee più chiare in merito alla natura dei server DNS e dopo aver scelto quelli che intendi utilizzare, direi che sei finalmente pronto per passare all’azione vera e propria. Andiamo quindi a scoprire, insieme, come cambiare i DNS su Mac.

Ti anticipo subito che puoi riuscirci agendo dalle Preferenze di sistema oppure dal Terminale. Puoi altresì modificare i DNS per navigare in rete dal tuo computer a marchio Apple (ma non solo) intervenendo direttamente sul router. Trovi tutte le istruzioni sul da farsi proprio qui di seguito.

Dalle Preferenze di sistema

Come cambiare DNS su Mac

Se vuoi scoprire come cambiare i DNS su Mac agendo dalle Preferenze di sistema, il primo passo che devi compiere è quello di fare clic sull’icona di Preferenze di sistema (quella con l’ingranaggio), per l’appunto, collocata sulla barra Dock. Una volta visualizzata la relativa finestra sulla scrivania fai clic sulla voce Rete.

A questo punto, seleziona la connessione attualmente in uso (es. Wi-Fi o Ethernet) dalla barra laterale di sinistra e fai clic sul pulsante Avanzate… collocato in basso a destra. Recati dunque nella scheda DNS e cancella tutti gli indirizzi presenti nel riquadro sottostante la voce Server DNS: (se ce ne sono), selezionandoli con il mouse e cliccando sul pulsante [-] che si trova in basso a sinistra.

Ad operazione completata, clicca sul pulsante [+] che sta sempre in basso a sinistra, digita l’indirizzo del server DNS primario che intendi utilizzare per la connessione (es. 8.8.8.8) e premi il tasto Invio sulla tastiera del Mac. Ripeti l’operazione per il server DNS secondario da impostare sul computer (es. 8.8.4.4) e clicca prima sul pulsante OK e poi su quello Applica per salvare ed applicare i cambiamenti. Et voilà!

Nota: Se non riesci a selezionare una o più voci nelle Preferenze di sistema, fai clic sul simbolo del lucchetto chiuso in basso a sinistra nella sezione Rete, digita la password del tuo account utente su Mac e poi fai clic sul bottone Sblocca, in modo tale da andare ad abilitare la possibilità di apportare modifiche.

Dal Terminale

Come cambiare DNS su Mac

Come anticipato nelle precedenti righe, è possibile cambiare i DNS su Mac anche agendo da riga di comando, o per meglio dire da Terminale. Per riuscirci, avvia il Terminale richiamando il Launchpad previo clic sulla relativa icona (quella con il razzo spaziale) annessa alla barra Dock, apri la cartella Altro e poi seleziona l’icona di Terminale (quella con la finestra nera e la riga di codice).

Ora che visualizzi la finestra del Terminale sulla scrivania, digita il seguente comando networksetup -setdnsservers nome interfaccia rete DNS primario DNS secondario, avendo cura di sostituire a nome interfaccia rete il nome della connessone di rete di riferimento (es. Wi-Fi o Ethernet) ed a DNS primario DNS secondario il DNS primario e quello secondario che vuoi usare (es. 8.8.8.8 e 8.8.4.4).

Successivamente schiaccia il tasto Invio sulla tastiera del computer, digita (se richiesta) la password relativa al tuo account utente su macOS ed è fatta. Le modifiche saranno immediatamente applicate!

Successivamente potrai verificare che la modifica dei server DNS è effettivamente andata a buon fine immettendo, sempre nella finestra del Terminale, il seguente comando networksetup -getdnsservers nome interfaccia rete, avendo cura di sostituire a nome interfaccia rete il nome dell’interfaccia di rete di riferimento.

Schiaccia dunque il tasto Invio sulla tastiera del computer e ti saranno immediatamente mostrati i DNS impostati sul tuo Mac. È stato facile, vero?

Dal router

Come cambiare DNS su Mac

Per concludere in bella, come si suol dire, voglio spiegarti come cambiare i DNS su Mac (oltre che su tutti gli altri dispositivi collegati alla medesima rete) andando ad agire direttamente dal router in tuo possesso. Per riuscirci devi metter mano al pannello di gestione di quest’ultimo. Per cui, apri il browser che solitamente usi sul tuo computer a marchio Apple per navigare in rete (es. Safari), digita l’IP del modem nella barra degli indirizzi e schiaccia il tasto Invio sulla tastiera del Mac.

Solitamente l’indirizzo IP del router è 192.168.0.1 oppure 192.168.1.1. Se però digitando tali coordinate vedi apparire un messaggio d’errore, leggi il mio tutorial su come trovare indirizzo IP router per riuscire ad individuare quello corretto.

Una volta immesso l’IP corretto del modem, se vedi comparire una finestra tramite cui ti viene chiesto di digitare nome utente e password per accedere al pannello di gestione, serviti delle combinazioni admin/admin oppure admin/password, nella maggior parte dei casi sono quelle predefinite. Se non riesci ad eseguire il login perché le combinazioni che ti ho fornito non risultano essere corrette, leggi il mio articolo su come accedere al router per scoprire come rimediare.

Ad accesso eseguito, recati nella sezione relativa alla configurazione della connessione, seleziona (se necessario) l’opzione per usare determinati server DNS invece che quelli forniti dall’ISP ed individua le voci DNS 1 oppure DNS primario e DNS 2 oppure DNS secondario.

Compila ora i campi presenti in corrispondenza di tali voci con i server DNS che vuoi usare (es. 8.8.8.8 per il server DNS primario e 8.8.4.4 per il server DNS secondario) e clicca sul pulsante ApplicaOK o Salva in modo tale da confermare ed applicare le modifiche. Tieni presente che successivamente il router potrebbe riavviarsi.