Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come capire se le cuffie Bluetooth sono cariche

di

Ci risiamo: stavi ascoltando un po’ di buona musica e, sul più bello, le tue cuffie Bluetooth si sono scaricate senza alcun preavviso. In realtà, non ricordi quando le avevi ricaricate l’ultima volta e, per questo motivo, non sapresti proprio ipotizzare quanto la batteria potesse essere carica all’inizio dell’ascolto. Onde evitare che ciò accada di nuovo, dovresti imparare come capire se le cuffie Bluetooth sono cariche mediante lo smartphone, il tablet o il computer con cui sei solito usarle o, in alternativa, abituarti a dare uno sguardo ai LED di stato degli speaker.

Come dici? Ci avevi già pensato? Vorresti tanto seguire questa strada ma proprio non sai come fare? Non temere allora: ci sono qui io a darti una mano! Nel corso di questo tutorial, infatti, ti mostrerò come prendere visione dello stato della batteria di cuffie, auricolari, casse e altre categorie di apparecchi Bluetooth agendo dalle impostazioni del dispositivo alle quali sono collegate.

Prima di andare avanti, però, ritengo doveroso farti una precisazione fondamentale: affinché il livello di carica possa essere controllato con successo dal telefono, dal tablet o dal computer, i moduli Bluetooth dei device coinvolti devono disporre del supporto ad alcuni profili specifici, tra cui l’HFP (o hands-free-profile, sufficiente per visualizzare l’informazione su smartphone e tablet) e il BLE (o Bluetooth Low-Energy), indispensabile affinché le cose vadano come previsto anche su PC. Per questo motivo, i passaggi che mi accingo a mostrarti potrebbero non essere sempre risolutivi: in ogni caso, vale sempre la pena tentare!

Indice

Come capire se le cuffie Bluetooth sono cariche da smartphone e tablet

Cuffie

Le più recenti versioni di Android e iOS/iPadOS consentono di visualizzare, in modo estremamente semplice, la carica residua di cuffie, casse, auricolari e altri dispositivi Bluetooth.

Affinché il rilevamento possa avvenire con successo, è indispensabile che le cuffie siano accese e già collegate al dispositivo: se non hai ancora provveduto ad effettuare l’abbinamento, segui le istruzioni che ti ho fornito nel mio tutorial su come collegare le cuffie wireless al telefono, valido anche per i tablet.

Android

Come capire se le cuffie Bluetooth sono cariche da smartphone e tablet

Se possiedi un dispositivo dotato di Android 8 o successivi, puoi facilmente la carica residua delle cuffie Bluetooth connesse al sistema semplicemente recandoti nella sezione dedicata al Bluetooth.

Per iniziare, dunque, fai tap sul pulsante delle Impostazioni (l’icona dell’ingranaggio) che risiede nella schermata Home oppure nel drawer del dispositivo, quindi recati nella sezione Dispositivi collegati e individua il nome delle cuffie Bluetooth di tuo interesse: dovresti vedere, all’interno del relativo riquadro, la dicitura Attivo e la carica residua della batteria.

Se possiedi una versione precedente di Android o se, per qualche motivo, i passaggi che ti ho mostrato poc’anzi non dovessero essere per te efficaci, puoi facilmente risolvere il problema affidandoti a un’app di terze parti, denominata BatON, che può essere scaricata in forma gratuita dal Play Store.

Dopo aver scaricato e installato l’app, avviala e, se richiesto, premi il pulsante Consenti annesso alla schermata d’avviso che compare, in modo da concedere all’app i permessi d’accesso alle funzioni di localizzazione e gestione Bluetooth. Questa operazione è necessaria sulle più recenti versioni di Android, in quanto la parte relativa ai servizi GPS e quella collegata ai servizi Bluetooth sono state inglobate in un unico insieme di “funzioni”: l’applicazione, tuttavia, promette di non raccogliere né inviare dati relativi alla posizione del dispositivo.

Ad ogni modo, una volta concordati i permessi necessari, dovresti visualizzare la lista dei dispositivi Bluetooth abbinati al telefono/tablet, unitamente allo stato di carica di quelli effettivamente connessi.

Nota: BatON potrebbe comportarsi in modo anomalo con le cuffie Bluetooth composte da due auricolari separati: tieni presente questa eventualità, laddove possedessi un prodotto di questo tipo.

iOS/iPadOS

Come capire se le cuffie Bluetooth sono cariche

Dopo aver stabilito il collegamento tra l’iPhone/iPad e le cuffie, se queste ultime supportano il protocollo HFP, dovresti veder comparire, accanto all’indicatore della batteria del telefono, una seconda icona indicante il livello di carica delle cuffie Bluetooth: per la precisione, si tratta di una piccola icona a forma di cuffie con accanto una barra di stato verticale.

Al bisogno, puoi visualizzare la percentuale esatta di carica residua delle cuffie Bluetooth avvalendoti del widget Batteria di iOS/iPadOS, compatibile, oltre che con speaker, cuffie e auricolari, anche con qualsiasi altro device Bluetooth connesso al dispositivo.

Per attivarlo, recati nella schermata Home di iOS/iPadOS, effettua alcuni swipe verso destra per richiamare la sezione relativa ai widget, scorri quest’ultima verso il basso e fai tap sul piccolo pulsante Modifica, che si trova in fondo all’ultimo widget.

Ci siamo quasi: individua il widget Batterie nella lista che compare su schermo, premi il pulsante (+) che si trova accanto allo stesso, in modo da abilitarlo; per posizionare il widget nella posizione che più desideri (ad es. in cima), “afferralo” effettuando un tap prolungato sull’icona ☰ posta a destra del suo nome e trascinalo dove ritieni opportuno. Per confermare le modifiche apportate, fai tap sulla voce Fine residente in alto a destra.

Fatto! A partire da questo momento, puoi capire se le cuffie Bluetooth sono cariche semplicemente recandoti nella schermata widget di iOS/iPadOS e dando un’occhiata al riquadro aggiunto poc’anzi. È stato semplicissimo, non trovi?

Se hai degli AirPods, inoltre, puoi visualizzare lo stato di carica di questi ultimi e della loro custodia semplicemente avvicinando la custodia all’iPhone, mentre lo schermo del telefono è acceso, e aprendola per qualche secondo: vedrai comparire un box con le informazioni di tuo interesse in fondo al display dello smartphone.

Come capire se le cuffie Bluetooth sono cariche da PC

Cuffie

Le più recenti versioni di Windows e macOS hanno introdotto il supporto al profilo Bluetooth HFP: per questo motivo, se possiedi un paio di cuffie compatibili con lo stesso, puoi agevolmente visualizzare la carica residua di queste ultime senza installare alcun software aggiuntivo.

Affinché tutto vada per il meglio, è necessario che le cuffie siano accese e correttamente abbinate al computer: se non hai ancora provveduto a eseguire questa operazione, puoi rimediare attenendoti alla mia guida su come collegare le cuffie Bluetooth al PC.

Nota: come ti ho spiegato nelle battute iniziali di questa guida affinché il rilevamento dello stato della batteria delle cuffie avvenga con successo su Windows e macOS, è necessario che le stesse siano compatibili anche con profili differenti da HFP, tra cui il profilo BLE. Per questo motivo, il set di cuffie compatibili con questa funzionalità potrebbe essere meno esteso rispetto a quanto visto per smartphone e tablet.

Windows 10

Come capire se le cuffie Bluetooth sono cariche

Per visualizzare il livello di carica residua delle cuffie su Windows 10, procedi in questo modo: fai clic sul pulsante Start (l’icona della bandierina collocata nell’angolo in basso a sinistra dello schermo), poi sul pulsante a forma d’ingranaggio che si trova sulla barra laterale di sinistra e, in seguito, recati nella sezione Dispositivi della finestra che si è aperta.

Ora, fai clic sulla voce Bluetooth e altri dispositivi collocata sulla barra laterale di sinistra, individua il nome delle cuffie Bluetooth di tuo interesse e fai clic sullo stesso: se tutto è andato per il verso giusto, un indicatore collocato nel riquadro che compare su schermo dovrebbe fornirti l’informazione alla quale sei interessato. Tutto qui!

macOS

Come capire se le cuffie Bluetooth sono cariche

Su macOS puoi facilmente visualizzare lo stato della batteria dei dispositivi Bluetooth dalle Preferenze di Sistema: accedi, dunque, a queste ultime cliccando sull’icona a forma d’ingranaggio collocata sul Dock, recati nella sezione Bluetooth e il gioco è fatto: dovresti visualizzare, in corrispondenza del nome delle cuffie connesse, un piccolo indicatore contenente il livello di carica residua delle stesse.

Se lo desideri, puoi ottenere questa informazione in modo ancor più rapido: apponi il segno di spunta accanto alla voce Mostra Bluetooth nella barra dei menu, che risiede nella parte inferiore della schermata vista in precedenza, quindi fai clic sull’icona della “B” stilizzata che dovrebbe comparire nella barra dei menu del Mac e seleziona il nome delle cuffie Bluetooth connesse al computer. L’informazione che cerchi risiede nel sotto-menu che compare subito dopo.

In alternativa, potresti visualizzare lo stato di carica delle cuffie Bluetooth collegate al Mac cliccando sull’icona dell’altoparlante presente nella barra dei menu, in alto a destra, accanto all’orologio di sistema. Se non vedi l’icona in questione, recati in Preferenze di sistema > Suono e spunta la casella Mostra volume nella barra dei menu.

Come capire se le cuffie Bluetooth sono cariche tramite LED

Come capire se le cuffie Bluetooth sono cariche

Se non sei riuscito a capire se le cuffie Bluetooth sono cariche con nessuno dei metodi precedenti, puoi tentare di ottenere queste informazioni guardando le cuffie stesse, la custodia o la base di ricarica (se possiedi un paio di auricolari Bluetooth, per esempio).

Per esempio, se gli speaker in tuo possesso sono dotati di indicatori LED, puoi visualizzarne lo stato dando un’occhiata agli stessi: meno luci sono accese, più basso è il livello di carica della batteria. Solitamente, le cuffie dotate di un solo LED sono in grado di segnalare soltanto quando la batteria sta per scaricarsi: in tal caso, la luce intermittente si illumina di rosso.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.